Il pianto del Re

L’età dell’oro è svanita
Ed il fato glorioso compiuto!
Re dell’umana gente, m’invocano,
ed il mio nome acclamano nel vento.

Io, che conobbi i Signori del Bosco
e le Stirpi delle Luminose Caverne;
io, che desinai al desco
in lieta compagni di minuscoli eroi
ed arcani segreti condivisi
con il Mago dal Bianco Mantello,

ora, tra le fiamme di questo tramonto
getto le mie ansie
ed i tormentati pensieri.
Nel rogo d’orizzonte bruciano
le mie malinconie

L’alba del domani
già tinge di sé
il davanzale d’Oriente.
Tutto è a me davanti;
l’universo mi attende,
nelle mie mani freme il futuro!

Nel profondo,
il vento del mio cuore
tiene accese le stelle dei ricordi
perché il passato mai s’abbui
ed ogni notte le lacrime di un Re
tornino ad offuscare, inquiete,
quell’avvampare lontano.


Commenti
Nick
Inserisci questo codice 31967776
quì
Commento



 
Home    |   Progetto Tolkien   |   Chi Siamo   |   Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it - Azariel Spazio Offerto da Gilda Anacronisti