Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Discussione del Mese - Settembre 2004
Pagina 3 di 3. Vai a pagina 1 2 3
AutorePost
Pagina 3 di 3. Vai a pagina 1 2 3

Melinde

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con imladris
S√ļl√ę Carmeva im√≠ca Olvar
Registrato il:
23-06-2003
Localitŗ:
Viterbo
Post:
910
E dal punto di vista scientifico? Voglio dire, sezionare (o vivisezionare... brrrr) le opere del Nostro volendo studiare la Terra di Mezzo come antropologi, sociologi, geologi, climatologi, biologi, botanici... o veterinari, come me... o quant'altro... questo è scorretto?
Da un certo punto di vista, spoetizza. Ma in molte discussioni, peraltro interessanti e anche divertenti, si sono tirate fuori conoscenze di genetica, di fisica quantistica, di ingegneria, di strategia militare... Se è vero come è vero che la Terra di Mezzo è plausibile, quasi reale, entro certi limiti viene naturale... ma poi dei limiti ci vogliono. Che ne pensate?

Melind√ę

"L'amore uccide ciò che siamo stati perchè si possa essere ciò che non eravamo". (S.Agostino)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-09-2004 10:56

éowyn77

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Comitato Anti-KStoriciEldalie Roma
Registrato il:
19-12-2003
Localitŗ:
Post:
876
Credo che Tolkien rimarrebbe un po' basito leggendo tutto quanto scritto sul forum riguardante i suoi libri! Non credo sia una questione di andare contro la sua volont√† infatti ricordo altre lettere in cui si soffermava su degli studi che detestava particolarmente: quelli dei critici che mirano ad analizzare un'opera sulle basi della biografia dell'autore. E questo posso anche capirlo, in pratica sembra che questo genere di rilettura gli desse abbastanza fastidio. Dunque, la sua vita privata con le sue opere non c'entrano, diceva Tolkien, per√≤ non posso credere che alcuni episodi, alcune vicende della sua vita reale non abbiano condizionato il suo modo di scrivere. Gi√† si √® parlato di religione e provvidenza, b√® queste cose fanno chiaramente parte della sua condizione esistenziale. A questo punto bisogna ricordare che rispondeva sempre chiaramente ai dubbi dei suoi lettori, per molti aveva una risposta, altri magari lo facevano riflettere su questioni a cui non aveva dato troppa importanza eppure, in un certo senso, sono convinta che fosse contento se qualcuno s'interessava seriamente alla sua terra di mezzo. Mi sembra chiaro che non avremo mai alcune risposte ai nostri dubbi ma sono certa che se in vita tolkien avesse avuto pi√Ļ tempo (anche una buona gestione, soprattutto!!!) si sarebbe divertito a rispondere ad ogni curiosit√† o ancor meglio avrebbe scritto talmente tante altre cose che nei suoi lettori non avrebbe lasciato alcun dubbio... ma sarebbe stato impossibile anche questo, credo.



"Ma io non sono un uomo vivente! Stai guardando una donna. √Čowyn io sono, figlia di √Čomund. ... Vattene se non sei immortale! Viva o morente ti trafigger√≤, se lo tocchi."

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-09-2004 19:50
  • clicca oer vedere il profilo di 4007
  • Cerca altri post di √©owyn77

Aldarion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
17-04-2002
Localitŗ:
N/A
Post:
723
éowyn77
... Dunque, la sua vita privata con le sue opere non c'entrano, diceva Tolkien, però non posso credere che alcuni episodi, alcune vicende della sua vita reale non abbiano condizionato il suo modo di scrivere.


Ancora un caso di negazione tolkeniana .Un esempio : Tolkien era ossessionato ( lo ha detto lui) da un sogno ricorrente , una grande ondata distruttrice..., sogno "ereditato" da uno dei suoi figli.
Numenor vi dice nulla ? E Faramir che fa lo stesso sogno ?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-09-2004 08:34
  • clicca oer vedere il profilo di 211
  • Cerca altri post di Aldarion

Melinde

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con imladris
S√ļl√ę Carmeva im√≠ca Olvar
Registrato il:
23-06-2003
Localitŗ:
Viterbo
Post:
910
Aldarion il 17-09-2004 08:34 ha scritto:
...Tolkien era ossessionato ( lo ha detto lui) da un sogno ricorrente , una grande ondata distruttrice..., sogno "ereditato" da uno dei suoi figli.
Numenor vi dice nulla ? E Faramir che fa lo stesso sogno ?


Ho infatti interpretato la storia dell'Akallabeth, in base a quel passo di Lett in cui ne parla, come una sorta di "esorcismo" contro quell'incubo... quindi sarebbe qualcosa di molto personale. Ma è un po' la genesi del Mito, da che mondo è mondo; partendo da sé, JRRT concepisce un mito per tutta la Terra di Mezzo e per tutti noi. E così non mi sento in colpa per aver visto in questo passo qualcosa di personale del Professore... Dovrei?

Melind√ę

"L'amore uccide ciò che siamo stati perchè si possa essere ciò che non eravamo". (S.Agostino)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-09-2004 09:00

Aldarion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
17-04-2002
Localitŗ:
N/A
Post:
723
Melinde
Ho infatti interpretato la storia dell'Akallabeth, in base a quel passo di Lett in cui ne parla, come una sorta di "esorcismo" contro quell'incubo... quindi sarebbe qualcosa di molto personale. Ma è un po' la genesi del Mito, da che mondo è mondo; partendo da sé, JRRT concepisce un mito per tutta la Terra di Mezzo e per tutti noi. E così non mi sento in colpa per aver visto in questo passo qualcosa di personale del Professore... Dovrei?


No, certo ^_^ . La mia risposta era una conferma di quanto da te già detto. Le esperienze personali hanno sempreinfluenza sulle azioni , e nel caso di uno scrittore, sulle sue opere. Ci sono esempi diretti, come quello da me citato, e indiretti ( inconsci mi pare esagerato, ma a volte è così ), come ad esempio l'esperienza della guerra in trincea.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-09-2004 09:47
  • clicca oer vedere il profilo di 211
  • Cerca altri post di Aldarion

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Localitŗ:
N/A
Post:
23029
Aldarion il 17-09-2004 08:34 ha scritto:
Ancora un caso di negazione tolkeniana


Non del tutto: "Un autore non pu√≤ naturalmente rimanere del tutto insensibile alla propria esperienza, ma i modi nei quali il seme di una storia usa il terreno dell'esperienza sono estremamente complessi, ed i tentativi di definire il processo sono nel migliore dei casi supposizioni basate su indizi inadeguati ed ambigui. √ą anche sbagliato, sebbene sia una naturale tentazione nei casi in cui le vite di autore e critico si siano sovrapposte, supporre che i movimenti di pensiero o gli eventi dei tempi comuni ad entrambi siano necessariamente stati le maggiori influenze" (da http://www.eldalie.com/Saggi/PrefazioneJRRT.htm).


Tolkien era ossessionato [...] da un sogno ricorrente , una grande ondata distruttrice


Se non erro, dice anche qualcosa su questo sogno in relazione a N√ļmenor

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-09-2004 11:27
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon

Elràwien

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Ulmo
Guardiani di FeeriaEldalie Campania - UinemmarS√ļl√ę Carmeva im√≠ca Olvar
Registrato il:
01-07-2004
Localitŗ:
Napoli
Post:
1241


Ancora un caso di negazione tolkeniana .Un esempio : Tolkien era ossessionato ( lo ha detto lui) da un sogno ricorrente , una grande ondata distruttrice..., sogno "ereditato" da uno dei suoi figli.
Numenor vi dice nulla ? E Faramir che fa lo stesso sogno ?


Mmh... spesso anch'io faccio questo sogno!!! Impressionante... anche l'ondata che sogno io √® distruttrice! Diciamoci a verit√†, molti artisti (guardando l'arte a 360¬į intendo) fanno dei loro sogni la maggior fonte d'ispirazione, prendiamo ad esempio Wes Cravern oppure gli stessi Surrealisti... sogni... ebbene, √® affascinante scoprire il significato di quello che il prof ci ha lasciato, anche se forse se avessimo l'opportunit√† di intervistarlo alla domanda "Ma che vuol dire?" forse lui direbbe "Guardati dentro, e guarda ci√≤ che io ho visto!"! Certo, il mondo che ha creato Tolkien √® vasto e contiene proprio tutto, ma il fine ha giustificato i mezzi. Egli voleva che le storie dell TdM fossero "reali", un p√≤ come la mitologia greca, che avessero fondamenta plausibili e c'ha lavorato su incessantemente (guardate il Silmarillion, ad esempio) la cosa √® grandiosa e credo che se avesse avuto la possibilit√† di vivere altri 10anni di sicuro Eldarion avrebbe affrontato qualche altra avventura, con nuovi Hobbit e con poteri maggiori! I significati di ogni scrittura in generale, del prof enon, non sono da ricercarsi molto lontano da lui... mi ricordo di una frase "Non scriver√≤ neanche una riga di quaderno se prima non l'avr√≤ sentita in fondo!" E per questo intendo parlare di esperienze e cose vissute. Di sicuro il prof non ha guardato molto alla sua vita reale... ma ha dato vita alla sua fantasia!

------------------------------------------------
Uich gwennen na 'wanath ah na dhín.
An uich gwennen na ringyrn ambar hen.
Boe naid bain gwannathar,
Boe cuil ban firitha.
----------------------------------------------------

Boe naer gwannathach...

Elràwien

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-09-2004 17:28
  • clicca oer vedere il profilo di 4724
  • Clicca qui per inviare una email a Elr√†wien
  • Cerca altri post di Elr√†wien

Randir


alleato con eldalie.it
Registrato il:
10-08-2004
Localitŗ:
N/A
Post:
13
Io penso che invece a guardar bene, la vita di Tolkien emerge prepotente nelle sue opere.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-09-2004 17:37
  • clicca oer vedere il profilo di 4796
  • Cerca altri post di Randir

Gianluca Comastri

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldali√ę Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Localitŗ:
Bologna
Post:
4150
Randir il 23-09-2004 17:37 ha scritto:
a guardar bene, la vita di Tolkien emerge prepotente nelle sue opere.

Perché? Ci dai due parole di spiegazione della conclusione che hai raggiunta?




¬ęScoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria¬Ľ

¬ę...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ci√≤ che di bello c'√® nell' universo e in noi¬Ľ [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 23-09-2004 20:20

Jocularis

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Compagnia del CannelloEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
15-09-2004
Localitŗ:
Post:
86
Io credo che invece del "Guardati dentro, e guarda ciò che io ho visto!"! conoscendo un pò Tolkien sono certo direbbe "Guardati dentro, e guarda ciò che tu hai visto!", per questo non amava una traduzione cinematrografica del libro (per chi non lo sapesse gliel'avevano già proposta negli anni settanta). Sta qui la sua genialità.
Tolkien, è stato detto, non mmava l'allegoria. Il suo mondo non è allegorico ma Vero, nel senso Calviniano, come vere sono le fiabe. Cioè dense di veri valori.

E anch'io sono propenso nel credere che la vita di tolkine si senta prepotentemente nelle sue opere. Un passo sconvolgente della sua biografia (consioglio quella di Carpenter) racconta della campagna di guerra alla qual ha parteciapto con l'amico Lewis, nell'11 battaglione dei fucilieri del Lancashire. Ha visto molti degli Inklings cadere sotto i suoi occhi, e fu tra uno dei pochi superstiti. Tornato, in ricovero all'ospedale da campo, ha cominciato a scrivere due frasi le prime che avrebbero inaugurato la sua opera maggione: il Simarrillion. Se fosse stato ucciso, tutto quello che noi amiamo, che ormai viviamo, ogni parola che il prof ci ha lasciato, non sarebbe mai nata. E tutto si sarebbe spento nell'orror della guerra.

Questa √® la vita di Tolkien, e di questo parlano i suoi libri. Potete sostenere che esista qualcosa di pi√Ļ vero?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 24-09-2004 11:30
  • clicca oer vedere il profilo di 4869
  • Cerca altri post di Jocularis

Randir


alleato con eldalie.it
Registrato il:
10-08-2004
Localitŗ:
N/A
Post:
13
Jocularis
nell'11 battaglione dei fucilieri del Lancashire. Ha visto molti degli Inklings cadere sotto i suoi occhi, e fu tra uno dei pochi superstiti.

Ma esistevano già gli Inklings ?
Non erano due membri dei T.C.B.S. che sono morti ?

Comunque di certo l'esperienza della guerra ha condizionato Tolkien, c'è chi sostiene che Mordor con i suoi fossati e le sue trincee sia la raffigurazione del comprensorio della Somme durante la prima guerra mondiale

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-09-2004 17:39
  • clicca oer vedere il profilo di 4796
  • Cerca altri post di Randir

Glifo

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con eldalie_
Compagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
02-02-2004
Localitŗ:
Firenze
Post:
440
Però,davvero interessante questa discussione del mese!
Dunque,credo che l'Autore non sarebbe così scontento nel vedere quanto certi lettori e addetti ai lavori si interroghino sulle sue opere.
Il "male" viene da chi trae conclusioni affrettate e/o sbagliate anche a fronte di un lavoro approfondito.
Ma,se,per fare un'ipotesi,io volessi andare a scovare un lato "esoterico" negli scritti di Tolkien,che ci sarebbe di male?
Certo mi costerebbe molta fatica,tempo,ma sarebbe davvero una "violenza" nei confronti dello scrittore?
A chi farei torto se dicessi che certi passi dei Suoi libri mi han fatto venire in mente altre cose?
Perch√® quest'uomo,non si limita a parlare (per fare un esempio) del Male,ma ne disserta in modo lucido,intelligente,con rimandi a culture anche lontane dalla nostra ( non sono forse gli Orchi tremendamente simili agli As√Ļra,gli uomini-bestia,i D√®moni, della religione Indiana?) o alla cultura Ermetica dei Suoi tempi,quando Gran Maestro della Golden Dawn era W.B.Yeats e tra gli affiliati c'era anche C.Lewis,l'amico di Tolkien.
Secondo me il vero peccato è che Tolkien non abbia potuto assistere al successo che ha avuto: tutto (o quasi) quel che aveva scritto pubblicato,
Cinquanta (!) milioni di copie di ISDA vendute, ed un sacco di gente che continua a parlare di Lui e delle sue opere,certo, a volte anche sbagliando.....
Se fosse vivo, sarebbe al settimo cielo.

"Il male non è mai il fine,il male è un mezzo,il fine è il Potere!"

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 01-10-2004 01:53
  • clicca oer vedere il profilo di 4242
  • Clicca qui per inviare una email a Glifo
  • Cerca altri post di Glifo

Aragorn Elessar

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con gondor
Registrato il:
20-03-2004
Localitŗ:
N/A
Post:
387
Scusate, solo ora (le due di notte dell'1 ottobre!) mi sono accorto di questa discussione di settembre.

Volevo dire (scusandomi per non aver letto i post precedenti, ormai non ho pi√Ļ il tempo materiale!) che proprio ieri rileggevo la prefazione dei Racconti ritrovati dove Christopher legittima l'utilizzo della subcreazione come materia di studio analitico in ogni suo aspetto. E se lo dice il figlio, che con Tolkien ha passato pi√Ļ di 50 anni, c'√® da fidarsi.
A parer mio la lettera del primo post √® uno di quegli esempi della scontrosit√† del prof. Credo che se il mitTente (? Ti, la Tento! (che battutaccia... ) fosse capitato in un altro momento, non si sarebbe visto rifilare quella risposta. D'altronde c'√® un'altra lettera in cui il prof si scusa per non poter approffondire tutti i vari aspetti di Ea che interessavano le pi√Ļ disparate classi di lettori.
E poi, ricordate la lettera in cui sbraita verso il lettore che chiede delucidazioni sul sostrato storico di Isda: Tolkien rispondeva sgarbatamente che il Silmarillion non era ancora stato dato alle stampe perchè lo scrittore era costretto a rispondere a questo tipo di lettere.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 01-10-2004 02:27
  • clicca oer vedere il profilo di 4463
  • Cerca altri post di Aragorn Elessar

La Discussione è stata chiusa.
Non è possibile rispondere.
E' possibile chiederne la riapertura in qualsiasi momento scrivendo a forum-admin@eldalie.com[ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.055429 - Query: 0.005335 Elaborazione 0.031726 Print 0.000938 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000549 © Eldalië.it