Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
[ASTA2] 21 - Beren e Luthien
Pagina 1 di 1. Vai a pagina 1
AutorePost
Pagina 1 di 1. Vai a pagina 1

Fíriel Tindómerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Località:
(CH) Giubiasco
Post:
16734
[ASTA2] 21 - Beren e Luthien
Che cos'è l'ASTA? Cos'è questa discussione?
http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4681

La presente discussione ha il fine di incanalare gli argomenti ritenuti interessanti, o da dibattere, che prego tutti di voler elencare (indicando anche il riferimento della pagina e dell'edizione che state leggendo).

Il giorno di discussione in chat è mercoledi 20.04.05 ore 21.00 #eldalie




Fíriel Tindómerel


Ritorna a me! Ritorna da me e di che è bella la mia dimora. [Lingalad]

Al pari di Prometeo, egli rubò il fuoco per cui il Mondo esiste e tutto respira, La Natura al suo comando obbedisce e si muove: Se non è dio egli stesso, un dio possente l'ispira."

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 13-04-2005 17:17
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Località:
N/A
Post:
4995
Un capitolo ricco e una storia stupenda. Come non trarne moltissimi spunti?
E vai con la prima parte.


Perché se il Lai di Leithian è il più bello e amato dagli Elfi, il narratore lo riporta in prosa salvo alcune parti?

Il sogno rivelatore di Beren sulla sorte dei compagni; prima attestazione della preveggenza che sarà poi dei Dunedain di Numenor e della III Era?

Spettri, illusioni, paesaggi spettrali: il paesaggio descritto come una terra nera e tetra, come in uno dei capitoli precedenti, ricorda certi romanzi gotici. Tolkien e la tradizione ottocentesca gotico romantica? In questo si inserisce anche l’immagine di Sauron e le sue azioni.

La mano mozzata di Barahir e l’Anello; quasi un destino, rimanda alla mano mozzata di Beren che stringerà il Silmaril. Ma anche alle dita di Sauron e all’Unico.

Che spiriti aveva imprigionato Sauron nei corpi dei mannari per renderli così tremendi? Altro richiamo orror gotico, secondo me.

Lo scontro di magia tra il potere di due Maiar: Sauron nel Dorthonion e Melian nel Doriath. Sarà improprio il mio accostamento ma questo passaggio sembra quasi anticipare lo scontro tra altri Maiar, molto più tardo: il potere dello stesso Sauron cui si oppone da Minas Tirith quello di Gandalf.

“che una terribile sorte gravava su di lui” Silm. 203. Quale sarebbe questa sorte terribile? Il destino di Beren è semmai luminoso e la sua impresa meravigliosa, seppur frutto di molte sofferenze. Traduzione infida?

La descrizione di Luthien che contrasta con la cupezza dei paragrafi precedenti. Immagini tratte dalla tradizione romantica inglese? Mi fa venire in mente le poesie che W. Wordsworth ha dedicato al Lake District. Una scelta stilistica cercata, per far risaltare la bellezza di Luthien per contrasto. Bellissimo a mio parere questo passaggio di scena e scenografia nel giro di poche righe. Ma Luthien si fa anche simbolo della Primavera, in un’atmosfera che ricorda, tanto per dire, quelle di molto poeti italiani del Rinascimento, ma che sicuramente trova altri riferimenti nelle letterature di altre nazioni.

Luthien e Proserpina, divinità della natura risorgente e dalla primavera. Tolkien e le radici classiche del mito di Beren e Luthien.

“lei che scorge il sole dietro le mura del mondo” Silm. 204. Lei è l’allodola o Luthien? Se è l’allodola quale è la simbologia che si cela dietro a quest’immagine?

Beren che è vinto dall’incantesimo e resta senza parole. L’incontro tra Beren e Luthien è molto simile, nella sua impostazione, a quello di Elwe con Melian.

Leggendo un passo del primo incontro, sembra quasi che Luthien diventi mortale non per sua scelta, come ella manifesta poi di fronte a Mandos, ma per il fatto di essersi innamorata di Beren. Ha senso questa cosa o per l’ennesima volta la tradizione ci trae in inganno? O quel passo (Silm. 205) è semplicemente un’anticipazione?

Il tema dell’amore di un mortale per una divinità o viceversa; le fonti classiche del mito, citiamo tra tutte le Metamorfosi di Ovidio. Ma possiamo trovare anche il tema dell’amore di un uomo per la figlia di un re o di un principe suo superiore, argomento che è tipico del romanzo cortese e dei cicli carolingi.

Beren, davanti a Thingol, parla su ispirazione “divina”, come farà Tuor davanti a Turgon per ispirazione di Ulmo. Ma chi ispira Beren? Io ho sempre pensato che sia Melian, che lui guarda prima di parlare a Elwe, ma ciò mi pare strano per il destino che sarebbe toccato a tutti e quattro i protagonisti. Forse che Melian stava cercando di dirigere gli eventi nel modo migliore possibile, consapevole, come lo è Ulmo di fronte a Tuor, che il Destino non può essere cambiato e che nno è possibile prevedere l’esito delle scelte fatte.

I Valar, i Maiar e il destino. Come dimostra l’episodio di Melian e Beren, simile a quello di Ulmo con Tuor, anche nella mitologia tolkieniana esiste il Fato. Fato che, come avviene nella mitologia classica, è superiore persino al volere e al potere degli dei e all’occorrenza può farsi beffe di loro. Il Fato è dunque quella dimensione che trascende la Musica.

“la morte ti colpirebbe d’un subito” Silm. 206.

Thingol e l’atteggiamento verso Beren: vi è profonda durezza, ma anche un seme di dubbio che traspare dall’esitazione nell’essere risoluto nel punire la sfrontatezza del figlio di Barahir. Elwe sarà stato anche adirato, ma nel suo cuore sapeva di non avere di fronte un Uomo qualunque.

Thignol e la sorte di Mandos; egli la decreta con la richiesta del Silmaril, però nel momento in cui manda Beren alla cerca è mosso più dall’affetto per la figlia che dalla brama per il gioiello. Lo indica anche l’affermazione secondo la quale, concedendo Luthien in cambio del Silmaril, egli sarebbe generoso, sottintendendo che il Silmaril non vale sua figlia.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-04-2005 13:11
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Località:
N/A
Post:
4995
A voi la seconda parte delle mie riflessioni.


Beren che scala le montagne sopra le cascate di Sirion (Silm. 208); l’Andram non è l’Himalaya, e comunque arrivando da nord Beren avrebbe avuto ben poco da scalare. Il passo ha poco senso.

Sottolineare che a distanza di pochissimo tempo sia il Doriath, a causa del desiderio di Thingol, sia Nargothrond, a causa delle parole di Celegorm e Curufin, si trovano inesorabilmente avvinti dalla sorte di Mandos. Sottolineare dunque quale sia stato l’altissimo prezzo della cerca di Beren.

Il duello di canti di stregoneria tra Finrod e Sauron. Come mai questa è una delle poche attestazioni di questo particolare potere degli Elfi? Si tratta di una concezione poi superata? Ancora sul valore del canto nella successiva sfida tra Luthien e Sauron.

I dodici compagni di Finrod e Beren; mi ricordano l’episodio di Ulisse e Polifemo, un’identità da tenere segreta, i compagni che muoiono, una prigione senza possibilità di uscita.

La magia degli Elfi: Finrod che muta i volti dei compagni a sembianza di Orchi per camuffarli, Luthien che si fa crescere i capelli per tesserne un abito fatato e una corda. Non sono troppi questi elementi di magia? Gli Elfi della II Era, ma anche quelli che troviamo in altri momenti della I Era non mi sembrano disporre di tutte queste risorse.

“Draugluin… crepò ai piedi di Sauron” Silm. 216. Quel “crepò” è una vera caduta di stile.

Ancora sul filone orror gotico: le trasformazioni di Sauron e la sua cupa dimora su Tol Sirion.

Sauron che sconfitto da Huan potrebbe abbandonare il proprio corpo in forma di spirito, come farà più tardi in seguito alla perdita dell’anello. Era questa una proprietà di tutti i Maiar?

Beren e Luthien ad Angband come Orfeo ed Euridice; Carcharoth come Cerbero. Il canto di Luthien davanti a Morgoth è come il canto di Orfeo davanti ad Ade. Se vogliamo la scena si ripete ancor più vicina al mito classico nell’episodio di Luthien davanti a Mandos, anche lui mosso a pietà del potere del canto.

L’intervento decisivo della Aquile, come spesso accade nei momenti topici sia in Silm. sia in ISDA.

Presso quali acque scure avrà dimorato Daeron nella parte orientale della Terra di Mezzo, una volta messosi alla ricerca di Luthien. Il destino di due grandi menestrelli: anche Maglor scompare cantando presso l’acqua, nel suo caso quella del mare.

“…si infrattò in un folteto” Silm. 230. Che lingua è mai questa?

L’episodio della resurrezione di Beren per mezzo del Silmaril; come intenderlo? Era talmente grande il potere di quella pietra da richiamare in vita Beren? Sviluppare il tema della luce del gioiello come fonte di beatitudine e vita, che però diventa tormento e dolore se toccato da mani corrotte.

La doppia morte di Luthien: la prima decisa dal Fato, che l’aveva legata a Beren, la seconda scelta su decreto di Iluvatar espresso da Manwe. Qui farei una riflessione generale sul destino, se sia più potente quello che appunto noi chiamiamo Fato o quello che le Potenze e Eru hanno decretato per i figli del mondo. Il finale del Lai di Leithian è altamente simbolico e forse, oserei dire, teologico, ha un registro alto come quello che troviamo nell’Ainulindale, e per questo e difficilmente intelleggibile nella sua complessità. Almeno, a me molte cose sfuggono. Spero che i lavori dell’Asta riescano almeno in parte a portare un po’ di luce anche qui.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 18-04-2005 14:30
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

luthien_tinuviel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con eldalie.it
Eldalië Bologna - Mindoni EldaNosse VareseSúlë Carmeva imíca OlvarComitato Anti-K
Registrato il:
12-02-2005
Località:
BOLOGNA
Post:
153
e domani ci sarò intanto ripasso




In tal modo, quale che fosse il dolore che potesse attenderli, i destini di Beren e di Lùthien sarebbero stati uniti.
E i loro sentieri li avrebberò condotti assieme al di la dei confini del mondo.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 19-04-2005 21:50
  • cita questo messaggio

luthien_tinuviel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con eldalie.it
Eldalië Bologna - Mindoni EldaNosse VareseSúlë Carmeva imíca OlvarComitato Anti-K
Registrato il:
12-02-2005
Località:
BOLOGNA
Post:
153
O.o
La magia degli Elfi: Finrod che muta i volti dei compagni a sembianza di Orchi per camuffarli, Luthien che si fa crescere i capelli per tesserne un abito fatato e una corda. Non sono troppi questi elementi di magia? Gli Elfi della II Era, ma anche quelli che troviamo in altri momenti della I Era non mi sembrano disporre di tutte queste risorse.

Cara devi anche pensare che Lùthien nn era solo una semplice elfa ... era la figlia di Thingol e Melian..e Melian è una Maia.. quindi logicamente ha più poteri degli altri normalissimi elfi.
Non penso c'entri il discorso delle risorse... Lùthien era mezza maia e penso che Beren sposandosi con Lùthien sia stato graziato da qualche potere.


In tal modo, quale che fosse il dolore che potesse attenderli, i destini di Beren e di Lùthien sarebbero stati uniti.
E i loro sentieri li avrebberò condotti assieme al di la dei confini del mondo.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 19-04-2005 22:01
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Località:
N/A
Post:
4995
luthien_tinuviel il 19-04-2005 22:01 ha scritto:

Cara...


Caro e aggiungi pure Naerfindel, altrimentri non si capisce chi stavi citando dato che non hai quotato.


...devi anche pensare che Lùthien nn era solo una semplice elfa ... era la figlia di Thingol e Melian..e Melian è una Maia.. quindi logicamente ha più poteri degli altri normalissimi elfi.


Yes, I know, però anche Finrod è fortemente caratterizzato in quel senso e l'elemento magico sottintende a tutto il capitolo.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 20-04-2005 09:38
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

Fíriel Tindómerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Località:
(CH) Giubiasco
Post:
16734
REMINDER
Fíriel Tindómerel il 13-04-2005 17:17 ha scritto:

La presente discussione ha il fine di incanalare gli argomenti ritenuti interessanti, o da dibattere, che prego tutti di voler elencare (indicando anche il riferimento della pagina e dell'edizione che state leggendo).






Fíriel Tindómerel


Ritorna a me! Ritorna da me e di che è bella la mia dimora. [Lingalad]

Al pari di Prometeo, egli rubò il fuoco per cui il Mondo esiste e tutto respira, La Natura al suo comando obbedisce e si muove: Se non è dio egli stesso, un dio possente l'ispira."

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 20-04-2005 09:40
  • cita questo messaggio

Haranyon Rilma

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
26-11-2004
Località:
N/A
Post:
223
Tutte le citazioni sono tratte da "Il Silmarillion" Ed.Bompiani, ristampa del gennaio 2004

Pag.202 " uccelli divoratori di carogne [...] gracidando a scherno" forse può avere il significato raro di gracchiare.
Pag.202-203 "...e, audace e disperato com'era, si sottrasse sia alla morte che ai ceppi; e le gesta di solitaria audacia..." audace-audacia, ripetizione.
Pag.215 " (parlando di Huan) Sovente si recava in camera sua [tre righe dopo all'inizio di un altro periodo] Sovente Luthien parlava a Huan... " ripetizione.
Pag.216 " (Sauron) spiccò quindi un lupo dal ponte ", "spiccare" può indicare spostarsi da un luogo con un movimento brusco, ma in ogni caso l'azione viene compiuta dal soggetto e non ricade su qualcos'altro.
Pag.216 " Signore e sire di lupi mannari (Draugluin) ", signore ha l'accezione di "sovrano, padrone", sire di "signore, sovrano", quindi mi sembra, se non una ripetizione, almeno un uso molto ridondante dei termini.
Pag.218 "...dell'isola che era stata sua e che era tornata monda " teoricamente non si può tornare "mondi", perché "mondo" significa "puro, incorrotto, senza macchia" e una volta che qualcosa è macchiato non può tornare completamente puro come prima.
Pag.221 "...(Beren e Luthien) palliati di questi orridi arnesi..." "palliare" può significare "dissimulare sotto falsa apparenza, velare...", ma non si usa solo nei riguardi di sentimenti, opinioni, reali modi di essere? o si può usare anche come "cammuffarsi, mascherarsi" in senso reale e oggettivo?
Pag.225 "...di colpo acchiappò la mano..." acchiappò è totalmente fuori contesto.
Pag.229 "...s'accinsero alla Caccia al Lupo, che le favole dicono..." conoscendo Tolkien e vedendo il contesto mi sembra più adatto "fiabe", da controllare l'originale.
Pag.230 "...s'infrattò in un folteto..." no comment...
Pag.230 "...Quelli però si misero di fazione tutt'intorno..."
Pag.230 "...Ma Carcharoth lo schivò e, erompendo dal dumeto..." "dumeto" significa "pruneto, spineto", mi sembra eccessivamente nel dettaglio.
Pag.230 "...Huan balzò dal folto..."
Pag.233 "...ed essa è l'antesignana di molti nei quali gli Eldalië tuttora intravedono [...] il sembiante di Luthien..." antesignano è " colui che precede nel propugnare una dottrina o un insieme di idee " non mi sembra adatto al contesto.





"Solo perchè ciò su cui noi disegniamo non è volatile come la sabbia, si vorrebbe le nostre opere fossero eterne".

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 25-04-2005 12:17
  • clicca oer vedere il profilo di 4955
  • Cerca altri post di Haranyon Rilma
  • cita questo messaggio

Haranyon Rilma

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
26-11-2004
Località:
N/A
Post:
223
Ulteriori osservazioni:

L'impresa di Beren e Luthien: Tolkien è stato spesso tacciato di maschilismo, atteggiamento smentito sia dallo stesso Prof. (nelle Lettere), sia da un saggio Eldaliesco e in ogni caso giustificato dai temi da egli trattati, che si avvicinano in qualche modo all'epica in cui la componente maschile è maggiormente presente. Dalla vicenda di Beren e Luthien, a mio parere, si nota come anche quest'ultima affermazione venga in qualche modo smentita proprio da Tolkien. Difatti più volte nel corso dell'impresa compiuta dai due, Luthien salva la situazione e Beren risulta sì determinante, e con atti di notevole coraggio, i quali però, spesso, sarebbero risultati vani senza l'intervento della sua amata. In conclusione la figura eroica di Beren viene in parte ridimensionata, perché egli nonostante dimostri notevoli tempra e coraggio non è assolutamente invulnerabile e non riesce sempre in ciò che tenta e quella di Luthien perde ogni accezione di classica "donzella in difficoltà" di molte fiabe, ma tutt'altro ella si dimostra eroica quanto Beren anche se magari non in imprese prettamente guerresche e a mio parere dimostra anche un potere più grande, senza dubbio eredità materna.
Gli episodi in cui questo si nota sono:
-La sua fuga da Hirìlorn.
-Quando Luthien cura la ferita inflitta a Beren, dalla freccia avvelenata di Curufin, con le erbe medicinali trovate da Huan.
-Quando addormenta Carcharoth con un semplice ordine.
-Quando fa lo stesso nella Sala del Trono di Morgoth e con Morgoth stesso che, ricordiamo, è colui che si leva in possanza!
-Quando cura Beren insieme a Huan in seguito alla ferita inflittagli da Carcharoth.
-Infine quando arriva a commuovere Mandos col suo canto.
Da questi stessi episodi traspaiono anche le grandi capacità curative di Luthien.

Pag.204 "...(Beren mentre cerca Luthien per Neldoreth) ma una catena gli gravava le membra " mi ricorda molto il "rallentamento" causato da Saruman ai Tre Cacciatori, c'è una sorta di incantesimo alla base ?

Pag.208-213 Per ben due volte compare scritto "Lai di Leithien".

L'anello di Barahir: Si sono paragonati i due serpenti che lo formano rispettivamente alla razza degli Elfi, quello che sorregge la gemma centrale (Arda), e a quella degli Uomini, quello che la divora. A mio parere l'anello, che ricordiamo appartiene alla casa di Finarfin di cui Finrod è figlio, potrebbe simboleggiare anche un'altra cosa: il destino di Felagund che soccombe per aiutare Beren ad ottenere il Silmaril (schiacciato dalla gemma) e quello di Beren che riesce a ottenerlo e ricordiamo che la sua mano che stringe la Santa Gemma finisce nel ventre di Carcharoth (la gemma divorata). Forse è pura speculazione ma mi è venuto da fare questo collegamento.

Pag.212 "Ed ecco dolci nel buio gli alati del Nargothrond cantare beati" a cosa si allude? Semplici uccelli canterini?

Pag.213 " e, (Luthien) recatasi da Melian per chiederle consiglio, apprese che Beren giaceva nelle segrete di Tol-in-Gaurhoth" Come fa Melian a saperlo? E' la sua conoscenza della Musica? E in tal caso, essa arriva fino a questo dettaglio?

Pag.215 "Io ora me ne vado al mio lungo riposo nelle aule atemporali di là dai mari e dai Monti di Aman" Ma le Aule di Mandos non erano atemporali, in quanto comprese entro i cerchi di Arda, certo il tempo era meno significativo, ma c'era. Forse c'è lo zampino di F.S.S.

Quando Luthien viene desiderata da Celegorm, si ripropone, a mio parere, un tema ricorrente nella letteratura Tolkieniana: brama di bellezza e conseguentemente potere (in tal caso con i vantaggi "politici" di un eventuale matrimonio con la figlia di Thingol) che portano alla malvagità.

Pag.222 "Così Beren e Luthien tornarono a incontrarsi tra il deserto e il bosco" Sembra una metafora per indicare che a partire da quel punto sarebbe iniziata la parte più difficile e disperata della loro impresa.

Pag.223-224 Qua si presenta un po' di confusione per quanto riguarda la vicenda del travestimento da Thuringwethil di Luthien. Difatti innanzi ad Angband ella "getta la sua sconcia spoglia" quindi una dozzina di righe dopo "viene privata del suo cammuffamento dalla volontà di Morgoth" e infine una ventina di righe dopo Luthien "riprende la sua veste alata" .

Pag.225 "Beren allora fu tentato di venir meno al suo giuramento e di trar fuori da Angband tutti e tre i Gioielli..." Ma a che giuramento verrebbe meno? Beren promise di tornare da Thingol con un Silmaril, ma se ne portava Tre non saprei che ripercussioni sarebbero potute esserci (se mi è sfuggito un giuramento chiedo venia ma in questo capitolo ce ne sono una moltitudine ).

Da notare come appena Beren tenta di prendere gli altri Gioielli dalla Corona di Ferro, venga "punito" dal fato e una scheggia del suo pugnale si conficchi nella gota dell'Oscuro Signore provocandone il risveglio. Sembra che Tolkien abbia voluto punire Beren per la sua momentanea caduta.

Pag.226 Le Tre Aquile che salvano Beren e Luthien. Un non troppo velato simbolismo dell'intervento divino? Senza mettere in dubbio le capacità narrative di Tolkien
, immagino sia anche un deus ex machina (solo non assurdo o improbabile proprio perchè divino) per risolvere la situazione, tra le altre usato molto spesso dal Prof. (vedi Frodo, Bilbo, Fingolfin, Hùrin e Huor e compagnia bella).

Pag.232 Luthien intreccià i temi del dolore degli Eldar e della pena degli uomini. Se ci si riferisce al lungo logoramento della vita immortale (in ogni caso lunghissima) degli Eldar e all'angoscia e alla paura che la morte incute negli Uomini, invertirei i termini. Da controllare l'originale.

Pag.228 "la sorte da lui (Thingol) architettata". Teoricamente la sorte non può essere determinata da scelte o non è più tale. Penso che sarebbe più logico dire "adesso Thingol dovrà sottostare al susseguirsi di eventi voluti dal suo fato, che lui ha scelto perchè obbligato dal fato stesso". A meno che la concezione di destino non sia diversa.

Ahimè, penso che con buone probabilità sarò assente all'ASTA, quindi spero di essere stato abbastanza chiaro nelle mie osservazioni.








"Solo perchè ciò su cui noi disegniamo non è volatile come la sabbia, si vorrebbe le nostre opere fossero eterne".

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 26-04-2005 19:34
  • clicca oer vedere il profilo di 4955
  • Cerca altri post di Haranyon Rilma
  • cita questo messaggio

Eredhel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
08-05-2005
Località:
Messina
Post:
381
Beren che scala le montagne sopra le cascate di Sirion (Silm. 208); l’Andram non è l’Himalaya, e comunque arrivando da nord Beren avrebbe avuto ben poco da scalare. Il passo ha poco senso.

Sottolineare che a distanza di pochissimo tempo sia il Doriath, a causa del desiderio di Thingol, sia Nargothrond, a causa delle parole di Celegorm e Curufin, si trovano inesorabilmente avvinti dalla sorte di Mandos. Sottolineare dunque quale sia stato l’altissimo prezzo della cerca di Beren.

Il duello di canti di stregoneria tra Finrod e Sauron. Come mai questa è una delle poche attestazioni di questo particolare potere degli Elfi? Si tratta di una concezione poi superata? Ancora sul valore del canto nella successiva sfida tra Luthien e Sauron.

I dodici compagni di Finrod e Beren; mi ricordano l’episodio di Ulisse e Polifemo, un’identità da tenere segreta, i compagni che muoiono, una prigione senza possibilità di uscita.

La magia degli Elfi: Finrod che muta i volti dei compagni a sembianza di Orchi per camuffarli, Luthien che si fa crescere i capelli per tesserne un abito fatato e una corda. Non sono troppi questi elementi di magia? Gli Elfi della II Era, ma anche quelli che troviamo in altri momenti della I Era non mi sembrano disporre di tutte queste risorse.

Scusate l'ignoranza.... ma da dove hai preso questo pezzo?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 13-05-2005 16:47
  • cita questo messaggio

Eredhel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
08-05-2005
Località:
Messina
Post:
381
Beren che scala le montagne sopra le cascate di Sirion (Silm. 208); l’Andram non è l’Himalaya, e comunque arrivando da nord Beren avrebbe avuto ben poco da scalare. Il passo ha poco senso.

Sottolineare che a distanza di pochissimo tempo sia il Doriath, a causa del desiderio di Thingol, sia Nargothrond, a causa delle parole di Celegorm e Curufin, si trovano inesorabilmente avvinti dalla sorte di Mandos. Sottolineare dunque quale sia stato l’altissimo prezzo della cerca di Beren.

Il duello di canti di stregoneria tra Finrod e Sauron. Come mai questa è una delle poche attestazioni di questo particolare potere degli Elfi? Si tratta di una concezione poi superata? Ancora sul valore del canto nella successiva sfida tra Luthien e Sauron.

I dodici compagni di Finrod e Beren; mi ricordano l’episodio di Ulisse e Polifemo, un’identità da tenere segreta, i compagni che muoiono, una prigione senza possibilità di uscita.

La magia degli Elfi: Finrod che muta i volti dei compagni a sembianza di Orchi per camuffarli, Luthien che si fa crescere i capelli per tesserne un abito fatato e una corda. Non sono troppi questi elementi di magia? Gli Elfi della II Era, ma anche quelli che troviamo in altri momenti della I Era non mi sembrano disporre di tutte queste risorse.

Scusate l'ignoranza.... ma da dove hai preso questo pezzo?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 13-05-2005 16:48
  • cita questo messaggio

Naerfindel

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_fingolfin
Eldalië Trento - Ered SilivrinGilda LinguistiHeren IstarionStorici
Registrato il:
17-09-2003
Località:
N/A
Post:
4995
Eredhel il 13-05-2005 16:47 ha scritto:


...

Scusate l'ignoranza.... ma da dove hai preso questo pezzo?


Dal Silmarillion, magari?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 13-05-2005 19:26
  • clicca oer vedere il profilo di 3739
  • Cerca altri post di Naerfindel
  • cita questo messaggio

Eredhel

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Registrato il:
08-05-2005
Località:
Messina
Post:
381
Grazie Naerfindel, penso di dover andara di corsa a ri-leggere il silmarillion...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-05-2005 13:44
  • cita questo messaggio

Fíriel Tindómerel

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril
anello del potere
alleato con S.T.S.
Tolkien 2005Compagnia del CannelloOperatori
Registrato il:
08-09-2002
Località:
(CH) Giubiasco
Post:
16734
Vi ringrazio entrambi, magari se poi le annotazioni per questo progetto le fate tempestivamente, seguendo il calendario delle discussioni è meglio, cosi possiamo parlarne tutti.

La discussione principale, con le date di analisi in chat la trovate in cima ad ogni discussione relativa al progetto ASTA.



Fíriel Tindómerel


Ritorna a me! Ritorna da me e di che è bella la mia dimora. [Lingalad]

Al pari di Prometeo, egli rubò il fuoco per cui il Mondo esiste e tutto respira, La Natura al suo comando obbedisce e si muove: Se non è dio egli stesso, un dio possente l'ispira."

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-06-2005 15:22
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.046208 - Query: 0.002372 Elaborazione 0.035779 Print 0.001501 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000463 © Eldalië.it