Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Associazione Eldalie: parlano gli utenti.
Pagina 2 di 4. Vai a pagina 1 2 3 4
AutorePost
Pagina 2 di 4. Vai a pagina 1 2 3 4

Karfis

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con easterlings
Registrato il:
04-01-2004
Località:
Como
Post:
47
Azariel Lomear il 16-03-2004 13:29 ha scritto:
Bene. Il passo epocale della firma notarile è stato compiuto. Per citare un mio omonimo famoso "il dado è tratto". Visto che l'associazione è gestita da noi ma è fatta da voi, passo alla palla a tutti coloro che, in previsione di un futuro da associati, sono i diretti interessati a fruire dei nostri servizi.



* COSA vorreste veder realizzato dall'associazione come "prodotto" per i propri associati e COME realizzarlo



Sqarebbe bello che ogni associato ricevesse una tessera di iscrizione per l'anno in corso con riportato nome e cognome e nickname naturalmente!


Ciao, Karfis/Ivan



Elin thiliathar aen or padad lìn
(Che le stelle brillino sul tuo cammino)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-04-2004 10:40
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23034
Karfis il 24-04-2004 10:40 ha scritto:
Sqarebbe bello che ogni associato ricevesse una tessera di iscrizione per l'anno in corso con riportato nome e cognome e nickname naturalmente!)


Questo ovviamente c'è, state tranquilli

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-04-2004 12:23
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Karfis

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con easterlings
Registrato il:
04-01-2004
Località:
Como
Post:
47
...
Fantastico!

Elin thiliathar aen or padad lìn
(Che le stelle brillino sul tuo cammino)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-04-2004 19:42
  • cita questo messaggio

Cassidy


alleato con gandalf
Registrato il:
26-07-2004
Località:
N/A
Post:
1
Avete chiesto cosa ci aspettiamo dal progetto e io vi rispondo:
mi aspetto semplicemente di trovare nuove amicizie, di incoraggiare gli amici ad entrare, di avere qualcuno con cui sfogarmi quando mi arrabbio, e di trovare nuovi argomenti! E, sapete una una cosa? credo proprio che le mie aspettative si realizzeranno!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 26-07-2004 10:46
  • clicca oer vedere il profilo di 4775
  • Cerca altri post di Cassidy
  • cita questo messaggio

lindellin49


alleato con house_of_thranduil
Registrato il:
10-11-2004
Località:
Torino
Post:
3
Non riesco a trovare il post di un mio scritto inviato qualche giorno fa. Si sarà perso.
Mi offro come traduttrice - brava - per articoli e saggi dal francese, riguardanti Tolkien naturalmente.
Rimando quello scritto che riguarda Eowyn e Faramir.
Lindellin49

"Non sapevo dove inserire il mio racconto.
Accoglietelo con indulgenza. E' fuori dal tempo, come la Terra di Mezzo, rispetta molto il sentire di Tolkien, ma l'ho proprio scritto vedendo le varie scene davanti a me, come fossero vive. Buonanotte a tutti, Ithilien

"Eowyn e Faramir

Eowyn e Faramir pensavano di essersi avvicinati l’una all’altro nell’atmosfera sospesa nel tempo della casa di guarigione. Entrambi portavano un pesante dolore nel cuore.
Faramir aveva saputo com’era morto suo padre. Non si rassegnava alla sua follia, alla fine tragica dell’ultimo sovrintendente di Gondor, il grande e severo Denethor.
Talvolta un sogno lo sommergeva: la spianata della bianca torre di Echtelion, l’albero morto che strideva al vento. Vedeva un corteo funebre entrare nelle Dimore dei Morti e sulla barella non c’era lui stesso ferito, ma il padre pallido, con gli occhi chiusi. Poi, all’improvviso, veniva avvolto dalle fiamme per qualche terribile attimo, prima del crollo finale.
Si svegliava gridando, nella sua vecchia camera, dove da ragazzo dormiva con il fratello. Balzato a sedere sul letto, si guardava intorno stupito di non ardere anche lui insieme a Denethor e a tutta la sua stirpe. Allora il pensiero di essere rimasto solo, di non conoscere nulla del suo avvenire, per qualche attimo gli stringeva la gola con il rimpianto per l’affetto che lo univa a Boromir. Poi si riaveva, lasciandosi ricadere, spossato, sul cuscino e la coscienza del presente lo rincuorava.
La bella principessa di Rohan sarebbe stata la sua sposa. Con lei avrebbe fondato una nuova casa e i loro figli avrebbero continuato la stirpe dei sovrintendenti.
Riandava con l’occhio della mente alla prima vola in cui aveva visto Eowyn, le loro parole, la tristezza che le incupiva il volto. Eowyn guardava verso l’invisibile battaglia lontana, dove si stavano decidendo le loro sorti. Avrebbe voluto essere a fianco di Aragorn e morire per lui. Faramir non conosceva ancora il futuro re ma aveva capito che Eowyn poteva amare in quel modo solo un uomo straordinario.
Come scoppiano i papaveri, d’improvviso, nei campi di grano al primo caldo della bella stagione, così Faramir, dopo aver compianto la bella giovane fiera, se ne era innamorato. Merry e le donne della Casa di Guarigione gli avevano raccontato l’impresa eroica da lei compiuta. Non aveva osato parlargliene. Non voleva rammentarle il dolore per la morte di Theoden, ma l’immaginava esile e coraggiosa nella pesante corazza, a fianco del piccolo Hobbit, affrontare il terribile Nemico e sconfiggerlo.
Aragorn le aveva ridato una sorta di vita; ciò che non poteva darle era l’amore come lei chiedeva.
Negli occhi di Eowyn, Faramir aveva letto l’intenzione di morire in battaglia, ma l’amore natogli dentro gli aveva suggerito parole per convincerla alla vita.
Era così fragile e così bella Eowyn, mentre ascoltava la sua voce avvolgerla e portarla oltre il suo dolore.
Re Theoden, padre per lei, era caduto sul campo con onore, lasciandola sola. Il fratello era lontano, ancora in battaglia, e Aragorn, dopo averla sanata, era partito verso il suo destino di re. Eowyn lo sentiva irraggiungibile e al tempo stesso vicino e pieno di compassione.
Da quando quell’uomo dagli occhi tristi aveva cominciato a parlarle con affetto e considerazione, la cortina buia davanti a lei si era andata diradando. Guardava il suo bel volto, l’espressione concentrata, mentre le raccontava i suoi sogni di ragazzo: la gloria di Gondor governata dai due fratelli uniti, la salute e la pace per il loro popolo. Ora, Boromir era morto e anche loro padre. Il re era tornato, ma lui non si sentiva per questo sminuito. Pensava che con Aragorn, Gondor avrebbe conosciuto finalmente un’era di luce, a fugare i lunghi anni di battaglie e di terrore.
“Riterrò un onore servire la nostra gente accanto a lui e con me saranno tutti gli uomini più forti e leali. Sono felice di consegnargli i segni del suo potere, come ultimo e fedele erede dei sovrintendenti. Amerò lui, giunto a noi attraverso grandi prove e sacrifici, come un dono. Ha conosciuto l’oscurità, il venir meno della speranza, della fede in se stessi. Può aver dubitato di essere all’altezza della sua missione, lui, erede di Isildur, ma nel momento più difficile si è ricordato di esserlo anche di Elendil, il più grande e saggio tra i sopravvissuti di Numenor. Così io ricorderò il valore di mio fratello e di mio padre e non permetterò al dolore di impietrirmi.
Mia signora, qualunque cavaliere sarebbe felice anche solo di ammirarti per il tuo coraggio, la tua fierezza…Sei bella, Eowyn di Rohan, grande ai miei occhi come nessuna fanciulla prima d’ora.”
Faramir aveva parlato a lungo con voce dolce. La vita tornava lentamente nelle vene di Eowyn alle sue parole. L’uomo accanto a lei somigliava ad Aragorn, della sua stessa magnifica tempra, e al tempo stesso, era più comprensibile. Lo immaginava terribile in battaglia e dolce nel comunicare con le persone amate, mescolanza rara di forza e compassione.
Si era consegnata al suo amore con abbandono, sentendo crescere dentro di sé la speranza di essere felice al suo fianco.
*****

Nei giorni della gioia, quando i festeggiamenti per la vittoria avevano impegnato Faramir prima dell’insediamento di Aragorn sul trono, la sua assenza aveva turbato e intristito Eowyn.
Accanto al fratello, aveva partecipato alle cerimonie, assistito all’incoronazione e al matrimonio del re con Arwen. Quando i due sposi si erano presentati al popolo in gioia, Eowyn aveva sentito una fitta di dolore ricordando il suo amore per lui.
Vederli l’uno accanto all’altra, sontuosi e chiari nei loro abiti ricamati d’argento, sorridenti nella sicurezza che dava loro la felicità finalmente raggiunta!
Eowyn aveva appena intravisto Arwen, giunta da Granburrone con il padre e i fratelli solo qualche giorno prima del matrimonio.
Ne aveva ammirato la bellezza senza età, quasi il tempo si fosse scordato di scorrere sul suo viso e sulle sue membra delicate. Un’antica saggezza rendeva il suo sguardo profondo e calmo, la stessa saggezza di Galadriel, madre di sua madre. Eowyn si era stupita in silenzio nel vedere le due Elfe, separate da un gran numero di anni, eppure quasi simili.
In Arwen era acceso un fuoco alto e umano. La speranza di una lunga felicità accanto all’uomo amato, dopo lunga attesa, le trasfigurava il volto di gioia.
Invece, solo l’espressione dello sguardo rivelava in Galadriel la stanchezza delle lunghe ere passate in lei. Serena e dolcissima, bella come l’aurora, eppure vecchia di innumerevoli anni, era già rivolta ai Porti Grigi, al ritorno ad Eressea. Galadriel esprimeva e partecipava interamente della sua razza, la più antica e la più forte, malata di nostalgia per la Terra di Mezzo quand’era giovane.
Arwen, nella sua parte umana, tremava e splendeva d’amore, dimenticando la sua rinuncia all’immortalità, il distacco dal padre, il dolore di non poterlo rivedere se non alla fine dei tempi.
Aragorn e il suo destino di donna accanto a lui, amarlo e generare figli che avrebbero raccolto il loro sangue, unendoli per sempre. Essere regina di Gondor e profondere a piene mani la bellezza e la grazia, la musica salutare, il canto di vita eterna proveniente dalla sua parte elfica.
Quando, davanti a tutti, popolo e cavalieri, Elfi, Nani e Hobbit, re Elessar presentò la sua sposa come regina di Gondor, Eowyn sentì il braccio affettuoso di Eomer cingerle le spalle.
Il fratello aveva temuto per la salute del suo animo, dopo averla vista risanata nel fisico. Tornato dall’ultima battaglia, si era accorto che qualcosa di buono aveva riacceso la vita di Eowyn. Gli sguardi discreti e ammirati di Faramir, quando si trovava in sua presenza, gli avevano dato indizi sicuri di questa rinascita.
Eomer conosceva soltanto di fama il capitano Faramir, le tristi vicende della morte del fratello e del padre. Il ritorno del re aveva tolto ogni ruolo a Faramir che, tornato dalle soglie della morte, aveva incontrato Eowyn come un messaggio di speranza.
Eomer, forte e temerario, dal sentire deciso, diventava riflessivo solo nei confronti della sorella. Si chiedeva se questo sentimento non fosse un albero sopravvissuto alla tempesta, assetato di pace, ma, dopo aver osservato e parlato con Faramir della gloria di Gondor, dell’alleanza dei loro popoli, della speranza rinata nei cuori, non aveva più avuto timori. Eowyn, accanto a quell’uomo forte e calmo, tenero e capace, avrebbe gustato la pienezza della felicità condivisa.
Avrebbe trasformato l’amarezza provata per Aragorn in amore diffuso. Dalla ragazza battagliera e un po’ spigolosa sarebbe sorta una splendida donna. Eomer non temeva più che la tristezza l’uccidesse. Attendeva come un atto previsto che Faramir gli parlasse dell’amore per sua sorella e del desiderio di sposarla.

