ELDALIĖ - Nólėmeldor - anno IV - n. 7
Notiziario mensile dedicato al Progetto Tolkien di Eldaliė

 

1. Redazionale
L'atmosfera vacanziera tipica di questo periodo pienamente estivo, se da un lato si incentra sulla preparazione alle sospirate villeggiature, dall'altro è comunque ricca di spunti e di altri preparativi relativi alle attività e agli eventi che interessano Eldalië e che troveranno luogo già a partire da fine agosto, come a dire a ridosso di Hobbiton.
Vacanze anche per Eldalië, dunque, ma sempre con un occhio alla pianificazione e alla programmazione di quanto vorremmo fare alla ripresa. Questo numero del notiziario periodico del Progetto Tolkien quindi si incentra non solo sull'attesissima festa bassanese, ma anche e soprattutto su idee e progetti in cantiere per l'arricchimento e il rinnovamento dei nostri cari siti web. Ma non solo: sono infatti allo studio anche proposte per il rinnovamento della rivista per i soci (ricordate? Se ne parlava a maggio), mentre sul versante artistico è da registrare la chiusura del concorso di poesia con la giuria al lavoro per la proclamazione delle menzioni, assieme a quanto avrà in cantiere la Gilda delle Arti - dalla quale attendiamo con impazienza le prime copie del calendario illustrato 2008, che dovrebbe essere distribuito proprio da settembre.
Invitiamo pertanto aspiranti redattori e curatori a mantenersi sintonizzati, perchè sforneremo nuove idee piuttosto stuzzicanti per chiunque desideri legare il suo nome alle iniziative di divulgazione tolkieniana. Il tutto, naturalmente, senza dimenticare quanto già progettato nei mesi scorsi e che non intendiamo ovviamente tralasciare - semmai rimandare a periodi pi propizi quanto a partecipazione ed entusiasmo.
Non è quindi un mistero che nell'art.2 si trovino essenzialmente le medesime attività che abbiamo continuato a riportarvi negli ultimi mesi, laddove l'art. 3 invece annuncia la partenza di uno dei progetti Eldalië più ambiziosi di sempre, vale a dire un rifacimento completo della struttura e parziale della grafica nell'ottica della migrazione su piattaforma CMS Joomla - leggete, leggete... Nell'art.4 presentiamo, come nel numero precedente, alcune notizie relative a progetti linguistici: questa volta però non siamo noi ad arringare la piazza, bensì un membro del forum, l'amico digetolkieniano che pare una fucina di idee interessanti. L'art.5 infine è un ottimo promemoria per ricordare a noi e a tutti che si sta inesorabilmente marciando verso la Hobbiton - e per chi ha in programma ferie agostane, praticamente settembre è già domani! La grande festa tolkieniana anche quest'anno ci vedrà impegnati in molte attività, il che unitamente al cambio di sede (di cui si era parlato nel numero precedente) costituisce un vivo stimolo a presentarci pronti e ben agguerriti, in forze come nella miglior tradizione Eldalië.
Per quanto concerne l'angolo delle notizie in breve, segnaliamo che la rivista dei soci di Yavin4 (LivingForce) torna ad ospitare la rubrica Isengard dedicata alla Terra di Mezzo, dopo la parentesi della YavinCon i cui resoconti naturalmente occupano una parte preponderante del numero di giugno. Il fascicolo che sarà distribuito a settembre conterrà quindi, come di consueto, una nuova finestra tolkieniana... sempre a cura di Eldalië - e un grazie allo staff yavinquattrino per la rinnovata fiducia è un piacevole obbligo al quale non ci sottraiamo.
Al solito, dunque, vi porgiamo i nostri migliori auguri di buona lettura, ma non solo: stiamo mettendo in campo iniziative per tutti i gusti, sosteneteci, partecipate, costruite insieme a noi Eldalië come più vi aggrada!
[GC]


2. Le attività in corso
L'avanzamento delle attività non fa registrare variazioni rispetto a quanto annotato lo scorso mese. Alla pagina http://www.eldalie.it/nolemeldor.php č sempre a disposizione il riepilogo di quelle in maggiore evidenza (altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti), lasciamo solo un breve suggerimento da riprendersi pił avanti, alla ripresa autunnale, suggerimento che riguarda una possibile collaborazione nientemeno che con la Wikipedia italiana.

Progetto Wikipedia
La grande enciclopedia in Rete ha una sezione dedicata a Tolkien e alle sue opere che potrebbe giovarsi del nostro apporto... perché non pensarci? Nella pagina dei Progetti i primi dettagli organizzativi riferiti a questo potenzialmente interessantissimo filone di attività.

Articoli e manufatti "marchiati" Eldalië
Si tratta di organizzare la filiera di produzione e distribuzione di articoli ed oggetti "griffati" con il simbolo di Eldalië: magliette e polo (o altri indumenti), cappellini, boccali, ecc., ma anche oggetti di artigianato autoprodotti ed ispirati alla Terra di Mezzo: spille, anelli, accessori vari, oggetti in pelle (cinture, scarselle...), oggetti in legno decorati e/o pirografati, ecc. Chi vuol collaborare mettendo a disposizione le sue capacità oppure sa dove reperire materiali e a chi far eseguire le lavorazioni più impegnative può darne comunicazione direttamente allo staff, all'usuale recapito eldalie@eldalie.com.

Organizzazione del Progetto Tolkien su web
L'obiettivo è rendere parzialmente dinamica la parte del sito che ospita i Progetti in lavorazione creando una piattaforma unica ed integrata tra Progetti, articoli del Notiziario e altri contenuti del sito, in modo che la descrizione delle attività e la loro sottoscrizione sia gestibile, sia da operatori che dai lettori/sottoscrittori, a "colpi di clic".

Redazione di Eldalië
Il gruppo redazionale dovrà occuparsi di: gestire, catalogare e curare la pubblicazione degli articoli e saggi in giacenza; gestire, catalogare e curare la pubblicazione dei materiali per le uscite periodiche mensili (FocusON, Recensioni, Nólëmeldor); strutturare la sezione divulgativa per i lettori meno esperti (www.eldalie.it/saggi/Tolkien.htm); ricercare materiali per la sezione delle Notizie brevi (vedi pagina principale); strutturare la presentazione dei contenuti della Sezione Amici, al momento ancora in stato di bozza; eventualmente, in base alle velleità e disponibilità individuali, collaborare agli altri progetti di tipo editoriale (Alqualondë, Dizionario Enciclopedico, ecc.). Se ne parla in forum nella discussione di riferimento http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4280 corredata di lista per le iscrizioni.

Dizionario Enciclopedico
Per la revisione delle voci del dizionario on-line (consultabile all'URL http://www.eldalie.com/Dizionario/index.asp ) o arricchire i testi descrittivi di quelle già esistenti a mo' di vero e proprio dizionario enciclopedico, rivolgersi alla mailing list appositamente allestita (dizionario@eldalie.com).

Altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti.

(c) Eldalië, 2007


3. Eldalië.it: e Joomla! sia...
Chi ci legge più o meno assiduamente ricorderà che i primi accenni a un gestore dinamico dei contenuti, o CMS, trovarono posto su Nólëmeldor nello scorso numero di novembre (http://www.eldalie.it/news/Nolemeldor/ 0611.htm#5): non a caso, dato che si stava appunto pensando di installare qualcosa del genere su www.eldalie.it. Ebbene, dopo un adeguato periodo di riflessioni e ponderazioni critiche sul tema, siamo lieti di annunciare che finalmente si passa all'azione!
Va precisato che si è dovuto introdurre un cambio di strategia in corsa: infatti, fino a qualche tempo fa l'orientamento era quello di tentare di costruire un CMS ex-novo e praticamente modellato sulle esigenze e sulla struttura di Eldalië. Dopo i primi approcci, però, si è constatato che motivi pratici di varia natura (tempo a disposizione ed esigenze di standardizzazione su tutti) hanno consigliato di ritornare su tale decisione e di prendere in considerazione un CMS tra quelli disponibili ed utilizzati attualmente in Rete. A questo punto la scelta non poteva che cadere su Joomla!, che si sta affermando come standard di fatto nel settore, ha un buon seguito e un supporto tecnico adeguato.
A detta di Vega, infatti, è comunque possibile introdurre funzionalità personalizzate qualora si abbiano esigenze particolari che Joomla! di base non offre. A quel punto viene a cadere il vantaggio principale di autocostruirsi un prodotto software con le caratteristiche volute - che in massima parte avrebbero ricoperto le funzioni di base comuni a tutti i CMS, più qualche innovazione apposita.
Per quanto riguarda la struttura, tutto sta nel costruire un template di pagina che sia adatto alle esigenze Eldalië. Orientativamente vorremmo mantenere una struttura di pagina simile all'attuale, con un banner a larghezza piena nella parte superiore, una colonna di sinistra per inserirvi collegamenti particolari e voci di menu specifici per le pagine di livello inferiore, per finire con la colonna centrale in cui ospitare testi e altri contenuti opportunamente disposti. Tra le miriadi di templates che si trovano in Rete su vari siti che ne collezionano, ce ne sarà sicuramente qualcuno strutturato in questa maniera, che peraltro è abbastanza comune - ma noi non abbiamo bisogno di strutture particolarmente originali o complesse...
Altra caratteristica che vorremmo, per questioni di accessibilità e ancora di standardizzazione del codice, Ë che però tale template di pagina sia basato sui fogli di stile e sia privo di tabelle. La gestione tramite CSS presenta indubbi vantaggi, rispetto alla tabellazione, quando si tratta di aggiornamenti o modifiche del layout, per non parlare dell'accessibilità e della visualizzazione su differenti piattaforme di sistema operativo e programma di navigazione. Per saperne di più riguardo ai fogli di stile, al loro uso e ai vantaggi che comportano, il consiglio è di far visita a http://css.html.it e dare un'occhiata ad articoli, guide e FAQ - naturalmente, per chi già ha un'idea sufficientemente precisa di cosa voglia dire programmare in HTML e/o XHTML e armeggiare con tag e attributi per costruire le pagine.
Insomma, per tutte queste motivazioni il nostro passatempo sotto l'ombrellone sarà quello di provare a costruire il nuovo template Eldalië per Joomla!, con relativo foglio di stile. Se volete aiutarci o diventare i nuovi web-engineer di Eldalië, scriveteci a sviluppo.web@eldalie.com: non siamo assolutamente gelosi del nostro lavoro sul sito, anzi, tutt'altro!

(c) Eldalië, 2007


4. Ancora sulle traduzioni
Da quando sono in Eldalie ho sempre trovato le risorse linguistiche ivi presenti molto belle e complete. La pagina a cura di Gianluca Comastri contiene sia materiale divulgativo sia link e studi più specifici. Questo binomio,tra divulgazione e specificità è perfetto per un sito come il nostro, che si propone la divulgazione tolkieniana a vari livelli di approfondimento.
Vi sono però cose che mi piacerebbe aggiungere alle nostre risorse, progetti che siamo credo in grado di portare avanti: innanzitutto urge un ricontrollo generale della traduzione di Ardalambion. È necessario inserire i contenuti che Fauskanger aggiunse dopo la traduzione di Gianluca. La traduzione per quanto ho potuto constatare è validissima, soprattutto è già tantissimo avere la basilare risorsa dei linguisti di tutto il mondo anche nella nostra bella lingua. Ora che ce l’abbiamo sarebbe illogico lasciare “invecchiare” un sito che per ora vecchio non è, quando per giunta ora c’è da aggiungere e/o correggere davvero poco.
Noi italiani soffriamo del pesante handicap di non avere la History of Middle Earth tradotta.Questo handicap appare tuttavia ancora più evidente per i linguisti:è risaputo infatti che fonti indispensabili per ogni linguista sono contenute nella HoME (esempio lampante, le Etymologies in The Lost Road). Per questo il progetto di traduzione della History of Middle Earth dovrebbe contenere anche risorse linguistiche come il lhammas, nel vol. 5, interessante studio di Tolkien sulle parentele tra le lingue, Un lavoro mirato e coordinato permetterebbe di tradurre parte delle risorse linguistiche e lasciare spazio ovviamente a traduzioni più generiche, ad uso dei "non linguisti".
Nell'impostare la sezione linguistica dovremmo a mio parere ispirarci al sito Parma Tyelpelassiva: esso presenta poemi in varie lingue di Arda (che nel nostro caso potrebbero provenire anche dagli Eldalië), corsi semplici ma non banali di Quenya, Sindarin e Adûnaico, infine studi più specifici sulle lingue: esempi sono “Il sistema pronominale quenya” e “Disamina della grammatica goldogrin pubblicata in PE11”.
Arrivare a questo livello per una realtà come la nostra è relativamente semplice: abbiamo già le grammatiche, i poemi e qualche studio. Basterebbe dunque davvero poco: qualche studio in più (anche semplici,come io stesso mi propongo di fare) e una piccola risistemata della pagina sulle lingue.
Interessante sarebbe poi dare il via alle traduzioni di Vinyar Tengwar, parte del Progetto Tolkien che mi ha sempre affascinato ma di cui purtroppo non mi posso occupare, dato che i brani di Vinyar Tengwar contengono materiale in cui si fa largo uso di termini tecnici linguistici che avrei molta difficoltà a tradurre. Se però si riuscisse a portare avanti questo progetto sarebbe veramente una miniera d’oro per le nostre risorse linguistiche.
Per quanto mi riguarda, ho in mente qualche lavoretto linguistico proporzionato alle mie attuali conoscenze e un confronto tra il primo capitolo dello Hobbit e il primo capitolo della riscrittura dello stesso datata 1960, recentemente pubblicata nel secondo volume della History of the Hobbit. Credo che col tempo potremmo riuscire a mettere in rete ampi stralci analizzati e commentati di inediti, dalla HoME alla HH a Vinyar Tengwar passando per le risorse in Rete su cui siamo già a buon punto e cui mi piacerebbe molto dare il mio (modesto) contributo.

Andrea "digetolkieniano" Di Gesù, (c) Eldalië, 2007


5. Verso Hobbiton: prime piacevoli sorprese
La macchina organizzativa STI procede a ritmi serrati per la preparazione di tutto quanto necessario a trasferire la grande festa hobbitoniana nella sua nuova sede; proprio in virtù di questo obbligato sforzo aggiuntivo, è essenziale iniziare a posizionare man mano i punti fermi, le scelte per i contenuti da inserire a programma e iniziare già ora ad ammobiliare il tutto. Ci pare quindi il caso di raccontare e illustrare man mano le novità più interessanti già confermate e pubblicate sul sito dell'evento (http://www.tolkien.it/html/specialehobbiton14/it/index.html).
Partendo dalle prime informazioni sul programma culturale, non possiamo celare un segno di ammirazione nel constatare che tra gli ospiti quest'anno saranno presenti diversi di quelli che a suo tempo contattammo per gli eventi Eldalië più o meno recenti: tra questi, Carlo Maria Bajetta, l'amico Marcel Bülles deus ex machina della Società Tolkieniana Tedesca e quel Guido Iorio, docente all'università di Salerno, che venne a farci visita al castello di Arechi ai tempi di Eldamar II ma che purtroppo non avemmo poi modo di incontrare successivamente (l'occasione poteva essere Eldamar III, ma sappiamo come andò: dopo il voltafaccia del comune di Sant'Anastasia non ce la sentimmo di rischiare). Apprendiamo con favore che sarà presente anche Helios De Rosario Martìnez della Società Tolkieniana Spagnola: questo sta a dire che Hobbiton recupera la sua dimensione internazionale, cosa che non può che essere salutata con favore.
Per quanto attiene gli intrattenimenti, dal sito STI apprendiamo che «Tanta, tanta musica farà da colonna sonora ad Hobbiton, con artisti di vari generi musicali che si alterneranno per accompagnare le tre giornate della festa»: in effetti sono gią inseriti a programma ben cinque gruppi musicali - o forse sarebbe meglio dire quattro più uno, per motivi che saranno chiari dopo l'evento! Non si può non notare l'assenza dei Myrddin: quest'anno l'elemento di continuitą è dato dai Lingalad, che a quanto riporta il sito www.lingalad.com si esibiranno in un suggestivo ed imperdibile concerto acustico a lume di fiaccole.
Non mancherà, pare, il tradizionale stand gastronomico di Raimondo che permetterà di consumare agili pasti senza perdere l'atmosfera della festa: del pari non mancheranno le mostre artistiche, mercatini di libri e artigianato, laboratori artistici, di giochi di ruolo e di educazione ambientale per bambini e ragazzi (di cui si può scaricare il volantino dal sito STI medesimo), danze irlandesi, scene di combattimento in costume, dimostrazioni e lezioni di scherma storica, l'ormai tradizionale caccia al tesoro...
Che dire? Alla voce "lezioni di lingua e scrittura elfica" siamo direttamente coinvolti noi di Eldalië: infatti quest'anno, oltre alla presentazione sulle lingue di Arda, sarà a nostra cura anche quella sui sistemi di scrittura della Terra di Mezzo, stante la forzata assenza di Berylla cui mandiamo un saluto affettuoso. Grazie dunque alla STI che ci rinnova e anzi aumenta la fiducia nell'appaltarci la cura di più attività.
Dunque pausa estiva sia, ma date le premesse c'è da ritenere che la fine di agosto offrirà un appuntamento tale da non far rimpiangere le vacanze da poco concluse...

(c) Eldalië, 2007


6. Articoli, collaborazioni e documenti
La collaborazione, libera o per invito, è aperta a tutti gli iscritti al Progetto Tolkien e si intende prestata gratuitamente. Lo staff di Eldalië esaminerà il materiale per l'eventuale pubblicazione integrale o parziale. Se non espressamente e diversamente indicato, i testi pubblicati rispecchiano l'opinione degli autori, la quale non coincide
necessariamente con quella della redazione. Il materiale inviato non si restituisce. Inviare eventuali contributi a: Progetto Tolkien, c/o progetto.tolkien@eldalie.com


7. Servizi per l'iscrizione
Per annullare, sospendere o riattivare l'iscrizione alla newsletter è disponibile l'apposito modulo, all'indirizzo http://www.eldalie.it/iscrizioni/iscrizione_pt.php

Le informazioni contenute in questa newsletter sono di proprietà di Eldalië e sono diffuse a supporto delle attività del Progetto Tolkien.
È vietata la riproduzione totale o parziale del contenuto della newsletter senza il preventivo consenso scritto dello staff di Eldalië.
È vietata la diffusione della newsletter con fine di lucro.
Il prossimo numero è previsto per il mese di agosto 2007.

 

 

           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti