Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Elfi e Nani: contrasto tradizionale o simbolico?
Pagina 1 di 4. Vai a pagina 1 2 3 4
AutorePost
Pagina 1 di 4. Vai a pagina 1 2 3 4

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Elfi e Nani: contrasto tradizionale o simbolico?
Gli Elfi e i Nani: due razze, per tradizione, in perenne contrasto; a ben pensarci, questo contrasto non è solo "letterario", ma si nota in molti campi, se non in tutti. Gli Elfi sono alti, i Nani bassi; gli Elfi raffinati, i Nani rozzi; gli Elfi vivono a contatto con i boschi, cacciando e divertendosi, i Nani vivono a contatto con la terra, scavando e lavorando metalli (arte in cui, tradizionalmente, sono superiori anche agli Elfi); Gli Elfi sono soliti bere vini raffinati, i Nani birra, molte volte corposa; gli Elfi a volte pensano in maniera complessa, i Nani in modo piú semplice (sebbene il risultato sia, in entrambi i casi, valido); gli Elfi hanno molta etichetta, i Nani sono piú "compagnoni"; Gli Elfi sono, solitamente, governati da un Consiglio, oppure da un Re e da un Consiglio, o, ancora, da un Re, ma che segue i consigli del popolo; i Nani hanno, solitamente, un Re affiancato da un gruppo di Nobili; gli Elfi sono meno dediti al commercio dei Nani, e piú chiusi, sia mentalmente sia socialmente, verso i non Elfi; soventemente sono anche contrari all'ingresso di non Elfi nelle loro città; gli Elfi sono piú "puristi" della razza, arrivando a disprezzare razze (vedi i Mezzelfi) laddove i Nani le accetterebbero; gli Elfi sono, tradizionalmente, i Primi Nati, i piú potenti, quasi la razza eletta, superiore alle altre; i Nani sono quelli che vengono dopo, una razza a volte bistrattata per la loro mentalità rozza e schietta; gli Elfi possono eccellere in battaglia, ma anche qui sono piú raffinati dei Nani, razza che è, sempre tradizionalmente, molto piú battagliera e abituata alla lotta; gli Elfi, nonostante tutto, sono spesso in declino, molto piú dei Nani. Gli Elfi sono piú "astratti", politici, i Nani molto piú pratici e schietti.
È, quindi, un contrasto non solo "storico", ma che si estende a ogni aspetto delle razze, sia esso storico, fisico, sociale, culturale, tradizionale, economico o politico. A seguito di questo ragionamento, mi sono chiesto se dietro questo astio storico presente tra le due razze, probabilmente riscontrabile in ogni fonte e cultura che le abbia, non possa nascondersi un simbolo, rappresentante qualcosa di piú del mero portare due nuove razze nel genere fantastico. Un'idea che mi è venuta è che possa rapresentare il contrasto mondo nobile - mondo contadino; le caratteristiche proprie si riscontrano: da una parte una mentalità raffinata, volta alla caccia, che ammette solo pari (altri nobili, il Consiglio) e, al massimo, un unico superioriore (il Re), volta al divertimento e all'etichetta, una classe alta gerarchicamente e socialmente (fatto che potrebbe rispecchiarsi nell'altezza), che possiede molte ricchezze, ma che non disprezza averne altre, molto spesso piena di sé, convinta di essere superiore, anche se, molte volte, è in decadenza (piú delle altre classi), meno esposta, sia nella vita, sia sul campo di battaglia, alla lotta; dall'altra una mentalità semplice, compagnona, che ammette (e, a volte, subisce) una pluralità di superiori, volta al lavoro e tradizionalmente rozza, una classe bassa gerarchicamente, vicina alla terra, alla continua, e spesso smodata, ricerca di ricchezze; abituata a lottare, sia nella vita sia sul campo di battaglia, a essere sempre in prima linea. I nobili avevano la disponibilità di cibi e bevande raffinate (i vini elfici), i contadini dovevano accontentarsi di cose meno raffinate, ma il piú sostanziose possibili (la birra nanica). I nobili possono essere colti, ma non hanno il culto per l'anziano presente nel mondo contadino (e rappresentato dal culto nanico della barba). Due classi, in definitiva, che potrebbero essere state portate in due razze, quasi a raccontare un forte disagio sociale, e non solo. Dite la vostra opinione, sia su questa ipotesi, sia formulandone altre. Ovviamente, questo anche (e soprattutto) uscendo dall'universo tolkieniano, per spaziare nella letteratura fantastica di ogni tempo e cultura.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 15:51
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Korha

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con eldar
Registrato il:
28-03-2002
Località:
Catselnovo sotto
Post:
454
Devo dire ke ti sei proprio dato da fare!
In effetti concordo con tutto quello ke hai detto perkè l'analisi ke hai fatto è davvero molto accurata, ma mi sorge il dubbio, da quello ke hai scritto, ke gli elfi non ti piacciano molto.Mi sembra infatti ke tu abbia teso a sottolineare in particolare quanto gli elfi "se la tirino" e quanto in nani siano si rozzi, ma in fondo più simpatici.
So ke questa non è proprio una risposta alla tua rikiesta, però mi piacerebbe avere lo stesso un kiarimento.
Bye bye

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 19:36
  • clicca oer vedere il profilo di 1313
  • Clicca qui per inviare una email a Korha
  • Cerca altri post di Korha
  • cita questo messaggio

Mr. Gandalf

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con gandalf
Registrato il:
03-06-2002
Località:
N/A
Post:
171
probabilmente quando avevi terminato di scrivere questo interessante messaggio ti sarà venuta una tendinite....

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 20:39
  • clicca oer vedere il profilo di 1654
  • Cerca altri post di Mr. Gandalf
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Antipatie
Korha il 16-07-2002 19:36 ha scritto:
mi sorge il dubbio, da quello ke hai scritto, ke gli elfi non ti piacciano molto.


Hanno, come i Nani, i loro pregi e difetti; se se la tirino o meno dipende molto dalla fonte che si prende in esame; addirittura, in alcuni casi sono aperti al dialogo e consci di essere una razza in declino. In quanto al piacermi, ho sottolineato quei fatti semplicemente perché cosí sono, è tradizione che gli Elfi siano piú raffinati delle altre razze, ma questo non mi porta particolari antipatie. Anche gli Elfi possono essere simpatici, ma, tradizionalmente, sono molto piú chiusi; con le razze che non risentono di questa chiusura (e variano a seconda delle fonti) possono essere anche dei grandi compagni, anche se penso che il compagno in feste che sfociano nell'ubriacarsi sia il Nano, piú raramente l'Elfo.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 21:41
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Tendiniti
Mr. Gandalf il 16-07-2002 20:39 ha scritto:
probabilmente quando avevi terminato di scrivere questo interessante messaggio ti sarà venuta una tendinite....


Nessuna tendinite, anzi

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 21:44
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Fingolfin80

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Bologna - Mindoni Elda
Registrato il:
14-07-2002
Località:
Bologna
Post:
1098
L'analisi di Mornon è molto interessante, e per quello che riguarda gli elfi mi trova completamente d'accordo. Però non vedo molto i nani come una classe contadina. Nonostante la loro innata rozzezza, anche i nani amano le cose belle (si veda ad esempio l'Archepietra de Lo Hobbit) e la loro attività principale, oltre quella estrattiva, è di tipo mercantile ed artigianale. Inoltre sono di carattere abbastanza avido, e cercano (spesso riuscendoci) di accumulare tesori e ricchezze. In questo assomigliano più alla classe borghese che a quella contadina. E la loro rozzezza diviene, in un'ottica molto Weberiana, particolarmente utile in relazione a queste loro caratteristiche perchè non concedendosi molti lussi riescono ad ammassare capitali notevoli.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 21:51
  • clicca oer vedere il profilo di 1764
  • Clicca qui per inviare una email a Fingolfin80
  • Cerca altri post di Fingolfin80
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Ricchezze e bellezza
Fingolfin80 il 16-07-2002 21:51 ha scritto:
Però non vedo molto i nani come una classe contadina. Nonostante la loro innata rozzezza, anche i nani amano le cose belle (si veda ad esempio l'Archepietra de Lo Hobbit) e la loro attività principale, oltre quella estrattiva, è di tipo mercantile ed artigianale. Inoltre sono di carattere abbastanza avido, e cercano (spesso riuscendoci) di accumulare tesori e ricchezze. In questo assomigliano più alla classe borghese che a quella contadina


Del resto, la classe borghese è dove sfocia quella contadina; magari è un misto tra le due, perché i borghesi non sono cosí vicini alla terra.
Io ho accomunato i Nani ai contadini pensando alla ricchezza come a un modo per simboleggiare il loro desiderio di una vita piú agiata, mentre l'accumulare ricchezza, oltre al desiderio di cui sopra, di avere qualcosa da spendere, alla tendenza a tenere tutto, nell'attesa che sia utile e in previsioni di tempi peggiori. I quanto all'amare le cose belle, i contadini potevano farlo; anzi, di fronte alle cose belle erano probabilmente ancora piú affascinati dei nobili, perché non erano abituati.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 23:44
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Un'aggiunta
Aggiungo solo una cosa; spero che si inserisca al piú presto la possibilità di modificare i messaggi

Inoltre, oltre a quanto sopra detto, i borghesi non erano rozzi (la tua idea è interessante, ma penso che ci si dovrebbe riferire all'avarizia dei Nani, che si affianca al loro essere rozzi), anzi, nella maggior parte dei casi cercavano di essere molto raffinati, e non trovo riscontro in alcune delle cose che ho detto; i borghesi non avevano il culto dell'anziano, anzi: imparavano tutto il possibile, ma erano sempre pronti a "relegarlo" per prenderne il posto. E, per quelli che non facevano cosí, penso che l'anziano ricoprisse comunque una posizione di minor importanza, rispetto al mondo contadino, importanza che, come ho detto, si potrebbe riscontrare nel culto quasi ossessivo che hanno i Nani per le loro barbe. In quanto ai cibi raffinati, anche i borghesi non scherzavano.
Non so, ma non mi convince del tutto, ci sono delle cose che non mi quadrerebbero; mi sembra che si presentino piú differenze rispetto ai borghesi, piuttosto che rispetto ai contadini

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-07-2002 23:56
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Ithil

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Registrato il:
28-05-2002
Località:
Tarvisio
Post:
290
Cosa posso aggiungere???
secondo me, quello che hai detto mornon, è giusto...ma secondo me la classe contadina è sicuramente rappresentata dagli Hobbit, molto, ma molto più simpatici dei nani, che con il loro carattere burbero e la loro avidità, per me rientrano nella borghesia.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 00:04
  • clicca oer vedere il profilo di 759
  • Clicca qui per inviare una email a Ithil
  • Cerca altri post di Ithil
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Hobbit
Ithil il 17-07-2002 00:04 ha scritto:
secondo me, quello che hai detto mornon, è giusto...ma secondo me la classe contadina è sicuramente rappresentata dagli Hobbit, molto, ma molto più simpatici dei nani, che con il loro carattere burbero e la loro avidità, per me rientrano nella borghesia.


Attenzione, io ho scritto apposta "questo anche (e soprattutto) uscendo dall'universo tolkieniano, per spaziare nella letteratura fantastica di ogni tempo e cultura"; gli Hobbit non contano, perché sono solo, appunto, nell'universo di Tolkien. Riguardo ai Nani/borghesi, ho già detto i motivi per cui non lo vedo molto (non necessariamente in Tolkien, ma nella mitologia in generale); li vedo piú vicini al mondo contadino (vedi precedenti due messaggi), anche se forse sono un misto tra i due, magari contadini influenzati dalla nascente borghesia. Consideriamo sempre che, come ipotetici simboli, non possono rispecchiare tutto, ma devono avere caratteristiche che li rendano razza, quindi magari discordanti da ciò che simboleggiano. Io ho pensato ai contadini perché 1) li vedo piú vicini e 2) sono la classe (schiavi esclusi) forse piú lontana dalla nobiltà, con le caratteristiche "opposte" che ho elencato in apertura, caratteristiche che penso abbiano meno riscontro nella borghesia.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 00:13
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Ithil

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Registrato il:
28-05-2002
Località:
Tarvisio
Post:
290
.........
ok...ok...mi arrendo

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 00:36
  • clicca oer vedere il profilo di 759
  • Clicca qui per inviare una email a Ithil
  • Cerca altri post di Ithil
  • cita questo messaggio

Laurelin

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Registrato il:
25-02-2002
Località:
Roma
Post:
711
Elfi, Nani e simboli
In realtà, riflettendo su Nani ed Elfi del mondo di Tolkien (ma anche di altri), miera venuto in mente che potessero rappresentare, inconsciamente, più che due classi sociali, due predisposizioni dell'animo umano.
Gli Elfi rappresentano la spiritualità nei suoi aspetti artistici ed estetici: amano canti e musica, e pur creando armi, strumenti e oggetti utili altrettanto (se non superiori) belli di quelli dei Nani, tuttavia essi cercano sempre di immettervi una valore estetico; devono essere belli da guardare, insomma, ancora prima di essere utili. I Nani sono capaci di creare oggetti splendidi (si pensi solo alla Nauglamir), ma un'ascia deve essere prima di tutto tagliente, poi casomai sarà ornata con fregi e rune. Per gli Elfi le due cose sono strettamente legate: un oggetto brutto sarà anche inutile.
Gli Elfi rappresentano essenzialmente l'amore per la bellezza, sia artificiale che naturale, e il desiderio di accrescere la bellezza del mondo tramite il proprio lavoro. Non sono commercianti (se non il necessario per procurarsi ciò che non sono in grado di produrre da soli) perché non cercano di accumulare ricchezze.
I Nani rappresentano l'amore per il lavoro ben fatto, per le "cose" create da loro. A parte l'ammirazione di Gimli per le Caverne Scintillanti, non si registra il caso di Nani che ammirino alberi, o paesaggi, o altre bellezze naturali. La bellezza ammirata dai Nani è l'opera delle loro mani (quando sono a Minas Tirith, Gimli nota che le opere in pietra avrebbero bisogno di essere migliorate, mentre Legolas nota che mancano giardini e cose vive). Essi sono concreti e "materiali", fanno musica, ma non sono avidi di canzoni e poesie come possono esserlo gli Elfi. Hanno i piedi ben saldi a terra, e di rado si perdono in sogni nostalgici; apprezzano la ricchezza e talvolta ne sono avidi.
Se gli ELfi rappresentano l'Arte, i Nani rappresentano l'artigianato, o, se vogliamo, la Tecnica. Non è un caso che i più "tecnologici" tra gli Elfi, gli Elfi-fabbri di Eregion, siano stati così intimi con i Nani di Moria. L'Arte tende a contemplare il mondo e creare bellezza, la Tecnica tende a dominare il mondo e creare utilità. In entrambe le predisposizioni è insito un pericolo: nell'Arte quello dell'inerzia, del ripiegamento su se stessi e del conservatorismo; nella Tecnica quello dell'efficientismo, del materialismo e della superbia.

Non so se gli Elfi possano essere considerati altezzosi. Non conosco le altre mitologie al riguardo, ma quelli di Tokien non mi sembrano sempre così, dipende molto dalle caratteristiche individuali: Thingol sdegna Beren, ma accoglie Turin come un figlio; Turin stesso suscita invidia e disprezzo in ? (porc, non mi ricordo mai come si chiama quell'elfo), e amore e amicizia in Beleg; Thranduil è sospettoso e sprezzante verso i Nani (ma non dimentichiamo che vive a Bosco Atro, un regno costantemente minacciato da esseri oscuri), mentre Galadriel addirittura parla la loro lingua in presenza di Gimli (d'altra parte proprio poco prima Celeborn aveva ceduto all'antico astio elfico per i Nani). Mi sembra che siano proprio i Nani a essere più isolazionisti, sia nei confronti degli Elfi che nei confronti degli Uomini; orgogliosi, sospettosi ep iuttosto sprezzanti (basta vedere il comportamento di Thorin verso Bilbo), tendono a "badare ai propri affari" senza impicciarsi troppo di quelli altrui, e se non fosse stato per la velata minaccia del Cavaliere Nero a Dain, dubito che si sarebbero mossi per aiutare gli altri popoli nella lotta contro Sauron. Oddio, non che gli elfi fossero molto migliori: anche loro tendevano a badare ai propri affari, e addirittura scappavano dalla Terra di mezzo, ma qualche saggio più sensibile al problema (vedi Elrond) tra loro c'era. Ma forse è significativo che, nonostante tutto, Elrond sia un Mezzelfo, e non un vero Elfo...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 10:17
  • clicca oer vedere il profilo di 1024
  • Clicca qui per inviare una email a Laurelin
  • Cerca altri post di Laurelin
  • cita questo messaggio

Araton

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Eldalie Umbria - Eregion
Registrato il:
13-02-2002
Località:
N/A
Post:
223
scusate il ritardo
Inizio con il chiedere scusa per il lungo silenzio ma la lettura dei vostri post non è stata così vacante.
In riferimento a questo tread:
Tolkien anche se ha inventato un nuovo mondo è sempre legato alla realtà e quindi una più o meno velata trasposizione di questa non poteva mancare. Nella fattispecie le razze della Terra di Mezzo rispecchiano i valori umani, con un occhio alle esperienze personali. Non posso immaginare che il fatto che il male "venga" solo da Est e Sud, mentre il Nord e l'Ovest siano il "bene", non sia frutto dell'eperienza cattolica e sudafricana di Tolkien. Per questo elfi, nani, uomini e orchetti sono molto probabilmente immagini della società in cui viveva Tolkien o addirittura in cui avrebbe voluto vivere. Sono infatti convinto che Tolkien ritenesse gli Elfi come Poeti e Artisti, anima del mondo ma costantemente tristi perchè il mondo non è così aulico come vorrebbero. Costretti forse a lasciare il mondo perchè la macchina del progresso mette in sordina le loro opere. Tolkien ha fatto di tutto per pubblicare le sue poesie, fino a crearci intorno un mondo a se! I nani sono le persone pragmatiche che vedono le cose solo alla luce della loro utilità e che amano i beni che possono "oggi" soddisfare il loro bisogni. Hanno bisogno di dimore che resistano e sicurezze contro un mondo che non regala nulla. Gli Elfi "amano" delle altre razze solo quelli che scendono a patto con loro, che li ascoltano, che parlano la loro lingua e in questo i nani gli assomigliano, solo che i primi parlano in versi gli altri in prosa schietta. Forse la benevolenza degli Elfi nei confronti degli hobbit è dovuta più alla disponibilità di questi che in una stima verso i mezz'uomini. Nell'opera di Tolkien c'è molto classismo a mio umile parere ma non solo di tipo economico-sociale, ma anche sulla presunta levatura morale. Gli artisti-"santi"-elfi, gli operai-"gretti"-nani, i soldati-eroi o meschini-uomini e i contadini-semplici/sempliciotti-hobbit. Forse non ho reso bene il mio pensiero ma datemi un pò di tempo per recuperare

Ramax

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 13:23
  • clicca oer vedere il profilo di 939
  • Clicca qui per inviare una email a Araton
  • Cerca altri post di Araton
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Arte e artigianato
Laurelin il 17-07-2002 10:17 ha scritto:
In realtà, riflettendo su Nani ed Elfi del mondo di Tolkien (ma anche di altri), miera venuto in mente che potessero rappresentare, inconsciamente, più che due classi sociali, due predisposizioni dell'animo umano.


Può essere


I Nani sono capaci di creare oggetti splendidi (si pensi solo alla Nauglamir), ma un'ascia deve essere prima di tutto tagliente, poi casomai sarà ornata con fregi e rune.


Questo però vale solo (e non sempre) per le armi; i Nani cercano sempre di rendere splendidi i loro oggetti.


Non sono commercianti (se non il necessario per procurarsi ciò che non sono in grado di produrre da soli) perché non cercano di accumulare ricchezze.


Questo dipende dall'ambientazione presa in considerazione.


I Nani rappresentano l'amore per il lavoro ben fatto, per le "cose" create da loro. A parte l'ammirazione di Gimli per le Caverne Scintillanti, non si registra il caso di Nani che ammirino alberi, o paesaggi, o altre bellezze naturali. La bellezza ammirata dai Nani è l'opera delle loro mani


Idem come sopra; molto spesso i Nani amano la montagna e la pietra, non solamente in quanto portatrice di ricchezze, ma come elemento in sé, come gli Elfi amano i boschi.


Essi sono concreti e "materiali", fanno musica, ma non sono avidi di canzoni e poesie come possono esserlo gli Elfi. Hanno i piedi ben saldi a terra, e di rado si perdono in sogni nostalgici; apprezzano la ricchezza e talvolta ne sono avidi.


Questo sí


Se gli ELfi rappresentano l'Arte, i Nani rappresentano l'artigianato, o, se vogliamo, la Tecnica.


Piú che altro, direi che gli Elfi possono rappresentare l'artigianato applicato all'arte, i Nani l'arte applicata all'artigianato.


Non so se gli Elfi possano essere considerati altezzosi. Non conosco le altre mitologie al riguardo, ma quelli di Tokien non mi sembrano sempre così


In Tolkien dipende molto dal singolo, non pare neanche a me che sia una caratteristica di razza


Mi sembra che siano proprio i Nani a essere più isolazionisti, sia nei confronti degli Elfi che nei confronti degli Uomini;


Anche qui dipende dall'ambientazione ; in ogni caso, gli Elfi sono isolazionisti rispetto a molte piú razze dei Nani, solitamente.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 14:28
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Fuori da Tolkien
Ramax il 17-07-2002 13:23 ha scritto:
Tolkien anche se ha inventato un nuovo mondo è sempre legato alla realtà e quindi una più o meno velata trasposizione di questa non poteva mancare.


La discussione parte dall'idea principale di uscire dall'universo tolkieniano, per considerare la mitologia generale

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 14:30
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Laurelin

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Registrato il:
25-02-2002
Località:
Roma
Post:
711
Classismo??
Ramax il 17-07-2002 13:23 ha scritto:

Non posso immaginare che il fatto che il male "venga" solo da Est e Sud, mentre il Nord e l'Ovest siano il "bene", non sia frutto dell'eperienza cattolica e sudafricana di Tolkien.


Secondo me sei fuori strada. Il male non viene solo da Est e da Sud. Nei tempi antichi le fortezze del Male, cioè di Morgoth (Utumno, Angband), si trovano proprio a Nord (come d'altra parte era tradizione anche norrena, con i suoi Giganti del Gelo; a proposito, qualcuno si ricorda come si chiamava il loro regno?). Dopo la sconfitta di Morgoth, Sauron si stabilisce a Est, ma solo perché in questo modo era il più lontano possibile dai Valar; dopo la caduta di Numenor, ritorna a Barad Dur, ma il suo luogotenente, il Re Stregone o Capo degli Spettri dell'Anello, si reca proprio a Nord, ad Angmar, per contrastare il Regno di Arnor (mentre lui si occupava di Gondor, che, guarda caso, si trova proprio a Sud). Tolkien stesso rifiutò questa interpretazione: "Per me il "nord" non riveste alcun carattere particolarmente sacro" disse in una lettera; e ancora: "La restaurazione del Regno di Gondor è quanto di più vicino alla restaurazione di un Sacro Romano Impero con sede a Roma un nordico possa immaginare"; oltretutto Minas Tirith doveva trovarsi "all'incirca alla stessa latitudine di Firenze", quindi non mi sembra poi così "nordica". E, a proposito, da dove ricavi l'idea che il cattolicesimo veda nel sud e nell'est l'origine dei mali (visto e considerato che si tratta di una religione di origine sudorientale)?

Nell'opera di Tolkien c'è molto classismo a mio umile parere ma non solo di tipo economico-sociale, ma anche sulla presunta levatura morale. Gli artisti-"santi"-elfi, gli operai-"gretti"-nani, i soldati-eroi o meschini-uomini e i contadini-semplici/sempliciotti-hobbit.


In realtà questo è un errore che si tende a fare. Anche io, alla prima lettura, ho avuto l'impressione che gli Elfi fossero i "perfetti", i "buoni" per antonomasia. Poi, rileggendo (e soprattutto leggendo il Silmarillion), mi sono resa conto che così non è; Tolkien stesso lo sottolinea: "Ma gli Elfi non erano completamente buoni o nel giusto. Non solo perché avevano amoreggiato con Sauron. Ma perché, con o senza il suo aiuto, erano degli "imbalsamatori". Volevano la botte piena e la moglie ubriaca: restare nella Terra di Mezzo perché ormai ci si erano affezionati (e anche perché lì avevano tutti i vantaggi dell'essere una casta superiore), e allo stesso tempo essere pieni di rimpianto nostalgico". Tutti i popoli della Terra di Mezzo presentano due facce: una positiva e una negativa.
- Gli Elfi, gli "artisti", sono i creatori della bellezza, è vero, ma questo loro stesso potere "subcreativo" li espone da un lato alla hybris di voler diventare "creatori" a loro volta, cioè servirsi dei propri poteri per modificare il mondo a loro piacimento (non per niente fabbricano degli Anelli di Potere, e Galadriel è fortemente tentata di prendere l'Unico), dall'altro alla "stanchezza" (analoga allo spleen baudelairiano), al rimpianto nostalgico, il ripiegamento sul passato, che sono la negazione del progetto di Iluvatar, che vuole che il mondo cresca e si sviluppi.
- I Nani sono gretti (a volte) e materialisti, ma la loro concretezza è necessaria per compensare la tendenza, per così dire, "volatile" degli Elfi. POssono rinchiudersi nel loro mondo, ma una volta usciti sono compagni affidabili più di molti altri; il loro lato positivo è l'amore per il lavoro, la tenacia, la pazienza, il coraggio che non si arrende mai; il loro lato negativo l'orgoglio, la suscettibilità, la possessività che deriva direttamente (come a suo tempo fu per Feanor, però, non dimentichiamolo: è sempre frutto della cretività) dall'amore per l'opera delle proprie mani (cosa in sè positiva).
- Gli Hobbit, che tanto spesso molti tendono a vedere in modo idilliaco, presentano gli stessi pericoli degli Elfi, ad un livello più basso; Tolkien disse: "Sam può rivelarsi molto pesante. Presenta in massimo grado quelle che sono le caratteristiche Hobbit: una grettezza, una chiusura mentale che è orgogliosa di se stessa". Gli Hobbit non sono tutti sempliciotti: Frodo non è esattamente un sempliciotto, e nemmeno Bilbo; Merry e Pipino, poco più che ragazzi spensierati all'inizio del viaggio, acquistano in seguito una profondità che nemmeno loro pensavano di avere. Gli Hobbit sono "piccoli" in senso evangelico (o anche biblico: "Non si insuperbisce il mio cuore, Mio Dio. Non vado in cerca di grandi cose. Io riposo come un bimbo svezzato sul cuore della madre..."), ma questa stessa piccolezza può rivolgersi contro di loro e trasformarsi in ristrettezza di vedute. Non sono stupidi, semplicemente sono chiusi nel loro piccolo mondo, e tendono a rimanervi (esattamente come gli Elfi hanno fatto nei loro "regni incantati" di Gran Burrone e Lothlorien). Ma Tolkien mostra, sia agli uni che agli altri, che non si può restare chiusi nel proprio mondo, perché alla fine sarà il mondo a venire a cercarci e a chiederci di prendere posizione (come dice Gildor: "Potete chiudervi in un recinto, ma non potete impedire per sempre al mondo di penetrarvi").
Quindi non mi sembra affatto che Tolkien sia razzista o classista (anche se la rappresentazione degli Esterling e dei Sudroni è effettivamente abbastanza schematica; tuttavia c'è da notare che essi non vengono sterminati come gli Orchetti: in essi viene riconosciuto l'essere umano, sia pure nemico. Niente vieta di immaginare che in futuro, sopiti i rancori, con loro possano venir stabilite alleanze o accordi): nessun popolo della Terra di Mezzo è "perfetto", un "modello" da imitare in tutto e per tutto. Né d'altra parte Tolkein è conservatore: il suo è un mondo in mutamento; anche se "molte cose belle finiranno per scomparire", questo è nell'ordine naturale delle cose. Volerlo impedire, tramite gli Anelli degli Elfi, è una forma di ribellione al progetto di Iluvatar.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-07-2002 14:44
  • clicca oer vedere il profilo di 1024
  • Clicca qui per inviare una email a Laurelin
  • Cerca altri post di Laurelin
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.036437 - Query: 0.005869 Elaborazione 0.025921 Print 0.001546 Emoticons/Tengwar/Quote 0.002459 © Eldalië.it