ELDALIĖ - Nólėmeldor - anno IV - n. 9
Notiziario mensile dedicato al Progetto Tolkien di Eldaliė

 

1. Redazionale
Com'è ovvio, l'apertura del numero di settembre di questo informativo periodico non può che vertere sui resoconti e commenti su Hobbiton, tenutasi nei primi giorni del mese. La grande festa, per la prima volta dopo quattro edizioni, emigrava in altro territorio e la cosa è stata naturalmente portatrice di attese e curiosità per verificare "come sarebbe andata". Per quanto ci riguarda, non possiamo che dirci estremamente soddisfatti delle condizioni ottimali in cui ci siamo trovati: abbiamo quindi voluto inviare una nota di ringraziamento, sottoscritta da tutti noi, come minimo riconoscimento per l'accoglienza da noi ricevuta all'appena conclusa festa di Bassano. Ci è parso doveroso, visto e considerato che siamo stati messi a nostro completo agio e fatti oggetto di fiducia piena.
Non è un caso, infatti, che i pochi appunti mossi a ciò che si può migliorare, che stanno emergendo nei commenti a posteriori sui vari mezzi di comunicazione in Rete (e dei quali si dà cenno nel presente numero del notiziario) non riguardano questioni direttamente imputabili all'operato STI, bensì aspetti relativi al luogo e all'ambiente - nella fattispecie, la scortese inospitalità di gran parte dei bassanesi. Auspichiamo così di proseguire in questo nostro percorso di amicizia e collaborazione per contribuire, anche l'anno prossimo, a marcare ancora di più l'atmosfera della nostra festa più amata e incrementarne il fascino, la suggestività e la particolarità che contraddistinguono la Terra di Mezzo.
Va da sé che il ringraziamento è da estendersi a tutti coloro che hanno collaborato a rendere per noi memorabile la prima Hobbiton dell'epoca post-San Daniele.
Venendo al sommario commentato, se quindi "l'art.2 non presenta variazioni rispetto a quanto riportato nel numero precedente", esattamente come un mese addietro, nell'art. 3 riportiamo un contributo su Hobbiton direttamente dalle parole e nelle immagini di ci l'ha vissuta, con gli stralci di alcuni messaggi inviati nel nostro forum nella discussione relativa al grande evento. Con l'art.4 siamo lietissimi di annunciare ufficialmente l'uscita del calendario illustrato 2008, disponibile per eventuali ordinazioni: non dimentichiamo però che occorre anche provvedere all'altra nostra uscita storica, quel calendario web che ormai è piacevole consuetudine tra le nostre pagine. L'art.5, infine, riprende il discorso relativo alla migrazione del sito Eldalie.it su piattaforma Joomla!, fornendo i richiami ad alcune fonti di documentazione tra le più serie e complete attualmente disponibili per quanto concerne i pacchetti CMS.
Le notizie brevi del mese vertono tutte sul panorama librario, in quanto da alcune settimane si assiste a un florilegio di pubblicazioni di originali, sia in Italia che nel mondo, con pochi precedenti. La segnalazione più gustosa in realtà è un'anticipazione di un appuntamento programmato per il mese prossimo, ma quanto mai atteso e tolkienisticamente imperdibile: parliamo naturalmente dell'arrivo sugli scaffali della traduzione italiana de I Figli di Hurin. La data di uscita, a suo tempo indicata da Bompiani ai primi di settembre, sarebbe programmata per il giorno 24 del mese di ottobre. La traduzione è stata affidata a Caterina Ciuferri, già traduttrice de Lo Hobbit a fumetti, mentre l'introduzione all'edizione italiana del volume è a cura di Gianfranco De Turris. A parziale compensazione per la lunga attesa ulteriormente estesa dai vari rimandi, la notizia confermata dalla direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi secondo la quale poco dopo uscirà anche un'edizione deluxe.
Ma nelle librerie si attende anche un'edizione de Il Signore degli Anelli nella collana Libri Oro di RCS, mentre oltre Manica ha visto la luce un'edizione speciale de Lo Hobbit per il 70° anniversario dell'opera.
Dunque, l'augurio usuale di "buona lettura ma non solo" questo mese va ben oltre il presente numero: osiamo però rimanere in attesa di commenti e recensioni sulle nuove pubblicazioni. Osereste voi deluderci?
[GC]


2. Le attività in corso
L'avanzamento delle attività non fa registrare variazioni rispetto a quanto annotato lo scorso mese. Alla pagina http://www.eldalie.it/nolemeldor.php č sempre a disposizione il riepilogo di quelle in maggiore evidenza (altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti), lasciamo solo un breve suggerimento da riprendersi pił avanti, alla ripresa autunnale, suggerimento che riguarda una possibile collaborazione nientemeno che con la Wikipedia italiana.

