Focus On
 
 

 

Castell'Arquato Creazioni

 

 

Sintetico nei contributi testuali ma ricco di immagini, questo sito espone le opere di Aurelia Pallastrelli e dei suoi allievi del Laboratorio di Creazioni artistiche in terracotta.

Esso si articola essenzialmente in una pagina informativa, in cui vengono brevemente esposti le idee e i concetti che ispirano le opere, ed una vasta galleria di immagini delle creazioni stesse. Essendo lo scopo del sito puramente rappresentativo, non si sviluppa né tratta a fondo la tecnica di produzione dei manufatti, preferendo per l’appunto non eccedere con testi scritti e impaginazioni grafiche elaborate in favore di una "vetrina" suddivisa in sezioni tematiche.

Tra queste, spicca una galleria dedicata alle opere ispirate al mondo letterario narrato da Tolkien, e in particolar modo ai concetti e i personaggi che più hanno ispirato l'autrice - quali Gandalf, Finrod e L'unico Anello, riportati in schiette opere di terracotta dove il soggetto è interpretato sia tramite la forma che tramite il dipinto.

Completano poi la vetrina virtuale una sezione d’ispirazione "celtica" ed una di ispirazione più prettamente medioevale-romanzesca (ad esempio, l'Excalibur del ciclo arturiano) ed una galleria di opere di generi vari, su seta e su porcellana (tra cui alcune di ispirazione più orientale e/o floreale, rispetto ai motivi "nordici" delle esposizioni precedenti).

Per finire, il sito fornisce un indirizzo di posta elettronica tramite il quale è possibile contattare l'artista per commenti e osservazioni, un recapito telefonico, una mailing list dedicata agli aggiornamenti ed una mappa dettagliata dei paesi limitrofi a Castell'Arquato, che permette agli eventuali interessati di raggiungere più agevolmente il paese e la bottega artigiana. Purtroppo, l'accostamento di colori un po’ insolito la rende a tratti poco leggibile, cosa peraltro efficacemente compensata dalle indicazioni chilometriche rispetto ad alcune città più conosciute.

In sintesi, il sito riesce bene negli obbiettivi prefissati, ossia presentare al pubblico le opere, essendo peraltro non molto vasto e sintetico; se vogliamo individuare una piccola carenza, dal punto di vista “informativo” si riscontra la mancanza di un titolo che inquadri a dovere la tematica centrale e nelle gallerie, delle terrecotte, qualche spiegazione all'eventuale concetto sotteso alla singola opera. Il che, probabilmente, è un piccolo espediente per attirare la curiosità degli avventori e “costringere” chi volesse sapere o vedere di più a un piacevole soggiorno tra le colline piacentine, per ammirare i particolari da vicino…

 

 

Keiros

Indice
 
Intervista
 
 
           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti