Eldalie.it - Forum

RSS Forum di Eldalie [in lavorazione]
[Go]


Ho dimenticato la password
Iscritti online sul forum:
 
  1. ATTENZIONE: LAVORI IN CORSO
Traduzione frasi per tatuaggio
Pagina 3 di 3. Vai a pagina 1 2 3
AutorePost
Pagina 3 di 3. Vai a pagina 1 2 3

Gianluca Comastri

foglia di Telperion
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldali√ę Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Localitŗ:
Bologna
Post:
4138
Mildir il 13-10-2017 17:26 ha scritto:
In questa frase i verbi "amare" e "lasciare" andrebbero coniugati all'aoristo: l'azione che ognuno di essi descrive non è momentanea ma abituale, "eterna", se vogliamo.
"Autar" è già un aoristo, mentre "mélar" è un presente continuativo ("they are loving") e dovrebbe invece essere "melir".

Questione di opinioni. Io ho scelto il presente continuativo deliberatamente, proprio per sottolineare la "continuatività".

Essendo "autar" un aoristo che significa "lasciano (sempre, in generale)" basta semplicemente negarlo per ottenere il significato di "non lasciano mai", senza dover ricorrere a particelle che significano "mai"

Arzigogolato

Altre cose che ho notato: "Ava" è un prefisso (che indica negazione, certo, ma in qualità esclusiva di prefisso), non può essere usato come particella in una frase.

Giusto, avrei dovuto mettere un accento.

Se invece "e" vuole significare "veramente/really" credo che dovrebbe essere sostituito dall'avverbio "anwav√ę" (derivato di "anwa", "real") perch√© pu√≤ solo significare "infatti/indeed" (come intercalare) e non "di fatto/in fact".

Sfumature di significato in merito alle quali un'interpretazione vale l'altra. A me piaceva di pi√Ļ la versione con il lemma attestato, in luogo di una ricostruzione non genuina,

"Carely√ę", infine, √® una forma abbandonata (in Quenya Maturo sarebbe "asely√ę").

Vero, al momento non me lo sono ricordato.

Piccolo suggerimento al volo per Gianluca, riguardo la traduzione: esiste una parola in Quenya, satya, che vuol dire "privato, non (in) comune".
Al posto di dire "se condivisa" sarebbe - credo - pi√Ļ semplice dire "se non privata" o "se non √® privata".
Quindi "qui l√° satya" o "qui l√° satya n√°".

Arzigogolo 2, la rivincita



¬ęScoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria¬Ľ

¬ę...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ci√≤ che di bello c'√® nell' universo e in noi¬Ľ [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 15-10-2017 20:47
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Gianluca Comastri il 15-10-2017 20:47 ha scritto:
Mildir il 13-10-2017 17:26 ha scritto:
In questa frase i verbi "amare" e "lasciare" andrebbero coniugati all'aoristo: l'azione che ognuno di essi descrive non è momentanea ma abituale, "eterna", se vogliamo.
"Autar" è già un aoristo, mentre "mélar" è un presente continuativo ("they are loving") e dovrebbe invece essere "melir".

Questione di opinioni.


Se fosse stata un'opinione te l'avrei fin da subito presentata come tale, non credi ?
Ci sono due cose importanti da fare, in un caso come questo, per ottenere una traduzione fedele al senso dell'originale:
1) Capire bene il senso che in Inglese ha l'uso di un present simple anziché di un present continuous. Il secondo descrive sempre un'azione momentanea destinata a cessare in tempi brevi. In merito a ciò la nostra base di traduzione è chiarissima, perché è in Inglese e in essa volutamente non compare il present continuous. Dobbiamo quindi dedurne che, continuativa o meno, l'azione non è intesa come passeggera ma anzi: il fatto che il verbo sia preceduto da una formula specificamente agentale, come "the ones that" lo rende (sintatticamente) parte della definizione del soggetto stesso. L'azione e il soggetto sono legati a doppio filo, in altre parole... quindi, a meno che il soggetto non cada improvvisamente vittima di un colpo apoplettico... l'azione dura sempre.

Io ho scelto il presente continuativo deliberatamente, proprio per sottolineare la "continuatività".


(Tra parentesi: Ma allora non avresti dovuto sceglierlo anche per il verbo "lasciare" ? Credo che in quel caso non sarebbe stato "autar", ma "aut√ęar", secondo quanto conosciamo di Quenya... )

E qui sta il tranello...
"Presente continuativo" è un modo comune di tradurre "Present continuous", ma forse non avrei dovuto usarlo perché trae in inganno: Il present continuous non indica continuatività.
E' chiamato "continuous" per via del participio di cui si vale, un participio che da solo è usato anche come gerundio e quindi per indicare l'azione vista nel suo procedere/continuare... participio il quale però in questo caso (ossia quando abbinato al verbo essere) indica focus, cioè serve per invitare il ricevente di un messaggio a guardare da vicino l'azione descritta da un verbo contenuto nel medesimo.
Arzigogolato, vero che stavi per dirlo ?
(E non sono io che voglio esserlo: Sono proprio gli inglesi e il loro modo di ragionare... )

2) Capire bene a quali tempi dell'Inglese Tolkien associa i tempi del Quenya.
Come si può notare chiaramente da numerosi esempi nei carteggi d'autore, fra cui la spiegazione a pagina 100 di PE:22, Tolkien associa sempre l'aoristo al present simple e ancora immancabilmente il normale presente Quenya al present continuous.
"K√°ra" significa "Is doing" e non "Does".
Va quindi da sé, e non è un'opinione, che se troviamo in una frase "(they) love" e non "(they) are loving" useremo l'aoristo.
Abbiamo anche un esempio di frase del tutto analoga a "the ones that love us": "those who form words with voices" che Tolkien traduce proprio con un aoristo, scrivendo "i carir quettar ómainen".
E, proprio come in detta frase, io ho usato nella nostra "i + aoristo plurale in -ir".

Dici che sto prendendo la faccenda troppo sul serio (come al solito) ?

Altre cose che ho notato: "Ava" è un prefisso (che indica negazione, certo, ma in qualità esclusiva di prefisso), non può essere usato come particella in una frase.

Giusto, avrei dovuto mettere un accento.


Sì, ma lo sai che mettendo un accento sarebbe comunque diventato un imperativo negativo, no ?
Cosa c'entra con una frase all'indicativo ?
(Secondo me ci sono in circolazione certi dizionari pi√Ļ fuorvianti che istruttivi... basta mettere l√° per negare in casi come questo).

Se invece "e" vuole significare "veramente/really" credo che dovrebbe essere sostituito dall'avverbio "anwav√ę" (derivato di "anwa", "real") perch√© pu√≤ solo significare "infatti/indeed" (come intercalare) e non "di fatto/in fact".

Sfumature di significato in merito alle quali un'interpretazione vale l'altra.


E qui ti darei quasi ragione...
Questo "indeed" Tolkieniano è particolare: Viene usato alla stregua dell'Italiano "invero", dicitura che è a tutti gli effetti sinonimo di "davvero" (e suppongo che tu abbia usato "e" proprio perché già sapevi questo).
Tuttavia, e non per voler essere pignolo ma semplicemente fedele al senso che l'autore dà alla parola, non posso fare a meno di notare che sia in Inglese che nello stesso Italiano ci sono due usi di "indeed/invero": Uno come avverbio (sinonimo di "veramente") e l'altro come intercalare (sinonimo di "proprio così").
Il primo può esemplificarsi così: "You are a lover of languages" (affermazione) > "(I am) indeed" (risposta).
In questo caso la risposta vuol dire "è vero, lo sono".
Il secondo può esemplificarsi così: "I am not sure he can give us something" (affermazione) > "What could he give us indeed ?" (risposta).
E in questo caso la risposta vuol dire "proprio così/è come dici tu, cosa potrebbe darci ?".
Questo è un intercalare... ed è anche la modalità con cui viene usata una particella tradotta "indeed" nell'unico esempio che ne abbiamo in Quenya.
E' infatti citata solo in "The Lost Road", in questo passo:

So sang Firiel on high, until her voice fell sadly to the question with which that song ends: man tare antava nin Iluvatar, Iluvatar, enyare tar i tyel ire Anarinya qeluva? What will Iluvatar, 0 Iluvatar, give me in that day beyond the end, when my Sun faileth? '
'E man antavaro? What will he give indeed?' said Elendil; and
stood in sombre thought.


Quindi il problema è questo: Pur essendo la traduzione di e "indeed", non abbiamo attestazioni di una particella "e" che corrisponda al secondo uso di "indeed" (quello in cui vuol dire "veramente/truly/really").
Non possiamo sapere se è possibile tradurla anche come "veramente".
Nel caso tu abbia studiato Latino, vorrei portare alla tua attenzione il fatto che la particella "nam" si trova ad esempio in una situazione del tutto analoga: viene comunemente tradotta come "infatti/proprio così" ma è ben lungi dall'avere il peso e il valore di avverbi come "vere" ( = veramente, davvero).
A me l'uso che Tolkien fa di "e" pare del tutto associabile all'uso di "nam" in Latino.

A me piaceva di pi√Ļ la versione con il lemma attestato, in luogo di una ricostruzione non genuina,


Oh, se √® per questo abbiamo risolto, credo: Ho scovato a pag. 166 di PE22, in un tratto dove Tolkien parla di Quenya maturo, un bellissimo avverbio "naiti√ę" che lui traduce "truly".
Penso sia la soluzione.
In effetti, alla luce di questo non posso che consigliarne caldamente l'uso in luogo di "anwav√ę" (forma finora ipotizzata dagli appassionati di Quenya sulla base di "anwa" attestato) e riformulare quindi la mia precedente proposta di traduzione in questa:

"I melir me l√° avir naiti√ę mello, ar ec√ę tyen oia s√≠s tuvitat"

Chissà quando Fauskanger aggiornerà il dizionario... questo avverbio non è ancora presente...





¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 03:14
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Mildir il 16-10-2017 03:14 ha scritto:

Quindi il problema è questo: Pur essendo la traduzione di e "indeed", non abbiamo attestazioni di una particella "e" che corrisponda al secondo uso di "indeed"


Primo.
Volevo dire primo (l'ora è tarda è le spiegazioni mi si squagliano nella mente, speravo si notasse poco)...
Comunque in sostanza il problema è che l'uso di una parola è anche la chiave di lettura del suo significato.
Non possiamo dedurre il significato dalla semplice traduzione.
Per questo collegherei il significato di "e" strettamente all'uso che Tolkien ne fa, un uso quasi interiettivo, abbastanza lontano da quello degli avverbi.
Per cogliere l'essenza della differenza, basta mutare l'aspetto della frase di Elendil in "What will he really give ?": Ci si accorgerà subito che anche il significato muta sensibilmente (per essere chiari: "What will he give indeed ?" = "Invero ! Che cosa darà ?" = "Infatti ! Che cosa darà ?". Mentre invece "What will he really give ?" = "Che cosa darà, in verità ?").


¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 04:03
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Telperion
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldali√ę Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Localitŗ:
Bologna
Post:
4138
Mildir il 16-10-2017 03:14 ha scritto:
Sì, ma lo sai che mettendo un accento sarebbe comunque diventato un imperativo negativo, no ?
Cosa c'entra con una frase all'indicativo ?

Ho risposto di fretta dando un'occhiata (troppo) rapida. In realtà, rileggendo dopo averci dormito su, mi rendo conto di non stare ricordando del tutto come ho ragionato allora...
Fermo restando che 1) in effetti quell'ava non ha gran ragione di essere 2) di sicuro non ci andava la versione accentata, per la ragione che hai esposto.
Ma adesso non saprei pi√Ļ dire da dove lo tirai fuori.

Sulla questione dei tempi verbali, confesso che non so come pensa un madrelingua Quenya ma nemmeno un madrelingua inglese - per tacere di Tolkien. Nel mio piccolo ho inteso (questa invece me la ricordo) "coloro che amiamo" con "coloro che stiamo amando in questa fase della nostra vita", senza pormi il problema della durata.
Essendo comunque un neoQuenya "geolocalizzato" in Italia non mi sembrava che la questione fosse così dirimente...



¬ęScoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria¬Ľ

¬ę...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ci√≤ che di bello c'√® nell' universo e in noi¬Ľ [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 09:17
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Gianluca Comastri il 16-10-2017 09:17 ha scritto:

Sulla questione dei tempi verbali, confesso che non so come pensa un madrelingua Quenya ma nemmeno un madrelingua inglese - per tacere di Tolkien.


Neanch'io so come pensa un Quend√ę (ci vorrebbe ardire a presumerlo).
Ho però alle spalle dieci anni di studi intensivi sull'argomento "pensare in Inglese" e ormai faccio il traduttore di professione (anche se non guadagno niente perché siamo in Italia e gli onesti non contano ).
Comunque, se capita che io presenti qualcosa come un fatto (non come opinione) e qualcuno non si fida, quel fatto si può sempre verificare (vedasi specialmente riquadro azzurro in fondo alla pagina del link).

Nel mio piccolo ho inteso (questa invece me la ricordo) "coloro che amiamo" con "coloro che stiamo amando in questa fase della nostra vita", senza pormi il problema della durata.
Essendo comunque un neoQuenya "geolocalizzato" in Italia non mi sembrava che la questione fosse così dirimente...


Sì, ma non puoi negare che sia bello - e se il soggetto è una lingua di Tolkien quantomai opportuno - tradurre bene.
E' solo per questo che sono intervenuto: se possiamo offrire una traduzione di qualità... perché non farlo, anche se ci costa un po' di brainstorming ?
E a proposito, se davvero (ma potrebbe essere una abbaglio postumo) avevi inteso "coloro che amiamo" la traduzione non avrebbe potuto essere di qualità... semplicemente perché "the ones that love us" significa "coloro che ci amano"...


¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 13:01
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Telperion
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldali√ę Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Localitŗ:
Bologna
Post:
4138
Mildir il 16-10-2017 13:01 ha scritto:
E' solo per questo che sono intervenuto: se possiamo offrire una traduzione di qualità... perché non farlo, anche se ci costa un po' di brainstorming ?

Pienamente d'accordo: non voglio certo difendere a oltranza la mia scelta, solo raccontarne le motivazioni.




¬ęScoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria¬Ľ

¬ę...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ci√≤ che di bello c'√® nell' universo e in noi¬Ľ [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 14:59
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Gianluca Comastri il 16-10-2017 14:59 ha scritto:

non voglio certo difendere a oltranza la mia scelta, solo raccontarne le motivazioni.


Ma no, non dicevo questo, mi riferivo a quando hai detto che non pensavi fosse una questione dirimente e che è solo un Neoquenya locale...
Ma poi, scusa, se noi usiamo dalla prima all'ultima parole presenti nei dizionari e regole presenti negli ultimissimi appunti dell'autore stesso... perché dovrebbe essere Neoquenya ?
Il Neoquenya, semmai, è quello che ricostruisce Thorsten Renk o io stesso...

Comunque, come facciamo con il problema tecnico ?
Se non fosse possibile risolverlo la frase in Tengwar verrebbe fuori così:

U+E061 U+E02E U+E044 U+E011 U+E046 U+E022 U+E044 U+E014 U+E011 U+E046 U+E022 U+E02C U+E040 U+E02E U+E040 U+E015 U+E044 U+E014 U+E010 U+E02A U+E040 U+E000 U+E044 U+E02E U+E046 U+E011 U+E046 U+E022 U+E051 U+E04A U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E02E U+E046 U+E002 U+E046 U+E000 U+E046 U+E010 U+E02A U+E04A U+E02E U+E040 U+E024 U+E02C U+E044 U+E024 U+E000 U+E04C U+E015 U+E044 U+E000 U+E040 U+E000 U+E061

Insomma, il lessema tye verrebbe sempre fuori così:

U+E000 U+E046

Col punto e virgola...

¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 18:22
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio

Grisn√°k


alleato con haradrim
Registrato il:
05-10-2017
Localitŗ:
Milano
Post:
10
Mildir il 16-10-2017 18:22 ha scritto:
Gianluca Comastri il 16-10-2017 14:59 ha scritto:

non voglio certo difendere a oltranza la mia scelta, solo raccontarne le motivazioni.


Ma no, non dicevo questo, mi riferivo a quando hai detto che non pensavi fosse una questione dirimente e che è solo un Neoquenya locale...
Ma poi, scusa, se noi usiamo dalla prima all'ultima parole presenti nei dizionari e regole presenti negli ultimissimi appunti dell'autore stesso... perché dovrebbe essere Neoquenya ?
Il Neoquenya, semmai, è quello che ricostruisce Thorsten Renk o io stesso...

Comunque, come facciamo con il problema tecnico ?
Se non fosse possibile risolverlo la frase in Tengwar verrebbe fuori così:

U+E061 U+E02E U+E044 U+E011 U+E046 U+E022 U+E044 U+E014 U+E011 U+E046 U+E022 U+E02C U+E040 U+E02E U+E040 U+E015 U+E044 U+E014 U+E010 U+E02A U+E040 U+E000 U+E044 U+E02E U+E046 U+E011 U+E046 U+E022 U+E051 U+E04A U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E02E U+E046 U+E002 U+E046 U+E000 U+E046 U+E010 U+E02A U+E04A U+E02E U+E040 U+E024 U+E02C U+E044 U+E024 U+E000 U+E04C U+E015 U+E044 U+E000 U+E040 U+E000 U+E061

Insomma, il lessema tye verrebbe sempre fuori così:

U+E000 U+E046

Col punto e virgola...






Scusate l'ignoranza, quindi la frase in italiano come sarebbe se tradotto così?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 21:52
  • clicca oer vedere il profilo di 6796
  • Cerca altri post di Grisn√°k
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Grisn√°k il 16-10-2017 21:52 ha scritto:

Scusate l'ignoranza, quindi la frase in italiano come sarebbe se tradotto così?


Trascritta con il nostro alfabeto: I melir me l√° avir naiti√ę mello, ar ec√ę tyen oia s√≠s tuvitat

Se vai nella sezione download di questo sito (vai prima su "Varie e giochi" e poi da lì clicchi su "Download") puoi trovare il programma Tengwar Translator.
Per scaricarlo vai nella sezione "software".
Non è sempre perfetto nella trascrizione ma ha una buona flessibilità, puoi cambiare molte opzioni ed è abbastanza intuitivo.
Per trascrivere questa frase in Tengwar dovresti impostare "Tengwar Annatar" come carattere (√® il pi√Ļ bello, puoi sceglierne altri naturalmente) e "Quenya" come lingua.
E' semplice: nel programma ci sono due finestre, in quella sopra scrivi la frase con il nostro alfabeto (o la incolli) e in quella sotto compare automaticamente la trascrizione in Tengwar (cioè lettere Elfiche).

Ma, se posso chiedere, dopo che hai fatto il tatuaggio ti piacerebbe anche imparare un po' della lingua in cui è scritto ?



¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 16-10-2017 22:43
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio

Gianluca Comastri

foglia di Telperion
Silmaril Silmaril

alleato con Eru
OperatoriRaminghiHeren IstarionTolkien 2005Eldali√ę Bologna - Mindoni EldaCompagnia del CannelloComitato Anti-K
Registrato il:
22-11-2002
Localitŗ:
Bologna
Post:
4138
Piano B: copiare e incollare la frase Quenya su Tecendil.com

Per il problema tecnico, direi MP a Vega.



¬ęScoprirai tutti i segreti pensieri dell'Uno, e t'avvederai che essi sono soltanto una parte del tutto e tributari della Sua gloria¬Ľ

¬ę...dopotutto Tolkien non ci insegna a rifiutare il mondo, anche se esso ha delle brutture, ma ad amarlo e a cercare sempre quello sforzo sovrumano per portare alla luce ci√≤ che di bello c'√® nell' universo e in noi¬Ľ [Fram figlio di Frumgar]

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 17-10-2017 09:05
  • cita questo messaggio

Grisn√°k


alleato con haradrim
Registrato il:
05-10-2017
Localitŗ:
Milano
Post:
10
Mildir il 16-10-2017 22:43 ha scritto:
Grisn√°k il 16-10-2017 21:52 ha scritto:

Scusate l'ignoranza, quindi la frase in italiano come sarebbe se tradotto così?


Trascritta con il nostro alfabeto: I melir me l√° avir naiti√ę mello, ar ec√ę tyen oia s√≠s tuvitat

Se vai nella sezione download di questo sito (vai prima su "Varie e giochi" e poi da lì clicchi su "Download") puoi trovare il programma Tengwar Translator.


Si. Mi è sempre piaciuto impararlo ma alla fine non lo faccio
Per scaricarlo vai nella sezione "software".
Non è sempre perfetto nella trascrizione ma ha una buona flessibilità, puoi cambiare molte opzioni ed è abbastanza intuitivo.
Per trascrivere questa frase in Tengwar dovresti impostare "Tengwar Annatar" come carattere (√® il pi√Ļ bello, puoi sceglierne altri naturalmente) e "Quenya" come lingua.
E' semplice: nel programma ci sono due finestre, in quella sopra scrivi la frase con il nostro alfabeto (o la incolli) e in quella sotto compare automaticamente la trascrizione in Tengwar (cioè lettere Elfiche).

Ma, se posso chiedere, dopo che hai fatto il tatuaggio ti piacerebbe anche imparare un po' della lingua in cui è scritto ?

Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 18-10-2017 23:15
  • clicca oer vedere il profilo di 6796
  • Cerca altri post di Grisn√°k
  • cita questo messaggio

Mildir

Silmaril Silmaril Silmaril
anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere anello del potere
alleato con Lorien
Registrato il:
13-10-2008
Localitŗ:
N/A
Post:
923
Intanto propongo anche una traduzione della frase di Grisn√°k...

Grisn√°k il 05-10-2017 22:46 ha scritto:
Dovrei tradurre in quenya questa frase per un tatuaggio : La felicità è reale quando condivisa


I alass√ę anwa n√° qui l√° satya

(Letteralmente: "La felicità è reale se non privata")

In Tengwar:

U+E061 U+E02E U+E044 U+E02E U+E040 U+E022 U+E040 U+E027 U+E046 U+E02E U+E040 U+E010 U+E050 U+E040 U+E010 U+E02C U+E040 U+E003 U+E044 U+E022 U+E02C U+E040 U+E025 U+E040 U+E000 U+E040 U+E061

Nota sulla traduzione: E' vero che la traduzione letterale è "se non privata", ma in Quenya la particella qui è traducibile sia "se" che "quando", proprio come la congiunzione wenn in Tedesco (ad esempio).
Tanto √® vero che dalla medesima deriva anche quiqui√ę, che significa "in qualsiasi momento, quandunque"...
(Che brutto che in Italiano sia sparito il regolare uso di "quandunque" mentre in Inglese continua a essere normalissimo usare "whenever")

¬ęTehk√§mme sula sovinto toinen ei toistansa viata sin√§ ilmoisna ik√§n√§, kuuna kullan valkeana!¬Ľ (Kalevala, Trentesimo Runo)
U+E061 U+E010 U+E02C U+E046 U+E020 U+E044 U+E02E U+E04C U+E014 U+E010 U+E040 U+E000 U+E025 U+E044 U+E010 U+E04A U+E024 U+E000 U+E040 U+E022 U+E046 U+E010 U+E011 U+E02C U+E040 U+E020 U+E046 U+E060 U+E02E U+E040 U+E014 U+E015 U+E02C U+E040 U+E020 U+E04A
U+E010 U+E040 U+E022 U+E000 U+E04C U+E014 U+E02E U+E040 U+E010 U+E02C U+E04A U+E011 U+E044 U+E002 U+E040 U+E014 U+E011 U+E040 U+E014 U+E02E U+E04C U+E022 U+E003 U+E046 U+E010 U+E02C U+E04C U+E008 U+E044 U+E011 U+E040 U+E014 U+E061 (F√ęanor)


Segnala questo post ad un operatore | IP: loggato

Scritto il 25-10-2017 16:44
  • clicca oer vedere il profilo di 6180
  • Cerca altri post di Mildir
  • cita questo messaggio
Rispondi [ Torna al forum principale | Torna su ]

Vai a [Go]
Total: 0.044653 - Query: 0.005759 Elaborazione 0.032821 Print 0.001574 Emoticons/Tengwar/Quote 0.001624 © Eldalië.it