Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Shakespeare
Pagina 8 di 9. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9
AutorePost
Pagina 8 di 9. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Erinna

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Compagnia del Cannello
Registrato il:
15-08-2006
Localitŗ:
Fiesole
Post:
641
Dunque il Sommo Poeta è sempre il Sommo Poeta!
Le mie due tragedie preferite sono il MacBeth e il Giulio Cesare, in particolare di quest'ultimo apprezzo il monoglogo sul corpo di Cesare.
"Ma Bruto dice che era un ambizioso, e Bruto è un uomo d'onore!"
Io mi sono avvicinata a Shakespeare solo al liceo. Abbiamo organizzato anche una rappresentazione di Midsummer night's dream, e anche se purtroppo non era il testo integrale, in lingua inglese rendeva meglio.
Comunque, per gli appassionati di tragedie Shakespeariane, leggete Plutarco! (A noi lo fanno tradurre, e anche se è mortalmente pesante, è bellissimo!)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2006 00:19
  • clicca oer vedere il profilo di 5732
  • Clicca qui per inviare una email a Erinna
  • Cerca altri post di Erinna
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldali√ę Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Localitŗ:
N/A
Post:
4995
Erinna il 22-08-2006 00:19 ha scritto:

Dunque il Sommo Poeta è sempre il Sommo Poeta!


Sì, però questo è Dante...

L'altro è il Bardo d'Albione.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2006 00:28
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŗ:
N/A
Post:
23034
Naerfindel il 22-08-2006 00:14 ha scritto:
Nno era riferito a te ma a chi, appunto, ha sostenuto questa presunta identità tra WS e CM

Ho equivocato, vedendo la citazione ho pensato ti riferissi a quanto da me scritto
Comunque, che sia vera o no, l'ipotesi ha degli spunti interessanti, su cui mi piacerebbe trovare approfondimenti (vedi, se fosse vera, la questione del club).

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2006 04:15
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Erinna

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Compagnia del Cannello
Registrato il:
15-08-2006
Localitŗ:
Fiesole
Post:
641
Naerfindel il 22-08-2006 00:28 ha scritto:
Erinna il 22-08-2006 00:19 ha scritto:

Dunque il Sommo Poeta è sempre il Sommo Poeta!


Sì, però questo è Dante...

L'altro è il Bardo d'Albione.

Per noi italiani. Avrei dovuto scriverlo in inglese, è vero, ma loro lo chiamano sommo poeta lo stesso! Ognuno ha i suoi... di sommi poeti!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2006 02:35
  • clicca oer vedere il profilo di 5732
  • Clicca qui per inviare una email a Erinna
  • Cerca altri post di Erinna
  • cita questo messaggio

Gwaihir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
18-02-2005
Localitŗ:
Bocca di Magra
Post:
20
Tovo questo poeta davvero grande! Ci√≤ che pi√Ļ mi appassiona √® l'estrema modernit√† della sua proposta teatrale. Siamo in un periodo in cui le "unit√†" sono in un certo qual modo importanti... eppure lui si diverte quasi a mettere in crisi scenografi e costumisti. Credo sia anche questo il segreto per cui le sue commedie vengano ancora oggi largamente interpretate e studiate come una sfida, da parte di artisti d'ogni sorta!
Ciao

Sospesa nell'aria l'esistenza si eterna nello scrutare attento l'orizzonte!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 25-08-2006 01:41
  • clicca oer vedere il profilo di 5129
  • Cerca altri post di Gwaihir
  • cita questo messaggio

MandragoraElenion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con S.T.S.
Guardiani di FeeriaCircolo Taglio e CucitoEldali√ę Bologna - Mindoni EldaComitato Anti-K
Registrato il:
30-01-2004
Localitŗ:
Mendrisio [Ticino]
Post:
353
Gwaihir il 25-08-2006 01:41 ha scritto:
Siamo in un periodo in cui le "unità" sono in un certo qual modo importanti... eppure lui si diverte quasi a mettere in crisi scenografi e costumisti.
Ciao


..Scusami non credo di aver afferrato il senso della frase.Cosa intendi con "unità"?
E per quanto riguarda gli scenografi, non so se ho interpretato correttamente il tuo post, ma al tempo di Shakespeare gli scenografi non esistevano, infatti le rappresentazioni durante il periodo elisabettiamo si tenevano in teatri privi di qualsiasi scenografia.
O intendevi ai giorni nostri?

Pray for rain, lose your name, and watch all
your dreams fall through . (A Fire Inside, 2006)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-09-2006 21:27
  • clicca oer vedere il profilo di 4219
  • Clicca qui per inviare una email a MandragoraElenion
  • Cerca altri post di MandragoraElenion
  • cita questo messaggio

Tolman

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
S√ļl√ę Carmeva im√≠ca OlvarTolkien 2005Storici
Registrato il:
24-02-2002
Localitŗ:
Siena
Post:
1726
immagino che per "unità" si intenda quelle classiche del teatro greco, ovvero unità di luogo e tempo. In effetti i drammi di Shakespeare si svolgono in luoghi diversi (in lungo e in largo per la scozia nel Macbeth, in giro per il Veneto in Romeo e Giulietta) e tempi molto lunghi (in Amleto passano mesi fra la morte di Amleto padre e la sfida di Laerte) ma costumisti e scenografi non avevano grossi problemi all'epoca, in quanto i costumi erano soltanto vecchi abiti di gala e le scene mancavano completamente di fondali! Sono le maestranze moderne, con le necessità attuali di verosimiglianza, a maledire il Bardo e le sue fisime...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 08:15
  • clicca oer vedere il profilo di 121
  • Clicca qui per inviare una email a Tolman
  • Cerca altri post di Tolman
  • cita questo messaggio

Silwin

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con eldalie.it
S√ļl√ę Carmeva im√≠ca OlvarComitato Anti-KNoss√ę Sicilia - Serracinta da Pietracasa
Registrato il:
19-03-2004
Localitŗ:
Palermo
Post:
342
Tolman il 07-09-2006 08:15 ha scritto:
ma costumisti e scenografi non avevano grossi problemi all'epoca, in quanto i costumi erano soltanto vecchi abiti di gala e le scene mancavano completamente di fondali! Sono le maestranze moderne, con le necessità attuali di verosimiglianza, a maledire il Bardo e le sue fisime...

mica poi tanto...se, per dire, del Macbeth se ne occupa Nekrosius piazza gli attori in tuniche nere su sottospecie di colline nere per l'intera durata del dramma e con questo ha risolto (ottenendo per altro una critica entusiastica). Attualmente, da quello che mi capita di vedere a teatro, la tendenza è un po' questa: scenografie ridotte all'osso o inesistenti; pensavo fosse una specie di "posa da intellettuale snob" vuoi vedere che invece era un tentativo di "ricostruzione storica"?

oscillo in modo aperiodico tra moltitudini di opinioni incompatibili non perfettamente chiare

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 11:27
  • clicca oer vedere il profilo di 4460
  • Clicca qui per inviare una email a Silwin
  • Cerca altri post di Silwin
  • cita questo messaggio

Omorzo_Cactaceo

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere
alleato con the_shire
Comitato Anti-KCompagnia del Cannello
Registrato il:
24-09-2002
Localitŗ:
N/A
Post:
1385
Silwin il 07-09-2006 11:27 ha scritto:
Tolman il 07-09-2006 08:15 ha scritto:
ma costumisti e scenografi non avevano grossi problemi all'epoca, in quanto i costumi erano soltanto vecchi abiti di gala e le scene mancavano completamente di fondali! Sono le maestranze moderne, con le necessità attuali di verosimiglianza, a maledire il Bardo e le sue fisime...

mica poi tanto...se, per dire, del Macbeth se ne occupa Nekrosius piazza gli attori in tuniche nere su sottospecie di colline nere per l'intera durata del dramma e con questo ha risolto (ottenendo per altro una critica entusiastica). Attualmente, da quello che mi capita di vedere a teatro, la tendenza è un po' questa: scenografie ridotte all'osso o inesistenti; pensavo fosse una specie di "posa da intellettuale snob" vuoi vedere che invece era un tentativo di "ricostruzione storica"?


Io resto ancora per la posa da intellettuale snobb (s√¨, con due BB, che fa pi√Ļ coatto). Troppo facile chiamare "ricostruzione storica" la voglia di far niente e la mancanza di fantasia...



"Buona sera, piccolo signore!" disse inchinandosi "In che cosa posso esservi utile?"

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 11:44
  • clicca oer vedere il profilo di 1936
  • Cerca altri post di Omorzo_Cactaceo
  • cita questo messaggio

Selendir


alleato con gondor
Registrato il:
21-08-2006
Localitŗ:
chissà
Post:
7
Qualcuno ha visto il Riccardo III con Ian McKellen???



Splendido, veramente meraviglioso. Quando lo vidi non conoscevo niente dell'attore ma mi segnai il nome perchè lo considerai un grande.
Nonostante l'ambientazione non propriamente a quella del Bardo, tuttavia non ne ha tradito lo spirito.
la mia opera preferita .....mumble mumble, è difficile, ma dire "Amleto".
Impagabili anche i sonetti.
Selendir

bisogna solo scegliere cosa fare con il tempo che ci viene concesso...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 12:13
  • clicca oer vedere il profilo di 5740
  • Cerca altri post di Selendir
  • cita questo messaggio

MandragoraElenion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con S.T.S.
Guardiani di FeeriaCircolo Taglio e CucitoEldali√ę Bologna - Mindoni EldaComitato Anti-K
Registrato il:
30-01-2004
Localitŗ:
Mendrisio [Ticino]
Post:
353
Selendir il 07-09-2006 12:13 ha scritto:
Qualcuno ha visto il Riccardo III con Ian McKellen???
Splendido, veramente meraviglioso. Quando lo vidi non conoscevo niente dell'attore ma mi segnai il nome perchè lo considerai un grande.
Nonostante l'ambientazione non propriamente a quella del Bardo, tuttavia non ne ha tradito lo spirito.


...Io l'ho visto ma purtroppo non fino alla fine,e non riesco a trovare il dvd...
In ogni caso mi è piaciuto tantissimo.Credo che il punto di forza del film sia appunto il fatto che è ambientato negli anni '40, quindi in uno scenario totalmente diverso dal periodo storico in cui il Riccardo III è stato scritto.
La cosa incredibile è che nonostante cio', il film funziona perfettamente, e credo che sia proprio questo uno dei punti di maggior forza di Shakespeare: le sue opere si adattano perfettamente ai giorni nostri, i suoi personaggi sono sorprendentemente attuali.
√ą possibile trovare un Riccardo III in ogni epoca storica, e la genialit√† del Bardo √® quella di aver colto i tratti universali di un personaggio tanto complesso. Riccardo √® un tiranno nella sua epoca, ma la storia √® piena di tiranni, i quali hanno tratti comuni che Shakespeare ha colto....I nomi dei re, dei tiranni, cambiano, ma il meccanismo che li fa funzionare,la storia, l'animo umano, rimangono invariati.
√ą per questo che la trasposizione cinematografica ambientata in un periodo cosi' vicino al nostro non ci sembra fuori luogo.

Per fare un esempio mi è piaciuta molto anche la versione in chiave moderna di Romeo e Giulietta di Baz Luhrmann [sp?], per gli stesi motivi: nonostante Shakespeare abbia scritto le sue opere in un periodo a noi sconosciuto, possiamo continuare ad identificarci nei suoi personaggi, nelle sue situazioni, proprio per il discorso che ho fatto sopra.

In ogni caso Riccardo III,sia nella versione originale sia nelle sue trasposizioni, rimane forse la mia opera preferita.

Pray for rain, lose your name, and watch all
your dreams fall through . (A Fire Inside, 2006)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 12:47
  • clicca oer vedere il profilo di 4219
  • Clicca qui per inviare una email a MandragoraElenion
  • Cerca altri post di MandragoraElenion
  • cita questo messaggio

Gurth

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con minas_morgul
Registrato il:
09-05-2003
Localitŗ:
N/A
Post:
330
MandragoraElenion il 07-09-2006 12:47 ha scritto:
Selendir il 07-09-2006 12:13 ha scritto:
Qualcuno ha visto il Riccardo III con Ian McKellen???
Splendido, veramente meraviglioso. Quando lo vidi non conoscevo niente dell'attore ma mi segnai il nome perchè lo considerai un grande.
Nonostante l'ambientazione non propriamente a quella del Bardo, tuttavia non ne ha tradito lo spirito.


...Io l'ho visto ma purtroppo non fino alla fine,e non riesco a trovare il dvd...
In ogni caso mi è piaciuto tantissimo.Credo che il punto di forza del film sia appunto il fatto che è ambientato negli anni '40, quindi in uno scenario totalmente diverso dal periodo storico in cui il Riccardo III è stato scritto.
La cosa incredibile è che nonostante cio', il film funziona perfettamente, e credo che sia proprio questo uno dei punti di maggior forza di Shakespeare: le sue opere si adattano perfettamente ai giorni nostri, i suoi personaggi sono sorprendentemente attuali.
√ą possibile trovare un Riccardo III in ogni epoca storica, e la genialit√† del Bardo √® quella di aver colto i tratti universali di un personaggio tanto complesso. Riccardo √® un tiranno nella sua epoca, ma la storia √® piena di tiranni, i quali hanno tratti comuni che Shakespeare ha colto....I nomi dei re, dei tiranni, cambiano, ma il meccanismo che li fa funzionare,la storia, l'animo umano, rimangono invariati.
√ą per questo che la trasposizione cinematografica ambientata in un periodo cosi' vicino al nostro non ci sembra fuori luogo.

Per fare un esempio mi è piaciuta molto anche la versione in chiave moderna di Romeo e Giulietta di Baz Luhrmann [sp?], per gli stesi motivi: nonostante Shakespeare abbia scritto le sue opere in un periodo a noi sconosciuto, possiamo continuare ad identificarci nei suoi personaggi, nelle sue situazioni, proprio per il discorso che ho fatto sopra.

In ogni caso Riccardo III,sia nella versione originale sia nelle sue trasposizioni, rimane forse la mia opera preferita.


Riccardo III.
In Dvd non si trova, non credo sia stato neanche prodotto in Digitale.
Comunque, per me è un capolavoro.

saluti

Gurth Granduca di Toscana
Già Conte di Afexia

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-09-2006 16:39
  • clicca oer vedere il profilo di 3249
  • Clicca qui per inviare una email a Gurth
  • Cerca altri post di Gurth
  • cita questo messaggio

*Merenwen*

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_gilgalad
Registrato il:
30-09-2003
Localitŗ:
N/A
Post:
90
uuuuh Shakespeare √® il mio scrittore preferito!! e poi come non potrei essergli riconoscente dato che ha ambientato alcune sue opere proprio qui nella mia citt√†, la pi√Ļ famosa delle quali si chiama "Romeo e Giulietta"??
Ebbene si...e da veronese doc non posso far altro che amare questa tragedia ...cmq voglio precisare che non mi piace solo perchè è legata alla mia città, mi piace proprio l'opera, la storia d'amore... Molti turisti vengono qui credendo che quella che vedono sia davvero la casa o la tomba di Giulietta, ma non tutti sanno che non è una storia vera e che Shakespeare non è mai stato qui...però sul fatto che ci fossero due famiglie avverse è vero, ma non credo si chiamassero Montecchi e Capuleti...
Aldil√† di tutto cmq √® una delle pi√Ļ belle e tristi storie d'amore di tutti i tempi, e molti hanno dedicato film e balletti, ma sono stati citati anche in alcune canzoni...diciamo che ha per cos√¨ dire "ispirato".

Grazie al mio professore di italiano delle superiori, che era un amante del teatro, ho potuto conoscere anche altri scritti di Shakespeare, oltre che a farci vedere anche alcuni film...per esempio "Amleto","Giulio Cesare","Racconto d'inverno","Sogno di una notte di mezza estate"..e li ho apprezzati tutti per le storie e gli intrecci, per il modo in cui scrive...
Mi rendo conto che è solo 1/3 o forse meno di quello che ha prodotto, ma ho intenzione di rifarmi appena ho un pò di tempo per leggere(e guardare i film, per fare il confronto con i libri)...

Ultima nota(anche se magari c'entra poco):l'anno scorso il mio insegnante di danza moderna si √® laureato, con il massimo dei voti, i lingue e letterature straniere portando "Shakespeare e la danza" e al saggio finale di danza ha creato una coreografia con delle ragazzine assegnando ad ognugna un ruolo femminile, sia di tragedie che di commedie e usando delle musiche strategiche per far capire i personaggi,oltre a dei simboli...il risultato √® stato fantastico tant che la critica ne √® stata pi√Ļ che entusiasta!ok chiudo la parentesi!!)

SAluti

Merenwen

Music is a place to hide, where the passions burning high -
Music is a blissful slavery of mind, body and soul
(Hanson)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-09-2006 22:39
  • clicca oer vedere il profilo di 3784
  • Cerca altri post di *Merenwen*
  • cita questo messaggio

Borgil

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Comitato Anti-KGilda Linguisti
Registrato il:
16-09-2002
Localitŗ:
Pavia
Post:
403
La mia opera preferita? Forse Otello.

Omorzo_Cactaceo il 07-09-2006 11:44 ha scritto:
Troppo facile chiamare "ricostruzione storica" la voglia di far niente e la mancanza di fantasia...

In generale sono d'accordo, però a volte è mancanza di soldi, non di fantasia.

------- Man cenuva m√©tim'and√ļn√ę?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-09-2006 02:06
  • cita questo messaggio

Re degli Iperborei

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con saruman
Registrato il:
16-12-2003
Localitŗ:
...
Post:
52
Molti turisti vengono qui credendo che quella che vedono sia davvero la casa o la tomba di Giulietta, ma non tutti sanno che non è una storia vera e che Shakespeare non è mai stato qui...però sul fatto che ci fossero due famiglie avverse è vero, ma non credo si chiamassero Montecchi e Capuleti...


Ne è certa? Eppure trecent'anni prima di Shakespeare, per combinazione, un altro grande cantò questo verso:

"Vieni a veder Montecchi e Cappelletti..."







(D.A., Purg. VI)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 02-12-2006 23:33
  • clicca oer vedere il profilo di 3995
  • Cerca altri post di Re degli Iperborei
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldali√ę Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Localitŗ:
N/A
Post:
4995
Re degli Iperborei il 02-12-2006 23:33 ha scritto:
Molti turisti vengono qui credendo che quella che vedono sia davvero la casa o la tomba di Giulietta, ma non tutti sanno che non è una storia vera e che Shakespeare non è mai stato qui...però sul fatto che ci fossero due famiglie avverse è vero, ma non credo si chiamassero Montecchi e Capuleti...


...trecent'anni prima di Shakespeare, per combinazione, un altro grande cantò questo verso:

"Vieni a veder Montecchi e Cappelletti..."
(D.A., Purg. VI)


E aggiungiamo poi che Shakespeare aveva attinto la trama della vicenda da una novella che aveva preso la sua forma definitiva, simile a quella che conosciamo noi, a metà del '500. Novella elaborata da Matteo Bandello e a mbientata appunto a Verona, che si rifaceva ad una versione precedente ambientata però a Siena.
Che il Bardo non sia mai stato in Italia non è dimostrabile in assoluto; certo doveva ammirarla molto la nostra penisola pensando al numero delle sue opere che sono ambientate nell'Antica Roma e nella Repubblica di Venezia.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-12-2006 12:11
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.018239 - Query: 0.002921 Elaborazione 0.014309 Print 0.001165 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000714 © Eldalië.it