Alcuni giorni dopo le nozze del re, Eomer si apprestava a partire per Edoras e la sua scorta già attendeva nella prima corte d’entrata di Minas Tirith.
Eowyn sedeva alla finestra della sua camera, nella casa che aveva condiviso con il fratello e i marescialli dei Rohirrim, intervenuti ai festeggiamenti. Pareva oppressa da un gran peso e volse a Eomer un volto accorato, quando questi la chiamò per recarsi al palazzo e prendere congedo dal re. Vestiva un ampio e morbido abito azzurro cupo; i biondi capelli intrecciati le brillavano sulle spalle.
“Eowyn, è tempo di andare”: la sollecitò Eomer, tendendole una mano.

Nella grande sala del trono, Aragorn e Arwen attendevano il re di Rohan e la sorella per salutarli e porgere loro doni. Presenti solo gli Hobbit, Legolas e Gimli, Imrahil di Dol Amroth con la figlia Lothíriel.
Commossi furono i saluti e le promesse di rivedersi presto. Arwen sorrise a Eowyn ringraziandola per la parte avuta nella vittoria e le donò una sottile ed elaborata collana da cui pendeva una stella di diamante.
“Dama Eowyn, questo gioiello fu forgiato dai miei avi in tempi antichi e la tua bellezza lo riporterà a nuovo splendore”, le disse stringendole le mani. Eowyn chinò il capo con un piccolo sorriso, ma gli occhi erano tristi e cercavano fra gli astanti il volto amato di Faramir.
Mentre suo fratello si congedava da Imrahil e gli Hobbit lo festeggiavano con grandi manifestazioni d’affetto, la fanciulla pensava d’aver sognato le parole e il bacio di Faramir nella Casa di Guarigione. Non osava chiedere dove si trovasse e rispose a stento alle domande di Pipino, sempre più terribile nella sua curiosità: “Dama Eowyn, sei felice di tornare nella tua terra? Avrai un ruolo di governo accanto al re, di certo: con la tua fama di guerriera l’hai ottenuto di diritto!”.
Poi, notando finalmente la sua malinconia, si guardò intorno sorpreso e: “Mia signora, ti chiedo perdono”, mormorò e, portandosi al centro della compagnia, esclamò a voce alta: “Ecco, ritorna la mia sventatezza. Galdalf mi prenderebbe nuovamente sotto il suo manto per sorvegliarmi dappresso. Devo chiedere a re Eomer di attendere l’arrivo di sire Faramir che ho visto mezz’ora fa, di ritorno dall’Ithilien. Vuole salutare! Si scusa per la sua assenza, ma non poteva presentarsi impolverato e in disordine. Mi ha pregato di ricordarmi e io, commosso per gli addii…”.
Re Eloessar disse a commento di questa richiesta: “Il mio primo capitano si è recato nelle sue terre, per accompagnarvi un’avanguardia di cavalieri e soldati. Egli assumerà il titolo di principe dell’Ithilien e vi dimorerà, riportando quella bella terra a nuova vita. Sarà vicino a Minar Tirith, oltre che al mio cuore”.
Eomer guardò allora la sorella con aria soddisfatta e la vide riprendersi dalla tristezza. Eowyn, senza avvedersene, scosse i capelli, cercò di riavviarli. Le guance le si colorirono di rosa diffuso e mai parve tanto bella ai suoi amici.
Legolas che fino ad allora era rimasto in silenzio, aspettando il momento per salutare Eomer, scambiò uno sguardo dolce con Aragorn e un fine sorrise gli increspò le belle labbra: “Mia signora”, disse ad Eowyn avvicinandosi, “volevo offrire i miei doni a te e a re Eomer, se Rohan avesse bisogno di capire e crescere alberi, di essere rallegrata da sereni voli di uccelli, di istruire i giovani nel tiro con l’arco, Rohan o qualsiasi altra terra ove tu abiterai…”.
In quel mentre, da una porta laterale, apparve un po’ trafelato Faramir. Si era ravviato i capelli, aveva indossato una veste blu su cui spiccava, ricamato sul petto, l’argenteo albero di Gondor. Teneva in mano un cofanetto di legno scuro, intarsiato d’oro e pietre preziose.
Chinò il capo salutando la compagnia, si scusò ancora per il ritardo e, fermandosi di fronte ad Eowyn, rossa in volto e un po’ vergognosa d’essere al centro dell’attenzione, le porse il cofanetto dicendole: “Mia signora, gli avvenimenti di questi giorni sono stati incalzanti e così meravigliosi che ho peccato di poca assiduità verso di te, ma tu già sapevi che ti avrei chiesta in moglie, certo del tuo assenso. Il re mi ha sorpreso con un regalo speciale, ha legato l’Ithilien alla mia stirpe. Se vuoi, condividi con me i giorni futuri per farne una terra benedetta! Questo cofanetto contiene il diadema e l’anello che mio padre regalò a mia madre sposandola. Accetta il mio dono e il mio amore, Eowyn!”
Eomer allargò le mani a ventaglio per invitare la sorella ammutolita a rispondere. Sorrideva con aria felice.
“Dove il mio signore Faramir sarà felice, io sarò felice”, disse allora Eowyn ridiventando pallida.
E Arwen per prima ruppe la commozione scesa sui presenti e deponendo la sua maestà di regina, battè lievemente le mani per la gioia.

Grandi scambi di auguri, di felicità, promesse di intervenire al matrimonio che si sarebbe celebrato a Rohan, dove Eowyn sarebbe tornata per qualche tempo in attesa che si preparasse la dimora nell’Ithilien.
Gimli promise che sarebbe stata costruita in breve spazio di tempo dai Nani della sua famiglia. Gli Hobbit scherzavano fra di loro e Sam fu bersagliato di battute.
“Ragazzo mio, il prossimo sei tu. Rosie non ti lascerà sfuggire e con questa epidemia di matrimoni…”, gli disse Frodo, ancora pallido e mal guarito dalle sue ferite interiori.
Nella bella confusione che seguì, nessuno notò Faramir avvicinarsi a Eomer, parlargli a lungo con grande serietà e infine stringergli le mani in patto di fratellanza.
I fidanzati, prima della partenza, mentre venivano scambiati gli ultimi saluti, si appartarono per breve tempo oltre la porta da cui era entrato Faramir.
“Mia signora, lascia la terra natia senza dolore. Se un uomo può fare un miracolo, io lo farò per te, per renderti felice. E molto spesso vedremo re Eomer e i nostri amici. Nel frattempo, prima del nostro ricongiungimento, non essere triste perché sarò con te nel pensiero”.
Questo le disse, stringendola a sé, e la baciò con amore.
Eowyn, partendo, tenne a lungo il capo rivolto al bivio dove Faramir li aveva accompagnati. Stringeva al petto il cofanetto di legno che le aveva donato".

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-11-2004 08:44
  • clicca oer vedere il profilo di 4931
  • Clicca qui per inviare una email a lindellin49
  • Cerca altri post di lindellin49
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4162
Raccomando di non inviare contributi artistici né qui né in nessuna altra parte del forum (per vedere pubblicate le proprie opere basta rivolgersi a chi cura la Sezione Amici, sono ansiosi di ricevere materiali - che da qualche tempo non arrivano proprio più).



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

«...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ciò che di bello c'è nell' universo e in noi» [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 19-02-2005 14:21
  • cita questo messaggio

Aramil

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con dol_amroth
Registrato il:
01-01-2005
Località:
Reggiolo
Post:
86
Cosa mi aspetto da Eldalie?
Niente di nuovo,soltanto la continuazione del grande e prezioso lavoro fatto finora.Questo forum e i gruppi territoriali permettono a noi appassionati di essere sempre in contatto,di scambiarci opinioni,di conoscere nuovi punti di vista,di scoprire nuovi modi di leggere ed interpretare la grande opera tolkeniana,di fare nuove amicizie,...tutto questo è meraviglioso,lo dico col cuore e ringrazio tutti coloro che hanno permesso la nascita di questa grande comunità e tutti i partecipanti che come me cercano di arricchirla con il proprio contributo.
Il fatto che ora Eldalie sia diventata un'associazione permetterà,come si diceva,una maggior presenza sul territorio e un incremento degli eventi aperti al pubblico:questo mi sembra più che positivo!

Cosa farò da parte mia?Come neo-referente del Nosse di Reggio Emilia(il più giovane gruppo di Eldalie)mi impegnerò per contribuire a questo grande progetto cercando di raccogliere gli appassionati della mia zona e promuovendo il nostro Nosse come punto di riferimento per chi come me ama l'opera del Professore.
Spero di essere all'altezza.


"Oltre le ombre il sole si è alzato,ma le stelle brillano in cielo;non dirò che il giorno è passato,che le stelle portano un velo." - I Lingalad

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 19-02-2005 15:04
  • cita questo messaggio

Erucenië

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Comitato Anti-K
Registrato il:
10-09-2005
Località:
Busche
Post:
127
sono un pò in ritardo rispetto agli alri, ma vorrei anchio lasciare il mio "segno". Non lo so esattamente cosa vorrei da eldalie, ho conosciuto questo sito l'anno scorso, in cerca di un buon luogo e di persone con cui condividere la mia passione, e ritengo di averlo trovato, anche se io non sono ancora riuscita a contribuire minimamente, dato che nn ritengo di avere particolari abilità.
Ma tornando a cosa desiderei, mi piacerebbe un punto di ritrovo in cui discutere, l'avvio di qualche progetto interessante, come ho visto è già successo, ma soprattutto il mio desidero più grande sarebbe quello di incontrarsi (vedi hobbiton), per me è stata una fantastica esperienza, per fare anche nuove amicizie. Ora è meglio che chiuda questo discorso, sta diventando di una noia pazzesca.... quindi
Erucenië

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 01-03-2006 15:35
  • cita questo messaggio

Azariel Lomear

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con valinor
OperatoriHeren IstarionEldalië Trento - Ered Silivrin
Registrato il:
10-08-2002
Località:
Arco
Post:
390
Io eldalie l'ho persa un po' per strada, tuttavia direi che cogliere l'occasione dell'imminente incontro a Marina di Pisa sia un buon punto per cominciare a ri-valorizzarla, dando una seria iniezione di fiducia allo staff, inserendo nuovi collaboratori ed affiancando un supporto motivato ai vecchi. Io per molte ragioni non ho il tempo per ora per una collaborazione attiva. Problemi personali e di lavoro mi rendono difficoltosa la concentrazione e la focalizzazione. Tuttavia spero nel contributo di ciascuno di voi che assieme a tutto lo staff avete contribuito al fattivo crescere di questa associazione di amici, affinchè la rendiate nel tempo piu prolifica e godibile per ciascuno di noi.

Ho davvero apprezzato le parole di chi ha detto che eldalie è una occasione di incontro per trovare amici e gente con cui parlare, sfogarsi, capirsi. Io credo sia un'opportunità in cui gente simile ha la possibilità di comprendersi. E solo questo non è poco.

Eldalie un tempo mi ha salvato la vita. Ha fatto si che conoscessi alcuni tra i miei migliori amici, ha reso possibile che io trovassi una ragazza, mi ha regalato molti momenti di sincera felicità. Ma eldalie non è solo amicizia...

...un archivio documentale davvero immenso richiede la vostra attenzione, in gestione e consultazione, vero monolite della conoscenza tolkieniana italiana.
Una forma di "celodurismo intellettuale" la mia ?
Si.
Ma sono orgoglioso di questo progetto di cui un tempo ho fatto parte e di cui spero di poter essere parte in futuro una volta riacquistata la perduta stabilità.
Di come cammina nonostante le difficoltà di gestirlo (è diventato grossetto!!) e di renderlo fruibile a quante piu persone possibile. Sono orgoglioso di chi come Gianluca Comastri si è sobbarcato il lavoro organizzativo-legislativo-manutentivo senza lagnarsi e per tutti noi ha portato avanti il progetto. E come a lui la mia stima va a tutti gli op, agli organizzatori, agli attivi collaboratori e a chi li ha sostenuti. In buona sostanza a ciascuno di voi che oggi siete qui a leggere queste righe. Nella vostra presente dedizione avete fatto si che eldalie non morisse.

Siamo resistiti all'onda di reflusso normale dopo il calo d'interesse legato alla trilogia cinematografica. La gente che è entrata in questi anni continua grossomodo a tornare. E questo è segno di inevitabile sanità per la nostra realtà comunitaria. Ed una nota di orgoglio riempie la mia voce quando posso scrivere questa cosa.

Spero che la vostra fattiva presenza alla vita comunitaria vi spinga a farvi avanti. Da fare ce n'è per tutti.
Lavoriamo insieme per rendere eldalie una vera "ultima casa accogliente" per tutti noi!

Lunga vita a Eldalie.
Eglerio!

