Thaurlion, il figlio dell'Odio
di Thaurlion

Una nube nera, proveniente dalle Porte del Mondo, dal Vuoto Atemporale, porta empie parole sulle terre di Arda, un sussurro gelido come la notte, pungente come un pugnale, malvagio come il defunto Gothmog...

Credo nell'unica verità
Ho scoperto la sola via
Seguirò le direttive dell'oscuro
Io, l'immortale...

Seguo colui che
Cambiò il canto di Eru
Creò contro il suo volere
E Abbatterà i Vala suoi figli
Egli, l'oppositore

Naqui dalle tenebre
Sono seguace di Morgoth l'oscuro
Colui che rivendicherà le sue terre
Le terre di Arda
Io sono il suo accolito
Io sono il suo discepolo
Io sono il figlio dell'Odio
Un elfo alto, i capelli corvini sciolti dolcemente sulle spalle, gli occhi neri come la pece, la pelle nivea e lo sguardo maligno compare dal nulla e parla:
" Io sono Thaurlion, della schiatta elfica,
la schiatta che io stesso distruggerò per mano mia
se non capiranno che l'ora di Morgoth ormai è giunta
tremate Immortali, l'ora in cui il tenebroso padrone arriverà
è ormai vicina
rompete il giuramento coi Vala e schieratevi al mio fianco
risparmiate le vostre empie vite
per servire l'Oppositore
per servire l'Ottenebrato
per creare l'impero di Morgoth"
Un alito di vento, freddo come il tocco della morte, solca repentinamente i cieli. Tetra nebbia avvolge il corpo dell'elfo. Un nuovo soffio, e la foschia scompare. Assieme a lei, anche l'Immortale si è dileguato nell'ombra....


Commenti
Nick
Inserisci questo codice 63198240
quì
Commento



 
Home    |   Progetto Tolkien   |   Chi Siamo   |   Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it - Azariel Spazio Offerto da Gilda Anacronisti