ELDALIĖ - Nólėmeldor - anno I - n. 12
Notiziario mensile dedicato al Progetto Tolkien di Eldaliė

 

1. Redazionale
Nel redazionale del primissimo numero di questo notiziario mensile scrivevo: «Eldalië è lieta di inaugurare, con questo numero, la distribuzione del notiziario Nólëmeldor, dedicato al Progetto Tolkien e alle attività che lo compongono. In realtà questo primo numero fa anche da "numero zero"; il notiziario è da intendersi ancora in fase di rodaggio, per cui ci scusiamo sin da ora per eventuali inconvenienti e ringraziamo in anticipo chiunque li riscontrasse e ce li segnalasse».
Citarsi è opera assolutamente inelegante, però quel numero e questo avevano qualcosa in comune: quello era l'inizio di un'esperienza totalmente nuova (e che è stata seguita da un buon numero di lettori: le sottoscrizioni hanno sfondato quota 200), questo segna una "nuova partenza".
Infatti, come efficacemente illustrato da Aldarion nell'art.3, con questo numero inauguriamo una nuova modalità di distribuzione del notiziario, offertaci con grande generosità dagli amici della Società Tolkieniana Svizzera - vale a dire, il più grande gruppo Eldalië al di fuori del confine italiano. Questo ci permette anche di recuperare un contatto diretto con quanti avevano sottoscritto il Progetto Tolkien prima dell'invenzione del notiziario, dal momento che solo ora le due strutture di gestione vengono a unificarsi. Alcuni di voi, dunque, riceveranno questo come primo numero in assoluto... Ma potrete recuperare gli arretrati dell'anno all'indirizzo http://www.eldalie.it/news/Nolemeldor.
Nel resto del numero, forzatamente più stringato dei precedenti a causa della notevole quantità di tempo sottrattaci dalla predisposizione di questa nuova struttura grafico/tecnica, presentiamo l'ormai usuale riepilogo delle principali iniziative in corso (art.2), una bella riflessione sul significato di interpretare il messaggio delle narrazioni tolkieniane (art.4) e una prima, piccola anticipazione su quanto abbiamo in programma per l'anno prossimo - un 2005 che vedrà il culmine delle celebrazioni per il cinquantenario dell'uscita dell'ultima parte della Saga dell'Anello. Celebrazioni in cui, manco a dirlo, vogliamo essere massimamente e concretamente presenti... ma di questo vi riferiremo meglio cammin facendo.
Infatti, "il viaggio continua". Questo filo conduttore ci ha accompagnati per tutto il 2004 e intendiamo seguirlo anche l'anno prossimo (e anche oltre), in una sorta di ideale continuità di intenti. E ci auguriamo di cuore di poter constatare che Eldalië continui a riscuotere lo stesso sostegno dimostrato sinora: lo avete fatto diventare più bello e più grande ogni giorno di più, e di questo non potrò mai ringraziarvi abbastanza.
[GC]


2. Le attività in corso
L'abituale riepilogo sull'avanzamento delle iniziative:

. Organizzazione del Progetto Tolkien su web
L'obiettivo è rendere parzialmente dinamica la parte del sito che ospita i Progetti in lavorazione, in modo che la descrizione delle attività e la loro sottoscrizione sia gestibile, sia da operatori che dai lettori/sottoscrittori, a "colpi di clic", rendendo possibile l'integrazione tra i Progetti e l'area del forum dedicata al Progetto Tolkien. Vega ha un'idea precisa in merito, che a questo punto verrà incorporata nei lavori di ristrutturazione per il 2005.

. Organizzazione Fiabe
Iniziativa ancora giovane ma già partita col piede giusto, nei modi che andiamo a presentare:
- per l'organizzazione: Organizzazione Fiabe (www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4645) nella sezione "Progetto Tolkien";
- per i testi delle fiabe e altri contributi dello stesso tema: Miti, leggende e superstizioni di casa nostra (www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=2637) nella sezione"OT - Generale";
- per le creature mitiche e la discussione relativa: Piccoli popoli d'Italia e d'Europa (www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4511) nella sezione
"OT - Generale";
- per la parte riferita alla critica letteraria generale: Fiabe: commenti, analisi ed IDEE (www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4876) nella sezione"OT - Generale".
Il gruppo di lavoro si appoggia anche a estemporanee sessioni in chat e a una mailing list.
Se l'argomento vi interessasse contattate in privato Fram (http://www.eldalie.it/forum/send_privato.php?toid=3864).

. Dizionario Enciclopedico
Prosegue la discussione sulla strutturazione dei contenuti delle singole voci in base ai criteri di classificazione e catalogazione stabiliti nei mesi scorsi. Il tutto si può seguire in mailing list (dizionario@eldalie.com) e nella discussione tematica sul forum (http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=1254).

. Cura dei mirror dei siti riprodotti
Occorre tenere aggiornati i mirror dei siti seguenti:
Ardalambion (http://www.uib.no/people/hnohf/)
The Grey Havens http://tolkien.cro.net/), ripreso da eowyn77
Gwaith-i-Phethdain (http://www.elvish.org/gwaith/)
Stiamo ricalcando su eldalie.com la struttura del The Grey Havens per facilitare il reperimento dei contenuti. L'indirizzo è http://www.eldalie.com/Saggi/GreyHavens/
Rimandiamo ormai all'anno venturo l'idea di riproporre anche un vero e proprio mirror del sito originale.

(c) Eldalië, 2004


3. Un anno si chiude, un altro si apre
" We wish you a merry christmas... " Ovviamente nella Terra di Mezzo questa canzone non poteva esistere, eppure pochi luoghi reali o immaginari possono vantare un'atmosfera natalizia pari a quella della Contea. Malgrado l'anacronismo è impossibile non immaginarsi il nostro Bilbo intento ad addobbare un abete nell'ingresso di Casa Baggins...
Dicembre, oltre al Natale porta anche la fine dell'anno, tempo di valutazioni e riflessioni.
Un anno prolifico il 2004 per quanto riguarda il Progetto Tolkien; siamo riusciti a dare continuità ad alcune iniziative, come questa newsletter, o i Focus On .
Proprio in nome di questa continuità, e per offrire un prodotto migliore da questo mese Nolemeldor cambia.
Una svolta epocale, nel suo piccolo. La ricerca di una possibilità grafiche migliori e di un formato più appetibile (e fruibile) si è concretizzata nel risultato che avete tra le mani, anzi, sullo schermo. Grazie alla collaborazione dello staff tecnico di www.eldalie.ch abbiamo cambiato il server di distribuzione della Newsletter, ottenendo un motore che offre maggiori possibilità gestionali e, in definitiva, un prodotto confezionabile in modo più bello (almeno, è quanto speriamo).
In questo prima edizione che utilizza la nuova versione abbiamo deciso di riproporre i numeri arretrati che vanno da Gennaio a Dicembre, ristrutturati per l'occasione nel nuovo formato grafico, offrendo un saggio delle potenzialità della Newsletter.
Che altro dire se non AUGURI, e arrivederci all'anno prossimo, che si preannuncia ricco di novità per il Progetto Tolkien.

Aldarion - (c) Eldalië, 2004


4. Una riflessione
Giunse infine la quarta era ed ebbe inizio il dominio degli uomini e il declino delle altre razze parlanti della Terra di Mezzo.
Questo lo apprendiamo da un libro di cronache di quei giorni denominato anche Libro Rosso dei Confini Occidentali, il cui ritrovamento  e divulgazione spetta a J. R. R. Tolkien,  celebre filologo dell'universita' di Oxford, storico e conoscitore superbo di mitologia antica.
Le scoperte di Tolkien purtroppo hanno subito l'inevitabile critica degli storici e degli scienziati  che hanno definito i suoi saggi opera di pura fantasia  e di totale allontanamento dalla realtà e dalla vera storia di stampo positivista e darwiniano, secondo cui l'uomo discende dal suo avo paleolitico. Contro di lui si sono scatenati poi i filosofi e  politici,  e i teorici del progresso evoluzionista.
Ma rileggendo più e più volte i saggi del celebre professore,  alla luce anche delle sue scoperte relative alle lingue perdute, una parte della critica e dell'umanità è concorde nel considerare il lavoro di Tolkien  attendibile.
La scoperta più sensazionale resta il corpus relativo al quella che T. definisce Prima Era, un'opera di miti e leggende, un testo sacro conosciuto col nome di Silmarillion.
È da questo testo fondamentale che dobbiamo partire per capire il significato di questo universo.
Miliardi di anni prima della comparsa sulla terra dell'uomo preistorico, il mondo si era destato sotto l'influenza e la cooperazione di spiriti benigni discendenti da un'unica divinità,  il creatore, l'uno indivisibile chiamato Eru Iluvatar. Ciò avvalora la tesi riportata in molti altri testi sacri in cui questa entità  assume però altri nomi.
Con la nascita dei figli di Iluvatar, i primi nati sulla terra, e chiamati poi Eldar, ebbe inizio la Prima Era del mondo. Il S. narra in successione la loro storia che si confonde col mito e la leggenda. A questi eventi si intrecciano quelli delle altre creature che abitarono il mondo nelle epoche successive soprattutto gli Edain, ossia i secondi nati, che  a differenza degli Eldar avevano una vita mortale. Ebbene il S. termina con la fine della prima Era, ma la versione odierna inclde una parte delle cronache relative alle ere successive. Emblematica  è la storia della nascita e del declino di Numenor durante la Seconda Era poiché in questo mito convergono e trovano finalmente spiegazione miti paralleli sviluppati dagli uomini in ere successive, primo fra tutti il mito di Atlantide. Si ritiene infatti che l'uomo mai sviluppò tanta arte e scienza e tanto potere come durante i giorni in cui Numenor  brillava come una stella in mezzo all'oceano.
Ma sono i fatti riportati nel Libro Rosso che più attraggono poichè infatti essi si riferiscono alla Terza Era, quando ormai la storia degli Eldar  sulla terra e degli uomini antichi era in fase di declino.
La storia del celebre Hobbit Frodo Baggins dalle Nove Dita  e della terribile Guerra dell'Anello sono ormai patrimonio comune. Ma  bisogna leggere e interpretare accuratamente ciò che i fatti vogliono realmente comunicare.la Terza Era si concluse con la partenza dalla Terra, definita Terra di Mezzo, degli ultimi Eldar portatori dei grandi anelli. E  con la scomparsa degli ultimi membri della Compagnia  dell'Anello,  le terre immortali dell'ovest, dimora dei Valar, furono per sempre obliate agli uomini che rimasero.
La Quarta Era ebbe inizio. Gli eredi di Sire Aragorn col passare del tempo si allontanarono dalla virtù e dagli ideali del grande re, generando uomini sempre più stupidi, arroganti che distrussero via via le altre genti che  in tempi antichi dimoravano pacificamente sulla terra. Gli Eldar  se ne erano andati. La saggezza, l'arte, la scienza di quei popoli andò  perduta. il declino fu sempre più veloce.fino a che in un mondo di distruzione, gli unici sopravvissuti  furono rozzi uomini violenti e brutali che si nascondevano in caverne per resistere alla furia degli elementi e alla natura inospitale che avevano ormai rovinato.
Ma il tempo passò anche in quei giorni e alcuni uomini nei loro sogni cominciarono a ricordare che qualcosa del loro antico dna non era andato perduto.fiorirono lentamente antiche comunità di uomini e donne che dedicarono di nuovo la loro vita alla bellezza, al contatto col divino e con le stelle, a tutto ciò in cui gli Elfi e gli Edain  avevano creduto.
Gli storici affermano che lì ha inizio la nostra storia.
Tolkien, dicono, è solo uno scrittore dalla mente pazza e geniale. E così credono in molti che pure lo amano smisuratamente. Altri invece, tra cui la sottoscritta, hanno deciso di credere, non  tanto che quei fatti siano o non siano realmente accaduti, ma in ciò che essi significano. Credo infatti che la lotta tra il bene e il male sia in opera dentro ogni uomo in ogni giorno della sua storia. Bene e male sono parti integranti della vita di ognuno. La ricerca del bene deve essere tuttavia il compito e il fine verso cui si deve orientare ogni essere umano che voglia vivere degnamente. La ricerca di giustizia, di verità, lealtà, sacrificio, rispetto, libertà amore e bellezza, sacralità sono tutto ciò che ancora vive in noi dai giorni antichi. sono tutto ciò che di elfico ancora sopravvive e che non dobbiamo permettere di far estinguere mai.
La Via Diritta è ancora visibile per quei pochi che guardano oltre il velo delle apparenze e non temono la furia del Grande Mare. A loro capiterà un giorno di imbarcarsi nella tempesta e improvvisamente trovarsi in mare aperto sotto un cielo di stelle brillante come un diamante.
Saranno trasportati da venti benigni verso quei luoghi in cui potranno realizzare pienamente la loro essenza.
Sono quei pochi i cui spiriti torneranno fra gli uomini per guidarli e nutrirli, per elevarli dalle brutture del mondo, attraverso i sogni,  la poesia, l'arte, la bellezza. La speranza. La luce.
J.R.R. Tolkien è già partito in mezzo alla tempesta. E credo anche che in qualche modo sia  ritornato.

Ezeldin, (c) Eldalië, 2004


5. Qualche anticipazione sugli eventi 2005
Carissimi Eldalie, nella discussione all'indirizzo http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=5075 trovate la prima e provvisoria versione della nuova agenda per gli incontri targati Eldalië, relativi al periodo gennaio - giugno 2005

Noterete che ora è sotto forma di lista prenotazioni, cosicchè chi desidera segnalare un evento lo può fare direttamente.

Ricordo di essere a disposizione per la pianificazione degli incontri, al fine di non sovrapporli o farli combaciare erroneamente.

Nota finale: solitamente gli incontri hanno una discussione organizzativa nella sezione "incontri" del forum, che vi prego di consultare per ulteriori informazioni.

Fíriel Tindómerel

Calendario provvisorio degli eventi proposti
14.01.05 Presentazione "Erbario di Tolkien" di C. Gregorutti e L. Vassallo - Bologna
18.02.05 Presentazione "Artù" di P. Gulisano - Bologna
Febbraio - Marzo: ritrovo a Marina di Pisa
05.03.05 Halls of Fire Chat - Lugano
11.03.05 Presentazione "Tolkien 2005" - Bologna
Primavera: ritrovo nelle Marche
Maggio Eldamar II - Salerno

(c) Eldalië, 2004


6. Articoli, collaborazioni e documenti
La collaborazione, libera o per invito, è aperta a tutti gli iscritti al Progetto Tolkien e si intende prestata gratuitamente. Lo staff di Eldalië esaminerà il materiale per l'eventuale pubblicazione integrale o parziale. Se non espressamente e diversamente indicato, i testi pubblicati rispecchiano l'opinione degli autori, la quale non coincide
necessariamente con quella della redazione. Il materiale inviato non si restituisce. Inviare eventuali contributi a: Progetto Tolkien, c/o progetto.tolkien@eldalie.com


7. Servizi per l'iscrizione
Per annullare, sospendere o riattivare l'iscrizione alla newsletter è disponibile l'apposito modulo, all'indirizzo http://www.eldalie.it/iscrizioni/iscrizione_pt.php

Le informazioni contenute in questa newsletter sono di proprietà di Eldalië e sono diffuse a supporto delle attività del Progetto Tolkien.
È vietata la riproduzione totale o parziale del contenuto della newsletter senza il preventivo consenso scritto dello staff di Eldalië.
È vietata la diffusione della newsletter con fine di lucro.
Il prossimo numero è previsto per il mese di gennaio 2005.

 

 

           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti