Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Quando le proprie idee vengono rifiuatate (in difesa di Vikerness)
Pagina 8 di 16. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
AutorePost
Pagina 8 di 16. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16

artemis valnàr

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con angband
Registrato il:
18-07-2003
Località:
cormòns
Post:
416
Mi dispiace, ma non sono stato capito...

Io intendevo questo: uscendo dal fatto del male ecc... Ci sono i religiosi che praticano in tutto e per tutto i dettami del culto, e quelli che, per vari motivi, ne condividono le idee (i cosidetti "non praticanti")... Esternandosi da quali sono questi dettami, io intendevo questo

Ad Ainwen dico, io non sono una via di mezzo, sono convinto ma non pratico certi riti, capito?


In The Shadow Of The Horn!
Only seen by the Kings
Of the dawn (of the) First Millennium
Upon the Thrones!

Darkthrone, In The Shadow Of The Horn

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-01-2004 14:48
  • clicca oer vedere il profilo di 3524
  • Clicca qui per inviare una email a artemis valnàr
  • Cerca altri post di artemis valnàr
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
artemis valnàr il 04-01-2004 14:48 ha scritto:
Ci sono i religiosi che praticano in tutto e per tutto i dettami del culto, e quelli che, per vari motivi, ne condividono le idee (i cosidetti "non praticanti")


Che, comunque, condividono le idee del culto; e, quando queste idee sono "male" o portano verso di esso, vale quanto detto negli scorsi messaggi...

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-01-2004 15:34
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Ainwen

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Registrato il:
15-11-2003
Località:
Monopoli
Post:
299
Finduilas ha scritto:Bè l'antico testamento non è propriamente un esempio di fratellanza tra i popoli...vedi l'episodio in cui tutti i primogeniti egiziani vengono uccisi da dio



Mornon non sarebbe potuto essere piu' preciso!!!
Nel Nuovo Testamento Gesu' è venuto per trasformare e migliorare ciò che era nel vecchio... è stato detto: occhio per occhio, dente per dente, ma io ora vi dico porgete l'altra guancia! Questo è un esempio!


Artemis Valnàr ha scritto:Ad Ainwen dico, io non sono una via di mezzo, sono convinto ma non pratico certi riti, capito?



Ho capito.... ma ciò che ha detto Mornon?

Che, comunque, condividono le idee del culto; e, quando queste idee sono "male" o portano verso di esso, vale quanto detto negli scorsi messaggi...



Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei piu' segreti pensieri? (Shakespeare)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-01-2004 18:23
  • clicca oer vedere il profilo di 3920
  • Cerca altri post di Ainwen
  • cita questo messaggio

nauredhriw

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_cirdan
Registrato il:
21-12-2003
Località:
Pozzolo Formigaro
Post:
244
Ainwen il 03-01-2004 11:10 ha scritto:
Nauredhriw ha scritto:Sia il Cristianesimo che il Satanismo sono religioni troppo egoistiche e compromesse col potere per incontrare la mia simpatia. Via da me, Dio geloso, non mi servi!Non che io creda veramente in Artemide, Atena, Zeus e compagni, non sono fuori di testa (almeno, non così tanto, )... beh, io sarei una di quelle persone vuote, ma vuote, che hanno deciso di compiere il loro cammino nel mondo senza un aiuto dall'alto (o dal basso )

nauredhriw


Non si può effettuare un paragone tra Cristianesimo e satanismo!

Il Cristianesimo non è una religione " egoista" come tu pensi, bensì incentrata sull'altruismo e la generosità!

Come puoi allontanare da te un Dio che ti ama immensamente così come sei e che dentro di sè non può provare gelosia?

Come ho scritto nei precedenti post, Dio ti lascia libero di fare quello che vuoi, nulla t'impone, non è possesivo o geloso; ti indica solo quale sarebbe la strada che Gli piacerebbe tu seguissi, ma, se non lo facessi, t'amerebbe ugualmente!









Qui bisogna che tu capisca cosa io intendo per egoismo e egoista Per me egoismo indica tutto ciò che ha a che vedere con l'affermazione di un individuo in contrapposizione ad altri, tutto ciò che porta a vedere i rapporti interpersonali in termini di diritti e doveri tra singole individualità, di morale, dunque di potere. In questo cristianesimo e satanismo non sono così dissimili come può sembrare a prima vista. Il cristianesimo come il satanismo mette il bene e il male al di sopra della vita, il significato morale dell'azione al di sopra dell'azione stessa: in effetti, per un cristiano (non so come veda questo aspetto un satanista) ogni azione che si fa in questa vita non è altro che una cambiale da presentare nella vita futura, così come, su un piano più generale, tutta la storia non è che il prologo del Regno dei Cieli che s'instaurerà dopo il Giudizio Universale, secondo la visione dell'Apocalisse :non dimentichiamo che anche questo libro, ebraico fino al midollo, fa parte del Nuovo Testamento, e controbilancia i molti begli insegnamenti che il Vangelo ospita, prima di tutto quell' "ama il prossimo tuo come te stesso" ch'è un duro colpo per l'egoismo. Ma anche qui, il Buddhismo ad esempio è andato ben oltre: se per il cristiano c'è la Carità, per il Buddhista c'è la Compassione, valore ben più alto e ben più distruttivo dell'egoismo e dunque del potere.


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 13:58
  • clicca oer vedere il profilo di 4011
  • Clicca qui per inviare una email a nauredhriw
  • Cerca altri post di nauredhriw
  • cita questo messaggio

nauredhriw

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_cirdan
Registrato il:
21-12-2003
Località:
Pozzolo Formigaro
Post:
244
Mornon il 04-01-2004 13:00 ha scritto:
finduilas il 04-01-2004 12:56 ha scritto:
..non ho ben caito.... ...in altre parole?



Non c'è scritto da nessuna parte, nella Bibbia, "Tortura chi pensi infedele e poi sbattilo sul rogo", a quanto ne so, quindi cose come l'Inquisizione derivano da un travisamento dei dettami del culto; nel caso di culti volti al male, cose simili - che siano azione o pensiero - derivano invece dalla diretta applicazione di tali dettami.



Giosué 6, 17: La città (Gerico) con quanto vi è in essa sarà votata allo sterminio per il Signore; soltanto Raab, la prostituta vivrà e chiunque è con lei nella casa, perché ha nascosto i messaggeri che noi avevamo inviati

Giosuè 6, 26: Maledetto davanti al Signore l'uomo che si alzerà e ricostruirà questa città di Gerico! Sul suo primogenito ne getterà le fondamenta e sul figlio minore ne erigerà le porte!

Questa sì è oratoria! (è sempre Giosuè che parla, ma oracolo diretto di Dio) Altro che Mandos

Non basta?

Numeri 14, 26: Il Signore disse ancora a Mosè e ad Aronne: "Fino a quando sopporterò io questa comunità malvagia che mormora contro di me? (...) I vostri cadaveri cadranno in questo deserto. (...) I vostri figli saranno nomadi nel deserto per quarant'anni e porteranno il peso delle vostre infedeltà, finchè i vostri cadaveri siano tutti quanti nel deserto. (...) Io, il Signore, ho parlato. Così agirò co0n tutta questa comunità malvagia che si è riunita contro di me: in questo deserto saranno annientati e qui moriranno"

Numeri 31, 19: Mosè disse loro. "Avete lasciato in vita tutte le femmine? Proprio loro (...) hanno insegnato agli Israeliti l'infedeltà verso il Signore, nella faccenda di Peor (cioè, avevano spinto molti di loro ad adorare il dio dei Madianiti Baal Peor). Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e ogni donna che si è unita con uomo; ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita con voi"

E qui scusate, proprio non reggo più, e lancio una bella maledizione alla memoria di Mosè, questo archetipo della razza sacerdotale più bieca e crudele, quest'uomo innamorato di se stesso e del potere a tal punto da crearsi un Dio ipostasi del suo ego già smisurato, questo schiavo invidioso e intollerante che liberò il suo popolo da un potere tirannico solo per farsi esso stesso capostitpite di una nuova e più terribile specie di tirannia, quella della morale teologica. Sia maledetto il suo nome per sempre, e piangano gli uomini e le donne rammentando il giorno della sua nascita!

(Ho ben assimilato lo stile biblico? )

Quest'uomo farebbe scuola al satanista più efferato, ma almeno il satanista non verrebbe a scusare il suo operato con giustificazioni pseudomorali, se non quella (che per me è già sbagliata, beninteso...) della liberazione dell'individuo, della trasgressione alle regole costiuite ecc. ecc.

E adesso non mi venite più a cianciare della lettera biblica e della sua interpretazione: carta canta

OK, il Nuovo Testamento (mi sto calmando ) vuole essere proprio un superamento di tutto questo, ma è ancora troppo morale, nel senso che ho cercato di spiegare in un altro post, risente ancora troppo di questo clima, quindi facilmente da adito a quelle aberrazioni che tutti conosciamo, come la terribile Inquisizione :eeh: Aberrazioni da cui il Buddhismo invece è sempre stato immune, anche se Buddhisti perseguitati come lo furono i cristiani ce ne sono stati e ce ne sono tuttora. Il Buddhismo parla di Amore e Odio, di Fedeltà o Infedeltà, di Premi e Castighi, di Speranza e Disillusione, altrettanti capisaldi dell'etica cristiana, solo come trappole del Grande Costruttore, il Desiderio, l'artefice dell'Io, del potere, del male. Ma non si sogna di salvare le anime preda di queste trappole con i roghi, ma solo tramite la costante educazione all'Ottuplice Sentiero della Liberazione: ed è consapevole che il cammino è difficile e può fallire: tempo ce n'è, infinita è la catena della reincarnazione, nessun giudizio ci pressa, ci costringe ad essere perfetti.

Che cosa ci dice invece il Cristianesimo? Che questo mondo è un carcere, che la fratellanza può esistere solo tra le anime, che quella tra i corpi è un ostacolo alla prima e va pertanto fuggita e condannata come la peste, ecc. ecc. Certo anche il Buddhismo elogia la castità, ma vi sfido a trovarvi un concetto che assomigli anche lontanamente a quelli di peccato, colpa, castigo, pentimento, che avvelenano la vita del cristiano dalla nascita alla morte, che a questo punto - proprio come i suoi demoniaci sacerdoti propugnano - arriva davvero come una gioia e una liberazione.

Miei cari cristiani, dunque, mentre scuserete lo sproloquio e le intemperanze di uno che da quei concetti è stato anche troppo assillato , riflettete prima di considerarvi tanto diversi dai satanisti vostri avversari: il figlio assomiglia sempre un poco al padre.

nauredhriw

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 14:56
  • clicca oer vedere il profilo di 4011
  • Clicca qui per inviare una email a nauredhriw
  • Cerca altri post di nauredhriw
  • cita questo messaggio

Griphis

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
29-10-2003
Località:
N/A
Post:
275
nauredhriw il 05-01-2004 13:58 ha scritto:
Il cristianesimo come il satanismo mette il bene e il male al di sopra della vita, il significato morale dell'azione al di sopra dell'azione stessa

Questo non è vero...almeno non per me...l'azione di per se non è sciolta dal principio morale che la detta, ma ne è una diretta conseguenza...nel momento in cui agisci non c'è una premeditazione che vuole essere consona a un principio morale aprioristicamente posto, ma lo stesso è insito nella persona e quindi nell 'azione medesima...

per un cristiano (non so come veda questo aspetto un satanista) ogni azione che si fa in questa vita non è altro che una cambiale da presentare nella vita futura

Un cristiano non segue un determinato principio etico solo in vista di un eventuale giudizio futuro, non vive la sua vita moralmente retta per una paura, ma è realmente convinto della bontà di tali precetti in questa vita…è pur vero che molti vedono la loro esistenza come una preparazione al passaggio nel regno dei cieli, ma in genere le azioni caritatevoli non sono una conseguenza dell’ angoscia di una preclusione alla vita ultraterrena…insomma non è il cristianesimo che impone certi precetti morali, ma la convinzione in quelli che fa di te un buon cristiano…


"Fra mille amici…e ancor più nemici...soltanto tu mi hai fatto dimenticare il mio sogno…li consacro"

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 15:57
  • clicca oer vedere il profilo di 3868
  • Cerca altri post di Griphis
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4150
Parole vane, le tue, nauredhriw. Non puoi accanirti contro i cristiani di oggi imputando loro le colpe di una tribù del vicino oriente di quattromila anni fa e quelle dell'alto clero dei secoli passati - sfido chiunque a sostenere che le opinioni correnti di allora siano lontanamente paragonabili alle odierne. E se fra tutti coloro che seppellisci di citazioni ce ne fosse anche uno solo per cui i valori fondanti di carità e amore sono l'unica cosa importante, a fronte del disprezzo della diversità? Invochi illuminazione in luogo della fede cieca e integralista? Benissimo, anzi ottimo; però comincia tu per primo a non colpire a casaccio...



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 16:06
  • cita questo messaggio

nauredhriw

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_cirdan
Registrato il:
21-12-2003
Località:
Pozzolo Formigaro
Post:
244
Gianluca Comastri il 05-01-2004 16:06 ha scritto:
Parole vane, le tue, nauredhriw. Non puoi accanirti contro i cristiani di oggi imputando loro le colpe di una tribù del vicino oriente di quattromila anni fa e quelle dell'alto clero dei secoli passati - sfido chiunque a sostenere che le opinioni correnti di allora siano lontanamente paragonabili alle odierne. E se fra tutti coloro che seppellisci di citazioni ce ne fosse anche uno solo per cui i valori fondanti di carità e amore sono l'unica cosa importante, a fronte del disprezzo della diversità? Invochi illuminazione in luogo della fede cieca e integralista? Benissimo, anzi ottimo; però comincia tu per primo a non colpire a casaccio...




il mio non è un attacco, Gianluca, è uno sfogo, dettatomi dalla mia (e sottolineo mia) personale esperienza del cristianesimo e dei cristiani, che non è stata certo positiva nè ispirata da parte loro ai valori di cui hai parlato (carità, amore, rispetto della diversità poi...).

Se incontrerò qualche cristiano che mi apparirà davvero ispirato a questi valori, sarò ben felice di mutare opinione su questa religione: e ho già una cara amica che in parte mi ha fatto ricredere, nonostante la forza del mio pregiudizio causata dall'intensità e dalla negatività della mia esperienza. Io attaccavo Mosè come simbolo e archetipo di quella che io definisco mentalità sacerdotale, e confutavo chi dice che nella Bibbia non c'è alcun passo che istighi ad uccidere in nome di Dio, non intendevo certo con ciò dire che i cristiani sono una massa di bigotti e assassini. Forse però la foga del mio discorso (foga che assolutamente non riesco a trattenere quando si tratta di questi temi) ha dato questa impressione: me ne scuso, non prendertela!

Però la stessa domanda continua ad affiorarmi alla mente: il Cristianesimo, pur così buono nei suoi fondamenti dottrinali, ha generato (e genera tuttora) aberrazioni terribili, mentre il Buddhismo non ne ha mai generate. Dovremo giudicare della superiorità della dottrina dall'enfasi con la quale certi valori sono proclamati, o dall'efficacia con cui riesce a metterli in pratica nella realtà dei fatti? Ti confesso che questa distinzione tra teoria e pratica, che tu come Artemis fate, mi sembra un po' speciosa.

Siccome voglio evitare altri equivoci (sebbene l'equivoco sia una bestia cattiva e insidiosa che balza fuori quando meno te l'aspetti ) chiarisco subito che non sono Buddhista: sono un laico confuso che ancora deve trovare la sua via nel mondo, e spera che ce la farà con le sue sole forze di uomo debole e mortale. Non posso neppure dire di essere ateo, poiché spesso mi sembra assurdo pensare al mondo senza un qualche principio primo, un legame che lo informi e lo diriga: certo però lo sono se intendi per ateo uno che non crede nel Dio di Abramo, del Cristo e dei profeti.

nauredhriw

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 17:53
  • clicca oer vedere il profilo di 4011
  • Clicca qui per inviare una email a nauredhriw
  • Cerca altri post di nauredhriw
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
nauredhriw il 05-01-2004 13:58 ha scritto:
Per me egoismo indica tutto ciò che ha a che vedere con l'affermazione di un individuo in contrapposizione ad altri, tutto ciò che porta a vedere i rapporti interpersonali in termini di diritti e doveri tra singole individualità, di morale, dunque di potere


Non necessariamente... "diritto", "dovere" e "morale" non sono necessariamente sinonimi di egoismo... se io voglio che nessuno possa venirmi davanti e uccidermi sono egoista? Direi di no, e quello si chiama "diritto alla vita"...


ogni azione che si fa in questa vita non è altro che una cambiale da presentare nella vita futura


C'è cambiale e cambiale, però... alcune non danneggiano gli altri, altre sí.
Inoltre, un credente non le segue perché "cambiali", ma perché ci crede fermamente...


nauredhriw il 05-01-2004 14:56 ha scritto:
Giosué 6, 17: La città (Gerico) con quanto vi è in essa sarà votata allo sterminio per il Signore; soltanto Raab, la prostituta vivrà e chiunque è con lei nella casa, perché ha nascosto i messaggeri che noi avevamo inviati


Comunque non si parla di infedeli...


Maledetto davanti al Signore l'uomo che si alzerà e ricostruirà questa città di Gerico! Sul suo primogenito ne getterà le fondamenta e sul figlio minore ne erigerà le porte!


Comunque non si parla di infedeli...


è sempre Giosuè che parla, ma oracolo diretto di Dio


A parte che, in teoria, può cambiare, tutto questo deriva dal Vecchio o dal Nuovo Testamento? Perché, come già detto, il Dio dei cristiani è quello del Nuovo, quello del "porgi l'altra guancia", quindi non ha senso portare esempi di un Dio che non si segue...


Numeri 14, 26: Il Signore disse ancora a Mosè e ad Aronne: "Fino a quando sopporterò io questa comunità malvagia che mormora contro di me? (...) I vostri cadaveri cadranno in questo deserto. (...) I vostri figli saranno nomadi nel deserto per quarant'anni e porteranno il peso delle vostre infedeltà, finchè i vostri cadaveri siano tutti quanti nel deserto. (...) Io, il Signore, ho parlato. Così agirò co0n tutta questa comunità malvagia che si è riunita contro di me: in questo deserto saranno annientati e qui moriranno"

Numeri 31, 19: Mosè disse loro. "Avete lasciato in vita tutte le femmine? Proprio loro (...) hanno insegnato agli Israeliti l'infedeltà verso il Signore, nella faccenda di Peor (cioè, avevano spinto molti di loro ad adorare il dio dei Madianiti Baal Peor). Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e ogni donna che si è unita con uomo; ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita con voi"


Vecchio o Nuovo? Se non erro Vecchio, quindi si ricade in quanto detto piú volte... E poi, parlava Dio o un suo fedele? Come è stato detto, l'Uomo può travisare.


Quest'uomo farebbe scuola al satanista più efferato, ma almeno il satanista non verrebbe a scusare il suo operato con giustificazioni pseudomorali, se non quella (che per me è già sbagliata, beninteso...) della liberazione dell'individuo, della trasgressione alle regole costiuite


Come sopra.


E adesso non mi venite più a cianciare della lettera biblica e della sua interpretazione


Come sopra: Vecchio o Nuovo? Fedele o Dio? Quanto da te detto è opponibile se lo dice Dio nel Nuovo Testamento, in quanto quello è il Dio che a oggi seguono i cristiani, quello del Vecchio Testamento ormai non è piú (o, meglio, da dopo il Diluvio Universale ha cambiato completamente atteggiamento). Non ha senso dire "Sí, ma millenni fa seguivano questo!", visto che no è piú cosí da una vita, e che oggi ma non solo) il cristianesimo è altro...


il Nuovo Testamento (mi sto calmando ) vuole essere proprio un superamento di tutto questo, ma è ancora troppo morale, nel senso che ho cercato di spiegare in un altro post, risente ancora troppo di questo clima, quindi facilmente da adito a quelle aberrazioni che tutti conosciamo, come la terribile Inquisizione


Ma "dare adito a" non significa "dire"; come giò detto, se l'Uomo travisa un messaggio giusto non è colpa del Dio che lo ha dato, né del culto in sé, ma delll'Uomo: la differenza tra travisare e applicare.


Aberrazioni da cui il Buddhismo invece è sempre stato immune


Il Buddismo, a quanto ne so, non è propriamente una religione, in quanto Buddha non è un Dio...


Che questo mondo è un carcere


Che è un punto di passaggio... si parlava di travisare?


che la fratellanza può esistere solo tra le anime


"Ama il prossimo tuo come te stesso", mi pare inviti alla fratellanza anche tra Uomini.


che quella tra i corpi è un ostacolo alla prima e va pertanto fuggita e condannata come la peste


Differenza tra "fratellanza" e (per esempio) "lussuria": evito di spiegarla, penso sia chiara, non confodente ciò che il cristianesimo condanna (sesso a scopo non riproduttivo) con la fratellanza.


ecc. ecc.


Ecc. ecc.


riflettete prima di considerarvi tanto diversi dai satanisti vostri avversari


Travisamento contro applicazione: sono diversi, non ci fossero travisamenti l'uno sarebbe una cosa ottima, l'altra danneggerebbe comunque.

E, comunque, possiamo non condannare i credenti di oggi per le colpe di milleni fa? Non mi pare esattamente logico...


nauredhriw il 05-01-2004 17:53 ha scritto:
il mio non è un attacco, Gianluca, è uno sfogo, dettatomi dalla mia [...] personale esperienza del cristianesimo e dei cristiani, che non è stata certo positiva nè ispirata da parte loro ai valori di cui hai parlato


Differenza tra "cristiano" e "cristianesimo", e poi spero che non si diano piú all'uno le colpe dell'altro... "Cristiano": essere Umano, travisa i concetti piú giusti trasformandoli in atrocità. "Cristianesimo": culto ispirato da un Dio che promulga la fratellanza e l'amore; senza travisamenti, non ci sarebbero danni agli altri.


Se incontrerò qualche cristiano che mi apparirà davvero ispirato a questi valori, sarò ben felice di mutare opinione su questa religione


Come sopra: giudica la religione, non chi la segue, perché chi la segue è fallace, e può travisarla, mentre il culto può essere perfetto!


confutavo chi dice che nella Bibbia non c'è alcun passo che istighi ad uccidere in nome di Dio


A parte che non ho mai detto quello, ma ho parlato di infedeli (il che è estremamente diverso, non cambiate quello che gli altri dicono), tutto preso dal Vecchio Testamento, e io e altri abbiamo giò detto fin troppo su questo argomento...


il Cristianesimo, pur così buono nei suoi fondamenti dottrinali, ha generato (e genera tuttora) aberrazioni terribili, mentre il Buddhismo non ne ha mai generate


A parte che il buddismo non è una religione, a quanto ne so, e sono le religioni (causa un Dio perfetto e onni-tutto) che sono degenerate come sappiamo, magari i buddisti saranno piú illuminati, non so; ciò non toglie che non ha senso condannare l'idea per chi la travisa, snaturandola... automaticamente non si condanna quell'idea, ma quella snaturata!


Dovremo giudicare della superiorità della dottrina dall'enfasi con la quale certi valori sono proclamati, o dall'efficacia con cui riesce a metterli in pratica nella realtà dei fatti?


La prima, altrimenti non giudichi la dottrina, ma la dottrina snaturata. Uscendo dal discorso sulla dottrina. Non è colpa del culto se gli Umani la travisano per interesse personale, se c'è un Dio devi giudicare quello che lui ha detto, per giudicare il suo culto (non l'istituzione umana, il culto vero e proprio).


Ti confesso che questa distinzione tra teoria e pratica, che tu come Artemis fate, mi sembra un po' speciosa


Forse sí, forse no; resta il fatto che condannando i "cristiani" che travisano non condanni il cristianesimo, ma quello in cui loro lo hanno trasformato.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 19:04
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

artemis valnàr

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con angband
Registrato il:
18-07-2003
Località:
cormòns
Post:
416
Se entri nel recinto di qualcun altro, rispettalo finchè sei dentro
Se qualcuno nel tuo recinto ti annoia, [allora] prima scaccialo e poi, se non se va di sua spontanea volontà, usa la forza...

Regole del Satanismo... Mi sembra che non dicano: "Uccidi il Cristiano" "Brucia i loro luoghi sacri", ma usino modi devoti al Male, come si confà a questa religione, nata perchè si è stanchi di subire... Soprattutto vorrei fare notare la prima, che mi sembra sia prova che un satanista non è un vandalo... Io personalmente condivido appieno questi ideali, e nella mia vita quaggiù cerco di dare il mio contributo alla lotta di Satana...

[Prego di non essere attaccato per quello che dico, in fondo sono sempre io e non mi pare di aver danneggiato nessuno, anzi... Testimone Ainwen che sono si un satanista, ma civile... Non come molti vandali a caso che prendono come scusa questa religione per fare massacri...]

Tornando al discorso, se Satana fosse salito al trono di Dio, esisterebbe il Male? Si ha questa visione apocalittica di città abbandonate a distrutte se regnasse il male, ma se regnasse Satana, voi pensate che questo accadrebbe? No, sarebbe un mondo perfetto senza il Male (il Male non esiste senza il Bene) con persone che si rispettono (le persone si temono, quindi si rispettano) con l'essere umano elogiato al massimo della sua quasi-perfezione...

[Ribadisco la mia preghiera di non creare pregiudizi su di me ]

In The Shadow Of The Horn!
Only seen by the Kings
Of the dawn (of the) First Millennium
Upon the Thrones!

Darkthrone, In The Shadow Of The Horn

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 19:39
  • clicca oer vedere il profilo di 3524
  • Clicca qui per inviare una email a artemis valnàr
  • Cerca altri post di artemis valnàr
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
artemis valnàr il 05-01-2004 19:39 ha scritto:
Se entri nel recinto di qualcun altro, rispettalo finchè sei dentro


Il grande rispetto di Satana verso Dio?


Mi sembra che non dicano: "Uccidi il Cristiano" "Brucia i loro luoghi sacri", ma usino modi devoti al Male


Invece di dire "Brucia la chiesa" (che è male) dicono di usare modi devoti al male? O io ho capito male, o mi sembra che la seconda potenzialmente contenga la prima...


come si confà a questa religione, nata perchè si è stanchi di subire


Logico, estremamente logico... siamo stanchi di subire, cosa facciamo? Facciamo noi una religione in cui noi facciamo subire ad altri (ossia si fa del male, che è sempre subito dagli altri). Scusami, ma o io ho capito male, o mi pare un po' ipocrita...


Soprattutto vorrei fare notare la prima, che mi sembra sia prova che un satanista non è un vandalo


Ma che decade per l'atto stesso di Satana... se lo adori, adori anche quello che ha fatto; se lo adori perché si è ribellato, adori anche quello che ha fatto. E quello che ha fatto è mancare di rispetto a Dio nel suo recinto (il Paradiso). Onestamente, è una regola che mi sfugge.


nella mia vita quaggiù cerco di dare il mio contributo alla lotta di Satana


Che, a parte la (almeno apparente) contraddizione, è una lotta volta al male... scusami, preferisco un cristianesimo che, per fare ciò, ha bisogno di essere travisato, invece che seguito fedelmente...


Tornando al discorso, se Satana fosse salito al trono di Dio, esisterebbe il Male? Si ha questa visione apocalittica di città abbandonate a distrutte se regnasse il male, ma se regnasse Satana, voi pensate che questo accadrebbe? No, sarebbe un mondo perfetto senza il Male (il Male non esiste senza il Bene) con persone che si rispettono (le persone si temono, quindi si rispettano) con l'essere umano elogiato al massimo della sua quasi-perfezione


Ma sarebbe un mondo in cui io, piú forte, posso uccidere X, piú debole. E, onestamente, non mi pare bello. E non è vero che non esisterebbe, proprio perché l'esistenza di solo uno genera l'altro, per la stessa natura umana.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 20:11
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

artemis valnàr

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con angband
Registrato il:
18-07-2003
Località:
cormòns
Post:
416
Mornon il 05-01-2004 20:11 ha scritto:
Il grande rispetto di Satana verso Dio?

Ehm, le leggi sono venute dopo, per rendere la vita più facile e civile
Invece di dire "Brucia la chiesa" (che è male) dicono di usare modi devoti al male? O io ho capito male, o mi sembra che la seconda potenzialmente contenga la prima...

No, poi uno esercita il Male in diversi modi: il "male" può anche essere mentire e ingannare... Nuoce comunque, e questo è in fondo lo scopo... Però certi atti troppo estremi posso essere scuse, anzi lo sono quasi sicuramente!
Logico, estremamente logico... siamo stanchi di subire, cosa facciamo? Facciamo noi una religione in cui noi facciamo subire ad altri (ossia si fa del male, che è sempre subito dagli altri). Scusami, ma o io ho capito male, o mi pare un po' ipocrita...

No, hai capito bene: solo che quelli che scelgono di non subire più, hanno una volgia estrema (com'è nella natura dell'uomo) di vendicarsi contro quelli che hanno fatto subire pene a loro... Contorto, ma sintetico
Ma che decade per l'atto stesso di Satana... se lo adori, adori anche quello che ha fatto; se lo adori perché si è ribellato, adori anche quello che ha fatto. E quello che ha fatto è mancare di rispetto a Dio nel suo recinto (il Paradiso). Onestamente, è una regola che mi sfugge.

Vedi la prima risposta
Ma sarebbe un mondo in cui io, piú forte, posso uccidere X, piú debole. E, onestamente, non mi pare bello. E non è vero che non esisterebbe, proprio perché l'esistenza di solo uno genera l'altro, per la stessa natura umana.

No, sarebbe un mondo in cui X, più debole, rispetta te più forte e non ti disturba nel tuo recinto! Così è più logico...

In The Shadow Of The Horn!
Only seen by the Kings
Of the dawn (of the) First Millennium
Upon the Thrones!

Darkthrone, In The Shadow Of The Horn

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 20:37
  • clicca oer vedere il profilo di 3524
  • Clicca qui per inviare una email a artemis valnàr
  • Cerca altri post di artemis valnàr
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
artemis valnàr il 05-01-2004 20:37 ha scritto:
le leggi sono venute dopo, per rendere la vita più facile e civile


Quindi una religione con leggi avversate dal suo stesso "dio"? Scusa, mi pare incoerente...


, poi uno esercita il Male in diversi modi: il "male" può anche essere mentire e ingannare


Anche, ma anche bruciare le chiese. Infatti, ho detto "potenzialmente".


Nuoce comunque, e questo è in fondo lo scopo


Allora mi confermi quanto pensavo: tra un culto che nuove per travisamento e uno che nuoce per scopo, non ho dubbi. Perché devo nuocere agli altri per scopo?


Però certi atti troppo estremi posso essere scuse, anzi lo sono quasi sicuramente!


Scusa?


No, hai capito bene: solo che quelli che scelgono di non subire più, hanno una volgia estrema (com'è nella natura dell'uomo) di vendicarsi contro quelli che hanno fatto subire pene a loro... Contorto, ma sintetico


E ipocrita... onestamente, piú conosco il satanismo, meno mi convince... incoerenti, ipocriti, che nuociono agli altri, che seguono un'entità che non applica, né detta, le regole del suo stesso culto...


Vedi la prima risposta


Idem...


sarebbe un mondo in cui X, più debole, rispetta te più forte e non ti disturba nel tuo recinto! Così è più logico


Forse piú logico, ma meno realista: quello non è male, se il satanismo persegue il male, il nuocere agli altri, se "questo è in fondo lo scopo" (cito da te), potenzialmente il piú forte uccide il piú debole, e nulla glielo vieta... Stessa cosa per furti, stupri, ecc. Di nuovo, non mi pare bello che potenzialmente uno possa decidere della mia vita, della mia integrità, delle mie cose, solo perché piú forte (o potente).

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 20:47
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Blu

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Eldalië Bologna - Mindoni Elda
Registrato il:
19-12-2003
Località:
Vienna
Post:
245
Conosco poco l'argomento ma vorrei dire la mia, quella dell' uomo della strada: non credo che il Satanismo si affermerà come religione autonoma allora, perchè se è nata solo per contrapposizione ad un'altra non ha una grande serietà. Non so quanti seguaci ha il Satanismo ma non credo molti, rapportati al Culto che crede in Dio. E per Culto che crede in Dio intendo tutta la chiesa Cattolica, i Musulmani e gli Ebrei e tutte le loro varie branche.
Ripeto che non ho idea di quello che insegnano nel catechismo dei Seguaci di Satana ma se volete un parere personale sarebbe meglio concentrarsi sui propri sforzi per ottenere proseliti piuttosto che scagliarsi contro una branca della Religione-che-crede-in-Dio. E faccio a loro i miei migliori auguri perchè non credo sia facile soppiantare queste tre grandi religioni, che poi sono una sola con differenze di modo di pensare, raccogliendo gli insoddisfatti all'interno di una sola...

Una domanda: che dice il Satanismo a proposito di chi invece è ateo o agnostico?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 21:28
  • clicca oer vedere il profilo di 4004
  • Clicca qui per inviare una email a Blu
  • Cerca altri post di Blu
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4150
nauredhriw il 05-01-2004 17:53 ha scritto:
non prendertela!

Non me la prendo di sicuro (anche perché sono battezzato ma non cattolico praticante, ergo non mi sento chiamato in causa), ma la tua precisazione era doverosa nei confronti di chi, cattolico, poteva essere urtato dal tuo messaggio precedente. Comunque fidati, il cristianesimo non ha prodotto solo mostri. La tua amica ne è un esempio ma non il solo, e lo vedrai tu stesso.

Ti confesso che questa distinzione tra teoria e pratica, che tu come Artemis fate, mi sembra un po' speciosa.

Non lo è, e te lo dimostro con due esempi noti: san Francesco e Torquemada. Agivano entrambi in nome di Dio, ma mi pare evidente che uno dei due ha capito male il senso del messaggio originario. Ciò però non può sminuirne la validità. Se un papa, uomo scelto da altri uomini, abusa della sua autorità (e, con buona pace di chi pensava di rifugiarsi dietro al discutibile paravento del "dogma" dell'infallibilità papale, pontefici in fallo nel corso della storia se ne sono contati a bizzeffe) la colpa sarebbe da ascriversi a Dio?
Seguendo il tuo ragionamento, se tu dici a un tuo amico di fare una cosa e questi, fraintendendo, non la fa, la "colpa" sarebbe tua - in nome dell'indistinzione tra teoria e pratica. Che forse speciosa non è...



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 05-01-2004 21:28
  • cita questo messaggio

Ainwen

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Registrato il:
15-11-2003
Località:
Monopoli
Post:
299
Nauredhriw ha scritto:prima di tutto quell' "ama il prossimo tuo come te stesso" ch'è un duro colpo per l'egoismo. Ma anche qui, il Buddhismo ad esempio è andato ben oltre: se per il cristiano c'è la Carità, per il Buddhista c'è la Compassione, valore ben più alto e ben più distruttivo dell'egoismo e dunque del potere.



Come puoi paragonare il principio di "ama il tuo prossimo come te stesso" e "compassione"come duro colpo per l'egoismo? Egoismo di chi? Degli uomini?
Egoismo dettato dalla legge "ama te stesso sopra ogni cosa " di satana?


Che cosa ci dice invece il Cristianesimo? Che questo mondo è un carcere, che la fratellanza può esistere solo tra le anime, che quella tra i corpi è un ostacolo alla prima e va pertanto fuggita e condannata come la peste, ecc. ecc. Certo anche il Buddhismo elogia la castità, ma vi sfido a trovarvi un concetto che assomigli anche lontanamente a quelli di peccato, colpa, castigo, pentimento, che avvelenano la vita del cristiano dalla nascita alla morte, che a questo punto - proprio come i suoi demoniaci sacerdoti propugnano - arriva davvero come una gioia e una liberazione.
Miei cari cristiani, dunque, mentre scuserete lo sproloquio e le intemperanze di uno che da quei concetti è stato anche troppo assillato , riflettete prima di considerarvi tanto diversi dai satanisti vostri avversari: il figlio assomiglia sempre un poco al padre.


Non mi sento assolutamente avvelenata dai precetti cristiani...tra l'altro godo del famoso "libero arbitrio" e posso fare quello che voglio, no?
Ma chi è stato a metterti in testa certi pensieri?
Se hai avuto brutte esperienze nell'ambito della chiesa non puoi pretendere che tutti siano uguali...non fare di tutta l'erba un fascio!
Personalmente ho conosciuto brave persone ed altre che usavano la chiesa solo per nascondersi al mondo o addirittura solo per far parte di una comunità ( in questo caso religiosa ) !

Personalmente mi considero molto diversa dai satanisti (chi ha detto nostri avversari?). Dio dice di amare i propri nemici e di pregare per le loro anime!


Di quale figlio e padre stai parlando?
Se sono figlia di Dio... cerco di somigliarGli con tutta la debolezza umana con cui sono costretta a convivere! Se sono figlia d'altro... m'adeguerò a quell'altro



<
b>Artemis Valnàr ha scritto:Prego di non essere attaccato per quello che dico, in fondo sono sempre io e non mi pare di aver danneggiato nessuno, anzi... Testimone Ainwen che sono si un satanista, ma civile... Non come molti vandali a caso che prendono come scusa questa religione per fare massacri...]



Per quanto riguarda Artemis Valnàr vorrei specificare una cosa: è vero siamo di due correnti di pensiero contrarie e questo non c'impedisce di parlarne civilmente!
Cerchiamo di non scornarci troppo su di un argomento molto vasto e complicato dando la possibilità a tutti di esprimere le proprie opinioni senza aver paura d'esser giuducati
Art, spiegati meglio su cosa vuoi intendere per "satanista civile" perchè per molti è difficile concepirlo! Non per questo t'appoggio, s'intende, ci tenevo a farti notare il tuo modo gentile di proporti ( In messaggio privato ) che è stranamente incoerente con la via di pensiero che persegui!



Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei piu' segreti pensieri? (Shakespeare)



Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-01-2004 00:06
  • clicca oer vedere il profilo di 3920
  • Cerca altri post di Ainwen
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.028207 - Query: 0.018973 Elaborazione 0.023368 Print 0.002412 Emoticons/Tengwar/Quote 0.001977 © Eldalië.it