Ode all'erba pipa
di Pieveloce

Chi le verdi foglie in gran pregio tiene,
chi al profumo dei fiori più non si contiene,
chi le coltiva in montagna e chi dentro la serra,
concorda nel dir che è un dono della Terra!

Chi spesso è agitato e va sempre di fretta,
farebbe bene invece a munirsi di pipetta.
Sia essa in legno oppure in fredda pietra,
sarà la benvenuta anche nell'ora tetra.

Chiamati quattro amici, ma di quelli sinceri,
si passa a caricar con gioia i bei bracieri.
S'accende quindi infine, s'aspira e poi s'aspetta,
tanto d'ora in avanti noi non abbiam più fretta.

Si espira allora il fumo che ci siam già gustati,
ma non così a casaccio, in cerchi ordinati!!
In bocca ci rimangono gli aromi naturali
pensate che li apprezzano anche gli animali.

Ed attenti infatti state al capriol che si nasconde
nel cespuglio nella piana, o tra le ombrose fronde.
Egli con fare losco infatti guarda e aspetta
che il contadin s'allontani dalla pianta prediletta.
Il suo nome non conosce, ma assai bene sa,
che se si parla di erba pipa prima o poi la troverà!!!


Commenti
Nick
Inserisci questo codice 49955245
quì
Commento



 
Home    |   Progetto Tolkien   |   Chi Siamo   |   Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it - Azariel Spazio Offerto da Gilda Anacronisti