HOBBITON 11
SAN DANIELE
3-4-5 Settembre 2004


Sunday, 21 Taglieraio Calendario della Contea
tolkienil signore degli anelliassociazione tolkienianahobbit

 


Il "via" della festa a lungo attesa (venerdì 5 settembre)

Il colpo d'occhio della piazza di Hobbiton fa già un certo effetto dal primo pomeriggio del venerdì. Eravamo stati avvisati del cambio di disposizione e dell'aumento degli espositori, ma una cosa è pensarlo sulla carta e altro è vederlo direttamente: quest'anno la parte alta è interamente riservata alle associazioni tolkieniane non a scopo di lucro, mentre i banchi "commerciali" troneggiano lungo tutta la camminata che porta alla piazza. Il Drago Verde, interamente coperto, troneggia in tutta la sua imponenza, anch'esso ampliato a dovere per far fronte alle migliaia di arrivi che prevedibilmente affolleranno il raduno: l'esperienza dell'anno passato insegna che anche un paese non raggiunto dalla rete ferroviaria può essere colonizzato a dovere dal popolo della Terra di Mezzo.

Quest'anno siamo intenzionati a onorare il raduno con una presenza più ricca di contenuti rispetto all'anno precedente: ci presentiamo quindi, carichi di volantini, dispense e opere da esporre, già dalla mattinata, per un sopralluogo "tecnico" e per cercare di allestire al meglio la postazione assegnataci. O meglio, le postazioni: generosamente la STI ha concesso agli Eldalië svizzeri della STS la possibilità di disporre un tavolo accanto al nostro: constatiamo che siamo stati piazzati esattamente tra i Lingalad e i Cavalcalupi: la buona ventura, corroborata da qualche parola supplichevole nei confronti di Athelas (che curava l'occupazione degli spazi per gli espositori) hanno fatto sì che ci trovassimo a fare un gruppone immenso con due gruppi cui ci lega un'amicizia di vecchia data. Non poteva andare meglio. Riusciamo a disporre i nostri deschi in modo ottimale, entrambi sotto al fido gazebo di Mornon, e andiamo a pranzare con buona coscienza e fiduciosi per i buoni auspici dell'immediata vigilia.

Fra uno scatolone, un raccoglitore di opere e un pacco di volantini da disporre in bella mostra si fanno le quattro e mezza. Le casse del palco, meticolosamente disposte dai Lingalad, risuonano già del saluto ai presenti di Paolo Paron, nell'occasione accompagnato dal sindaco e dall'assessore alla cultura del comune. E' il via: la festa che attendiamo per tutto un anno ha inizio.

Dopo poco riceviamo un paio di graditissime visite, nientemeno che Paolo Gulisano e Luisa Vassallo che passano a salutarci, quasi ancora con le valigie in mano, prima di preparare i loro interventi. Paolo torna a Hobbiton dopo quattro anni, la curiosità di sentirlo parlare delle sue recenti ricerche su Artù è tanta: ma l'attesa è ormai finita. Siamo a Hobbiton.

GC

Le conferenze del venerdì in pillole

- Adriano Segatori ha illustrato l'aspetto da educatore dell'approccio di Tolkien al lettore, vale a dire l'importanza di "educere" (cioé, far maturare in chi eventualmente li possiede) determinati valori come contrapposizione all'insegnante, che viceversa inculca nell'uditorio concetti suoi propri, quindi in modo più invasivo.

- Edoardo Rialti e Paolo Gulisano hanno presentato un'anteprima del libro Uno sguardo fino al mare, percorso di avvicinamento alla lettura critica delle opere tolkieniane corredato da diversi inediti del Professore: tra questi, la prefazione alla seconda edizione de Il Signore degli Anelli e Imram, che ci onoriamo di pubblicare anche su Eldalië per gentile concessione. Imram che fra l'altro è stato letto nel corso della presentazione da Gulisano e Luisa Vassallo.

Per ulteriori approfondimenti su questi interventi rimandiamo allo speciale che sarà pubblicato sulla rivista della STI Terra di Mezzo.

 

 Home    |   Progetto Tolkien   |   Chi Siamo   |   Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1996 - 2001 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti & Geco Telematica