Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
I Vostri Poeti preferiti
Pagina 1 di 5. Vai a pagina 1 2 3 4 5
AutorePost
Pagina 1 di 5. Vai a pagina 1 2 3 4 5

Nymlhyril

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Nossë Sicilia - Serracinta da PietracasaEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
13-07-2003
Località:
Settimo Milanese (Mi)
Post:
831
I Vostri Poeti preferiti


Questa Discussione è stata aperta per conoscere i gusti di ognuno di voi in merito alla poesia, e nella fattispecie i vostri poeti preferiti.

Molti sono i miei autori preferiti e variano anche in base al momento compositivo.

In quanto amante della mitologia greca e del mondo classico, i miei autori preferiti sono, del resto, primo in assoluto Pindaro, poi Callimaco, Saffo e Alceo.

Per quanto riguarda invece i legami con la musica, i miei preferiti sono due poeti che hanno fatto il successo della tradizione dei Lieder tedeschi, ed esattamente Goethe e non per ultimo Heinrich Heine (lo consiglio caldamente).

Invece per quelli italiani, annovero Leopardi e Foscolo, e con mia somma nausea per il suo insegnamento (a livello di Stilistica) Petrarca .

Poi, ancora trovo interessante Bukowsky che consiglio di leggere (un vero pugno allo stomaco!!!!!).




“L’emozione senza lo spirito è come una spada senza il braccio che la comanda” (detto di un Alkhavyr della Terra)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 20:21
  • cita questo messaggio

Scardarelli

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con durin
Registrato il:
22-08-2003
Località:
N/A
Post:
351
salve Nymlhyril ... è la prima volta che scrivo nel forum di eldalie e guarda un pò cosa becco ... la poesia accompagna ogni momento della mia giornata... sono tanti i miei poeti preferiti , anche se magari non sono tutte le liriche che mi interessano . Per i greci concordo pienamente con te, sui tedeschi aggiungerei Holderlin, sopratutto le liriche del ritorno, Novalis degli inni e Rilke. Grandi Foscolo e Leopardi , senza dimenticare Dante o gli ermetici ... Ma sono solo nomi, ripeto , e quelle poesie potrebbero portare ugualmente il nome di Nymlhyril o Scardarelli e non mutare affatto. Penso piuttosto sia il linguaggio a parlare dentro i poeti . semplici strumenti di esso . Cosa ne pensi ?

"".. e non so intanto che dire e che fare
e perchè siano i poeti in tempi di privazione "

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 20:46
  • clicca oer vedere il profilo di 3622
  • Clicca qui per inviare una email a Scardarelli
  • Cerca altri post di Scardarelli
  • cita questo messaggio

Sweety83

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Registrato il:
06-04-2003
Località:
N/A
Post:
1489
Posto una bellissima poesia di Banana Yoshimoto:

"BAMBOLE KOKESHI"
di Banana Yoshimoto
Io cerco dei vestiti che siano perfetti per me, ma non li trovo da nessuna parte
forme, tessuti e colori capaci di esprimere tutto quello che ho dentro
vestiti che dicano che sono viva qui, in questo momento
provo a mettere insieme tutte le immagini che conosco, ma non funziona
in questo paese, oggi, nemmeno i miei genitori riescono a trovarli.

Come una bambola kokeshi
come un uovo sodo senza il guscio
come un feto in attesa di venire alla luce
aspetto qualcosa
come un pulcino appena nato ancora bagnato
ho il presentimento delle cose lieti e delle cose tristi che stanno per accadere
neanche questo riesco a esprimere in parole, non ancora
ma mi batte il cuore, sono viva.

In questo paese, indipendentemente da dove si nasce
siamo pressati, incalzati, costretti in una forma
anche nella più remota campagna , è un susseguirsi di stradoni diritti e anonimi
ed enormi negozi di cattivo gusto
ma se guardo il verde delle montagne fitte di alberi mi vengono le lacrime agli occhi
una piccola cascata che mi sembra un giocattolo
il colore grigio del mare tranquillo come un lago
amo questa natura delicata che c'è solo qui da noi.

Sono tempi in cui può accadere di tutto
si organizzano con grande impegno convegni in difesa degli uccellini
mentre i bambini uccidono i gatti
la gente partecipa con gioia a un'antica festa popolare portando a spalle
il palanchino sacro, e intanto qualcuno mette il veleno nel cibo di tutti
molti dicono che non sanno più in cosa credere.

Forse non c'entra molto, ma c'è la madre di una mia amica che ha sempre
le unghie perfettamente in ordine
la sua cucina, che non viene mai usata, è tutta scintillante
da loro si mangiano solo cibi comprati già pronti
in raffinati negozi di gastronomia
e pane francese che si fanno recapitare a casa appena sfornato
ma la mia amica è amata.

Mia madre è di famiglia contadina, la mia cucina è sempre schizzata di grasso
lei fa da mangiare riso bianco, tempura e verdure in salamoia, è una cuoca fantastica
anch'io sono amata.
Più che gli aspetti negativi delle differenze
conta la possibilità di coltivare l'amore e di capirsi l'uno con l'altro
la possibilità di crescere
in quest'epoca che si muove vertiginosamente, non faccio che vedere gente,
tante persone tutte diverse
e posso incontrarle senza paura, da qualunque posto vengano,
qualunque sia il loro aspetto
seguendo l'istinto, abbandonando i pregiudizi
la nostra anima diventa sempre più meravigliosa.

Mi piace
mangiare, prendermela comoda,
stare in salute,
essere approvata dagli altri, il denaro,
evitare di vedere le cose brutte,
ma non è per questo che vivo.
Per fare quello che mi interessa davvero
posso anche non mangiare, avere guai,
ammalarmi,
essere criticata, restare senza un soldo,
vedere un sacco di cose brutte
fa lo stesso.
Sono fiera di questa mia convinzione, per infantile che sia
vivere è vedere entrambi i lati delle cose
non è mica roba da poco
vorrei che tv e giornali smettessero di raccontare solo cose tristi
in questo mio nuovo viaggio
che è ancora appena all'inizio.

Adoro anche le poesie di Baudelaire (grazie Piè ), di Herman Hesse e Ungaretti.

father into your hands I commend my spirit/ father into your hands why have you forsaken me/ in your eyes forsaken me/ in your thoughts forsaken me/ in your heart forsaken me

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 20:55
  • clicca oer vedere il profilo di 3102
  • Cerca altri post di Sweety83
  • cita questo messaggio

Erumer

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Súlë Carmeva imíca OlvarCircolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
01-04-2003
Località:
Tirano
Post:
848
Confesso di leggere molta prosa e teatro e veramente poca poesia... ma in effetti è un genere che si presta molto alla fruizione saltuaria. I miei autori itliani preferiti provengono soprattutto dagli studi liceali: Dante e gli stilnovisti, Foscolo specie i sonetti, Petrarca, Leopardi e altri...
Stranieri: Rimbaud, Baudelaire, Elouard... BLAKE (mio preferito), Milton... concordo con Bukowsky, bello tosto... beh, anche qualcuno tra i beat, Ferlinghetti e Ginsberg soprattutto. Ah, pure a Poe, conosciuto di solito per i suoi racconti, vale la pena di dare un occhiata. Spero di non aver saltato troppa gente

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 21:05
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
Sweety83 il 22-08-2003 20:55 ha scritto:
Posto una bellissima poesia di Banana Yoshimoto


Dagli Avvisi, cosa che si è piú volte ripetuta: "Non aprite discussioni in cui mandare testi di canzoni, poesie, articoli e simili, problemi di copyright; per la stessa ragione,e vitate di mandare testi in discussioni già esistenti.".

Evitate di mandarne altri, perfavore

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 21:07
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
C'è una poesia che vi voglio fare leggere (non ci sono problemi di diritti)... in lingua originale è in Piemontese, mando il testo originale e la traduzione in Italiano. La poesia è di Calisto Ghibaudo, mio nonno

IJ FRATEI NEMIS

A j’ero doi fratej:
Franco e Mario.
Doi fratej binej.
Come as vorijo bin!
A j’ero doi Alpin.
An tornand con la cros
ëd la Campagna ‘d Russia an sle spale,
a son separasse, un dí,
për combate ògnidun
la soa bataja,
con na veuja sarvaja,
për la midema Tèra.
Franco, an sle montagne,
con la fede monarchica ant ël cheur;
Mario,
tra ij republican,
mës-cià con j’Alman.
E, tuti doi, a son mòrt për l’Italia.
Idèje divèrse, diversa divisa,
ma con la stessa fiama drinta ‘l cheur:
na fiama ‘d boneur
ant ël rovèj dël maleur.
A son mòrt davsin :
l’un contra l’àutr,
lijà, an montagna, dal midem destin.
Ma, ‘d nans ë meuri,
a son ambrassasse
e a son dasse
l’ùltim basin.
An mes a lor
j’era doi ciuf an cros
dë stèile alpin-e e d’ardiglin
Sbrincià ‘d divèrse stisse
dl’istess sangh.
Le fior
a son chinasse sota l’istess sofe
frèid ëd doi vos:
« Fratej binej,
« diversament finioma costa guèra.
« Doman...
« Un, a sarà n’eròe.
« L’àutr, sarà un traditor.
« Ma, tuti doi, meuiroma
« për l’onor.
« Ma, tuti doi, meuiroma
« për l’amor
« ëd nòst Paìs:
« për costa Italia ‘d gnun,
« martirisà
« da na coron-a ‘d fèr
« ëd forestere spà ».


I FRATELLI NEMICI

C’erano due fratelli:
Franco e Marco.
Due fratelli gemelli.
Come si volevano bene!
Erano due Alpini.
Tornando con la croce
della Campagna di Russia sulle spalle,
si sono separati, un dí,
per combattere ognuno
la sua battaglia,
con una voglia selvaggia,
per la stessa Terra.
Franco, sulle montagne,
con la fede monarchica nel cuore;
Mario,
tra i replubblicani,
mischiato con i Tedeschi.
E, tutti due, sono morti per l’Italia.
Idee diverse, diversa divisa,
ma con la stessa fiamma dentro il cuore:
una fiamma di fortuna
nel roveto della sventura
Sono morti vicini:
l’uno contro l’altro,
legati, in montagna, dal medesimo destino.
Ma, prima di morire,
si sono abbracciati
e si sono dati
l’ultimo bacino.
In mezzo a loro
C’erano due ciuffi in croce
di stelle alpine e di rododendri
spruzzati di diverse gocce
dello stesso sangue.
I fiori
si sono chinati sotto lo stesso soffio
freddo di due voci:
« Fratello gemello,
« diversamente finiamo questa guerra.
« Domani...
« Uno, sarà un eroe.
« L’altro, sarà un traditore.
« Ma, tutti due, moriamo
« per l’onore.
« Ma, tutti e due, moriamo
« per l’amore
« del nostro Paese:
« per questa Italia di nessuno,
« martirizzata
« da una corona di ferro
« e spade forestiere ».

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 21:43
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

*Elentari*

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere
alleato con eldalie.it
Eldalie Umbria - Eregion
Registrato il:
30-05-2003
Località:
Perugia
Post:
1307
Confesso che da tanto non prendo in mano un libro di poesie, come per diverso tempo ho lasciato sopite molte altre cose..
Ricordo con emozione due libri di poesie uno era di Garcia Lorca e l'altro di Baudelaire.
Non posso dire che siano i miei preferiti in assoluto, anche perchè non ritengo di aver una cultura tale che mi permetta di far certe affermazioni. Quello che so è che ho ancora vive dentro le emozioni che mi hanno trasmesso leggendo le loro poesie.

"Love of my life, don't leave me You've taken my love, you now desert me Love of my life, can't you see Bring it back, bring it back Don't take it away from me Because you don't know What it means to me" QUEEN

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 23:18
  • clicca oer vedere il profilo di 3334
  • Clicca qui per inviare una email a *Elentari*
  • Cerca altri post di *Elentari*
  • cita questo messaggio

romarie

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con imladris
Heren Istarion
Registrato il:
06-04-2003
Località:
N/A
Post:
3036
I miei poeti preferiti?Presto detto Garcia Lorca,Rostand,Pascoli,Gozzano, esattamente nell'ordine.
Garcia Lorca resta il mio preferito in assoluto,la sua potenza espressiva la travo semplicemente fantastica.
Di Rostan naturalmente il Cyrano,forse perchè sento di somigliargli per alcuni versi.
Pascoli e Gozzano mi piacciono per la loro dolce malimconia



ú estelo maquetién Quendin,aica hendunta lá tye-cene

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-08-2003 23:52
  • cita questo messaggio

Arwen_Undomiel85

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elrond
Registrato il:
01-11-2002
Località:
Ancona
Post:
1224
Mi piace davvero molto Samuel Taylor Coleridge, la sua ballata del vecchio marinaio è stupenda!!!
Poi mi piacciono molto Leopardi e Pascoli!!

Lasto beth nin, tolo dan na ngalad.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 11:53
  • clicca oer vedere il profilo di 1857
  • Clicca qui per inviare una email a Arwen_Undomiel85
  • Cerca altri post di Arwen_Undomiel85
  • cita questo messaggio

Nymlhyril

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Nossë Sicilia - Serracinta da PietracasaEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
13-07-2003
Località:
Settimo Milanese (Mi)
Post:
831

Come inglesi mi piacciono molto Milton, Blake (per la sua visionarietà e considerazione del Sublime), Worswordth ed il mio preferito tra tutti Yeats.


"Hold infinity in the palm of your hand"

(Blake)

“L’emozione senza lo spirito è come una spada senza il braccio che la comanda” (detto di un Alkhavyr della Terra)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 12:18
  • cita questo messaggio

Erumer

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Súlë Carmeva imíca OlvarCircolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
01-04-2003
Località:
Tirano
Post:
848
...ecco, lo sapevo di averne dimenticati parecchi... Concordo su Garcia Lorca, molto potente, e che mi son divertito a leggere in spagnolo (anche non sapendolo, col testo a fronte è comprensibile, e ovviamente la musicalità ci guadagna); il Cyrano di Rostand è spettacolare, la "tirée sur le nez" divertentissima. E poi Coleridge: la "Rhyme of the ancient mariner" è una delle mie preferite (anche la versione metal degli Iron Maiden è carina..), è uno di quei brani che dovrebbero secondo me essere letti perché vengono citati spessissimo. Pure Kubla Khan (grazie a Hexe Loreley per avermelo consigliato) mi è piaciuto molto.
Fuori dal convenzionale, ma interessanti ho trovato anche alcune poesie di Jim Morrison.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 13:07
  • cita questo messaggio

*yelle*

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Eldalie Umbria - Eregion
Registrato il:
04-08-2003
Località:
N/A
Post:
451
Innanzitutto vorrei ringraziare Mornon x i bellissimi versi del nonno che ha voluto condividere con noi....a me personalmente hanno emozionato e commosso....

Per quanto riguarda i miei poeti preferiti...mah, avrei l'imbarazzo della scelta xchè ne ho letti e amati talmente tanti e spesso di letterature straniere che non saprei farvi un nome sugli altri.....L'unica cosa che posso dire è che se vi avvicinate ad un poeta straniero sforzatevi comunque di leggerlo in lingua originale xchè le opere pensate in una lingua si impoveriscono nella traduzione......Tra gli esami + strani che ho sostenuto all'università è stato quello di "storia della cultura portoghese" dove si presupponeva la conoscenza di tutta una serie di poesie in lingua (mai studiato il portoghese!!!!) ma era talmente bello che ancora oggi mi chiedo come abbia fatto a strappargli quel 30....... mistero!!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 14:33
  • clicca oer vedere il profilo di 3591
  • Cerca altri post di *yelle*
  • cita questo messaggio

Eowyn15

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con S.T.S.
Registrato il:
19-08-2002
Località:
N/A
Post:
3332
Io ho sempre amato la poesia, in particolare nella tarda adolescenza e prima giovinezza. Poi, da insegnante, ho trovato sempre moltissimo piacere nel trasmettere ai miei studenti la passione per la poesia. Se dovessi citare i miei poeti preferiti, degli italiani citerei ovviamente Dante e poi Pascoli (soprattutto Myricae è un capolavoro); tra i francesi Baudelaire e Rimbaud; tra gli inglesi Coleridge, Yeats ed Eliot. Poi ce ne sono tanti altri che non ho potuto leggere in lingua originale. Comunque concordo con il consiglio di Yelle - anche se per un italiano il portoghese è abbastanza comprensibile, mentre magari il cinese lo è di meno!

The sadness on your shoulders like a worn-out overcoat - In pockets creased and tattered hang the rags of your hopes - The daybreak is your midnight, the colours have all died - Disturbing the waters of your lives

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 20:32
  • clicca oer vedere il profilo di 1068
  • Cerca altri post di Eowyn15
  • cita questo messaggio

Pièveloce Mezzoelfo

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con ent_alleanza_04
Compagnia del Cannello
Registrato il:
24-04-2003
Località:
Monfalcone
Post:
1466
Allora vediamo... io mi nutro di pane e poesia da sempre.. cmq i mie poeti preferiti sono.. tra gli italiani... Ungaretti e Pascoli. Tra gli stranieri amo molto i beat, non tutti ma parecchi, in particolare Gingsberg, Corso e Snider. Poi Neruda, Coleridge, Emily Dickinson, Blake, Yeats, Han Shan e Amiri Baraka.

chi vuole intendere intenda... gli altri in roulotte!!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-08-2003 20:40
  • cita questo messaggio

KiRho

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Registrato il:
11-06-2003
Località:
Milano
Post:
65
Gran bella discussione, e grandi nomi, ma vorrei sapere prchè ogniuno di voi ha scelto proprio quelli...

io ne cito pochi, ma cerco si dire cosa me li ha fatti amare.
Dante: beh, "lo mio poeta e lo mio autore", forse uno dei poeti che ha saputo cambiare migliorandosi così tanto, e poi, senza di lui, molto che abbiamo di altri non ci sarebbe stato.

Pascoli: perchè pensa come penso io, perchè ebbe molti dei dolori che ho io, e parla di cose che mi affascinano, in modo sublime: cercate "per sempre" dei canti di castelvecchiio, e ditemi se, pur non essendo 1 capolavoro, non sia commovente!

Pavese: minori le capacità in poesia che in prosa forse, ma invariato il sentimento aspero d'amore, la franca isperazione, l'interesse al mondo intero, e nn solo ad un'immagine razionale-scientifica o intellettuale-letteraria di esso. e poi, comunque, un grande uomo.

Catullo: perchè mi ha insegnato che l'animo umano non cambia e non cambierà mai: ho scrito un girno una poesia che era ugfuale identica al suo carmen LI. e comunque perchè la passione si fonde perfettamente con la ricerca della perfezione stilistica.

Whitman, e i romantici: perchè esprimono con forza la gioia di vivere, o la tristezza e ilbisogno di morire, perchè sono puri e sinceri, e fano poesia perchè gli sgorga dal cuore, e cantano di quello che amano o che odiano, sempre spinti da sentimrnti umani.

Corazzini: poveretto, nessuno lo considera un poeta importante, ma a me fa impazzire, perchè quello che ha scritto l'ha scritto come se l'avessi pensato io, è incredibile, è come 1 oracolo e insieme un racconto delle res gestae, e poi è piacevole e lineare.

dovrei parlare di troppi, mi accontento di nominare solo 1: Leopardi, che mi ha rovinato 1 po la vita, ma in fine lo amo sempre con fervore.

KiRho

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-08-2003 09:54
  • clicca oer vedere il profilo di 3383
  • Cerca altri post di KiRho
  • cita questo messaggio

Nymlhyril

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Nossë Sicilia - Serracinta da PietracasaEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
13-07-2003
Località:
Settimo Milanese (Mi)
Post:
831


(Estratto "Il Canto di Tyche - Funzione della poesia" da "Odi Febee" - Fabrizio Corselli


Perigliosi son i versi,
altresì gl’eventi
nei quali un lettore naufraga
come Argonauti in terre avverse;

non un vello dall’aurea lanugine
a destar di Morfeo il dolce letargo,
non un pomo dal fuoco atlantideo
a sedurre di un’Esperide l’attenta custodia
ma dalla cesta adorna del monte Parnaso
si leva un serafico canto, ad accarezzar
delle ninfe cacciatrici, d’amor gli ambiti trofei.

Chi allor potrà di Calypso, ninfa eterna,
che di Odisseo il fato tenne lontano
dalla Itaca patria, ai venti sommessa,
e della ciclica ruota d’Issione,
arrestar della duplice Tyche l’atempore gesto?

Nessuno può, d’altronde,
come olimpio in veste mortale,
vincer di Ade l’acherontea foce,
così l’uomo che di un fior ne porta il peso,
avvince in possenti radici di vanità superba
della propria linfa una sola lacrima.

IV

Enosigeo il fato la terra scuote
fino ad inondar dei mortali
il proprio senno… ma,

alata e stanca
una livrea si posa
sul viso di Eros adorno,
e di Ramnusia la rabbia acquieta,
poiché simile per dispetto
lo strale, in egual modo i cuori infrange,
la carena così tonando di codesta nave
al lato sinistro
la cui meta l’approdo non conobbe per sorte contraria.

Allor cede il passo al fianco destro
colei che sulla piega del manto la sentenza sputa
mentre, impervia la libra,
i timoni sgancia sul piatto opposto.

Salva è adesso la nave come dell’uomo la sua ragione,
versando allo scoglio la piangente polena,
finché dell’intera flotta, dall’aurea tinta obliata,
non rimembri Giasone la via del ritorno.






“L’emozione senza lo spirito è come una spada senza il braccio che la comanda” (detto di un Alkhavyr della Terra)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-08-2003 12:43
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.058474 - Query: 0.007068 Elaborazione 0.034075 Print 0.001419 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000959 © Eldalië.it