Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Come mai L' uomo crede in Dio ?
Pagina 1 di 27. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
AutorePost
Pagina 1 di 27. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27

Frasiabella

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Circolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi EndoreoComitato Anti-KEldalie Umbria - EregionHeren Istarionoppessa
Registrato il:
26-08-2003
Località:
assisi
Post:
1408
Come mai L' uomo crede in Dio ?
come mai l' uomo chere in dio?
L' uomo ha sempre utilizzato la divinità per spiegarsi fenomeni che non conosceva, in oltre sappiamo come l' uomo ha sempre immaginato Dio come simile a se stesso o alle cose che conosceva. Dopo tutto come ci spiega Parmenide il non essere non è pensabile,ovvero l' uomo non puo' pensare uan cosa che non consce ( mia interpretazione).
Arriviamo quindi al punto focale del mio ragionamento, l' uomo ha prima spiegato con al divinità ciò che non conosceva,
e poi conosciute quelle cose ha riso dei suoi antenati, dopodichè un altra cosa sconosciuta gli si è parata innanzi.
L' uomo per sua natura è creatore quindi non avendo esperinza di nulla che si crea da sola o dal nulla ha bisogno di crearsi un Dio creatore.
dopotutto il grande immanuel Kant ci spiega come non sia possibile assicurare con certezza l' esistenza di Dio.
quindi Dio è probabilmente frutto del raziocinio umano che non sapendo spiegare certi fenomeni (come i miracoli ad esempio)imputa l' esistenza di essi ad una forza più grade di lui che la si chaimi Dio o gli alieni ha poca importanza,il fatto rimane lo stesso .
La mente umana ha bisogno, per cultura e abitudine, di sapere i come i quando e i perchè.
ma quanto è possibile che questi pensieri umani siano autentici e quanto è possibile che siano scaturiti appunto dai nostri schemi mentali?

Frasiabella Brandibuck


Primogenita della Famiglia Brandibuck.





" ... e se il destino si mette contro di noi... peggio per lui "

" If you see the wonder of a fairy tale
You can take the future even if you fail
(I have a dream- Abba)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 12:08
  • clicca oer vedere il profilo di 3386
  • Clicca qui per inviare una email a Frasiabella
  • Cerca altri post di Frasiabella
  • cita questo messaggio

Blu

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Eldalië Bologna - Mindoni Elda
Registrato il:
19-12-2003
Località:
Vienna
Post:
245
Frasia, guarda che c'è un' altra discussione riguardante questo argomento e il Thread si chiama "De Deo"...
Comunque sono completamente daccordo con te: le divinità varie non esistono e sono solo proiezioni delle nostre menti in cerca di un ordine nel disordine del Cosmo. E sono anche un tentativo di spiegare cose che non capiamo: una volta erano manifestazioni naturali (fuoco, fulmini ecc) poi sono state spiegate e quindi abbiamo avuto bisogno di cercare altrove e così via.
Crediamo in Dio perchè siamo antropocentrici, infatti non a caso le nostre occidentali divinità sono fatte "a nostra immagine e rassomiglianza". E infine crediamo in Dio (noi occidentali ma anche i musulmani) perchè ormai è una cosa talmente radicata nella nostra società che sembra una cosa assurda non crederci...

Opinioni mie, certo, ma quando si tratta di "credere" io "NON credo". Tutto qui. Non credo ci siano qualsivoglia divinità perchè è un discorso di fede, e io non ce l'ho e non mi interessa affidarmi a una proiezione del mio io da adorare. Già, perchè in fondo noi adoriamo noi stessi...

Comunque ti rimando al Thread "De Deo"

Ciao
Stefano

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 12:41
  • clicca oer vedere il profilo di 4004
  • Clicca qui per inviare una email a Blu
  • Cerca altri post di Blu
  • cita questo messaggio

Nuitari

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Eldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
29-06-2003
Località:
milano
Post:
4623
Beh credo che un credente ti possa rispondere anche che un dio si è mostrato ad un qualche profeta o tramite qualche profeta e che poi sono stati scritti libri o testimonianze orali, e questo porta secondo lui l'esistenza di dio..che sente attraverso la fede..
poi il credere in sè, penso che derivi da tanti fattori diversi, anche a seconda della persona..
Forse in effetti dei motivi base si possono riscontrare.. ma non è detto che valgano per tutti o che tutti li possano realmente percepire come tali..

Del resto non credo che un fedele concorderà mai sul tuo ragionamento

Meglio regnare all'inferno che servire in paradiso

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 20:25
  • clicca oer vedere il profilo di 3461
  • Clicca qui per inviare una email a Nuitari
  • Cerca altri post di Nuitari
  • cita questo messaggio

Blu

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con isildur
Eldalië Bologna - Mindoni Elda
Registrato il:
19-12-2003
Località:
Vienna
Post:
245
Nuitari il 03-07-2006 20:25 ha scritto:
Beh credo che un credente ti possa rispondere anche che un dio si è mostrato ad un qualche profeta o tramite qualche profeta e che poi sono stati scritti libri o testimonianze orali, e questo porta secondo lui l'esistenza di dio..che sente attraverso la fede..
poi il credere in sè, penso che derivi da tanti fattori diversi, anche a seconda della persona..
Forse in effetti dei motivi base si possono riscontrare.. ma non è detto che valgano per tutti o che tutti li possano realmente percepire come tali..

Del resto non credo che un fedele concorderà mai sul tuo ragionamento


Come faccio io a sapere se il profeta è realmente ispirato da Dio o mi sta semplicemente prendendo per i fondelli? Devo semplicemente credergli. E se non gli credessi? La mia versione dei fatti è altrettanto buona quanto la sua, quindi è una semplice questione di fede. Io questo tipo di fede non ce l'ho. Lo so che un fedele non concorderà mai su questo mio ragionamento ma nemmeno io concorderò mai sul suo. Siamo pari

Stefano

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 20:35
  • clicca oer vedere il profilo di 4004
  • Clicca qui per inviare una email a Blu
  • Cerca altri post di Blu
  • cita questo messaggio

Frasiabella

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Circolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi EndoreoComitato Anti-KEldalie Umbria - EregionHeren Istarionoppessa
Registrato il:
26-08-2003
Località:
assisi
Post:
1408
guarda caso io non sono un atea non seguo una dottrina ma non sono nemmeno atea non è un male il credere in Dio anche se fosse uno schema neurale nostro.

abbiamo tantissime testimonianze di eprsone che hanno visto fantasmi comunicato con i morti e cose simili eppure non le chaimiamo Dio , chi mi diche che chi ha scritto ispirato da quello che chaimiamo dio o divinità non abbia avuto un collegamento sinaptico strano? dopotutto usiamo solo in aprte il nostro cervello e lo consociamo poco e se le aprti non utilizzate fossero quelle che ci servono epr vedere il futuro o il passato ?? o cose simili??
i fenomeni metafisici ci spaventano e ci affascinano allo stesso tempo siamo noi che vogliamo epr forza dargli un nome l' uomo non accetta un non so' come risposta deve trovarsi uan giustificazione specifica

Frasiabella Brandibuck


Primogenita della Famiglia Brandibuck.





" ... e se il destino si mette contro di noi... peggio per lui "

" If you see the wonder of a fairy tale
You can take the future even if you fail
(I have a dream- Abba)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 20:55
  • clicca oer vedere il profilo di 3386
  • Clicca qui per inviare una email a Frasiabella
  • Cerca altri post di Frasiabella
  • cita questo messaggio

Nuitari

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Eldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
29-06-2003
Località:
milano
Post:
4623
frasiabella il 03-07-2006 20:55 ha scritto:
non è un male il credere in Dio anche se fosse uno schema neurale nostro.


faccio una citazione --> "Opinabile" : D

abbiamo tantissime testimonianze di eprsone che hanno visto fantasmi comunicato con i morti e cose simili eppure non le chaimiamo Dio , chi mi diche che chi ha scritto ispirato da quello che chaimiamo dio o divinità non abbia avuto un collegamento sinaptico strano? dopotutto usiamo solo in aprte il nostro cervello e lo consociamo poco e se le aprti non utilizzate fossero quelle che ci servono epr vedere il futuro o il passato ?? o cose simili??


in realtà il cervello lo usiamo tutto, non ci sono parti inutilizzate. Ogni azione inoltre muove ed attiva più parti diverse del cervello contemporaneamente.

Beh c'è chi potrebbe anche chiamarle dio..ma cosa centra questo?_?

Non possiamo però sapere cosa pensava chi ha scritto quelle cose. In più chi crede oggi, magari un cristiano, non è che si crea un dio..ma ce l'ha lì, già bello pronto..ed inizia a credere.

i fenomeni metafisici ci spaventano e ci affascinano allo stesso tempo siamo noi che vogliamo epr forza dargli un nome l' uomo non accetta un non so' come risposta deve trovarsi uan giustificazione specifica


Beh un conto è se cerca la risposta, un conto è se ne prende una come vera. ^^
Cmq, quali sarebbero questi fenomeni metafisici?

Meglio regnare all'inferno che servire in paradiso

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 21:07
  • clicca oer vedere il profilo di 3461
  • Clicca qui per inviare una email a Nuitari
  • Cerca altri post di Nuitari
  • cita questo messaggio

Frasiabella

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Circolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi EndoreoComitato Anti-KEldalie Umbria - EregionHeren Istarionoppessa
Registrato il:
26-08-2003
Località:
assisi
Post:
1408
emmm la metafisica è quella nons cenza che studia (o studiava?) i fatti che più comunemente chaimiamo il soprannaturale.

cmq il discorso qui non è se dio esista o no è come mai l' uomo ha bisogno di crederci se dio esiste o meno è incomfermabile (ma certo ci sara' un eprche' sul fatto che a distaza di miliardi di chilometri la gente pensa le stesse cose e le raffigura in modo simile)

Frasiabella Brandibuck


Primogenita della Famiglia Brandibuck.





" ... e se il destino si mette contro di noi... peggio per lui "

" If you see the wonder of a fairy tale
You can take the future even if you fail
(I have a dream- Abba)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 21:16
  • clicca oer vedere il profilo di 3386
  • Clicca qui per inviare una email a Frasiabella
  • Cerca altri post di Frasiabella
  • cita questo messaggio

Nuitari

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Eldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
29-06-2003
Località:
milano
Post:
4623
frasiabella il 03-07-2006 21:16 ha scritto:

cmq il discorso qui non è se dio esista o no è come mai l' uomo ha bisogno di crederci se dio esiste o meno è incomfermabile (ma certo ci sara' un eprche' sul fatto che a distaza di miliardi di chilometri la gente pensa le stesse cose e le raffigura in modo simile)


Beh ma mi pare importante sapere anche il perchè e il come un credente creda che esista il suo dio.. perchè almeno lui ci deve credere nella sua esistenza no? ^^

Secondo me comunque le motivazioni di oggi variano molto a seconda della persona e come nel passato anche oggi possono anche essere in parte non comprese dal credente stesso, non presenti nella consapevolezza della sua fede..

Meglio regnare all'inferno che servire in paradiso

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 21:27
  • clicca oer vedere il profilo di 3461
  • Clicca qui per inviare una email a Nuitari
  • Cerca altri post di Nuitari
  • cita questo messaggio

Frasiabella

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Circolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi EndoreoComitato Anti-KEldalie Umbria - EregionHeren Istarionoppessa
Registrato il:
26-08-2003
Località:
assisi
Post:
1408
bhe in passato abbiamo avuto (e in molte culture lo abbiamoa ncora) la paura della non fede ricordiamoci che noi abbiamo superato il medioevo ma altri popoli no e sopratutto ricordiamociche c'è stato

Frasiabella Brandibuck


Primogenita della Famiglia Brandibuck.





" ... e se il destino si mette contro di noi... peggio per lui "

" If you see the wonder of a fairy tale
You can take the future even if you fail
(I have a dream- Abba)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 21:33
  • clicca oer vedere il profilo di 3386
  • Clicca qui per inviare una email a Frasiabella
  • Cerca altri post di Frasiabella
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23033
Che gli dei siano spiegazioni di fenomeni naturali in qualche modo incomprensibili è un'ipotesi plausibile (del resto, soventemente gli dei sono stati associati a tali fenomeni), è però interessante anche notare come figure sovrannaturali si siano sviluppate anche su cose forse già piú comprensibili (spiriti degli alberi, ecc.); sicuramente un aspetto che può aver influenzato la creazione, se di creazione si è trattato, degli dei è la morte: capire come mai uno muoia, perché la vecchiaia causa morte, può aver creato discreti problemi, agli albori dei tempi (e non solo).
Questo se non esistesse; se esistesse... potrebbe crederci per svariati motivi: paura (paura nell'Inferno, magari), speranza (la speranza che effettivamente sia come detto in quel culto), affinità con i dettami del culto, ecc.

frasiabella il 03-07-2006 12:08 ha scritto:
l' uomo non puo' pensare uan cosa che non consce ( mia interpretazione)


Il che implicherebbe che conosca Dio, visto che lo ha pensato.


dopotutto il grande immanuel Kant ci spiega come non sia possibile assicurare con certezza l' esistenza di Dio.
quindi Dio è probabilmente frutto del raziocinio umano che non sapendo spiegare certi fenomeni


Però non poter assicurare l'esistenza una cosa non implica che quella cosa non esista.

Nuitari il 03-07-2006 21:07 ha scritto:
frasiabella il 03-07-2006 20:55 ha scritto:
non è un male il credere in Dio anche se fosse uno schema neurale nostro.

[...] "Opinabile"


Vero, ma perché potrebbe essere un male? Si dovrebbe cercare di capire se possa essere un male il credere in un dio che è un costrutto mentale, o le azioni che da questo potrebbero derivare.


in realtà il cervello lo usiamo tutto, non ci sono parti inutilizzate. Ogni azione inoltre muove ed attiva più parti diverse del cervello contemporaneamente


Non so se sia stato poi smentito, ma che c'erano parti (e comunque capacità) del nostro cervello che non sono utilizzate è una cosa che ho sentito piú volte.

P.S.: potrebbe essere che questa discussione venga unita con De Deo.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 22:06
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Nuitari

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Eldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
29-06-2003
Località:
milano
Post:
4623
Mornon il 03-07-2006 22:06 ha scritto:


Nuitari il 03-07-2006 21:07 ha scritto:
frasiabella il 03-07-2006 20:55 ha scritto:
non è un male il credere in Dio anche se fosse uno schema neurale nostro.

[...] "Opinabile"


Vero, ma perché potrebbe essere un male? Si dovrebbe cercare di capire se possa essere un male il credere in un dio che è un costrutto mentale, o le azioni che da questo potrebbero derivare.


Beh..è una cosa molto soggettiva, più che altro legata sia al singolo credo che poi alla singola persona, al singolo caso.
In alcuni casi può fare bene alla persona crederci, in altri no, in altri casi può fare danno ad altri.
Ma dire che è un bene in generale, non è nella mia visione delle cose : )


Non so se sia stato poi smentito, ma che c'erano parti (e comunque capacità) del nostro cervello che non sono utilizzate è una cosa che ho sentito piú volte.


Il fatto di quel detto che "si usa solo il 10% del potenziale perchè si usa solo una piccola porzione" o qualcosa di simile.. è stato smentito più volte e in modo chiaro.
Il fatto poi di attribuire ad ogni area una funzione precisa, è ancora oggi fonte di vasti studi ^^]

Meglio regnare all'inferno che servire in paradiso

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 22:52
  • clicca oer vedere il profilo di 3461
  • Clicca qui per inviare una email a Nuitari
  • Cerca altri post di Nuitari
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23033
Nuitari il 03-07-2006 22:52 ha scritto:
In alcuni casi può fare bene alla persona crederci, in altri no, in altri casi può fare danno ad altri


Ripeto: Si dovrebbe cercare di capire se possa essere un male il credere in un dio che è un costrutto mentale, o le azioni che da questo potrebbero derivare; come il semplice crederlo farebbe male ad altri?


Il fatto di quel detto che "si usa solo il 10% del potenziale perchè si usa solo una piccola porzione" o qualcosa di simile.. è stato smentito più volte e in modo chiaro


Fonti? Non piú tardi di qualche giorno fa ho sentito, cercherò di ritrovare dove, che il c ervello ha potenzialità non usate; e il fatto che ci siano persone che naturalmente riescono ad estrarre radici quadrate a mente, e altre che non riescono (piú mille altri esempi simili), farebbe pensare che un fondo di verità possa esserci.
Ripeto: non parlo necessariamente di utilizzo fisico, ma di potenzialità.

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 23:19
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Nuitari

foglia di Laurelin
Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere
alleato con house_of_elwe
Eldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
29-06-2003
Località:
milano
Post:
4623
Mornon il 03-07-2006 23:19 ha scritto:
Nuitari il 03-07-2006 22:52 ha scritto:
In alcuni casi può fare bene alla persona crederci, in altri no, in altri casi può fare danno ad altri


Ripeto: Si dovrebbe cercare di capire se possa essere un male il credere in un dio che è un costrutto mentale, o le azioni che da questo potrebbero derivare; come il semplice crederlo farebbe male ad altri?


Perchè il credere in un dio, si rispecchia poi di solito nelle azioni vere e proprie e nel modo di pensare della persona. Questo a seconda dei casi può essere considerato un male da qualcuno, o può essere un male nei confronti di altri veri e propri.
Il credere in un dio influisce sul credente, questo è quanto si vede nelle varie religioni..dato che senza fede, tutte possono essere viste come adoranti costrutti mentali.


Fonti? Non piú tardi di qualche giorno fa ho sentito, cercherò di ritrovare dove, che il c ervello ha potenzialità non usate; e il fatto che ci siano persone che naturalmente riescono ad estrarre radici quadrate a mente, e altre che non riescono (piú mille altri esempi simili), farebbe pensare che un fondo di verità possa esserci.
Ripeto: non parlo necessariamente di utilizzo fisico, ma di potenzialità.


Beh, le fonti erano state quark con un esperto che spiegava la cose..e documenti trovati su internet : )
Poi che qualche fonte possa essere non utilizzata, potrebbe anche essere, bisogna vedere cosa si intende e che cosa porta a pensare questo.

Meglio regnare all'inferno che servire in paradiso

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 23:31
  • clicca oer vedere il profilo di 3461
  • Clicca qui per inviare una email a Nuitari
  • Cerca altri post di Nuitari
  • cita questo messaggio

Mornon

foglia di Laurelin foglia di Telperion
Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
OperatoriGuardiani di FeeriaGilda LinguistiComitato Anti-KEldalie Puglia - Laure Londe
Registrato il:
19-04-2002
Località:
N/A
Post:
23033
Nuitari il 03-07-2006 23:31 ha scritto:
Perchè il credere in un dio, si rispecchia poi di solito nelle azioni vere e proprie e nel modo di pensare della persona


Quindi a fare male sono le azioni, e non il credere in sé. Mai negato questo, sto chiedendo come il credere in sé potrebbe fare male ad altri. Al momento, tu hai obiettato all'affermazione che credere non è un male, sostenendo che le azioni derivanti dal credere possono esserlo. Ma il fatto che "di solito" si rispecchi nelle azioni che possono fare male non implica che la credenza in sé possa fare male.


le fonti erano state quark con un esperto che spiegava la cose..e documenti trovati su internet


Vago, se non altro... qualcosa in piú?

Possiamo diventare adulti fuori. Dobbiamo rimanere bambini dentro.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 03-07-2006 23:42
  • clicca oer vedere il profilo di 1453
  • Clicca qui per inviare una email a Mornon
  • Cerca altri post di Mornon
  • cita questo messaggio

Leron-x

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Eldalie Puglia - Laure LondeEldalie Umbria - Eregion
Registrato il:
02-03-2004
Località:
Perugia
Post:
357
Come mai l’uomo crede in Dio?
Bella domanda, me la sono posta parecchie volte, soprattutto venendo a contatto con persone convintissime della loro fede, convintissime dell'esistenza delle loro divinità, fossero esse una, due, tre o duecentoventisette, che guardavano a me, povero senza-Dio, dall'alto della loro posizione (se vabbè...) con un misto di pena e disprezzo...venendo al dunque...

A mio parere Dio è un immagine che l’uomo si crea per sopperire ai propri limiti, per colmare i propri vuoti, per dissimulare le proprie insicurezze e per eludere le proprie paure. Io, da questo punto di vista, quasi invidio i credenti che almeno vivono sereni, tranquilli: loro non si preoccupano troppo se qualcosa va per il verso sbagliato semplicemente perché sono convinti che dopo verranno ricompensati, che dopo saranno felici in eterno, che dopo comincerà la loro vera vita…ed è proprio quel dopo, secondo me, che rappresenta il loro Dio!!

Il limite più grande dell’uomo, il suo vuoto più cupo, la sua insicurezza maggiore, la sua paura più tremenda, è senza dubbio la morte, la fine, il nulla, il non essere, ed è da quel limite, da quel vuoto, da quell’insicurezza, da quella paura che è nata la necessità di credere in un Dio capace di assicurare ai puri di spirito una vita oltremondana, fatta di fasti, gioia, nuvolette e trallallà. In questo modo i credenti si mettevano l’anima in pace, vivevano la loro vita stando attenti a seguire i dettami imposti dalle varie chiese e sette, per riuscire a garantirsi il premio finale e gioivano pensando che coloro che facevano del male sarebbero stati un giorno puniti da un’entità superiore, che li avrebbe torturati in eterno!!

Insomma gli uomini preferiscono immaginare che al mondo esista una giustizia assoluta, dalla quale nessuno può sfuggire e alla quale tutti dovrebbero attenersi. Secondo me una delle ragioni che spingono qualcuno a credere in Dio è il bisogno di sapere che il male (quale male poi è da vedere) venga punito alla fine dei giorni.

Un'altra ragione ad esempio potrebbe essere il bisogno di aiuto, di compagnia, di sostegno ed è da questo che nascono le varie preghiere e i vari rituali, parole gettate nel vento cariche di speranza, fede e disperazione. Magari bastasse una filastrocca per cambiare le cose!!!!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2006 00:12
  • clicca oer vedere il profilo di 4388
  • Clicca qui per inviare una email a Leron-x
  • Cerca altri post di Leron-x
  • cita questo messaggio

Erumer

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con rohan
Súlë Carmeva imíca OlvarCircolo Taglio e CucitoEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
01-04-2003
Località:
Tirano
Post:
848
Riguardo alla necessità di fiducia nei confronti di chi propone rivelazioni divine:

l'atto di fede è certo alla base di ogni religione, ma non dimentichiamo le lezioni (matrix-like) dell'empirismo inglese: anche il fatto che noi viviamo inseriti in un mondo esterno e reale, e non dipinto sui nostri sensi, richiede un atto di fede.

Ma mentre si può arrivare a parlare di ragionevole certezza per le evidenze del mondo fisico, non si può arrivare oltre la scommessa (nel senso di Pascal) per quello metafisico. Quello della scommessa è il senso profondo della critica di Kant (e non solo) che demolisce le "dimostrazioni dell'esistenza di Dio".

D'altra parte credo che questo sia l'argomento su cui più è stato scritto... migliaia d'anni di libri ed un chilometrico "De Deo" sono se non altro una buona illustrazione del termine "intangibile".

Inciso sulla interpretazione Parmenidea iniziale (non essenziale alla discussione) . A quanto ricordo, l'analisi di questo autore presocratico era prettamente sul piano ontologico: andrei cauto nell'applicare a livello gnoseologico l'affermazione, anche perché storicamente uno spostamento di prospettiva in questa direzione si ha soprattutto in seguito, dopo la parentesi sofistica.

...dove andiamo? sempre a casa - Novalis

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 04-07-2006 09:51
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.019023 - Query: 0.009034 Elaborazione 0.015136 Print 0.001628 Emoticons/Tengwar/Quote 0.000801 © Eldalië.it