Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
GiRSA
Pagina 15 di 16. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
AutorePost
Pagina 15 di 16. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

FĂ­riel TindĂłmerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Localitŕ:
(CH) Giubiasco
Post:
16734
Aldir il 03-07-2003 15:31 ha scritto:


Vedo che c'Ă© qualcuno che parla di sistemi I.C.E. sapendo cosa essi siano...

Solo in qualità di giocatore, ahimè... ai tempi preferivo D&D...

Sì un capolavoro. Conosco gente che si è comprata Arms Law & Claw Law senza... avere il resto!

Scelta indiscutibilmente sensata, sono due pezzi di rara bellezza, che ogni giocatore di ruolo degno di tal nome dovrebbe possedere.

Ad onor del vero, va detto che Rolemaster esagerava. Io, per es., ho provato a masterizzarlo ma ho avuto delle difficoltĂ .

Effettivamente, il tributo in capacitĂ  e voglia di studio era altissimo.

Devo, però, dire che ho avuto a che fare (ricordi di fine anni '80...) con master molto capaci con Rolemaster e che gestivano il sistema con fluidità, come se giocassero con il D&D, ed i risultati erano egregi.

Idem, ma piĂą recenti, 1990 e giĂą di li...

Ragazzi, il problema è trovare un bravo master. Se poi lui si trova con Katakumbas ed ha manico, amen, l'avventura riesce lo stesso.

That's the point... io di tanto in tanto gioco senza sistema e senza regole, e pure senza dadi, se Ă© per tanto...

Il problema è che con tolkien non basta il manico, ci vuole l'amore per tolkien è questa è merce rara.

PiĂą che altro Ă© indispensabile una conoscenza approfondita, soprattutto temporale.

Questi "ceffi" (sul piano della conoscenza tolkeniana, s'intende...) giocano allora a merp e dicono a Mornon che gli Istari sono una razza. Mornon (giustamente) si sciocca e ricollega (qui però poteva andarci piano con l'inferenza) alla I.C.E. certe blasfemìe...

Beh, blasfemie, in questo senso, alcune alla ICE (eglerio, eglerio) si possono comunque attribuire, intendiamoci... ma hanno fatto del loro meglio per creare un gioco ed i moduli relativi, con le orde di dettagli di cui sono infarciti... (comunque succosi e divertenti, anche se da prendere con le pinze)

Firiel Tindomerel


Dagli indizi direi che si tratta di un grande guerriero, armato comunque di una spada elfica e forse anche di un'ascia... Sam sorrise sarcasticamente, confrontando sé stesso con la descrizione. (ISDA - Le Due Torri)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2003 16:46
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82
Certi scheletri ci sono, eccome...



...Beh, blasfemie, in questo senso, alcune alla ICE (eglerio, eglerio) si possono comunque attribuire, intendiamoci... ma hanno fatto del loro meglio per creare un gioco ed i moduli relativi, con le orde di dettagli di cui sono infarciti... (comunque succosi e divertenti, anche se da prendere con le pinze)




Concordo sull'attribuzione alla ICE di certe blasfemìe, ciò però - ripeto - con riferimento alla 1a ed. di merp, NON alla seconda ediz. (del 1993 ed inedita in Italia, non tradotta in italiano intendo...) nella quale permangono cose discutibili sì, ma nulla di indifendibile.

Merp 2 nd ed. è permeata di una sensibilità diversa e permette, a mio avviso, di giocare il tutto con tolkeniana tranquillità...

Io, comunque, mi riferivo a Mornon ed al tipo che gli diceva che gli Istari sono una razza! Volgio dire, la ICE una cosa del genere non l'ha MAI detta, NE' sottintesa, ed ha sempre chiarito (giĂ  nella 1a ed.) di che cosa si stesse parlando (diamine...).
Voglio dire che, anche sulle blasfemìe, attribuiamo alla ICE quelle effettivamente commesse...


Le vere mostruositĂ  di Merp 1a ed. erano due:


a) la magia, scollegata da una "logica" e da atmosfere tolkeniane (QUESTO ERA IL VERO DIFETTO, DIFFICILE DA RIMEDIARE!);


b) certi moduli o campagne dei primi anni ; anche se qui la cosa era agevolmente rimediabile, bastava non comprarle/giocarle; come dire, occhio non vede, cuore non duole...




Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2003 17:37
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŕ:
N/A
Post:
23034
Firiel_ il 03-07-2003 11:42 ha scritto:
Rolemaster Ă© stato uno dei primi *veri* giochi di ruolo per completezza e spessore, anche se a scapito, Ă© innegabile, di un regolamento discutibile e pesante (troppo dado-dipendente).


Mai detto il contrario, e mai detto che sia brutto, solo che è pesante e difficile da gestire


Aldir il 03-07-2003 12:29 ha scritto:
Vedo che c'è qualcuno che non spala m...a su merp...


A dire il vero, lui parlava di Rolemaster


Lo fanno.


Domanda/curiositĂ : su quali basi lo affermi con tale sicurezza?


Il critico secondario da impatto non decapita.


Era un esempio che mi era stato fatto, chiedo venia


Sul fatto poi che Mornon ritenga fattibile giocare nella Prima Era


Difficile, ma potrebbe essere fattibile.


e che, uomini non Numenoreani o delle Tre Casate, possano stendere un Balrog


Mai detto... anzi, dicevo il contrario; se ricordi, la domanda era partita dalla tua affermazione che nessuno scontro è mai deciso a prescindere, da cui la mia domanda se anche nello scontro Uomo/Balrog era cosí, visto che il secondo si fuma il primo, dopo averlo acceso


Chi Legolas? Appunto è un elfo silvano... ovvero l'eccezione alla regola. I Noldor son cosa ben diversa... e poi si parla della mobilitazione generale ed apicale in un momento rilevante della Storia della TdM.


Va bene, ma cosa vieta, in un gruppo che ce ne sia uno? SarĂ  uno dei rari che girano...


Melkor non "crea" i Balrog
[...]
I Balrog non sono frutto di Creazione Primaria come lo sono Draghi ed Orchetti.


Infatti io mi riferivo ai Draghi Comunque, tu cosa intendi con "Creazione Primaria"? Io intendevo "da IlĂşvatar", ma gli Orchetti sono derivanti dagli Elfi, quindi non dalla Creazione Primaria, e i Draghi mi pare siano creati da Melkor (idem come sopra)...


Concludo ribadendo che Merp ha venduto 2,5 milioni di copie. Se fosse una fetecchia com si dice, ciò non si spiegherebbe.


L'ho mai detto? Ho detto che ha un sistema di gioco molto complesso, e che, dal poco che so, preferisco Terza Era, ma questo non significa "GiRSA è una fetecchia"...


Aldir il 03-07-2003 15:31 ha scritto:
il problema è trovare un bravo master


Non solo, un Master che conosca bene il sistema...


Mornon (giustamente) si sciocca e ricollega (qui però poteva andarci piano con l'inferenza) alla I.C.E. certe blasfemìe...


Io li ho collegati alla I.C.E. per un motivo ben preciso, ossia perché quello di cui ti ho parlato ha inziato il suo discorso con "Come il manuale di GiRSA spiega egregiamente", quindi di lí aveva preso il tutto...


chiedo solo il beneficio del dubbio e che si sappia in giro che c'è anche chi il sistema I.C.E. lo ha apprezzato.


Ma infatti io non ho mai detto che faccia schifo


Firiel_ il 03-07-2003 16:46 ha scritto:
Scelta indiscutibilmente sensata, sono due pezzi di rara bellezza, che ogni giocatore di ruolo degno di tal nome dovrebbe possedere.


Al modico prezzo di... ?

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2003 20:15
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŕ:
N/A
Post:
23034
L'ho trovato in giro, penso possa essere interessante nel vedere la fedeltĂ  di GiRSA all'ambientazione tolkieniana... grossa pecca che non conoscevo, il non rispetto per i linguaggi (e noi sappiamo quanto fossero importanti per Tolkien); a suo favore il tentativo serio di migliorare il tutto nella seconda edizione:

"Iron Crown Enterprises and the Middle-Earth Role-Playing System have moved a long distance beyond Tolkien in their efforts to create a playable universe. So, too, with Tolkien’s languages. Most of the words or names you will find in MERP have been invented, more or less felicitously. As a rule, it is not safe to assume that a word or name in MERP is attested in Tolkien. Often, particularly in the first edition, it is not even safe to assume that the word or name is composed of attested roots or is in accordance with known phonological and grammatical rules of the languages.

For the second edition, MERP editor Chris Seeman made a concerted effort to improve linguistic aspects of the books. Those who have worked on improving words, phrases, and lettering have included (in alphabetical order) David Salo, Arden Smith, and Patrick Wynne. The Snow-Elvish dialect Lossidilrin (The Northern Waste) and the Silvan tongue are inventions of David Salo."

Traduzione:

"Iron Crown Enterprise a il Giodo di Ruolo del Signore degli Anelli hanno messo una lunga distanza da Tolkien, nei loro sforzi di creare un universo giocabile. Cosí, anche, con i linguaggi di Tolkien. La maggior parte delle parole o nomi che troverete in GiRSA sono stati inventati, piú o meno in modo felice. Come regola, non è sicuro assumere che una parola o un nome in GiRSA sia attestato in Tolkien. Spesso, particolarmente nella prima edizione, non è sicuro nemmeno assumere che la parola o nome sia composto da radici attestate, o sia in accordo con note regole fonologiche e grammaticali dei linguaggi.

Per la seconda edizione, il creatore di GiRSA, Chris Seeman, fede uno sforzo concordato per migliorare gli aspetti linguistici dei libri. Quelli che hanno lavorato sul miglioramento di parole, frasi e iscrizioni hanno incluso (in ordine alfabetico) David Salo, Arden Smith e Patrick Wynne. Il dialetto Elfico della Neve Lossidilrin (la Desolazione Settentrionale) e la lingua Silvana sono invenzioni di David Salo."

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2003 23:11
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82




Aldir il 03-07-2003 12:29 ha scritto:
Vedo che c'è qualcuno che non spala m...a su merp...



e Mornon il 03-07-2003 20:15 :
A dire il vero, lui parlava di Rolemaster





La difesa di Firiel, applicando il principio di ragionevolezza e di analogia e tenuto conto che il sistema dei critici ha eguale impostazione in merp e RM (anche se molto semplificato nel primo), mi pareva (e mi sembra) mutatis mutandis - e tenuto conto delle obiezioni mosse al sistema I.C.E. - estensibile a merp. Tutto qui.


Io, il 03-07-2003 12:29:
Lo fanno.


e Mornon il 03-07-2003 20:15:
Domanda/curiositĂ : su quali basi lo affermi con tale sicurezza?




Faccio le mie scuse per il taglio apodittico dell’affermazione, ma ero estenuato dal fuoco di fila delle tue obiezioni!

Riformulo: “Mi è sempre parso che i rapporti di forza tra i protagonisti della Terra di Mezzo siano ben riflessi nelle caratteristiche merp”.

Semmai, si è spesso criticato (non so se la voce ti è arrivata, in caso contrario ti alzo la palla... :LOL il fatto che la ICE si è permessa di tradurre in caratteristiche di gioco i Valar, Ungoliant, i Vanyar, Finwe, etc.

In un forum inglese c’era la battuta schifata di uno sviluppatore della Decipher che diceva “E non aspettatevi le caratteristiche di Feanor... [stilettata alla I.C.E.]”.

Io dico che, se ci sono le relative caratteristiche, non vuole affatto dire che certi “tipi” uno debba necessariamente giocarli e, nel contempo, può risultare divertente, e magari curioso, leggersele.
Mi sembra che sia un cosa che non vincola chicchessia e non ci vedo nulla di male... e lo dice uno che, con i top shots, tolkeniani ci va con le pinze...


Io:
e che, uomini non Numenoreani o delle Tre Casate, possano stendere un Balrog


E Mornon il 03-07-2003 20:15:
Mai detto... anzi, dicevo il contrario; se ricordi, la domanda era partita dalla tua affermazione che nessuno scontro è mai deciso a prescindere, da cui la mia domanda se anche nello scontro Uomo/Balrog era cosí, visto che il secondo si fuma il primo, dopo averlo acceso





Mornon, la mia era un’espressione retorica tesa sottolineare che in merp il combattimento è letale ed ha esiti non necessariamente prevedibili: il combattimento “non è mai scontato”, ma tra soggetti COMPARABILI (salvo situazioni particolarissime) e mi pareva implicito. In caso contrario, il sistema di gioco sarebbe una bufala.

Mi sembra poi corretto il fatto che un Balrog si fumi un umano “normale” (“normale”: non un forte guerriero Edain o Numenoreano), ma non credo che tu obbiettassi questo.

Preciso che ove Terza Era permettesse ad un “umano” di stendere un Balrog (faccio una mera ipotesi perché è un gioco che non conosco bene ed evito di pronunciarmi), allora, a mio avviso, Terza Era avrebbe un problema, e serio...

Io il 03-07-2003 12:29

Melkor non "crea" i Balrog (...) I Balrog non sono frutto di Creazione Primaria come lo sono Draghi ed Orchetti.



E Mornon il 03-07-2003 20:15 :

Infatti io mi riferivo ai Draghi Comunque, tu cosa intendi con "Creazione Primaria"? Io intendevo "da IlĂşvatar", ma gli Orchetti sono derivanti dagli Elfi, quindi non dalla Creazione Primaria, e i Draghi mi pare siano creati da Melkor (idem come sopra)...





Credo di non essermi spiegato bene

Il mio “Creazione Primaria” va riferito come opera creatrice di Melkor. In tal senso senso i Draghi (e siamo d’accordo) e (a mio avviso) anche gli orchetti sono frutto Creazione Primaria, mentre non lo sono i Balrogs.

Creazione Primaria (contrapposta e Sub-creazione) è il massimo della blasfemìa tolkeniana ed è l’innalzarsi a livello di Eru, dando vita alla creazione di una razza o di una genìa.

In tale senso, dicevo, è (o almeno, dovrebbe essere, da quel che capisco leggendo la corrispondenza di Tolkien) creazione primaria anche l’opera creatrice degli orchetti.
Essi derivano sì dagli elfi, ma la malvagia attività creativa è tale che il legame con gli elfi è meramente strumentale (nel Silm. si spiega che Melkor, volendo crearsi il suo equivalente degli elfi, non aveva il potere di dar vita ex novo ad un razza, gli occorreva una “base” dalla quale attivare il processo genetico).

Il risultato è che gli orchetti sono a tutti gli effetti un razza (così è convenzionalmente e pacificamente considerata), “creata” da Melkor manipolando selvaggiamente gli elfi. Né, credo, si possa verosimilmente dire che, affiancando un orchetto ad un elfo, siano ravvisabili similitudini all’infuori dell’impostazione latamente antropomorfa.

I Balrog sono Maiar, assimilabili a Sauron, agli Istari, a Melìan, etc. Sono qualcosa di infinitamente antico, che Morgoth non crea, ma corrompe (nel senso che li attrae all’Ombra ed essi divengono malvagi). In tal senso non mi sembrano rientrare nel concetto di Creazione Primaria, voglio dire che Melkor (come nessuno dei Valar) non ne è il "creatore"...


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2003 16:07
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82
Mornon il 03-07-2003 23:11 ha scritto:
L'ho trovato in giro, penso possa essere interessante nel vedere la fedeltĂ  di GiRSA all'ambientazione tolkieniana... grossa pecca che non conoscevo, il non rispetto per i linguaggi (e noi sappiamo quanto fossero importanti per Tolkien); a suo favore il tentativo serio di migliorare il tutto nella seconda edizione:



"Iron Crown Enterprises and the Middle-Earth Role-Playing System have moved a long distance beyond Tolkien in their efforts to create a playable universe. So, too, with Tolkien’s languages. Most of the words or names you will find in MERP have been invented, more or less felicitously. As a rule, it is not safe to assume that a word or name in MERP is attested in Tolkien. Often, particularly in the first edition, it is not even safe to assume that the word or name is composed of attested roots or is in accordance with known phonological and grammatical rules of the languages.



For the second edition, MERP editor Chris Seeman made a concerted effort to improve linguistic aspects of the books. Those who have worked on improving words, phrases, and lettering have included (in alphabetical order) David Salo, Arden Smith, and Patrick Wynne. The Snow-Elvish dialect Lossidilrin (The Northern Waste) and the Silvan tongue are inventions of David Salo."



Traduzione:



"Iron Crown Enterprise a il Giodo di Ruolo del Signore degli Anelli hanno messo una lunga distanza da Tolkien, nei loro sforzi di creare un universo giocabile. Cosí, anche, con i linguaggi di Tolkien. La maggior parte delle parole o nomi che troverete in GiRSA sono stati inventati, piú o meno in modo felice. Come regola, non è sicuro assumere che una parola o un nome in GiRSA sia attestato in Tolkien. Spesso, particolarmente nella prima edizione, non è sicuro nemmeno assumere che la parola o nome sia composto da radici attestate, o sia in accordo con note regole fonologiche e grammaticali dei linguaggi.



Per la seconda edizione, il creatore di GiRSA, Chris Seeman, fede uno sforzo concordato per migliorare gli aspetti linguistici dei libri. Quelli che hanno lavorato sul miglioramento di parole, frasi e iscrizioni hanno incluso (in ordine alfabetico) David Salo, Arden Smith e Patrick Wynne. Il dialetto Elfico della Neve Lossidilrin (la Desolazione Settentrionale) e la lingua Silvana sono invenzioni di David Salo."

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.







Sui linguaggi, concordo.

E l’evoluzione in tal senso è marcata soprattutto nei moduli di campagna di merp 2nd ed. (ad es. Arnor, nei due Voll. del 1996), dove lo studio ed il rispetto delle lingue tolkeniane assume una rilevanza notevole (come è giusto che sia).

Ora non posso, ma farò qualche post informativo più avanti su questo specifico aspetto di Merp 2nd ed.

La tematica dei linguaggi tolkeniani, comunque, non l’avevo ignorata (v. mio post del 02-07-2003 13:48, la ritenevo ivi inclusa nel punto 2, lett. a, e vi accenno infra al punto 4).

Semplicemente la mia analisi l’ho condotta nell’ottica del GdR e sulla base dell’erudizione tolkeniana media che può pretendersi affinché una campagna “funzioni”, tolkenianamente parlando.

Per quanto mi consta, ciò che creava problemi era la magia in stile Festival di Fuorigrotta, o incroci tra uomini e grifoni che svolazzavano nei boschi dell’Harad meridionale ( “Hazards of the Harad Wood”, peraltro solo sfogliato, mai comprato e sempre aborrìto). Il secondo problema rimediabile, il primo... era un casino.

Quello dei linguaggi era un difetto in Merp 1st ed., ma in tutta onestà (e pur dando pienamente atto dell’importanza e della bellezza di questo aspetto) non era quello che ti faceva dire “si... fico, bella avventura, ma...” lasciandoti però l’amaro in bocca perché, rileggendo mentalmente il plot e le situazioni giocate, ti accorgevi che certe cose che con Tolkien non quadravano proprio...

Tieni conto che il problema mediamente incontrabile nel mettere assieme un party non è avere il Quenya più o meno fluente... piuttosto, il 95% di coloro che leggono il SdA non sanno cos’è il Silmarillion.

In uno dei miei party storici (fan veri dle GdR e del Boarr Game, siti si internet, sempre presenti alle conventions, etc.), su 15, solo in tre avevamo letto il Silmarillion e solo in due ci raccapezzavamo... Cristo

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2003 16:17
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŕ:
N/A
Post:
23034
Aldir il 04-07-2003 16:07 ha scritto:
La difesa di Firiel, applicando il principio di ragionevolezza e di analogia e tenuto conto che il sistema dei critici ha eguale impostazione in merp e RM (anche se molto semplificato nel primo), mi pareva (e mi sembra) mutatis mutandis - e tenuto conto delle obiezioni mosse al sistema I.C.E. - estensibile a merp. Tutto qui.


Considerando che la sua risposta si intitolava "Se non a difesa del GiRSA..."


Semmai, si è spesso criticato (non so se la voce ti è arrivata, in caso contrario ti alzo la palla... :LOL il fatto che la ICE si è permessa di tradurre in caratteristiche di gioco i Valar, Ungoliant, i Vanyar, Finwe, etc.


Pensavo ci fossero state tali critiche, anche se non ne avevo sentito parlare, e non mi sento di dire che siano poi del tutto sbagliate...


Mi sembra che sia un cosa che non vincola chicchessia e non ci vedo nulla di male... e lo dice uno che, con i top shots, tolkeniani ci va con le pinze...


"Top shot"... sarebbero? Comunque, non so se sia giusto "vincolare" all'interno del gioco i Valar in caratteristiche ben fissate...


Mornon, la mia era un’espressione retorica tesa sottolineare che in merp il combattimento è letale ed ha esiti non necessariamente prevedibili: il combattimento “non è mai scontato”, ma tra soggetti COMPARABILI (salvo situazioni particolarissime) e mi pareva implicito. In caso contrario, il sistema di gioco sarebbe una bufala.


Visto come mi avevano descritto GiRSA, e visto che non lo conosco, ho preferito chiedere


Mi sembra poi corretto il fatto che un Balrog si fumi un umano “normale” (“normale”: non un forte guerriero Edain o Numenoreano), ma non credo che tu obbiettassi questo.


Decisamente no


Preciso che ove Terza Era permettesse ad un “umano” di stendere un Balrog (faccio una mera ipotesi perché è un gioco che non conosco bene ed evito di pronunciarmi), allora, a mio avviso, Terza Era avrebbe un problema, e serio...


A scanso di oggetti magici o simili, penso anche io


Il mio “Creazione Primaria” va riferito come opera creatrice di Melkor. In tal senso senso i Draghi (e siamo d’accordo) e (a mio avviso) anche gli orchetti sono frutto Creazione Primaria, mentre non lo sono i Balrog
[...]
Essi derivano sì dagli elfi, ma la malvagia attività creativa è tale che il legame con gli elfi è meramente strumentale (nel Silm. si spiega che Melkor, volendo crearsi il suo equivalente degli elfi, non aveva il potere di dar vita ex novo ad un razza, gli occorreva una “base” dalla quale attivare il processo genetico).
[...]
Il risultato è che gli orchetti sono a tutti gli effetti un razza (così è convenzionalmente e pacificamente considerata), “creata” da Melkor manipolando selvaggiamente gli elfi. Né, credo, si possa verosimilmente dire che, affiancando un orchetto ad un elfo, siano ravvisabili similitudini all’infuori dell’impostazione latamente antropomorfa.
[...]
I Balrog sono Maiar, assimilabili a Sauron, agli Istari, a Melìan, etc. Sono qualcosa di infinitamente antico, che Morgoth non crea, ma corrompe (nel senso che li attrae all’Ombra ed essi divengono malvagi). In tal senso non mi sembrano rientrare nel concetto di Creazione Primaria, voglio dire che Melkor (come nessuno dei Valar) non ne è il "creatore"...


Non so quanto assimilabili a Sauron, Istari e simili... se gli Elfi sono "Creazione Primaria", anche i Balrog mi paiono tali... I Balrog sono qualcosa di antico, come i Maiar, ma gli Orchi sono vecchi, come gli Elfi (e ho anche letto, anche se non posso dare certezze causa mancata segnalazione della fonte, che sarebbero immortali ); i Balrog sono corrotti e non creati da Melkor, gli Orchi anche; quindi...

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2003 16:20
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82


Le citazioni di seguito riportate sono tutte del messaggio di Mornon del 04-07-03 16:20


"Top shot"... sarebbero?




M’è uscita una bruttura anglosassone

“Top shot”, vuol dire “pezzo grosso”, “pezzo da novanta”, l’avevo usato per indicare genericamente i Lords of Middle Earth ovvero i Signori della Terra di Mezzo... orrida e pedestre espressione.




Comunque, non so se sia giusto "vincolare" all'interno del gioco i Valar in caratteristiche ben fissate...


Si, condivido. Però non ne faccio una questione molto rilevante. Sono le classiche cose inserite per compiacere i Giocatori di Ruolo che godono e si divertono a veder convertito in numeri, in giocabilità, certe cose. Il che non vuol dire che uno debba giocarli (mai sentito di gente che giocasse Manwe, Melkor, i Vanyar, Feanor, etc.).

Per esempio, mi ricordo che - avevo 15-16 anni, un vita fa... - discutevo con i miei compa di GdR sulla potenza di certi “tipi” e fantasticavo sulla mostruosità delle loro caratteristiche.

Innocue fantasticherie adolescenziali... molta gente comprava Lords of Middle Earth della I.C.E. solo per sfogarle. Sono stato un lettore di Marvel Comics e mi ricordo le discussioni (ma lì avevo tra i 10 e i 12 anni) sul chi era più forte tra Iron Man e l’Uomo Ragno...

Per quanto mi riguarda, ho tutti e tre i Voll. di Lords of Middle Earth della prima ediz. di Merp nonché “Valar e Maiar” ed “Elves” di Merp 2nd ed.: usati pochissimo, direi che sono inutili quanto “innocui”, eppure ci tengo molto e ogni tanto mi diverto a sfogliarli se non altro per i ricordi che mi evocano. Voglio dire, c’è chi colleziona francobolli, tappi di bottiglie, pupazzetti Kinder, etc.





[i Balrogs] Non so quanto assimilabili a Sauron, Istari e simili...”



Non capisco.

I seguenti sono tutti Maiar: i Balrogs, gli Istari, Sauron e Melìan, per citare i più noti. Intendo dire che sono assimilabili in quanto spiriti della stessa natura, facenti parte dello stesso “popolo” (tale è l’espressione usata dal Professore) e, quindi, accomunabili nel rango cosmogonico tolkeniano e valutabili in base alla medesima “logica”.

Cito di seguito l’Ainulindale (La musica degli Ainur).

Sui Maiar in generale:
“In una con i Valar giunsero altri spiriti la cui esistenza del pari ebbe inizio prima del Mondo, dello stesso ordine del Valar ma di grado minore. E sono costoro i Maiar, il POPOLO dei Valar e i loro servi ed ausiliari.”

Su Melìan:
“Melian era il nome di un Maia che serviva sia Vana che Este”. Andrà nella Terra di Mezzo, si unirà ad Elwe (Elu Thingol) e darà alla luce Luthien.

Su Olorin (ovvero Gandalf):
“Saggio sovra tutti i Maiar era Olorin (...) Più tardi [ovvero quando, all’inizio della Terza Era, fu inviato nella Terra di Mezzo come “Istaro” assieme a Saruman, Radagast, Alatar e Pallando] divenne amico di tutti i Figli di Iluvatar, per i cui dolori si impietosiva; e coloro che lo ascoltavano si riscuotevano dalla disperazione e accantonavano le immaginazioni dell’oscurità”.

Sui Balrogs:
“Molti dei Maiar, infatti, vennero attratti dal suo [di Melkor] splendore nei giorni della sua grandezza, e gli rimasero fedeli anche nella sua tenebra; e altri li corruppe in seguito, asservendoli con menzogne e perfidi doni. Spaventosi tra questi spiriti erano i Valaraukar, i flagelli infuocati che nella Terra di Mezzo erano chiamati Balrog, demoni del terrore”.

Su Sauron:
“Tra quelli dei suoi [di Melkor] servi che hanno nomi, il massimo era lo spirito che gli Eldar chiamavano Sauron, ovvero Gorthaur il Crudele, che all’origine fu dei Maiar di Aule [di qui il Sauron tanto abile manualmente, i suoi insegnamenti sulla metallurgia agli elfi di Eregion, la forgiatura degli Anelli del Potere, la fucina nel Monte Fato, etc.] e continuò ad avere grande parte nella tradizione di quel popolo [i Maiar]”.

Da quanto sopra, si evince che i Maiar al pari dei Valar appartengono all’origine della Creazione, ovvero alla Creazione Primaria di Eru (o Iluvatar).

Siamo peraltro d'accordo dul fatto che un Maiar, e quindi un Balrog , non può definirsi una “creatura di Melkor”, perché Melkor non li ha creati né poteva farlo. Potrà parlarsi di servitori, servi, schiavi, seguaci, accoliti, etc.





se gli Elfi sono “Creazione Primaria”, anche i Balrog mi paiono tali...


Condivido




I Balrog sono qualcosa di antico, come i Maiar


Ribadisco, i Balrog SONO Maiar (vedi sopra) ...




ma gli Orchi sono vecchi, come gli Elfi


Condivido




Sugli orchi:
e ho anche letto, anche se non posso dare certezze causa mancata segnalazione della fonte, che sarebbero immortali




Il Professore non mi sembra dica nulla di esplicito, ma quella che riporti è una tesi generalmente condivisa (almeno, nel mio “giro” e nei forum nei quali in passato ho visto affrontare l’argomento...).

Semplicemente, ed in assenza di delucidazioni specifiche del Professore (fatto sul quale, a dire il vero, non mi sento di mettere la mano sul fuoco...), mi sembra trattarsi di un assunto, tutto sommato, ragionevole. Si assume che gli orchetti, pur selvaggiamente storpiati, mantengano l’immortalità di matrice elfica.





I Balrog sono corrotti e non creati da Melkor (...)



Siamo d’accordo. Non mi era chiaro cosa intendevi per “creature di Melkor”



segue dal quote di cui sopra:
(...) gli orchi anche; quindi




Non sono d'accordo.

Sono dell’avviso che gli orchetti siano una razza “creata”, nel senso stretto del termine, da Melkor. E’ vero che la “base” sono gli elfi, ma se uno guarda dove si è giunti, direi che di elfico ne rimane ben poco (salvo una lata forma antropomorfa), ergo gli orchetti sono un novum (e che novum) rispetto agli elfi.

Voglio dire che gli orchetti, sono un razza a sé stante e diversa dagli elfi (spero che non si obbietti a tali assunti), che di elfico oramai ha molto poco (direi quasi nulla...) e che è il frutto dell’opera malvagiamente creatrice (intesa come Creazione Primaria, che dovrebbe invece essere riservata ad Eru) di Melkor. Pertanto, non ritengo corretto dire che un orchetto è un elfo corrotto, se intendi per corruzione la mera depravazione, il rendere malvagio (e tale è il significato che “corrotto” esprime e che non implica il concetto di creazione).

A suffragio di quanto dico, il Professore nei suoi scritti definisce gli orchetti “laida prole di Melkor”, accenna al fatto che da Melkor “furono generati dalle [attraverso le] calure e dalle [attraverso le] melme del sottosuolo” [di qui, ritengo, l’immagine della Creazione dell’Uruk-hai, effettuata/supervisionata da Saruman nelle fucine di Isengard, nel film La Compagnia dell’Anello...].

Ad ogni modo, quella degli orchetti mi pare certamente trattarsi di Creazione Primaria nel senso piĂą profondamente tolkeniano del termine.

Ritorno sulla distinzione tolkeniana tra Creazione (o Creazione primaria) e Sub-creazione.

La Creazione (o Creazione Primaria) spetta, nell’Ordine delle Cose, ad Eru. Non ad altri. Un uso virtuoso della “magia”, consiste in un suo uso sub-creativo (esempio, quello che ne fanno gli elfi).

“Sub-creativo” può essere latamente inteso come rispettoso, non incompatibile con la Creazione (Primaria) di Eru. Melkor (come Sauron, o come Saruman quando si crea la “sua” variante degli Uruk-hai) raggiunge l’apice della blasfemìa creando gli orchi, perché è un esempio di dominio, di rifondazione tirannica della Creazione: si sovrascrive il verbo di Iluvatar, il Creato di quest’ultimo ed infatti ciò che ne esce è malvagio ed intrinsecamente imperfetto.

Chi Crea al posto di Eru fa qualcosa che non gli compete, e quindi bestemmia, diventa malvagio, è blasfemo, nega la primazìa di Dio, la sacralità del suo Creato, il tutto in ossequio ad una concezione sostanzialmente monoteistica (nell’intervista al Professore fatta dalla BBC nel 1972 e pubblicata su Eldalie, egli ci conferma che la figura di Dio ricorre in quella di Eru/Iluvatar).

In conclusione la Creazione Primaria (ed in ciò consiste la creazione di una specie vivente), se fatta da Iluvatar è cosa giusta, se fatta da altri è cosa blasfema. L’unico caso in cui Iluvatar ha perdonato, sebbene a certe condizioni, un atto Creativo (Primario) di altri è stato l’episodio della creazione dei nani da parte di Aule.

Sarebbe davvero curioso (anche se forse scontato) sentire il parere del Professore, se oggi fosse ancora vivo, sulla tematica della manipolazione genetica, sugli O.G.M., etc.


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-07-2003 14:56
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŕ:
N/A
Post:
23034
Aldir il 07-07-2003 14:56 ha scritto:
I seguenti sono tutti Maiar: i Balrogs, gli Istari, Sauron e Melìan, per citare i più noti. Intendo dire che sono assimilabili in quanto spiriti della stessa natura, facenti parte dello stesso “popolo”


Su questo sĂ­, so che sono tutti Maiar, ma, per il fatto della loro corruzzione da parte di Melkor, sono accomunabili agli Elfi/Orchi...


Siamo peraltro d'accordo dul fatto che un Maiar, e quindi un Balrog, non può definirsi una “creatura di Melkor”, perché Melkor non li ha creati né poteva farlo. Potrà parlarsi di servitori, servi, schiavi, seguaci, accoliti, etc.


Stesso discorso per gli Elfi/Orchi, quindi


Ribadisco, i Balrog SONO Maiar (vedi sopra) ...


Lo so... ma, se leggi attentamente il mio messaggio, vedi che stavo portando avanti un paragone Balrog/Maiar ed Elfi/Orchi, per spiegare perché, a mio parere, sono assimilabili in quanto a "Creazione Primaria", non stavo dicendo che i Balrog non fossero Maiar


Sono dell’avviso che gli orchetti siano una razza “creata”, nel senso stretto del termine, da Melkor. E’ vero che la “base” sono gli elfi, ma se uno guarda dove si è giunti, direi che di elfico ne rimane ben poco (salvo una lata forma antropomorfa), ergo gli orchetti sono un novum (e che novum) rispetto agli elfi.


E i Balrog sono ben diversi da ogni Maia che conosciamo... entrambi sono stati corrotti, ovvio che la corruzione di un Maia sarĂ  diversa da quella di un Elfo... E Melkor non poteva creare razze, se non sbaglio viene chiaramente detto quindi ha "solo" corrotto, anche se molto...


se intendi per corruzione la mera depravazione, il rendere malvagio (e tale è il significato che “corrotto” esprime e che non implica il concetto di creazione).


Dipende: quella è la corruzzione dello spirito, la corruzione del corpo è un cambiamento (verso quello che solitamente è inteso "male" e "brutto" nell'aspetto) delle sembianze fisiche, e gli Elfi sono stati corrotti sia nel corpo, sia nello spirito.


Ad ogni modo, quella degli orchetti mi pare certamente trattarsi di Creazione Primaria nel senso piĂą profondamente tolkeniano del termine.


Questo porrebbe Melkor nella posizione di creare, mentre è detto che non può... Inoltre, è detto che le cose create da altri che non siano Ilúvatar non possono muoversi, a meno che il creatore non le pensi in continuazione, quindi gli Orchi sembrerebbero aver tenuto almeno il soffio vitale degli Elfi... non so se Melkor possa raggiungerli dal Vuoto Atemporale, né sono poi cosí sicuro che li pensi in continuazione, quindi non dovrebbero essere sue creazioni.
Del resto, sappiamo troppo poco sui Balrog, per escludere a prescindere che non siano lontani dai Maiar tanto quanto gli Orchi sono lontani dagli Elfi, ma, da comportamento e aspetto, non mi stupirebbe...


L’unico caso in cui Iluvatar ha perdonato, sebbene a certe condizioni, un atto Creativo (Primario) di altri è stato l’episodio della creazione dei nani da parte di Aule.


Creazione che non mi pare assolutamente assimilabile a quella degli Orchi...

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 07-07-2003 20:09
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82
spostata da GdR della Decipher
GdR della Decipher
Cari tutti,

Ho dato un’occhiata ad una copia in inglese del GdR della Decipher, di un mio amico, parlandone un pò con quest’ultimo, ed ho delle perplessità.

Esse riguardano il modo in cui il Gioco si relaziona con l’ambientazione tolkeniana dato che esso nasce per essere giocato tra la fine della Terza Era e gli inizi della Quarta Era ed in generale si basa sullo Hobbit e sul SdA, NON sul Silmarillion. Ciò per limitazioni relative alla licenza (che copre, pare, lo Hobbit e il SdA ma non il Silmarillion).

Il risultato e che ci sono talora confusione e, soprattutto, una devastante incompletezza nella resa di “alcuni aspetti” dell’ambientazione.

Ad es., si parla degli Stregoni (in inglese, “Wizards”), dicendo che gli Istari ne se sono l’esempio. I “Wizards” vengono, quindi, collocati tra le Professioni di 2° livello (anche se gli Stregoni sono Maiar...), salvo precisare - in calcio d’angolo - che gli Istari “vengono di là dal mare” (senza specificare nulla sulla loro natura e sulla loro missione) e che essi hanno poi istruito ed avviato altri alla magia (di qui la possibilità di diventare uno Stregone/”Wizard”).

Oppure, negli incantesimi si fa riferimento ad Osse e Elbereth, ma non ad altri Valar (né si spiega cosa siano i Valar e quali siano gli altri Valar, pur dicendo che ve ne sono altri e che in relazione ad essi è possibile ampliare la magia...), perché essi soli sono nominati nel SdA.

Sono andato a memoria, correggetemi eventuali imprecisioni.

Ciò che però rimane è che, in generale, tutto quello riguarda la Prima Era è sostanzialmente negletto e che, ripeto, il Silmarillion - in quanto escluso dalla licenza - non è stato considerato. Questa è la vera scaturigine dei miei dubbi.

Tutti sappiamo quanto fosse importante il Silmarillion per Tolkien, tanto che lui riteneva opportuna la sua pubblicazione unitamente al SdA, e grande fu il suo rammarico quando tale pubblicazione congiunta sfumò (perché nel Silmarillion “non ci sono Hobbit”, nel senso che non è la storia di un Hobbit e che, quindi, non sarebbe piaciuto).

Voglio dire, per cogliere a fondo la complessitĂ  e la bellezza del SdA, la lettura del Silmarillion mi pare indispensabile (provate a rileggervi la canzone di Barbalbero con accanto la mappa del Beleriand...).
Nello stesso Hobbit si cita Gondolin, si dice che Glamdring era cinta dal Re di tale cittĂ  (Turgon) e che, assieme ad Orcrist, essa proveniva dal saccheggio di tale cittĂ ...

Gli esempi sarebbero centinaia e forse, più che di esempi, è proprio una questione di secondo livello di lettura del SdA, il più profondo e vero, quello che si ottiene dal Silmarillion (ferma restando, a mio avviso, la bellezza in sé di quest’ultimo).

Voglio dire, Tolkien ha incisi sulla lapide della tomba, sua e di sua moglie, i nomi, rispettivamente, di Beren e Luthien (quando l’ho saputo mi sono commosso irrefrenabilmente...).

Per capire chi siano “quei due” bisogna leggere il Silmarillion (ove c’è la versione in prosa della loro vicenda). Si tratta del nucleo della poetica tolkeniana!

E’ giusto che un GdR sulla Terra di Mezzo possa prescindere totalmente e scientemente dal Silmarillion?

Secondo me è una carenza notevolissima, per non dire...un ceffone postumo al Professore.

Ma sono davvero il solo a pensarla così?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-07-2003 11:34
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

FĂ­riel TindĂłmerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Localitŕ:
(CH) Giubiasco
Post:
16734
Aldir
Il risultato e che ci sono talora confusione e, soprattutto, una devastante incompletezza nella resa di “alcuni aspetti” dell’ambientazione.

Ricordiamo che la decipher ha i diritti di pubblicare anche il materiale sui libri, ma il gioco di ruolo Ă© basato quasi principalmente sul film. Infatti Ă© appena uscito il book sulla Compagnia.

Ciò che però rimane è che, in generale, tutto quello riguarda la Prima Era è sostanzialmente negletto e che, ripeto, il Silmarillion - in quanto escluso dalla licenza - non è stato considerato. Questa è la vera scaturigine dei miei dubbi.

Vedi sopra. Probabilmente faranno libri aggiuntivi man mano.

D'altro canto non possono usare lo stesso libro per le varie ere, Ă© scontato. Vedi le ambientazioni di terza era convertite per le prime due.

Voglio dire, per cogliere a fondo la complessitĂ  e la bellezza del SdA, la lettura del Silmarillion mi pare indispensabile (provate a rileggervi la canzone di Barbalbero con accanto la mappa del Beleriand...).
Nello stesso Hobbit si cita Gondolin, si dice che Glamdring era cinta dal Re di tale cittĂ  (Turgon) e che, assieme ad Orcrist, essa proveniva dal saccheggio di tale cittĂ ...

Beh, il gioco di ruolo tolkieniano in genere ha come prerequisito una coscienza profonda delle Opere del Professore, ma questo Ă© legato a master e giocatori, non possono farlo tutto in un manuale.



Firiel Tindomerel


Dagli indizi direi che si tratta di un grande guerriero, armato comunque di una spada elfica e forse anche di un'ascia... Sam sorrise sarcasticamente, confrontando sé stesso con la descrizione. (ISDA - Le Due Torri)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-07-2003 11:46
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82

In riferimento al messaggio di Firiel del 15-07-2003 11:46

Rispondendo a quanto segue:
Ciò che però rimane è che, in generale, tutto quello riguarda la Prima Era è sostanzialmente negletto e che, ripeto, il Silmarillion - in quanto escluso dalla licenza - non è stato considerato. Questa è la vera scaturigine dei miei dubbi.

Firiel:
Vedi sopra. Probabilmente faranno libri aggiuntivi man mano



Si libri aggiuntivi, d'accordo, ma sempre con il solito vizio di origine (niente Silmarillion..). La licenza è quella.


Beh, il gioco di ruolo tolkieniano in genere ha come prerequisito una coscienza profonda delle Opere del Professore, ma questo Ă© legato a master e giocatori, non possono farlo tutto in un manuale.


Si ma tra il "non posssono farlo tutto in un manuale" ed il vuoto pneumatico ce ne passa...

Eppoi rimangono dei deficit di impostazione seri nel manuale base. Ci sono buchi, immense possibilitĂ  non sfruttate. La magia, pur lodevolmente bella in certe trovate, rimane scollegata da un inquadramento teogonico tolkeniano.

Inoltre, voglio capire come si fa ad inquadrare in un sistema di gioco un Noldor o un Dunadan ignorando il Silmarillion, manca il sostrato primario.

No, così si svilisce la "profondità" dell'ambientazione tolkeniana, se ne ignora - come dire - la caratteristica primaria.

Nè mi sembra che il film, così come il SdA esauriscano la poetica tolkeniana...

So che in giro c'è gente che ha ritirato fuori i moduli della ICE (Merp/Girsa) e li gioca con il sistema Decipher...



Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-07-2003 12:08
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

FĂ­riel TindĂłmerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Localitŕ:
(CH) Giubiasco
Post:
16734

(inviato da Aldir )



Ciò che però rimane è che, in generale, tutto quello riguarda la Prima Era è sostanzialmente negletto e che, ripeto, il Silmarillion - in quanto escluso dalla licenza - non è stato considerato. Questa è la vera scaturigine dei miei dubbi.

Sei sicuro che la licenza escluda il Silmarillion? Ho dato una rapida occhiata al sito della Decipher, ma non mi ci sono troppo inoltrato.

Eppoi rimangono dei deficit di impostazione seri nel manuale base. Ci sono buchi, immense possibilitĂ  non sfruttate. La magia, pur lodevolmente bella in certe trovate, rimane scollegata da un inquadramento teogonico tolkeniano.

Forse per renderlo accessibile a tutti, anche ai meno "addentrati" nel mondo di JRRT.

Inoltre, voglio capire come si fa ad inquadrare in un sistema di gioco un Noldor o un Dunadan ignorando il Silmarillion, manca il sostrato primario
.
Indubbiamente le caratteristiche non vengono spiegate, nel senso delle origini.

No, così si svilisce la "profondità" dell'ambientazione tolkeniana, se ne ignora - come dire - la caratteristica primaria.

Non so, come dicevamo, alla fine sta ai giocatori, ed al loro livello, e da cosa vogliono dal loro gioco. Voglio dire, in MERP alla fine si avevano gli stregoni che andavano avanti a piro- crio- dardi...

So che in giro c'è gente che ha ritirato fuori i moduli della ICE (Merp/Girsa) e li gioca con il sistema Decipher...

Vedi che alla fine l'idea di tenere insieme le due discussioni non Ă© del tutto sbagliata

Firiel Tindomerel


Dagli indizi direi che si tratta di un grande guerriero, armato comunque di una spada elfica e forse anche di un'ascia... Sam sorrise sarcasticamente, confrontando sé stesso con la descrizione. (ISDA - Le Due Torri)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-07-2003 14:51
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82

Rispondo a Firiel nel suo post del 15-07-2003 14:51


Sei sicuro che la licenza escluda il Silmarillion? Ho dato una rapida occhiata al sito della Decipher, ma non mi ci sono troppo inoltrato.


Beh si... è cosa assodata ed è argomento di discussione nei forums specializzati in GdR e se ne parla da mesi di questa problematica (ora onestamente non ti saprei dare riferimenti precisi ma posso darmi da fare in merito...).

Comunque se ti capita sotto le mani un Manuale del gioco dagli un'occhiata nell'ottica suddetta e Ti accorgerai di certe voragini o stranezze...

Io:
So che in giro c'è gente che ha ritirato fuori i moduli della ICE (Merp/Girsa) e li gioca con il sistema Decipher...

Firiel:
Vedi che alla fine l'idea di tenere insieme le due discussioni non Ă© del tutto sbagliata


..si mi rendo conto.. anche se continuare a dibattere su Girsa/Merp, nonché su Merp 2a ed., non è molto proficuo né é mia intenzione, dato che sono giochi defunti oltreché costosi...

Tra l'altro vedo che, da queste parti, son condannato a rimediare lanci di ortaggi quando tento di dire che non sono poi così male (faccio riferimento alla 2 ed. di merp)



Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-07-2003 15:35
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio

Sephiroth82


alleato con lothlorien
Registrato il:
06-06-2003
Localitŕ:
Carvico
Post:
2
GiRSA, la mia passione
Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo su questo forum, ma penso che non sarà l'ultima...
ebbene, vedo che si è parlato un po' di GiRSA e di Terza Era...
Io ho letto entrambi i manuali, e ritengo che T.E. sia senza dubbio piĂą Tolkieniano.
Però voglio spezzare una lancia a favore di GiRSA, che secondo me è u gran gioco. Certo, stando alle sue regole bisognerebbe lanciare 1D100 anche per respirare, e la magia è un po' troppo invadente, e si rischia di strabordare dai confini delineati dall'autore. Eppure in molti anni di gioco (se non ricordo male ho iniziato a giocarci in prima superiore, e proprio stamattina ho fatto l'ultimo esame del secondo anno di università...) l'ho sempre apprezzato... sarà per i colpi critici spettacolari, che se non sbaglio non esistono in D&D, sarà perchè ho tolto regole inutili e ne ho aggiunte di mie (prendendo spunto da Terza Era, per esempio)... insomma, io e i miei giocatori ce la siamo sempre spassata, cercando di integrare le nostre narrazioni per quanto possibile con le tavole cronologiche del libro.
In sintesi, io voto GiRSA in quanto sono un master che si crede, in tutta umiltĂ , al disopra di un regolamento che ha secondo me l'unica pecca di essere fin troppo dettagliato.
Colgo l'occasione per invitare chiunque sia come me apassionato di GdR Tolkieniani a mandarmi materiale di poduzione propria, che spero di poter ricambiare.
Un saluto da Sephiroth, un elfo inquieto

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-07-2003 11:29
  • clicca oer vedere il profilo di 3354
  • Cerca altri post di Sephiroth82
  • cita questo messaggio

Aldir

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dunedain
Registrato il:
01-07-2003
Localitŕ:
Roma
Post:
82
Il 24-07-2003 11:29, Sephiroth82 ha scritto:
Però voglio spezzare una lancia a favore di GiRSA, che secondo me è un gran gioco


OĂ©! Ekkesuccede!?! Vedo che io e Firiel non siamo soli nel subire il lancio di ortaggi...


Il 24-07-2003 11:29, Sephiroth82 ha scritto:
In sintesi, io voto GiRSA in quanto sono un master che si crede, in tutta umiltĂ , al disopra di un regolamento che ha secondo me l'unica pecca di essere fin troppo dettagliato...


Non mi è chiara la ratio dell’affermazione


Il 24-07-2003 11:29, Sephiroth82 ha scritto:
la magia è un po' troppo invadente, e si rischia di strabordare dai confini delineati dall'autore.


E’ un discorso che, a mio avviso, vale per Girsa/Merp 1° ed., ma molto meno per Merp 2° ed. ed il perché l’ho illustrato ampiamente al punto 3 del mio messaggio su questo thread del 02-07-2003 ore 13:48, al quale rinvio.

In generale, consiglio vivamente, ove si abbia dimestichezza con l’inglese e si apprezzi il sistema I.C.E. (lo so Mornon a che te non piace, quindi l’invito non è per te! ), di giocare merp 2nd ed., non ultimo per il notevole salto in avanti dei moduli di campagna ed avventura rispetto alla prima edizione di merp/Girsa.

Più che la degenerazione della magia (in negativo), direi che in Merp 2nd ed. manca (ragionando in positivo) una riproduzione di certi aspetti di, come dire... “poetica magica” che molto apportano all’atmosfera tolkeniana e che sono apprezzabilmente presenti in GdR più moderni quali Terza Era ed il GdR della Decipher sul SdA (nel quale, peraltro, non mancano né fulmini né palle di fuoco...).

Intendo dire che nello Hobbit vedi Gandalf lanciare fuochi, lapilli, fumi e botti in grande profusione ed in più occasioni (con buona pace degli anti piezo-bombaroli nel GdR tolkeniano), tanto che, ad es., nel combattimento con i mannari il casino pirotecnico è tale che il vasto e correlato incendio viene notato a miglia di distanza dalle aquile... circostanza che, peraltro, salva Gandalf e i suoi.

Nel SdA ciò non avviene anche perché il contesto è molto diverso. Sauron e Saruman sono in uno stato di vigilanza parossistico, la Guerra dell’Anello è in pieno svolgimento e la sostanziale asimmetria delle forze in campo impone segretezza e sorpresa nell’agire alla CdA ed, in genere, alle (soverchiate) forze del Bene.

Mi sembra, insomma, che il problema non è l’esistenza o meno del fulmine o della palla di fuoco (entro certi limiti, naturalmente) quanto la riproduzione di una serie di effetti magici molto caratteristici e talora sfuggenti che connotano il mondo del Professore. In tale ottica, la magia di merp 2nd ed., più che debordare mi sembra, come dire, difettare...

Concordo quindi, se si ama il sistema I.C.E., con la scelta di integrare il sistema della magia di merp (ripeto, partendo dalla seconda edizione) con certe intuizioni di altri GdR. Peraltro, è un’idea che io stesso coltivo da tempo, ma che non so quando avrò il tempo di implementare

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-07-2003 16:27
  • clicca oer vedere il profilo di 3475
  • Cerca altri post di Aldir
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.050685 - Query: 0.019451 Elaborazione 0.038188 Print 0.002642 Emoticons/Tengwar/Quote 0.001732 © Eldalië.it