Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
I vampiri di Anne Rice
Pagina 9 di 9. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9
AutorePost
Pagina 9 di 9. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Thuringwethil

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con angband
Heren Istarion
Registrato il:
28-06-2005
Località:
Venezia (una mezza Angband...)
Post:
239
Angela Sommer Bodenburg (uno dei miei miti!) "Vampiretto".
Ripeto è un libro per bambini ma ha sempre rispettato in tutto il carattere essenziale del vampiro senza mai alterarlo per renderlo più docile agli occhi dei più piccoli (tipo,quando il vampiro a fame lo dice e il lettore sa benissimo delle scorpacciate umane del protagonista).E' stato lodato anche dall'antropologo Introvigne (che molto ha scritto su vampiri e vampirismo,dal punto di vista letterale,culturale e anche medico).
Avrà parecchi anni ormai (lo leggevo io a 6 anni) ma credo si trovi ancora!
Buon pomeriggio a tutti!!!


Ihver en natt er et nytt mírke.
Ihver en Vinter fryser jeg,
men dog Aldri skal jeg grate,
for Stolt red jeg jo dengang,
ut av den dype skogen.

"En as Dype Skogen" - Darkthrone

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 02-07-2005 17:23
  • clicca oer vedere il profilo di 5325
  • Clicca qui per inviare una email a Thuringwethil
  • Cerca altri post di Thuringwethil
  • cita questo messaggio

éowyn

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Registrato il:
23-08-2004
Località:
Post:
99
Ramses II Dirò una banalità, carissima Eowyn, ma credo che se non ti piacciono le storie in cui si parla di sangue, non dovresti leggere i romanzi di Anne Rice.

Beh io ointendevo dire che non mi piace il sangue, non le storie che parlano di spargimenti di sangue.

Non leggiamo e scriviamo poesie perche' e' divertente. Leggiamo e scriviamo poesie perche' apparteniamo alla razza umana. E la razza umana e' piena di passione. La medicina, il diritto, l'economia e l'ingegneria sono nobili occupazioni, necessarie alla sopravvivenza. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, queste sono le cose per cui vale davvero la pena vivere. (John Keating "L'Attimo Fuggente")

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 02-07-2005 21:19
  • cita questo messaggio

Istamarth

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_thranduil
Circolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
05-03-2004
Località:
Spinea
Post:
115
Mornon il 02-07-2005 13:02 ha scritto:
Istamarth il 01-07-2005 09:00 ha scritto:
quando ne parlano i vampiri è come stato negativo rispetto all'esistenza umana; ma certo si può vedere come spinta all'estremo di sensazioni prettamente umane


È una cosa generale, all'interno dell'ambientazione della Rice?


Direi di sì, stando attenti a non banalizzare le figure create dalla Rice: il concentrarsi su un aspetto singolo dell"umanità"ed amplificarlo porterebbe a caratteri molto più semplici.

E così ad ogni vampiro corrisponde un modo diverso di intendere la propria "vampirità", più o meno distante da canoni umani.

Cosa che viene incontro pure ai dubbi del lettore, che li ritrova espressi in modo anche drammatico dai vampiri.

Thuringwethil il 01-07-2005 12:53 ha scritto:

Giustissimo,ma non in tutta la "letteratura vampirica"(comprensiva anche di musica dove la solitudine è una benedizione,l'elitarismo è una benedizione e il potere oscuro è una benedizione) questo senso di vuoto è così accentuato.Certo,essere vampiri è esser soli in mezzo ad altri vampiri (non sempre comunque) soli.Tutto scorre e tu sei lì nella tua solitudine.
Altri romanzi invece puntano all'eccezionalità dell'evento.
Ma certe volte penso che quella vuotezza forse un vampiro non la do vrebbe provare poichè la trasformazione è sia nel corpo che nella mente.Mi lascia un
pò perplessa la figura del vampiro di corpo ma umano di mente.La trasformazione,fin dalle origini (penso a Carmilla,il Vampiro di Polidori) è totale.O almeno,nel mio piccolissimo parere,così dovrebbe essere...
Ma penso inoltre a un libro per bambini,dove il vampiro soffre nei primi anni di vita vampirizzata,e beve latte affinchè non crescano i canini.Ma quando la trasformazione avviene completa, non c'è più spazio ai rimorsi.
Almeno è quello che penso io...
Grazie dell'ascolto!Buona giornata a tutti.


Ok, il cambiamento fisiologico può ben avere un effetto diretto sulla psiche, ma l'avere un tipo psicologico umano che muta fino a quelli dei vampiri in letteratura (con l'evoluzione seguita esplicitamente, o assunta come ipotesi) credo sia un motivo fondamentale.

Così come è interessante vedere cosa capita a individui creati vampiri in tenera età, a carattere non ancora formato.

Per quanto riguarda il Ruthven di Polidori, questa figura corruttrice e malvagia, non è certo indagata con la profondità che utilizza la Rice... è delineata in modo molto più schematico, ed attraverso le azioni.

L'umanizzazione maggiore può derivare anche da questo: finché venivano presentati in modo evanescente, sfuggevole, e soprattutto non dal loro punto di vista, vi si rimaneva per motivi narrativi estranei.

La Rice ci mette nella loro prospettiva, e a prescindere dai connotati più o meno umani, i termini per descrivere sensazioni ecc, e la prima persona, portano ad una immedesimazione di un lettore umano, mediando l'umanizzazione.

Vivere è l'unico modo per conoscere la propria destinazione

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2005 22:54
  • cita questo messaggio

Thuringwethil

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con angband
Heren Istarion
Registrato il:
28-06-2005
Località:
Venezia (una mezza Angband...)
Post:
239
Ma infatti è l'umanizzazione del vampiro che, secondo me, porta un pò fuori dall'esser vampiro.Proprio perchè il vampiro e quasi totalmente altro dall'uomo.
Per me la Rice non mette noi nella prospettiva vampirica, ma il contrario:mette il vampiro nella condizione di poter essere colto dall'uomo ( cosa che rimane lodevole comunque,vista la portata del suo lavoro) perchè applica categorie umane (la compassione,la sofferenza dell'anima etc...) a una cosa che non lo è più (o non lo è mai stato!).
Forse il mio punto di vista è molto, troppo radicale, ma cerco di mantenere intatto il mistero che avvolge sempre le figure demoniache.Proprio perchè demoniache possono essere colte fino ad un certo punto..."And Then There Was Silence"!


Ihver en natt er et nytt mírke.
Ihver en Vinter fryser jeg,
men dog Aldri skal jeg grate,
for Stolt red jeg jo dengang,
ut av den dype skogen.

"En as Dype Skogen" - Darkthrone

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-07-2005 13:43
  • clicca oer vedere il profilo di 5325
  • Clicca qui per inviare una email a Thuringwethil
  • Cerca altri post di Thuringwethil
  • cita questo messaggio

Jair Ohmsford

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
28-06-2003
Località:
Carrara/Napoli
Post:
633
Per quanto mi riguarda credo che Anne Rice sia una delle più brave scrittrici per quanto riguarda
1) ambientazione (e con questa parola mi riferisco sia alle descrizioni topografiche,sia all'aspetto "impalpabile",allo "spirito" dei luoghi e dei tempi che riesce a catturare e a descrivere con così tanti particolari senza annoiare)
2) descrizione dei sentimenti

Secondo me la Rice mira,nei suoi libri,a descrivere sentimenti umani: la figura del vampiro è utilizzata come escamotage per introdurre ragionamenti che,associati a personaggi più normali,risulterebbero troppo accentuati,artificiali (benchè siano sentimenti che tutti,in vari modi,proviamo).

L'inserire un cambiamento così grande come la trasformazione in vampiro e tutto ciò che ne consegue,i dubbi,i "se" e i "ma",contribuisce ad uno spostamento di visione più facile,più naturale; i vampiri hanno sentimenti che sono tipici dell'uomo,ma allo stesso tempo essi sono amplificati fino all'estremo,permettendone una descrizione più minuziosa ed allo stesso tempo realistica.

Passando ai punti dolenti....Merrik la strega
ATTENZIONE SPOILER
Non mi è piaciuto......che dire....ci sono rimasta male. Non per come è scritto il libro,che a mio avviso ha il tratto tipico della Rice....ma per la trama e i personaggi. Innanzitutto trovo Merrik insopportabile,in secondo luogo,molte parti del libro sono troppo descrittive,con parti noiose,in terzo luogo ciò che ha fatto a Louis nel finale è stato un colpo al cuore.....secondo me ha distrutto uno dei personaggi più belli della saga. Capisco che essendo diventati gli altri sempre più potenti,sarebbe stato complicato lasciare Louis così "umano".....ma ciò nonostante non doveva togliergli quella componente di fragilità che ha sempre avuto.
Ultima,ma non ultima,l'orribile invocazione del fantasma di Claudia: non si capisce se è veramente lei o no,se odia Louis e gli altri o no,se dice bugie o no....insomma,sembra una trovata della serie "non-so-proprio-più-cosa-scrivere"

Mi fermo qui perchè sto diventando prolissa.... ^^; (secondo me dovrebbe fermarsi anche la Rice.....a proposito,qualcuno ha letto la sua più recente fatica,"Marius"?)

Remember....darkness could prevail.........someday......

† Hare bareshii asa yo hiniku ni....ohayou.... †


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-08-2006 23:00
  • clicca oer vedere il profilo di 3460
  • Clicca qui per inviare una email a Jair Ohmsford
  • Cerca altri post di Jair Ohmsford
  • cita questo messaggio

miriel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Comitato Anti-KSúlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
29-11-2004
Località:
lagolungo
Post:
198
si io ho letto Marius ormai da un po', e mi è piacuito pure, anche se trovo che la saga cominci ad avvertire una sorta di stanchezza, i romanzi restano godibili, e piacevoli,
il mio preferito? resta scelti dalle tenebre,
il meno? Merrik


non marcerò per strade spente e piatte
per formule precise, frasi fatte
nel mondo immutabile ove chi fa
con l'arte di creare nul parte ha.
non chinerò il capo al dominio del ferro
interrando il mio piccolo scettro d'oro

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-09-2006 23:01
  • cita questo messaggio

Therion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con numenore
Eldalie Milano - Oromandi EndoreoSúlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
11-12-2003
Località:
Vigevano
Post:
783
Mi unisco ai fans di Vampiretto, che insieme al Fantasma della scuola (ambientato proprio a Vigevano), sono stati fra i primi libri che ho letto!

Per quanto concerne la figura del vampiro, come dicevo confusamente ieri, secondo me già la versione di Polidori era un’umanizzazione della forma originaria e popolare del vampiro, che non era ne più ne altro che un animale selvatico (Therion!!!! ) immondo che non aveva nessun ruolo nella società umana ed entrava in contatto con essi solo al momento dell’attacco!
Una figura molto semplice perché deriva dalle paure dei paesani per le belve, e molto diversa secondo il luogo d’origine.
In fin dei conti si dice che Polidori modellò il suo vampiro sulla figura di Byron che conosceva personalmente e quindi un modello umano!


A proposito, nessuno legge Dampyr? Il cacciatore di vampiri della Bonelli?


Wá! ides ælfscýne, ond wá, wine mine!

(Per contattarmi su MSN usate rbovol@tin.it)




Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-09-2006 09:22
  • clicca oer vedere il profilo di 3988
  • Clicca qui per inviare una email a Therion
  • Cerca altri post di Therion
  • cita questo messaggio

Narthoron

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con numenore
Comitato Anti-KEldalie Milano - Oromandi EndoreoSúlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
04-04-2004
Località:
Milano
Post:
546
Therion:
A proposito, nessuno legge Dampyr? Il cacciatore di vampiri della Bonelli?
io.
ma ti dirò, ormai come un po tutti li dentro (vedi in primis Dylan Dog, e poi anche Martin Mystère, Nathan Never e Barndon)sta subendo un declino.
i primi numeri erano stupendi, personaggio fantastico, poi a un certo punto, o numeri di dialogodialogodialogo, oppure storie scontatissime..
da segnalare però la rubrica "Dal manuale del vampirologo"che continua a sfornare sin dal numero 1 interessantissime informazioni sulle credenze popolari, sullo sviluppo delle 4grandi epidemie, sulla posizione della Chiesa presa al riguardo, con stralci del documento di Papa Antelami, Benedetto XIV, sulle creature della notte..

ritornando invece alla Rice...
io sono un po'arenato a metà di "Scelti dalle tenebre"che tutti considerano forse il migliore..a me era piaciuto il primo, ma ho avuto la sfortuna di cominciarlo dopo aver visto il film, e quindi sorprese rovinate, scollature tra le due fonti e l'odioso handicap di figurarmi i due protagonisti con i volti di Brad Pitt e Tom-facciaditopo-Cruise.
arrivato al secondo soffro un po' dell' "indigestione di prima persona", cioè tutti gli andai, feci, mi accorsi mi risultano un po pesanti.
a voi no?

_________________________Narthoron, Arconte del Regno dei Sogni_____

And when Love shall reigns
and when our hearts will stop bleeding
overthere, beyond clouds
Even Death may die

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-09-2006 12:06
  • clicca oer vedere il profilo di 4512
  • Clicca qui per inviare una email a Narthoron
  • Cerca altri post di Narthoron
  • cita questo messaggio

MandragoraElenion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con S.T.S.
Guardiani di FeeriaCircolo Taglio e CucitoEldalië Bologna - Mindoni EldaComitato Anti-K
Registrato il:
30-01-2004
Località:
Mendrisio [Ticino]
Post:
353
Therion il 06-09-2006 09:22 ha scritto:
Mi unisco ai fans di Vampiretto, che insieme al Fantasma della scuola (ambientato proprio a Vigevano), sono stati fra i primi libri che ho letto!


...Non ci credo, esistono altri Vampiretto-maniaci?!
Ricordo che alle elementari erano una "moda" assoluta.Proprio pochi mesi fa ho ritrovato "Vampiretto Innamorato" ed è stato un vero piacere rileggerlo!
Tra l'altro ho visto pochi giorni fa che stanno uscendo le ristampe di tutta la collana (erano fuori stampa da almeno 4 anni, lo so perché li ho cercati disperatamente in svariate librerie italiane) quindi penso che li ricomprero' tutti...decisamente tra i migliori libri per bambini che abbia mai letto.

Pray for rain, lose your name, and watch all
your dreams fall through . (A Fire Inside, 2006)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-09-2006 12:25
  • clicca oer vedere il profilo di 4219
  • Clicca qui per inviare una email a MandragoraElenion
  • Cerca altri post di MandragoraElenion
  • cita questo messaggio

leofe

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finrod_fela
Registrato il:
14-03-2009
Località:
Amorosi
Post:
166
spostata da Anne Rice e i suoi vampiri "umani"
Anne Rice e i suoi vampiri "umani"
Era da tanto che volevo parlare di questo argomento. Anne Rice è spesso sottovalutata dagli appassionati di genere fantasy-gotico, amanti di vampiri e non-morti in generale. I suoi demoni succhia-sangue non sono belli e impossibili come quelli che piacciono alle adolescenti, nè tormentati dai sensi di colpa per la loro natura. Sono creature di tenebra che hanno sete di luce. Forse è per questo che piacciono tanto? Perchè al di là di tutto sono tremendamente, dolorosamente umani? E se questo è vero, come penso, la Rice non prende le difese nè del bene nè del male perchè mostra, con una brillante lucidità, il demone che è in noi e che vuole vivere oltre il limite di bene e di male. E per me questo è il male vero e assoluto, pretendere di non avere limiti ai quali sottostare.
A voi la parola^^

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 26-05-2010 21:16
  • clicca oer vedere il profilo di 6234
  • Clicca qui per inviare una email a leofe
  • Cerca altri post di leofe
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4159
Rimbalzo
leofe il 26-05-2010 21:16 ha scritto:
Era da tanto che volevo parlare di questo argomento

Ed era tanto che se ne parlava



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

«...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ciò che di bello c'è nell' universo e in noi» [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 26-05-2010 21:24
  • cita questo messaggio

leofe

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finrod_fela
Registrato il:
14-03-2009
Località:
Amorosi
Post:
166
Come al solito fuori posto
Che depressione, non ne azzecco una

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 27-05-2010 19:16
  • clicca oer vedere il profilo di 6234
  • Clicca qui per inviare una email a leofe
  • Cerca altri post di leofe
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.02555 - Query: 0.011412 Elaborazione 0.011054 Print 0.001217 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000221 © Eldalië.it