Solitudine
di Keiros

Pensiero di tenebre, semi inariditi
una nuova gemma, sui rami rinsecchiti.
Gocce di luce, lo splendore del riso
fugge l'oscuro, radianza di un viso.

Ombre del mondo, fuggon col vento
nel gaio giardino, in schegge il cemento.
Tra nube e nebbia, il sol lo riprende,
del fior le corolle, il sole accende.

Da seme a gemma, la luce accetta,
da gemma a fiore, la luce rigetta.
La dolce foglia forte spina diviene
al fiore il sol, non più appartiene.

Buio di giorno, il sole è lontano,
altri giardini, la volpe nel grano
Sulla luna solo, il fiore aspetta.
Con rami e gemme Anor duetta.


Commenti
Nick
Inserisci questo codice 68283206
quì
Commento



 
Home    |   Progetto Tolkien   |   Chi Siamo   |   Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it - Azariel Spazio Offerto da Gilda Anacronisti