Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
la lingua più difficile che conoscete
Pagina 2 di 7. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7
AutorePost
Pagina 2 di 7. Vai a pagina 1 2 3 4 5 6 7

Jashìla

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Súlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
26-01-2007
Località:
N/A
Post:
286
scusami Dige...ma onestamente non credo di essere deragliata tanto...o almeno, ho notato che gli altri, chi più chi meno, hanno risposto intendendo il discorso come l'ho inteso io.

Per quanto riguarda l'italiano medio, è logico che per quello, intendo un italiano normalissimo che si sveglia la mattina e và a lavorare...anche se un italiano medio non è solo casa e lavoro; quello che mi chiedo e se tu per "itliano medio" intendi quello che intendo io o una persona che sia fuori dal comune o dagli schemi.

per il resto credo che dovresti fare delle domande più chiare e specifiche, perchè buttate giù così sembrano destinate ad una libera interpretazione nonostante lascino trapelare una certa incoerenza.

...poi un nuovo vascello costruirono per lui
in cristallo elfico intagliato;
non aveva bisogno di remi,
e sull'albero d'argento sbalzato
nessuna vela avevano issato:
il Sirmaril era allo stesso tempo
lanterna brillante e bandiera al vento
posta sulla nave dalla mano di Elbereth;
ella diede ad Earendil delle ali immortali,
e dei perenni incantesimi fatali,
per poter giungere navigando nei cieli
della Luna e del Sole al di là dei veli.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 27-05-2007 22:08
  • clicca oer vedere il profilo di 5857
  • Cerca altri post di Jashìla
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
io ci metto del mio,lo ammetto:apro thread con domande molto generali,perchè può uscirne qualcosa di buono.
Qaunto a te,sei deragliata un pò ma ciò non vuol dire che:
1 siano deragliati anche gli altri(che poi non è un vero e proprio deraglimento,solo un'interpretazione diversa ma comunque utile)(compreso io... )
2che come già detto la tua non sia un'interpretzione interessante della domanda.
Ripeto,cercte di esprimervi soggettivamente,non servono troppi tecnicismi per rispondere

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 27-05-2007 22:12
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Jashìla

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Súlë Carmeva imíca Olvar
Registrato il:
26-01-2007
Località:
N/A
Post:
286
Dige sembra che ci stai interrogando all'esame di maturità...

...poi un nuovo vascello costruirono per lui
in cristallo elfico intagliato;
non aveva bisogno di remi,
e sull'albero d'argento sbalzato
nessuna vela avevano issato:
il Sirmaril era allo stesso tempo
lanterna brillante e bandiera al vento
posta sulla nave dalla mano di Elbereth;
ella diede ad Earendil delle ali immortali,
e dei perenni incantesimi fatali,
per poter giungere navigando nei cieli
della Luna e del Sole al di là dei veli.

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 27-05-2007 22:42
  • clicca oer vedere il profilo di 5857
  • Cerca altri post di Jashìla
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
ok...
prossimo thread che aprirò:secondo voi cosa sta meglio con un cappello viola??
scherzo!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 27-05-2007 22:47
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Loss

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finrod_fela
RaminghiEldalië Bologna - Mindoni EldaEldalie Milano - Oromandi Endoreo
Registrato il:
09-03-2003
Località:
N/A
Post:
615
Per la mia esperienza personale, il finlandese: quindici casi non sono uno scherzo, e il sistema verbale finge solo di essere semplice per poi colpirti alle spalle D'altra parte non ho mai intrapreso lo studio del mandarino, la cui difficoltà maggiore però suppongo consista nella pronuncia tonale e nel sistema di scrittura - da quel poco che so la sua morfologia non deve essere molto complessa
Ma per quanto riguarda le lingue indoeuropee, il mio voto va al gaelico! Non l'ho mai affrontato seriamente, ma mi è bastata la tremenda discrepanza tra scrittura e pronuncia a farmi almeno temporaneamente rinunciare.
L'islandese non è particolarmente difficile, ha solo una grammatica molto articolata a causa del suo isolamento.
Per quelli che parlano del cirillico e dell'alfabeto greco come un ostacolo, vi assicuro che non è così. E' assolutamente il problema minore nell'apprendimento delle relative lingue, e si può superare in un paio di giorni.


"You change all the lead sleepin' in my head to gold / As the day grows dim, I hear you sing a golden hymn / the song I've been trying to sing.
Purify the colors, purify my mind /And spread the ashes of the colors over this heart of mine." Arcade Fire, Neighborhood #1 (Tunnels)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 01:14
  • clicca oer vedere il profilo di 2973
  • Cerca altri post di Loss
  • cita questo messaggio

Tolman

foglia di Telperion
Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con the_shire
Súlë Carmeva imíca OlvarTolkien 2005Storici
Registrato il:
24-02-2002
Località:
Siena
Post:
1726
Loss il 28-05-2007 01:14 ha scritto:

Ma per quanto riguarda le lingue indoeuropee, il mio voto va al gaelico! Non l'ho mai affrontato seriamente, ma mi è bastata la tremenda discrepanza tra scrittura e pronuncia a farmi almeno temporaneamente rinunciare.


Invece a mio giudizio è più semplice dell'inglese, almeno sulla pronuncia. Questo perchè l'inglese è imprevedibile, lo stesso gruppo di lettere può essere pronunciato in quattro o cinque modi diversi a seconda della parola (vedi "ough"), addirittura la stessa lettera, mentre le formule grafiche del gaelico sono fisse, al massimo possono cambiare se si trovano all'interno o alla fine di una parola, o se hanno intorno un tipo o l'altro di vocali. Una volta stabiliti questi due parametri, impresa non gravosa, sai con certezza come pronunciare le parole. Se si pensa invece al danese, che ti prende sempre in contropiede...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 08:49
  • clicca oer vedere il profilo di 121
  • Clicca qui per inviare una email a Tolman
  • Cerca altri post di Tolman
  • cita questo messaggio

Elenwen

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Guardiani di FeeriaEldalië Friuli-Venezia Giulia
Registrato il:
10-04-2004
Località:
Udine
Post:
301
Con il mio post di prima effettivamente avevo scordato di dire quali erano le lingue più difficili che conosco...

polacco

ungherese



Ho vinto qualcosa?

Scherzi a parte, sono due lingue che hanno ovviamente difficoltà diverse:
il polacco ha una pronuncia ter - ri - fi - can - te, anche se non è tanto per la presenza di fonemi strani (se uno ha fatto appena un po' di francese non ha fastidi), quanto più per le successioni infinite di consonanti, che per noi italiani in particolare, abituati ad una lingua con molte vocali, è molto ostica; poi viene il sistema verbale, che pur avendo pochi tempi distingue tra verbi perfettivi e imperfettivi (cioé "leggere qualcosa per intero" è un verbo diverso dal semplice "leggere" ), quindi devi pensare mezz'ora per azzeccare il verbo giusto. Poi vabbè, c'è un caso - locativo (e anche il nominaitvo plurale) - che causa una palatalizzazione nei nomi maschili (questi uomini, sempre a complicare la vita :LOL. L'ortografia è qualcosa di molto simile all'astrofisica, perché la quantità di diacritici è tale che scrivere sotto dettatura è un dramma, perché allo stesso fonema possono corrispondere anche tre grafie diverse!

L'ungherese invece, essendo una lingua agglutinante, richiede in partenza una grande elasticità mentale, più di altre lingue europee (anche perché, come voi sicuramente sapete, non è indoeuropea, ma uralica, come il finlandese). C'è un suffisso per ogni direzione - si distingue in base al luogo, se è chiuso e devi entrare, se è una superficie, se sei vicino a qualcosa, etc. anche se è più facile dirlo che spiegarlo - poi non parliamo dei complementi di tempo; anche qui i verbi sono perfettivi e imperfettivi, ma sono ancora peggio che in polacco, perché sono formati dal verbo base e da un "prefisso" che si deve staccare e si può posizionare in vari punti della frase, per dare una sfumatura di significato diversa alla frase; ah, non avevo detto che in ungherese l'ordine delle parole è libero, e dunque ci sono molte possibili combinazioni, ma ovviamente alcune sono più "ungheresi" e altre no, sebbene queste ultime non siano grammaticalmente scorrette...

Personalmente non ho mai avuto contatti con altre lingue asiatiche, sebbene l'arabo mi affascini, ma forse ho già abbastanza da studiare senza imbarcarmi in cose strane; devo dire che mi piacerebbe studiare un po' di greco, perché avendo fatto il liceo linguistico non ho avuto occasione di studiarlo.

Ah, Loss, tu studi anche l'islandese? Avrò bisogno dei tuoi servigi...

Ma nel futuro trame di passato/si uniscono a brandelli di presente,
ti esalta l’acqua e al gusto del salato/brucia la mente
e ad ogni viaggio reinventarsi un mito/a ogni incontro ridisegnare il mondo
e perdersi nel gusto del proibito/sempre più in fondo
(Francesco Guccini, Odysseus)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 10:22
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
sembra che l'ungherese vinca...effettivamente è molto lontano dalla nostra concezione linguistica...

PS Loss,mi diresti i casi del finlndese?semplice curiosità...

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 12:36
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

profeta

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con fingolfin1
Registrato il:
18-07-2002
Località:
Udine
Post:
204
Tolman il 28-05-2007 08:49 ha scritto:


Invece a mio giudizio è più semplice dell'inglese, almeno sulla pronuncia. Questo perchè l'inglese è imprevedibile, lo stesso gruppo di lettere può essere pronunciato in quattro o cinque modi diversi a seconda della parola (vedi "ough")


"ough"? e` una parola inglese?

Comunque volevo solo precisare che l`alfabeto inglese non e` imprevedibile come sembra, anzi, e` fissato da regole ben precise. La differenza tra il nostro ed il loro alfabeto consiste sopratutto in quelli che un inglese chiamerebbe "pattern", ovvero delle sequenze di lettere che rappresentano assonanze piuttosto che suoni veri e propri. Non sono da intendersi come gli italiani "sci", "sce", "gli", "gn" ecc... i quali fondamentalmente sono delle sequenze di lettere utilizzate per la rappresentazione di sunoni (fonemi) ai quali manca una lettera corrispondente, un pattern il piu` delle volte e` esteso a tutta la parola e determina la pronuncia di tutte le lettere che lo compongono. Piuttosto che imprevedibile, direi che l`ortografia inglese e` estremamente ricca ed affascinante.

Per tornare in tema, direi che la lingua che mi ha dato piu` problemi e` stata il giapponese che ho provato ad imparare per due anni senza molto successo mentre in latino alla fine della quinta riuscivo quasi a parlarci e l`inglese l`ho imparato abbastanza bene in poco meno di due anni.



--
Stop telling God what to do with his dice! - N. Bohr

Il Profeta (un po mistico, un po mastico)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 16:54
  • cita questo messaggio

Aglaring Vanyar

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
02-03-2007
Località:
N/A
Post:
271
In Assoluto, il Gaelico Q d'Irlanda. E' una Lingua Stupenda e Molto Gratificante. IO AMO ALLA FOLLIA L'IRLANDA, CI SONO GIA' STATO, E CI RITORNERO' NEL PROSSIMO FUTURO.
SLAN LEAT!

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 17:50
  • clicca oer vedere il profilo di 5905
  • Cerca altri post di Aglaring Vanyar
  • cita questo messaggio

digetolkeniano

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_finwe
Gilda Linguisti
Registrato il:
26-04-2007
Località:
Post:
784
aglaring,la domanda del thread è qual'è la lingua più difficile per voi.Confermi che il gaelico,che non nego sia una bell lingua,sia anche difficile???

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 18:11
  • clicca oer vedere il profilo di 5955
  • Cerca altri post di digetolkeniano
  • cita questo messaggio

Dagnerie


alleato con haradrim
Registrato il:
22-03-2007
Località:
Gliwice (PL)
Post:
12
Wow, che bello vedere la frase nella madrelingua sul forum italiano
Ma quoto pienamente, il polacco e' difficile, forse la grammatica non sembra tanto complicata (niente trapassati, congiuntivi ecc), ma l'ortografia... credetemi, anche i polacchi hanno i problemi con questo
Qualcuno ha menzionato che "leggere" e "leggere qualcosa per intero" sono i due verbi diversi. Si, abbiamo i verbi compiuti (przeczytalem - ho letto) e incompiuti (czytalem - leggevo).

Per me invece sembrano piu' difficili inglese e tedesco.
Inglese per la scrittura mobile, una volta imparo che "suono X" si scrive cosi e poi risulta che avrei dovuto scriverlo altrimenti
Tedesco per ragione degli articoli, mai sapevo come vanno usati e in conseguenza ho abbandonato lo studio di tedesco



Che significa rispetto verso la donna? Va rispettata con tutto ciò che ti fa, oppure solo a patto che faccia o non faccia qualcosa?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 18:26
  • clicca oer vedere il profilo di 5929
  • Cerca altri post di Dagnerie
  • cita questo messaggio

Silvy

anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con house_of_earendil
Comitato Anti-K
Registrato il:
10-09-2004
Località:
Pero
Post:
109
Oltre alla mia lingua madre, cioè l'italiano, nella mia vita finora ho studiato solo 3 lingue, ovvero l'inglese, il francese e il tedesco...quindi se dovessi esprimere dire quali di queste lingue è la più difficile direi che è il tedesco...però ho avuto occasione di andare in Ungheria e se devo essere sincera credo che l'ungherese sia la lingua più complessa che io abbia mai visto, neanche minimamente paragonabile al tedesco. Ammetto di aver provato a leggere un po' di grammatica ma ci ho rinunciato

Non tutto quel che è oro brilla, né gli erranti son perduti; il vecchio forte non s'aggrinza, le radici profonde non gelano. Dalle ceneri rinascerà un fuoco, l'Ombra sprigionerà una scintilla; nuova sarà la lama ora rotta e Re quei ch'è senza corona.

SdA

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 18:48
  • clicca oer vedere il profilo di 4858
  • Cerca altri post di Silvy
  • cita questo messaggio

melimeverindé

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Ulmo
Registrato il:
23-09-2006
Località:
N/A
Post:
248
La lingua più difficile che mi è capitato di "vivere" è stata il polacco... un mio paziente amico polacco mi ha spiegato un po' di grammatica e mi ha mandato in totale confusione traducendomi la frase "Chiara bevi" in un sacco di modi diversi a seconda dell'intendimento (invito, ordine, suggerimento, domanda etc...) e delle varie sfumature. Però devo dire che sentire leggere un polacco è spettacolare! Un insieme di lettere che ai miei occhi profani sembrano buttate lì a caso diventano d'improvviso piene di senso e di musica....



"Pensai che la gentilezza disinteressata delle persone, le loro parole spassionate, fossero come un abito di piume. Avvolta da quel tepore, finalmente libera dal peso che mi aveva oppresso fino a quel momento, la mia anima stava fluttuando nell'aria con grande gioia."
B. Yoshimoto

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 19:09
  • clicca oer vedere il profilo di 5772
  • Cerca altri post di melimeverindé
  • cita questo messaggio

Aglaring Vanyar

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Eru
Registrato il:
02-03-2007
Località:
N/A
Post:
271
Per digetolkeniano:
Si, confermo. Prova un poco a prendere una grammatica di Gaelico Irlandese, e ti assicuro che non solo è difficilissima, ma anche complicatissima - in quanto giusto per citare quanto dice Dario Giansanti (uno degli esperti qualificati in materia) – il Gaelico Irlandese, è: “una lingua flessiva con desinenze diverse a in base alle diatesi, modo, tempo, persona dei verbi, numero nonché caso in sostantivi e aggettivi.” E non solo!! Per essere in assoluto, uno dei linguaggi ricchi di fonemi, ha un esiguo alfabeto con solo13 consonanti e 5 vocali, con un divario cervellotico (nel senso buono del termine) tra scrittura e pronuncia, privilegiando la scrittura a scapito della pronuncia, difatti, si sono sempre collegate la pronuncia, alla scrittura onciale dei monaci medioevali, e malgrado tutto ciò, è assolutamente lontana dall’assoluta irrazionalità dell’inglese.
Inoltre, pur essendo di derivazione indo – europea, non appartiene a nessuno dei ceppi linguistici europei, né il Germanico, né il Romanzo, e tanto meno lo Slavo.
È in assoluto, una lingua a sé, che si è conservata inalterata anche a cagione dell’isolamento dal resto dell’Europa, e malgrado la tirannia inglese, loro (i Celti) hanno sempre conservato questa caratteristica peculiare della loro lingua.
E ci sarebbe tantissimo altro da dire……..
Se ti sembra poco…….

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 20:03
  • clicca oer vedere il profilo di 5905
  • Cerca altri post di Aglaring Vanyar
  • cita questo messaggio

Erinna

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con lothlorien
Compagnia del Cannello
Registrato il:
15-08-2006
Località:
Fiesole
Post:
641
Il Giapponese.
Tanto per cominciare parliamo della lingua parlata. Ci sono diversi tipi di giapponese da usare a seconda di con chi stai parlando (esempio stupido, se mi rivolgo ad un pari od un superiore, "tu" è "anata", se no è "kimi"); inoltre ci sono lievi divfferenze tra la lingua usata dalle donne e quella degli uomini. La pronuncia non è molto difficile, ma per una toscana come me richiede molta concentrazione per una maledetta tendenza ad ibridare la "s" con la "z" ed aspirare la "k", che invece de essere molto ben scandita (chi sa, mi può capire !).
La costruzione della frase è piuttosto complessa. Il verbo va in fondo, non ci sono casi, ma suffissi e preposizioni, e l'ordine delle parti del discorso sfugge, per ora, alla mia cognizione, tanto che la mia sensei mi bacchetta sempre...
Bisogna imparare a dosare le "forme di cortesia", per non urtare il prossimo nè mancargli di rispetto...
Questo non è che un vago accenno...
La scrittura: c'è il fonetico, certo... Intanto sono il doppio dei simboli nostri, poi alcuni vanno scritti, a seconda, grandi o piccoli, ed infine... di fonetici che ne sono 2. Sennò era troppo facile.
Somatizzati codesti due alfabeti, resta l'ideogrammatico, il kanji...
Le combinazioni sono praticamente infinite, ed ogni simbolo si legge e si interpreta in maniera diversa a seconda di come è messo (esempio stupido: "dai" vicino a "saka" si legge "Osaka"). Inoltre i tratti vanno tracciati in un preciso ordine, con una precisa inclinazione e, ad esser pignoli, l'inchiostro deve avere una precisa consistenza, nè più nè meno.
Ma non è mica finita qui!
A seconda di chi sei, dove sei, a chi scrivi, il kanji deve essere diverso. Un ragazzo che si esercitava con me ed imitava il mio stile è stato ripreso: "Ma scrivi come una ragazza!" Nel senso che, ovviamente, non pretenderete mica che una donna, una ragazza, un uomo, una persona importante scrivano lo stesso simbolo nella stessa maniera!

Ma è tanto bello ed interessante!

Un'altra lingua che non deve essere molto facile è il mongolo. Ma purtroppo in quella il mio apprendimento è molto, molto, MOLTO sporadico...

[...]
Per questo io ora piangendoti non ti abbandono;
nè i miei piedi lasciano la casa che m'accoglie,
nè lamentare con le chiome sciolte; ho pudore
del cupo colore che mi sfigura il volto (lamento di Bauci, Erinna)

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 28-05-2007 20:10
  • clicca oer vedere il profilo di 5732
  • Clicca qui per inviare una email a Erinna
  • Cerca altri post di Erinna
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.056763 - Query: 0.01147 Elaborazione 0.032173 Print 0.001245 Emoticons/Tengwar/Quote 0.001149 © Eldalië.it