Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
La rovina della Terra (la nostra)
Pagina 19 di 19. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
AutorePost
Pagina 19 di 19. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
Mornon il 29-06-2007 22:40 ha scritto:
Sicuramente l'aver bandito totalmente il DDT, scopo sanitario incluso, a causa dell'uso eccessivo che ne veniva fatto in ambito agricolo non sembra avere molto senso, visto i danni (in termini di vite umane) che ha causato; viene se non altro da chiedersi se non si sarebbe potuto continuare a produrlo almeno a scopo sanitario: si sarebbe riuscito a ottenere, sottobanco, anche per altri usi, ma con un minimo di controllo si spera in forma rilevantemente ridotta.
Però... come veniva usato, per combattere la malaria? Del tipo, veniva abbondantemente spruzzato sui determinati terreni? Se sí, questo che effetto aveva sull'ambiente? Se no, in quale altro modo?


D'accordissimo con te Mornon,se si potevano risparmiare così tante vite umane allora fu un errore bandirlo,almeno per questo scopo.
Credo comunque che venisse cosparso nelle acque stagnanti e nei ruscelli,habitat delle zanzare portatrici della malattia.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 22:45
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Voronwe Aranwion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Comitato Anti-K
Registrato il:
05-07-2004
Località:
N/A
Post:
1141
digetolkeniano il 29-06-2007 22:45 ha scritto:
Mornon il 29-06-2007 22:40 ha scritto:
Sicuramente l'aver bandito totalmente il DDT, scopo sanitario incluso, a causa dell'uso eccessivo che ne veniva fatto in ambito agricolo non sembra avere molto senso, visto i danni (in termini di vite umane) che ha causato; viene se non altro da chiedersi se non si sarebbe potuto continuare a produrlo almeno a scopo sanitario: si sarebbe riuscito a ottenere, sottobanco, anche per altri usi, ma con un minimo di controllo si spera in forma rilevantemente ridotta.
Però... come veniva usato, per combattere la malaria? Del tipo, veniva abbondantemente spruzzato sui determinati terreni? Se sí, questo che effetto aveva sull'ambiente? Se no, in quale altro modo?


D'accordissimo con te Mornon,se si potevano risparmiare così tante vite umane allora fu un errore bandirlo,almeno per questo scopo.
Credo comunque che venisse cosparso nelle acque stagnanti e nei ruscelli,habitat delle zanzare portatrici della malattia.


all'epoca della campagna dell'OMS penso fosse usato in dose generose sui terreni da bonificare, per fare di tutto per eliminare le zanzare. però è solo una mia ipotesi.

oggi l'uso del DDT è permesso nelle nazioni che, come lo zambia, combattono contro la malaria. tuttavia la quantità impiegata è enormemente inferiore al passato, e fino a non molto tempo fa era anche molto difficile trovarlo sul mercato.

comunque, secondo voi, è più importante cercare di salvare l'ambiente oppure chi nell'ambiente ci vive? perchè è vero che all'epoca non si conosceva l'effetto del DDT sull'uomo (come pure per le sigarette, per esempio), ma è anche vero che dopo la sua messa al bando la malaria s'è ripresa parecchie regioni.

del resto, si teme che si sia perso il momento buono di usare il DDT: dopo tutto questo tempo dalla sua scomparsa, la zanzara della malaria sembra sia diventata più resistente. il bando quindi potrebbe aver causato l'initlizzabilità di quella che all'epoca era la principale arma del fronte antimalarico.

magari se si fosse andati avanti a usarlo quando faceva effetto, anche a costo di danneggiare l'ambiente, si sarebbe potuto ridurre ulteriormente la malaria, prima che le zanzare iniziassero a resistergli. tra poco forse anche il DDT sarà inutile, soprattutto se impiegato in così modeste quantità.

Dicono che il denaro non faccia la felicità, ma se devo piangere preferisco farlo sul sedile posteriore di una Rolls Royce piuttosto che su quelli di un vagone del Metrò
(Marilyn Monroe)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 22:59
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
Scusa Voronwe,sembrerò stupidoma in Italia ad esempio non c'è stato bisogno del DDT.é bastato bonificare le zone acquitrinose e paludose,ciò che fece la dittatura fascista negli anni 20.Voglio dire,ci sono altri metodi,magari meno invasivi per l'ambiente.Il problema e che non so se siano paragonabili a DDT come efficacia,ma credo che sarebbero utili.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 23:19
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Voronwe Aranwion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Comitato Anti-K
Registrato il:
05-07-2004
Località:
N/A
Post:
1141
digetolkeniano il 29-06-2007 23:19 ha scritto:
Scusa Voronwe,sembrerò stupidoma in Italia ad esempio non c'è stato bisogno del DDT.é bastato bonificare le zone acquitrinose e paludose,ciò che fece la dittatura fascista negli anni 20.Voglio dire,ci sono altri metodi,magari meno invasivi per l'ambiente.Il problema e che non so se siano paragonabili a DDT come efficacia,ma credo che sarebbero utili.


qualcosa mi dice che bonificare le paludi davanti a roma e estirpare una zanzara dalle foreste equatoriali sono due cose un po' diverse...

o no?

Dicono che il denaro non faccia la felicità, ma se devo piangere preferisco farlo sul sedile posteriore di una Rolls Royce piuttosto che su quelli di un vagone del Metrò
(Marilyn Monroe)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 23:24
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
Voronwe Aranwion il 29-06-2007 22:59 ha scritto:
secondo voi, è più importante cercare di salvare l'ambiente oppure chi nell'ambiente ci vive?

Rovinare eccessivamente l'ambiente, e i tempi attuali lo insegnano, significa rovinare equilibri estremamente delicati, la cui alterazione dà risultati non facilmente prevedibili, se comunque lo sono; inoltre, rovinando l'ambiente si rischia anche di danneggiare chi ci vive, umani e non (perché non solo l'Uomo ci vive).
Chi salvare, tra i due? Entrambi, ma senza esagerare né ignorare i danni che si fanno all'ambiente; forse, a un certo punto ci si dovrebbe fermare, iniziando a guardare un po' piú all'ambiente.
Per assurdo, se la quantità di DDT necessaria per estirpare la malaria fosse stata tale da bruciare il terreno, rendendolo sterile, sarebbe stato da fare?
Per assurdo, se per espirpare la malaria bisognasse bruciare (chimicamente o non) il terreno su cui cresce la foresta amazzonica, sarebbe da fare?
Del resto,

Voronwe Aranwion il 29-06-2007 23:24 ha scritto:
qualcosa mi dice che bonificare le paludi davanti a roma e estirpare una zanzara dalle foreste equatoriali sono due cose un po' diverse

Eradica l'intera foresta; poi, la bonifica, con relativa sparizione della malaria, sarebbe piú facile; è da fare?

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 23:31
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Voronwe Aranwion

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Comitato Anti-K
Registrato il:
05-07-2004
Località:
N/A
Post:
1141
Mornon il 29-06-2007 23:31 ha scritto:
Voronwe Aranwion il 29-06-2007 22:59 ha scritto:
secondo voi, è più importante cercare di salvare l'ambiente oppure chi nell'ambiente ci vive?

Rovinare eccessivamente l'ambiente, e i tempi attuali lo insegnano, significa rovinare equilibri estremamente delicati, la cui alterazione dà risultati non facilmente prevedibili, se comunque lo sono; inoltre, rovinando l'ambiente si rischia anche di danneggiare chi ci vive, umani e non (perché non solo l'Uomo ci vive).
Chi salvare, tra i due? Entrambi, ma senza esagerare né ignorare i danni che si fanno all'ambiente; forse, a un certo punto ci si dovrebbe fermare, iniziando a guardare un po' piú all'ambiente.
Per assurdo, se la quantità di DDT necessaria per estirpare la malaria fosse stata tale da bruciare il terreno, rendendolo sterile, sarebbe stato da fare?
Per assurdo, se per espirpare la malaria bisognasse bruciare (chimicamente o non) il terreno su cui cresce la foresta amazzonica, sarebbe da fare?
Del resto,

Voronwe Aranwion il 29-06-2007 23:24 ha scritto:
qualcosa mi dice che bonificare le paludi davanti a roma e estirpare una zanzara dalle foreste equatoriali sono due cose un po' diverse

Eradica l'intera foresta; poi, la bonifica, con relativa sparizione della malaria, sarebbe piú facile; è da fare?


ovvio che no. a tutto c'è un limite. però questo limite andrebbe adeguato alle situazioni, studiato caso per caso. non si può dire "basta DDT" e da quel giorno basta DDT, come non si può dire "togliamo la foresta" e da quel giorno via la foresta.

ora, non chiedete a me quale sia questo limite, ne so meno di voi. però chi si occupa di queste cose dovrebbe trovarlo, secondo me.

perchè è sbagliato sia dire ciao agli uomini che dirlo all'ambiente.

giusto?

Dicono che il denaro non faccia la felicità, ma se devo piangere preferisco farlo sul sedile posteriore di una Rolls Royce piuttosto che su quelli di un vagone del Metrò
(Marilyn Monroe)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 29-06-2007 23:39
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
Comunque con il DDT dei problemi c'erano,perchè se ne è stato proibito l'uso...
cioè,se si estirpa la malaria ma si distruggono i campi,unica fonte di sostentamento per paesi ad agricoltura di sussistenza,al posto che morire di malaria si morirebbe di fame,e allora non si risolve niente...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 30-06-2007 10:58
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
Sui campi veniva utilizzato (massicciamente) nel Primo Mondo, a quanto sembra capire, mentre nel Terzo veniva usato (principalmente) per combattere la malaria; se cosí fosse, e se non c'era queste grosse controindicazioni ambientali nell'usare le quantità necessarie a debellare la malaria, allora sarebbe stato tolto alla lotta alla malaria per abusi in altri campi, fatti da altre persone.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 30-06-2007 11:26
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
Mornon il 30-06-2007 11:26 ha scritto:
Sui campi veniva utilizzato (massicciamente) nel Primo Mondo, a quanto sembra capire, mentre nel Terzo veniva usato (principalmente) per combattere la malaria; se cosí fosse, e se non c'era queste grosse controindicazioni ambientali nell'usare le quantità necessarie a debellare la malaria, allora sarebbe stato tolto alla lotta alla malaria per abusi in altri campi, fatti da altre persone.


sì,ma l'uso per debellare la malaria era dannoso per l'ambiente??questo mi interessa...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 30-06-2007 12:04
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23029
Che fosse dannoso, penso sia certo; il punto è quanto lo era: produrre medicine è dannoso per l'ambiente? Sí (anche tralasciando l'inquinamento dovuto alla costruzione di tutte le attrezzature necessarie, generare energia elettrica inquina). Bisogna vedere il rapporto costi/benefici, quanto viene danneggiato l'ambiente, se tale danno è reversibile, ecc.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 30-06-2007 12:25
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
Mornon il 30-06-2007 12:25 ha scritto:
Che fosse dannoso, penso sia certo; il punto è quanto lo era: produrre medicine è dannoso per l'ambiente? Sí (anche tralasciando l'inquinamento dovuto alla costruzione di tutte le attrezzature necessarie, generare energia elettrica inquina). Bisogna vedere il rapporto costi/benefici, quanto viene danneggiato l'ambiente, se tale danno è reversibile, ecc.


esatto.Cioè,bisogna vedere l'altro lato dell'uso del DDT:cosa danneggiava anche se combatteva la malattia?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 30-06-2007 13:09
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Località:
N/A
Post:
909
Quasi dieci anni fa questa discussione cadeva nel vuoto...
Oggi io la riprendo a modo mio (aspettatevi pazzie) perché è interessante rileggere alcune delle vostre opinioni...

Si sono formate opinioni interessanti a partire da una semplice domanda:
Eredhel il 12-06-2007 17:13 ha scritto:
Ma voi cosa proporreste di fare?dato che la nazione che più inquina e al contempo si dichiara la più civile(U.S.A.) non ha assolutamente intenzione di aderire al protocollo di kyoto...come anche la seconda(Cina) che proprio di civile non ha niente....cosa si potrebbe fare per evitare l'incontrovertibile annuciata catastrofe?


Infatti, ecco un breve riassunto del dialogo che ne seguì:
Mornon il 12-06-2007 17:55 ha scritto:
Se ogni singola persona iniziasse a evitare sprechi e a risparmiare energia, sarebbe già un grosso passo avanti.


Therion il 13-06-2007 08:42 ha scritto:
Con il discorso del “se tutti facessero” non si è mai risolto nulla se non girare intorno al problema, per ottenere una cosa del genere si sarebbe dovuta diffondere una certa cultura fra le persone, ma già 50 anni fa,


Gianluca Comastri il 13-06-2007 09:13 ha scritto:

Ma l'evidenza del "se nessuno fa" è sotto gli occhi di tutti. E i numeri parlano chiaro, direi. Io penso che questi discorsi vadano ripetuti fino allo sfinimento, se necessario, perché se è vero come è vero che un'inezia compiuta da un collettivo numericamente imponente alla fine assomma un effetto imponente, tutti i pigroni in difetto di buona fede che "tanto non cambia nulla, quindi è inutile che io faccia qualcosa" devono sentirsela cantare chiara.


Therion il 13-06-2007 09:31 ha scritto:
Va benissimo ripetere all’infinto certe cose, ma con la consapevolezza che non è la soluzione al problema che ora dobbiamo affrontare, rendiamoci conto che il genere umano non è una collettività e non farà mai quello che più ti piace anche se è moralmente giusto.


Ma avete mai pensato, mentre guardate ad un mondo in cui nessuno fa quello che dovrebbe per salvarlo (e non lo farebbe nemmeno in regime dittatoriale), che la maggior parte di noi nasce e cresce senza chiedersi perché l'universo esiste ?
Non ci si chiede quale sia il vero senso della nostra vita e della nostra specie, talvolta si finge volutamente (e quel che è peggio è che c'è chi vuol dimostrarlo con la scienza) che sia tutto un caso, una serie di reazioni chimiche innescanti un percorso evolutivo (millenario) come un altro...

Le religioni incatenano la curiosità di miliardi di menti fatte per scoprire e scoprirsi, rispondendo con le loro allegorie a domande filosofiche (spesso considerate inutili dai più), ma rubandoci in questo modo l'occasione di credere che sia possibile arrivare noi stessi - gli uomini - con il nostro intelletto, a trovare le risposte.
Sapere aude, dicevano una volta, "Abbi il coraggio di sapere".
Se fosse possibile sapere il perché di cose profonde come la nostra esistenza, il perché di un universo diviso fra bene e male, il perché di un universo in cui scorre il tempo, per esempio, chi avrebbe più bisogno di credere ?

Secondo me, e mi avvicino al punto, se nella nostra storia ci fossimo concentrati di più sul considerare che sia possibile sapere queste cose, la conoscenza di noi stessi, del ruolo che abbiamo come specie e dell'universo sarebbe stata così profonda che ci saremmo trasformati in una civiltà illuminata, priva di egoismo ed in cui ognuno avrebbe fatto la sua parte perché tutti avessero.
In quella società non ci sarebbe nemmeno stato bisogno di soldi: Le risorse sarebbero state distribuite equamente, ognuno avrebbe agito in base alle sue capacità.
Perché sarebbe stato risolto il problema di fondo che ci impedisce di amare noi stessi come specie abbastanza da sacrificarci (come singoli individui) per gli altri: L'ignoranza.

Non sappiamo niente, non sappiamo nemmeno se ci siano stati altri popoli prima di noi, non lo possiamo dire.
Ma soprattutto non sappiamo da dove vengono i nostri pensieri, i nostri desideri, se sopravvivono dopo la morte e quindi quale sia il giusto modo di guardare a essi: Le credenze che abbiamo in proposito, dateci dalle religioni, non solo ci hanno frenato per millenni dal guardare a noi stessi come creature capaci di scoprire il senso più profondo del loro esistere, ma ci hanno anche portato alla disfatta.

Per questo, oggi più che mai, secondo me prima ancora di iniziare a svitare una singola lampadina ad alto consumo nell'intento di migliorare nel nostro piccolo il pianeta, dovremmo chiederci: Chi siamo ? Che senso ha l'esistenza del nostro popolo qui ? Che senso ha, al di là di ogni popolo, l'esistenza di questo universo ?
Finché non lo sappiamo come possiamo essere certi di fare la cosa giusta per salvarlo, per salvare anche solo un minuscolo pianetuncolo nelle sue profondità ?

Conosciamo poco, molto poco, di ciò che vogliamo salvare: Se la sua durevolezza fosse legata alla sua essenza, a uno spirito che vi soggiace, anziché all'integrità della materia di cui si compone, non avremmo sbagliato tutto ?
Non ci saremmo allora evoluti nel modo sbagliato, tentando di risolvere tutto con la tecnologia anziché coltivare l'uso del nostro intelletto fino a diventare una specie più capace di vedere l'essenza (o spirito) delle cose e quindi più capace di apprezzarla e mantenerla in vita, salvandole ?

Esempio di essenza vs materialità: Per raro che sia, c'è chi è riuscito a comunicare col pensiero a un suo simile basandosi sulla comune origine di due diverse menti.

Chi dice che un individuo che fa questo sia colui che delira e che uno al telefono sia colui che è sano ?

(Mia opinione: Più di ogni altra forza al mondo, la norma ci trae in inganno )






«Tehkämme sula sovinto toinen ei toistansa viata sinä ilmoisna ikänä, kuuna kullan valkeana!» (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (Fëanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-09-2016 23:49
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.014844 - Query: 0.028671 Elaborazione 0.011529 Print 0.001095 Emoticons/Tengwar/Quote 0.003564 © Eldalië.it