Lord Azariel Lomear

Gloria gloria all'ipno-rospo!!
Azariel Lomear

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 01-03-2006 17:23
  • clicca oer vedere il profilo di 1877
  • Cerca altri post di Azariel Lomear
  • cita questo messaggio

artemisia

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elrond
Eldalië Bologna - Mindoni EldaHeren IstarionComitato Anti-K
Registrato il:
25-02-2006
Località:
Modena
Post:
166
Azariel ha detto che Eldalie gli ha salvato la vita...
A me l'ha profondamente cambiata!!!


Credo di non parlare a sproposito nè voler creare una bella "frasona ad effetto" dichiarando di aver realmente trovato una famiglia in Eldalie.
Perchè ogni persona che ho incontrato in questo mio cammino in Terra di Mezzo mi ha dato qualcosa di importante,nel bene o nel male!
Quella realtà complessa che sta dietro al nome di Eldalie mi ha dato modo di guardarmi dentro in un modo che mai avevo sperimentato,rendendomi migliore,più serena e regalandomi tanti nuovi colori da aggiungere alla mia personale "tavolozza di vita".
Grazie Erumer,tu hai guidato i miei primi passi in questo mondo,e la mia gratitudine mai avrà fine!Ora ho finalmente colto l'occasione per ringraziarti pubblicamente!



Ciò che mi aspetto ora è di continuare questo cammino assieme a voi con tutto quello che comporta e, nelle stesso momento,cercherò di fare del mio meglio per non deludere fiducia ed aspettitive che molti di voi nutrono nei miei riguardi e ricambiarvi di ogni singolo attimo,momento e sensazione che porto stretto al cuore!


Per il resto,beh, c'è una sezione del forum dedicata ai progetti in corso,portar avanti quelli mi pare una ottimo inizio!!





Love & life!!!


Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a coloro che sognano soltanto di notte.
Edgar Allan Poe

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 01-03-2006 18:59
  • clicca oer vedere il profilo di 4580
  • Clicca qui per inviare una email a artemisia
  • Cerca altri post di artemisia
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4162
Ieri sera, durante la riunione in chat, ad un certo punto si è sfiorato brevemente l'argomento "cose che vanno e che non vanno all'interno dell'associazione". Dato che non era la sede più adatta per approfondirlo, mi sono riservato di rifletterci a schermi spenti.
Riassumo dunque, brevemente e per punti, quel che trovo migliorabile (o del tutto assente, benché necessario).

Il concetto di fondo è che fino ad oggi siamo andati avanti sulla base di un errore di impostazione piuttosto serio: da un lato il direttivo ha dato per scontato che prima o poi sarebbero emerse forze fresche in grado di sobbarcarsi parte delle attività di base dell'associazione, dall'altro i soci hanno dato per scontato che c'era comunque un direttivo pronto a farsi carico di tutte le incombenze indispensabili e che poi, quando ci fosse stato bisogno, si sarebbe fatto avanti qualcuno.
Naturalmente, nessuna delle due posizioni è sostenibile.
Causa di tutto ciò? Una vistosa assenza di comunicazione tra di noi. Le mailing list soci@eldalie.com e direttivo@eldalie.com sono rimaste per lunghissimi mesi inattive, così come le discussioni in forum relative all'associazione. Giocoforza, in assenza di segnali, certe situazioni non potevano che rimanere ignote e quindi inaffrontate.
Io propongo di invertire clamorosamente la tendenza. Esempio, a quanto pare non tutti i soci hanno ricevuto la convocazione per l'assemblea annuale secondo quanto previsto dallo statuto... una banalità, eppure costituisce un'inadempienza che un socio con intenzioni non del tutto benevole potrebbe impugnare con conseguenze invalidanti sull'attività del direttivo e sul direttivo stesso. Una cosa del genere che capitasse in STI, o in qualsiasi associazione dove la burocrazia scalza l'amicizia di fondo (fortunatamente non è il nostro caso), scatenerebbe un autentico putiferio e farebbe rotolare parecchie teste. Bisognerebbe fare in modo da prevenire queste eventualità, perché per quanto siano remote non sono impossibili del tutto. Anzi..

Invertire la tendenza, dicevo. In primo luogo occorre ricapitolare con chiarezza quali sono le attività imprescindibili che l'associazione deve obbligatoriamente portare avanti. In breve:
- esigere la corresponsione della quota associativa annuale (è un obbligo di legge per tutte le associazioni...) ed aggiornare puntualmente di conseguenza il libro soci
- indire almeno una assemblea annuale in cui approvare il bilancio sociale, illustrare ai soci la situazione generale (quel che si è fatto, quel che si intende fare, ecc) e deliberare su tutto quanto richiede un pronunciamento da parte dei soci (ricordiamo che secondo il nostro modello associativo ogni testa vale un voto, a prescindere dalla carica, e l'unico che può avere facoltà di decisioni in autonomia, sebbene limitate a situazioni di particolare impellenza, è il presidente)
- in caso di mandato in scadenza o di cariche vacanti da assegnare, eleggere consiglieri e probiviri
Poi ci sono alcune attività accessorie, che non sono obbligatorie ma che è carino vengano portate avanti perché in certa misura danno un senso all'appartenenza all'associazione, che diversamente sarebbe solo un ente di estorsione tributi e null'altro: nel nostro caso
- produzione e distribuzione di una rivista periodica semestrale
- stipula e mantenimento di convenzioni per acquisti a prezzo agevolato
- produzione e vendita di oggettistica (magliette, boccali, spille e quant'altro) "griffati" Eldalië a scopo autofinanziamento
- organizzazione di, o organizzazione per la partecipazione a, eventi a tema in accordo con gli scopi associativi

Che dobbiamo darci una struttura più "partecipativa" è evidente, sennò restiamo fermi nel limbo in cui siamo da un annetto.
I modi? Io qualche proposta ce l'ho (sennò poi non stavo a scrivere 'sto papiro!)
Dato che il direttivo non può materialmente portare avanti tutto e in più svolgere le sue funzioni di organismo che delibera su tutte le questioni inerenti la vita associativa, occorre dar vita a supporto ad alcune commissioni (brutto termine che in realta non vuol dire altro che "uno o più amici-soci, in aggiunta al direttivo") che si occupino nello specifico di alcuni filoni di attività.
Quelle che mancano e che servono con urgenza:
- una "commissione editoriale" che si prenda cura dei contenuti del sito eldalie.com, della comunicazione interna tramite le mailing list di cui sopra e che funga da comitato di redazione per reperire e curare i contenuti e la realizzazione della rivista periodica Alqualondë, oltre a varie altre iniziative finalizzate a produzioni di tipo editoriale (volantini, dispense, concorsi letterari, pubblicazioni sia interne che presso casa editrice di testi targati Eldalië, ecc.)
- una "commissione merci" che si occupi di tenere aggiornate e divulgare (di concerto con la commissione editoriale, sul sito e/o via ml) informazioni sulle convenzioni per gli acquisti e la produzione e vendita di magliette, spille, calendari, boccali, quantaltrovivieneinmenteesipuòfare, ecc.
Quelle che, grazie al cielo, stanno nascendo:
- "commissione raduni" per la gestione della partecipazione agli eventi, che potrebbe anche costituire il braccio operativo in caso di futura organizzazione di eventi Eldalië
- "consiglio delle nossi" che è prezioso come punto di contatto tra i soci e il direttivo

Chiaramente queste commissioni non lavoreranno mai a compartimenti stagni, dato che le cose si fanno sempre tuttassieme specie se coinvolgono vari aspetti operativi (pensate solo all'organizzazione di un evento, come è stata la mostra di Tolman a Impruneta: già quello coinvolgerebbe almeno tre "commissioni" se non tutte e quattro!) però il fatto di specializzarsi porta a concentrarsi in particolar modo su certi aspetti e fa sì che, a richiesta, ci siano sempre risposte precise e puntuali e sarebbe un aiuto decisivo per il direttivo, col quale dovrebbero esserci contatti continui quando non addirittura un consigliere di riferimento per ciascuna commissione.

Io la via d'uscita la vedrei in questi termini: se le mie dimissioni saranno respinte questo è il programma che ho intenzione di portare avanti a partire dal 13 marzo, se saranno accettate lo sottoporrò all'assemblea dei soci per farlo votare ed in caso di approvazione portare avanti dal nuovo direttivo, oltre a propormi sin da ora e comunque vadano le cose per la commissione editoriale.

Commenti? Suggerimenti? Domande? ...Risposte?

Giccì



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

«...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ciò che di bello c'è nell' universo e in noi» [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-03-2006 10:14
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Località:
N/A
Post:
4995
Premesso che ieri alla riunione non ho potuto esserci, voglio commentare e dire la mia.

Gianluca Comastri il 06-03-2006 10:14 ha scritto:

Il concetto di fondo è che fino ad oggi siamo andati avanti sulla base di un errore di impostazione piuttosto serio: da un lato il direttivo ha dato per scontato che prima o poi sarebbero emerse forze fresche in grado di sobbarcarsi parte delle attività di base dell'associazione, dall'altro i soci hanno dato per scontato che c'era comunque un direttivo pronto a farsi carico di tutte le incombenze indispensabili e che poi, quando ci fosse stato bisogno, si sarebbe fatto avanti qualcuno.


In effetti si avvicina molto a quella che è stata per molto tempo la mia percezione dell'associazione. Mi aspettavo dei segnali, delle idee delgi spunti, ma essi non arrivavano. Certo, l'associazionbe la fanno i soci, ma su alcune tematiche, il direttivo dovrebbe prima dire la sua o almeno fare delle proposte di massima.
Sono anch'io convinto che alla base di tutto ci sia stata proprio la mancanza di comunicazione, anzi un'attesa di comunicazione di una delle due parti verso l'altra. Cosa risolvibile in modo semplice, credo.


Che dobbiamo darci una struttura più "partecipativa" è evidente, sennò restiamo fermi nel limbo in cui siamo da un annetto.
Dato che il direttivo non può materialmente portare avanti tutto e in più svolgere le sue funzioni di organismo che delibera su tutte le questioni inerenti la vita associativa, occorre dar vita a supporto ad alcune commissioni (brutto termine che in realta non vuol dire altro che "uno o più amici-soci, in aggiunta al direttivo") che si occupino nello specifico di alcuni filoni di attività.


Sottoscrivo e approvo. Allargare la partecipaione e spartire i "poteri" credo serva anche ad aumentare i poteri stessi, oltre che caricare di responsabilità nuove tutti i soci di Eldalie. L'assiciazione vive se i soci sono vivi, attivi e coinvolti.


Quelle che mancano e che servono con urgenza:
- una "commissione editoriale" che si prenda cura dei contenuti del sito eldalie.com, della comunicazione interna tramite le mailing list di cui sopra e che funga da comitato di redazione per reperire e curare i contenuti e la realizzazione della rivista periodica Alqualondë, oltre a varie altre iniziative finalizzate a produzioni di tipo editoriale (volantini, dispense, concorsi letterari, pubblicazioni sia interne che presso casa editrice di testi targati Eldalië, ecc.)


Il "problema" Alqualonde è piuttosto urgente IMHO; la nostra rivista è infatti uno dei segni tangibili della nostra presenza nel panorama tolkieniano italiano, oltre ad essere anche gratificante per gli Eldali che vi lavorano, vi scrivono e per quelli che poi, ansiosi e trepidanti, l'attendono per leggerla.


Quelle che, grazie al cielo, stanno nascendo:
- "commissione raduni" per la gestione della partecipazione agli eventi, che potrebbe anche costituire il braccio operativo in caso di futura organizzazione di eventi Eldalië
- "consiglio delle nossi" che è prezioso come punto di contatto tra i soci e il direttivo


Spero che a Marina di Pisa ci sia occasione per fare a riguardo un punto della situazione. A quattr'occhi ci si chiariscono alcuni aspetti che altrimenti possono essere poco chiari. E poi è opportuno vedere in che modo si riesce ad essere operativi.


Io la via d'uscita la vedrei in questi termini: se le mie dimissioni saranno respinte questo è il programma che ho intenzione di portare avanti a partire dal 13 marzo, se saranno accettate lo sottoporrò all'assemblea dei soci per farlo votare ed in caso di approvazione portare avanti dal nuovo direttivo, oltre a propormi sin da ora e comunque vadano le cose per la commissione editoriale.


Evidentemente mi sono perswo qualcosa...
Ad ogni modo spero che l'assembela prossima ventura sappai gettare la luce negli angoli bui e chiarire alcune situazioni.

Riguardo alla via d'usciita proposta da GC credo che sia ragionevole e ben articolata e ha quindi il mio benestare. Certo, bisogna poi vedere che risposte e che meccanismi essa sarà in gradi di attivare, ma su questo voglio essere fiducioso.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 06-03-2006 11:16
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

quennar

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finrod_felagund
Súlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
23-03-2006
Località:
N/A
Post:
1013
So che il 17 si è tenuta la riunione in chat, si potrebbe sapere qualcosa di quello che è stato discusso, e se c'è qualche novità?
Grazie.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 19-04-2007 22:43
  • clicca oer vedere il profilo di 5593
  • Cerca altri post di quennar
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4162
Ecco (verbale provvisorio)
quennar il 19-04-2007 22:43 ha scritto:
So che il 17 si è tenuta la riunione in chat, si potrebbe sapere qualcosa di quello che è stato discusso, e se c'è qualche novità?
Grazie.

Segue un riassunto di quanto chatchierato.
Pregasi prendere visione dell'ultimo paragrafo in particolare, relativo all'assemblea (seguirà email).


- Assetto del consiglio direttivo: eletto il direttivo a novembre, restavano da nominare i consiglieri e tutte le cariche previste da statuto. I consiglieri confermano l'intenzione di rinominare alla presidenza Gianluca Comastri: a seguito delle recenti vicissitudini e turbolenze nei rapporti tra soci si delibera di sottoporre la nomina all'approvazione dell'assemblea dei soci prevista per fine aprile 2007.
Marco Trucillo dichiara l'intenzione di rinunciare alla vicepresidenza. La carica viene assegnata ad interim a Mauro Ghibaudo in attesa che Lorenzo Caroli e Federico Inverni valutino e propongano chi dei due assumerà la carica.
Mauro Ghibaudo è confermato nel ruolo di segretario e tesoriere.
- Organizzazione attività: con questa denominazione si intende la gestione di incontri ed eventi fino all'intero sistema delle commissioni. Ugo Truffelli viene individuato come referente delle attività editoriali, Lorenzo Caroli e Matteo Tognela si propongono come coadiutori di progetti specifici. si conviene di raccogliere queste disponibilità e poi di definire meglio il tutto a valle di Eldamar IV. La commissione artistica al momento è curata da Federico Beltrami in buona autonomia operativa e si conviene di garantirne la funzionalità dandovi supporto nelle circostanze che lo richiedano, come organizzazione di mostre o concorsi o preparazione di pubblicazioni. Lorenzo Caroli si ripropone come punto di riferimento per le Nossi nel tentativo, se possibile, di ripristinare l'omonimo Consiglio. Si esamina poi la situazione relativa a prodotti artigianali e gadget a marchio Eldalie, si prendono in esame alcune possibilità di produzione dei medesimi (lulu.com, cafexpress, ecc.) e si stabilisce che nel periodo successivo ad Eldamar si effettuerà una riorganizzazione del sistema di produzione e vendita per autofinanziamento.
- Gestione soci: Marco Trucillo rende noto che il sistema di gestione online è quasi pronto. Entro fine mese invierà tramite email un codice di accesso al sito attraverso il quale si possono leggere verbali ed altri documenti relativi all'associazione (cosa già possibile, bisogna solo fisicamente inviare i codici).
Per quanto riguarda la gestione delle iscrizioni e dei rinnovi: manca pochissimo. Per adesso sia Mauro che Marco possono gestire la base dati dei soci online.
Dovremmo quindi iniziare la campagna per rinnovi e le iscrizioni strutturando un modus operandi interno. Questione indirizzi @eldalie.com: si propone di crearne uno standard, visto che di dati ne arrivano pochi e sul bollettino non c'è indirizzo internet cui contattare, e modificarlo successivamente su richiesta. Le modalità verranno stabilite dopo discussione con i soci tramite consultazioni via email e forum.
- Rivista soci: Ugo Truffelli propone una trasformazione/riforma sulla base del sistema proficuamente e più funzionale dottato dalla Tolkien Society e dalla Mythopoetic society, anziché quello della STI: quello del sistema giornale VS. bollettino. Alqualonde, il Giornale, resterà tendenzialmente come è adesso, raccolta di articoli, saggi, traduzioni di articoli internazionali e, perché no, stampa degli interventi alle conferenze organizzate da e con Eldalië. Sarebbe più funzionale in questo senso cercare di modificarne lo status, in modo da poterlo tranquillamente vendere ad elementi esterni ad Eldalië e agli incontri nazionali. Il che farebbe un gran bene al giornale stesso e ad Eldalië. Il giornale diventerebbe ANNUALE (come Mallorn) o eventualmente lasciarlo semestrale (come Mythlore). Il mezzo associativo vero e proprio, che renderebbe tra l’alto più tangibile il rapporto soci/associazione; sarà il BOLLETTINO con cadenza bimestrale. Il Bollettino (come Amon Hen o Mythprint) e il foglio associativo, sarà di poche pagine (4 o 6 al massimo) ed informerà i soci riguardo alle notizie della associazione, resoconti delle Assemblee, agenda con gli eventi locali (e qui è indispensabile l’aiuto delle varie persone per segnalarli). Anche questo punto verrà dibattuto tra i soci in tutte le modalità utili.
- Eventuale cambio sede sociale: la sede legale attuale è La Casa Bianca di Domenico Elia (effettuammo un cambio un anno fa) ma si evidenziano problemi di invio e recupero della posta cartacea inviata alll'associazione. La corrispondenza da parte di Poste Italiane (e quindi per la gestione del conto) è già stata dirottata a casa di Mauro Ghibaudo. Si stabilisce di contattare Domenico Elia per sentire il suo parere in merito mantenendo la disponibilità di Marco Trucillo a trasferire la sede sociale presso il proprio domicilio.
- Convocazione assemblea ad Eldamar: per approvare il bilancio annuale, la presidenza per il prossimo triennio e valutare quel che si è deciso di rimandare al parere dei soci, si rinvia all'assemblea convocata nei giorni tra il 28 e il 30 aprile 2007 a Buccinasco (MI) in occasione di Eldamar. Prima convocazione il 29 aprile 2007 alle ore 13, altre convocazioni a seguire. Le deleghe potranno essere inviate via email all'indirizzo direttivo@eldalie.com secondo le consuete modalità non oltre il 27 aprile 2007, oppure consegnate in loco a un membro del direttivo.



«Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

«...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ciò che di bello c'è nell' universo e in noi» [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 22-04-2007 11:46
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldalië Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Località:
Bologna
Post:
4162
2008 d.C.: situazione dell'associazione culturale
Preannuncio qui una comunicazione, che a breve verrà inviata anche alla mailing list soci, in quanto si tratta di un argomento delicato che è bene sia portato a conoscenza di tutti quelli che in un modo o nell'altro frequentano Eldalië - in ciascuna delle sue espressioni, si tratti di forum, sito, comunità od associazione.

Sebbene manchi più di un anno alla scadenza del mandato di questo direttivo, due consiglieri hanno già presentato formale richiesta di dimissioni dalla carica, causa mancanza di tempo da dedicare alla buona gestione associativa; un altro ci sta pensando su per motivi sostanzialmente identici (per questioni di riservatezza non farò qui i nomi, ci penseranno semmai gli interessati: preciso solo che non si tratta del sottoscritto, che come varie volte preannunciato si ritiene impegnato in Eldalië a vita o fino a una eventuale cacciata da parte vostra).
Dopo averne parlato con alcuni amici fidati, la "ricetta" che propongo per uscire da questa situazione è la seguente:
  • chiedere ai primi tre consiglieri non eletti, nella fattispecie Azariel, Rosieposie e Mirime conferma della disponibilità a subentrare almeno fino alla fine del mandato di questo consiglio;
  • in ogni caso, procedere unicamente con le attività di ordinaria amministrazione (vale a dire gestione delle iscrizioni ed emissione della rivista soci cartacea e dei bollettini periodici via posta elettronica) fino alla scadenza del mandato di questo direttivo, nel frattempo preparando le elezioni per il prossimo anno e deliberando in sede di assemblea dei soci quale dovrà essere l'assetto e il campo di attività dell'associazione;
  • contemporaneamente, chiederò licenza di procedere per perseguire tutti quegli obiettivi che possono nel frattempo mantenere attiva l'associazione, senza però intaccare le risorse associative o coinvolgere altri soci o consiglieri che non lo vogliano espressamente (come ad esempio: prendere contatti ed accordi per patrocinare eventi o manifestazioni pubbliche, chiedere collaborazione ad altri soci per iniziative culturali, artigianali ed artistiche finalizzate alla diffusione pubblica compresi i siti web e l'editoria in genere, etc.)

    Naturalmente questa è la mia idea a oggi, che però non è un ipse dixit bensì un punto di partenza su cui discutere assieme per trovare una via d'uscita da questa situazione che sia condivisa anche da altri - da solo posso anche procedere con qualche spunto di quelli di cui sopra, ma vi assicuro che non andrei più in là di tanto, e comunque ritengo che seguire la mia strada da solo facendomi bello del marchio Eldalië a dispetto degli Eldalië sarebbe una porc... ehm, scorrettezza piuttosto grave.

    Che mi dite?





    «Scoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria»

    «...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ciò che di bello c'è nell' universo e in noi» [Fram figlio di Frumgar]

    Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

  • Scritto il 02-10-2008 12:01
    • cita questo messaggio

    Naerfindel

    foglia di Laurelin
    Silmaril Silmaril
    anello del potere anello del potere anello del potere
    alleato con house_of_fingolfin
    Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
    Registrato il:
    17-09-2003
    Località:
    N/A
    Post:
    4995
    Dato che chiami in causa tutta la comunità Eldalie, esprimo più che volentieri il mio parere in merito.

    Gianluca Comastri il 02-10-2008 12:01 ha scritto:

    Dopo averne parlato con alcuni amici fidati, la "ricetta" che propongo per uscire da questa situazione è la seguente:
  • chiedere ai primi tre consiglieri non eletti, nella fattispecie Azariel, Rosieposie e Mirime conferma della disponibilità a subentrare almeno fino alla fine del mandato di questo consiglio;


  • La soluzione più naturale e che dà meno problemi, che sanerebbe il vuoto che si verrebbe a creare. Augurandosi naturalmente che i sopracitati amici siano disposti a mettersi a disposizione.


  • contemporaneamente, chiederò licenza di procedere per perseguire tutti quegli obiettivi che possono nel frattempo mantenere attiva l'associazione, senza però intaccare le risorse associative o coinvolgere altri soci o consiglieri che non lo vogliano espressamente (come ad esempio: prendere contatti ed accordi per patrocinare eventi o manifestazioni pubbliche, chiedere collaborazione ad altri soci per iniziative culturali, artigianali ed artistiche finalizzate alla diffusione pubblica compresi i siti web e l'editoria in genere, etc.)


  • Navigare a vista credo sia una scelta obbligata. Naturale cercare di essere presenti agli eventi e alle iniziative culturali, per essere presenza viva.
    Quanto alle iniziative culturali, artigianali ed artistiche mi pare che esse siano sempre presenti nel momento in cui Eldalie partecipa ad un evento. Certo, forse in modo massiccio, ma ci sono e questo è comunque un bel segnale che testimonia il saper fare che è insito al gruppo. Le più sacrificate mi sembrano le iniziative culturali, o forse sono solamente quelle meno visibili e più difficili da far apprezzare "sul mercato".
    Ci sarebbe poi la questione dei progetti avviati e in stand by da tempo. Tutto si riconduce alla voglia di fare di ciascuno. E l'appello è rivolto pure a me stesso naturalmente; sono mesi che cerco di concludere un lavoro ma non ne vedo la fine.


    ... da solo posso anche procedere con qualche spunto di quelli di cui sopra, ma vi assicuro che non andrei più in là di tanto...


    Chiaro.

    Ok, non credo di aver scritto nulla di eclatante, ma per il momento non saprei cos'altro dire a riguardo.

    Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

    Scritto il 02-10-2008 16:50
    • clicca oer vedere il profilo di 3739
    • Cerca altri post di Naerfindel
    • cita questo messaggio
    Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

    Vai a [Go]
    Total: 0.055103 - Query: 0.007436 Elaborazione 0.042675 Print 0.003077 Emoticons/Tengwar/Quote 0.001209 © Eldalië.it