Progetto Wikipedia
La grande enciclopedia in Rete ha una sezione dedicata a Tolkien e alle sue opere che potrebbe giovarsi del nostro apporto... perché non pensarci? Nella pagina dei Progetti i primi dettagli organizzativi riferiti a questo potenzialmente interessantissimo filone di attività.

Articoli e manufatti "marchiati" Eldalië
Si tratta di organizzare la filiera di produzione e distribuzione di articoli ed oggetti "griffati" con il simbolo di Eldalië: magliette e polo (o altri indumenti), cappellini, boccali, ecc., ma anche oggetti di artigianato autoprodotti ed ispirati alla Terra di Mezzo: spille, anelli, accessori vari, oggetti in pelle (cinture, scarselle...), oggetti in legno decorati e/o pirografati, ecc. Chi vuol collaborare mettendo a disposizione le sue capacità oppure sa dove reperire materiali e a chi far eseguire le lavorazioni più impegnative può darne comunicazione direttamente allo staff, all'usuale recapito eldalie@eldalie.com.

Organizzazione del Progetto Tolkien su web
L'obiettivo è rendere parzialmente dinamica la parte del sito che ospita i Progetti in lavorazione creando una piattaforma unica ed integrata tra Progetti, articoli del Notiziario e altri contenuti del sito, in modo che la descrizione delle attività e la loro sottoscrizione sia gestibile, sia da operatori che dai lettori/sottoscrittori, a "colpi di clic".

Redazione di Eldalië
Il gruppo redazionale dovrà occuparsi di: gestire, catalogare e curare la pubblicazione degli articoli e saggi in giacenza; gestire, catalogare e curare la pubblicazione dei materiali per le uscite periodiche mensili (FocusON, Recensioni, Nólëmeldor); strutturare la sezione divulgativa per i lettori meno esperti (www.eldalie.it/saggi/Tolkien.htm); ricercare materiali per la sezione delle Notizie brevi (vedi pagina principale); strutturare la presentazione dei contenuti della Sezione Amici, al momento ancora in stato di bozza; eventualmente, in base alle velleità e disponibilità individuali, collaborare agli altri progetti di tipo editoriale (Alqualondë, Dizionario Enciclopedico, ecc.). Se ne parla in forum nella discussione di riferimento http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4280 corredata di lista per le iscrizioni.

Dizionario Enciclopedico
Per la revisione delle voci del dizionario on-line (consultabile all'URL http://www.eldalie.com/Dizionario/index.asp ) o arricchire i testi descrittivi di quelle già esistenti a mo' di vero e proprio dizionario enciclopedico, rivolgersi alla mailing list appositamente allestita (dizionario@eldalie.com).

Altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti.

(c) Eldalië, 2007


3. Accadde a Hobbiton 14
Se da un lato come associazione non possiamo che essere estremamente soddisfatti e grati dell'ospitalità ricevuta a Bassano, i commenti che fanno seguito alla Hobbiton appena conclusa oscillano, per chi l'ha vissuta, tra la consapevolezza di aver vissuto un evento in grande stile e il comprensibile spaesamento per l'abbandono della cara sede friulana. Direttamente dal nostro forum citiamo quindi un cordiale botta e risposta che ci pare esemplifichi adeguatamente la situazione. Naerfindel scrive: «Hobbiton 14 è stata per quel che mi riguarda un evento in crescendo, ogni giorno è stato migliore del precedente e per la prima volta mi sono fermato fino a tarda sera anche domenica. Non sarei più ripartito per tornare a casa! Certo il cambio di sede mi ha un po' spaesato, ma in fin dei conti è andata bene (anche se mi riservo di fare più avanti delle considerazioni sulle future location di eventi tolkieniani)».
Gli fa eco Helluin: «Concordo sull'evento in crescendo, almeno in termini di sensazioni, anche perché è stata proprio domenica quando ho sentito un po' alla lontana "Hobbiton" anche se iniziavano le varie partenze. Non sono solito scrivere dopo gli eventi, almeno da un po' di tempo a questa parte, tuttavia sono felice di aver visto due persone con le quali ci sono state discussioni accese, esserci stretti la mano, aver parlato ed avere passato del bel tempo assieme.
Essere venuto a Bassano è stato ottimo essenzialmente per questo e per rivedere molti di voi.
Mi sono mancati alcuni di noi e molto ma questo è un aspetto personale. Eravamo un po' dispersi (mi scuso per i disagi, le informazioni che hanno dato sulle distanze non erano delle migliori) ma era prevedibile che con un luogo nuovo si dovesse prendere confidenza e capire come muoversi. Un prossimo anno il campeggio dell'Antica Abbazia sarà attivo e funzionale e ci siamo messi d'accordo con il proprietario per avere anche gli alloggi al coperto lì vicino.
Dico questo perché a me come a molti è mancato molto il fatto di dormire tutti nello stesso posto con la possibilità di parlare e far casino fino all'alba. Un altro anno sapremo meglio come muoverci per gli aspetti logistici, se Hobbiton sarà ancora a Bassano. Mi è spiaciuto non replicare la cena come lo scorso anno ma il buon Raimondo ci ha detto che non era fattibile visto il differente afflusso di gente, non tanto come numero quanto come orari di punta per i pasti. I disguidi logistici - organizzativi non hanno inficiato il clima positivo che quest'anno non ha visto problemi o sclerate degne di nota, pur restando il fatto dei soliti noti a darsi da fare.
Ed ora veniamo ad un altro punto che è stato sulla bocca di tutti e che secondo me è degno di riflessione. Al di là dei nostri rapporti come è stata questa Hobbiton per altri aspetti legati ad atmosfera e luogo? Un plauso ed un grazie vanno alla STI per il grosso lavoro ma delle Hobbiton alle quali sono andato è stata senza ombra di dubbio la peggiore. I momenti piacevoli e felici nascono dal vedersi assieme e un luogo vale l'altro: credo che dicendo ciò mi faccio interprete di un modo comune di vedere e sentire le cose. Questo riprende un discorso che feci con Ecthe e Keiros in passate edizioni quando mi parlarono di "Fuffaton": alla fine l'importante è vedersi.
Vorrei approfondire in seguito quanto penso, in altro topic, qui o in un articolo più ufficiale di commento. Un lapsus freudiano di uno di questi giorni sintetizza il tutto (mi pare di Ecthe ma potrei sbagliarmi).
«Cosa pensi di Bassano rispetto a San Daniele?»
«Hobbiton era meglio... ehm San Daniele».

(c) Eldalië, 2007


4. I calendari Eldalië 2008
Il calendario 2007 si concludeva con la caduta di Gollum nel Monte Fato e la distruzione dell'Unico Anello. Ma poi? Il Signore degli Anelli sarebbe il capolavoro che è senza il lungo, lento e faticoso ritorno dei protagonisti verso casa? Come negli antichi poemi cavallereschi in cui il climax della narrazione non è posto alla fine, ma nel racconto, dopo il culmine della tensione, si hanno varie altre traversie e vicende che regalano compimento all'intero intreccio - e maggiore comprensione al lettore. Per questo abbiamo voluto dedicare un intero calendario, quest'anno, a quelle toccanti storie, a quei mirabili personaggi, alla gioia hobbit e alla malinconia elfica di cui traboccano le ultime pagine del capolavoro del Professore di Oxford. Ma anche dopo aver chiuso l'ultima pagina del libro, che cosa resta infine della Terra di Mezzo? Degli Elfi, degli Hobbit, e delle storie narrate da Tolkien? Restano i valori. Resta uno spirito a cui difficilmente si resta insensibili. Entra nel sangue, dona meraviglia, malinconia e speranza. Elfi ed Hobbit restano nei nostri cuori... La si può chiamare tolkienianità, e qualcuno la conosce e la porta avanti anche nei nostri tempi. Per questo ai tolkieniani di oggi Francesco Amadio ha voluto dedicare la tavola del retro di copertina, perchè dopo l'ultima pagina dell'ultima nota al Signore Degli Anelli, la storia della Terra di Mezzo continua, il viaggio continua: va avanti con coloro che nei valori della Terra di Mezzo si riconoscono.

 
Il calendario, prodotto in formato 35x35 cm., è già prenotabile al costo fisso invariato di 10 € più le spese di spedizione, per i soci Eldalië e per tutti coloro che lo prenoteranno sin da ora. Per lasciare l'ordinazione e concordare i dettagli su tempi e modi di spedizione invitiamo a contattarci all'indirizzo email direttivo@eldalie.com mettendo come oggetto "Calendario artistico Eldalië 2008".
Ricordiamo peraltro che accanto a quest'opera siamo sempre intenzionati a pubblicare la versione fotografica del calendario, come di consueto da due anni a questa parte, scaricabile gratuitamente (vedere la pagina principale del sito): dato che i tempi sono ormai maturi, invitiamo chi abbia materiali fotografici o produzioni proprie di fotoritocco (sappiamo che tra voi ci sono degli autentici maghi del settore...) che gradisce inserirei in questo piccolo cadeau a inviarli all'indirizzo eldalie@eldalie.com, sempre ben specificando nell'oggetto dell'e-mail di cosa si tratta. Aderite numerosi, non vogliamo rompere la tradizione!

(c) Eldalië, 2007


5. Ancora su Joomla
Nello scorso mese di luglio avevamo ripreso il filo del discorso relativo all'implementazione su Eldalie.it del CMS Joomla!. Dal momento che siamo ancora ad una fase progettuale, pensiamo sia utile presentare alcune risorse didattiche che possono aiutare a impostare in modo più efficace l'intero discorso.
• Il più grande limite di qualsiasi CMS è la sua scarsa propensione a lavorare sulla struttura del sito. Essendo pensato per dare semplicità nella gestione dei contenuti, parte dal presupposto che la struttura delle pagine sia gestita altrove e che sia più o meno fissa. Le sue capacità d'intervento sul layout grafico sono solitamente piuttosto limitate. Le pagine realizzate con un CMS tendono a sembrare tutte uguali. Non che la cosa sia necessariamente negativa, ma di ciò va tenuto conto. Il criterio generale, quindi, è che tutte le sezioni con struttura molto diversa tra le varie pagine, non sono buone candidate per il CMS. Le aree a frequente variazione dei contenuti su struttura fissa, con articoli col medesimo layout, in mano a persone diverse e con necessità di velocità di pubblicazione sono invece le prime candidate al CMS.
Per saperne di più: http://webdesign.html.it/articoli/leggi/475/quali-sezioni-del-sito-con-il-cms/
• Scegliere un CMS molto sofisticato, ma difficile da gestire, può rendere difficile l'avvio del progetto e la successiva manutenzione dei contenuti. Occorre scegliere, quindi, un sistema che sia realmente alla portata della capacità informatica del personale che poi sarà deputato allíinserimento dei contenuti.
L' importante è non dare per scontato che certe conoscenze siano ormai acquisite. Molti responsabili non hanno una cultura informatica così spinta come potremmo credere. Non possiamo, per altro, pensare che qualcuno si faccia carico dellíinserimento al posto loro. Ricadremmo, altrimenti, nella situazione dalla quale stiamo tentando di uscire con l'acquisto del CMS. Chi è responsabile dei contenuti, deve inserirli direttamente.
Per saperne di più: http://webdesign.html.it/articoli/leggi/437/come-scegliere-un-cms/
• Quando ci si trova di fronte alla scelta di un CMS per la gestione di un progetto Web, occorre pertanto valutare numerosi parametri. Tra questi, vista la natura stessa di una piattaforma di pubblicazione, la facilità di utilizzo per i content writer, la possibilità di personalizzazione dellíinterfaccia grafica, la possibilità di integrarvi strumenti per arricchire l'esperienza degli utenti finali come forum, gestione newsletter, la compatibilità con i sistemi server disponibili (emblematica la dicotomia PHP-Linux vs ASP-Microsoft) e la possibilità di utilizzare database che rendano semplice líeventuale passaggio da una piattaforma allíaltra. Oltre ai parametri appena citati - ce ne sarebbero molto altri da menzionare - una delle più importanti caratteristiche da valutare è indubbiamente il tipo di architettura dellíinformazione che la piattaforma permette di gestire.
Per saperne di più: http://webdesign.html.it/articoli/leggi/1671/scegliere-il-cms-prima-di-tutto-larchitettura/

(c) Eldalië, 2007


6. Articoli, collaborazioni e documenti
La collaborazione, libera o per invito, è aperta a tutti gli iscritti al Progetto Tolkien e si intende prestata gratuitamente. Lo staff di Eldalië esaminerà il materiale per l'eventuale pubblicazione integrale o parziale. Se non espressamente e diversamente indicato, i testi pubblicati rispecchiano l'opinione degli autori, la quale non coincide
necessariamente con quella della redazione. Il materiale inviato non si restituisce. Inviare eventuali contributi a: Progetto Tolkien, c/o progetto.tolkien@eldalie.com


7. Servizi per l'iscrizione
Per annullare, sospendere o riattivare l'iscrizione alla newsletter è disponibile l'apposito modulo, all'indirizzo http://www.eldalie.it/iscrizioni/iscrizione_pt.php

Le informazioni contenute in questa newsletter sono di proprietà di Eldalië e sono diffuse a supporto delle attività del Progetto Tolkien.
È vietata la riproduzione totale o parziale del contenuto della newsletter senza il preventivo consenso scritto dello staff di Eldalië.
È vietata la diffusione della newsletter con fine di lucro.
Il prossimo numero è previsto per il mese di ottobre 2007.

 

 

           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti