ELDALIĖ - Nólėmeldor - anno V - n. 7
Notiziario mensile dedicato al Progetto Tolkien di Eldaliė

 

1. Redazionale
Pur se ancora in piena euforia da Eldamar (per il cui punto della situazione comprensivo degli ultimi aggiornamenti rimandiamo alla discussione forum http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=7151) e' ormai tempo di volgere lo sguardo verso l'imminente adunata di Hobbiton. Per il secondo anno consecutivo la Festa più attesa dei cultori della Terra di Mezzo avrà luogo a Bassano del Grappa, né poteva essere diversamente dopo il clamoroso successo di presenze registrato nell'edizione dello scorso anno. Come di consueto, ci premuriamo di illustrare qui i punti salienti del programma e le altre informazioni notevoli, per i cui dettagli rimandiamo al sito ufficiale dell'evento (http://www.tolkien.it/html/hobbiton/it/index.html).
Il programma culturale non è sicuramente da meno di quello dell'anno passato. La presenza di ospiti internazionali è quanto mai nutrita e artisti di vari generi musicali che si alterneranno per accompagnare le tre giornate della festa. Tra i relatori d'oltre confine citiamo l'olandese René van Rossenberg, il francese Mathias Daval, lo spagnolo Carlos Francisco Màrquez Linares e il greco Iakovos Vlioras - tutti emeriti esponenti delle rispettive Società Tolkieniane nazionali, oltre che accademici di spicco, per un ventaglio di interventi di sicuro effetto.
Per quanto riguarda gli ospiti nostrani, peraltro, l'offerta non è meno ricca. Riproposto, e non poteva essere diversamente, il professor Carlo Maria Bajetta, accogliamo con un plauso la presenza di Dario Giansanti di Bifröst, celeberrimo sito divulgativo di cultura nordica. l'istrionico professor Murray non mancherà di deliziare i suoi tanti estimatori, così come a modo loro faranno Paolo Paron, Vito Fascina, Marco Barsacchi e i giornalisti Gabriele Marconi e Antonia Romagnoli.
Per quanto riguarda noi di Eldalië, siamo estremamente grati e compiaciuti che anche quest'anno le ormai consuete lezioni di lingua e scrittura elfica saranno tenute a cura dei nostri valenti linguisti e calligrafi, a conferma di un legame tra Eldalië e la Società Tolkieniana Italiana più cordiale e sentito che mai.
Per quanto riguarda le iniziative in corso, non è una sorpresa per nessuno che l'art.2 sia dedicato come al solito al riassunto delle principali iniziative che sono tuttora in fase di svolgimento. L'art. 3 lo dedichiamo ai due principali appuntamenti pubblici, Eldamar ed Hobbiton, che quest'anno per bizzarra combinazione di eventi gravitano molto vicini tra loro e a ridosso del periodo di vacanze; nell'art.4, invece, portiamo all'attenzione le principali novità e rimodulazioni in fatto di concorsi artistici e letterari promossi e patrocinati dalla nostra associazione, i quali purtroppo necessitano di una risistemazione delle date a causa di imponderabili circostanze occorse. L'art.5 lo dedichiamo invece alla segnalazione di un nuovo e intrigante argomento di discussione, che non mancherà di suscitare animati scambi di opinioni: si tratta della questione del canone tolkieniano, portata a conoscenza da una pagina tematica pubblicata su Wikipedia.
Come saluto di rito, in ossequio alla tradizione, porgiamo l'ormai usuale augurio di buona lettura ma non solo: ritempratevi durante il periodo vacanziero, ma tenete presente che al rientro troverete ad attendervi molte gustose attrattive!
[GC]


2. Le attività in corso
Non vi sono da segnalare novità di rilievo rispetto a quanto riportato nel numero del mese scorso. Alla pagina http://www.eldalie.it/nolemeldor.php č sempre a disposizione il riepilogo di quelle in maggiore evidenza (altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti).

Progetto Wikipedia
La grande enciclopedia in Rete ha una sezione dedicata a Tolkien e alle sue opere che potrebbe giovarsi del nostro apporto... perché non pensarci? Nella pagina dei Progetti i primi dettagli organizzativi riferiti a questo potenzialmente interessantissimo filone di attività.

Articoli e manufatti "marchiati" Eldalië
Si tratta di organizzare la filiera di produzione e distribuzione di articoli ed oggetti "griffati" con il simbolo di Eldalië: magliette e polo (o altri indumenti), cappellini, boccali, ecc., ma anche oggetti di artigianato autoprodotti ed ispirati alla Terra di Mezzo: spille, anelli, accessori vari, oggetti in pelle (cinture, scarselle...), oggetti in legno decorati e/o pirografati, ecc. Chi vuol collaborare mettendo a disposizione le sue capacità oppure sa dove reperire materiali e a chi far eseguire le lavorazioni più impegnative può darne comunicazione direttamente allo staff, all'usuale recapito eldalie@eldalie.com.

Organizzazione del Progetto Tolkien su web
L'obiettivo è rendere parzialmente dinamica la parte del sito che ospita i Progetti in lavorazione creando una piattaforma unica ed integrata tra Progetti, articoli del Notiziario e altri contenuti del sito, in modo che la descrizione delle attività e la loro sottoscrizione sia gestibile, sia da operatori che dai lettori/sottoscrittori, a "colpi di clic".

Redazione di Eldalië
Il gruppo redazionale dovrà occuparsi di: gestire, catalogare e curare la pubblicazione degli articoli e saggi in giacenza; gestire, catalogare e curare la pubblicazione dei materiali per le uscite periodiche mensili (FocusON, Recensioni, Nólëmeldor); strutturare la sezione divulgativa per i lettori meno esperti (www.eldalie.it/saggi/Tolkien.htm); ricercare materiali per la sezione delle Notizie brevi (vedi pagina principale); strutturare la presentazione dei contenuti della Sezione Amici, al momento ancora in stato di bozza; eventualmente, in base alle velleità e disponibilità individuali, collaborare agli altri progetti di tipo editoriale (Alqualondë, Dizionario Enciclopedico, ecc.). Se ne parla in forum nella discussione di riferimento http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=4280 corredata di lista per le iscrizioni.

Dizionario Enciclopedico
Per la revisione delle voci del dizionario on-line (consultabile all'URL http://www.eldalie.com/Dizionario/index.asp ) o arricchire i testi descrittivi di quelle già esistenti a mo' di vero e proprio dizionario enciclopedico, rivolgersi alla mailing list appositamente allestita (dizionario@eldalie.com).

Altri spunti si possono cogliere dando una scorsa alla sezione dei Progetti.

(c) Eldalië, 2008


3. Da Eldamar a Hobbiton
Pur se ancora in piena euforia da Eldamar (per il cui punto della situazione comprensivo degli ultimi aggiornamenti rimandiamo al forum Eldalië]) è ormai tempo di volgere lo sguardo verso l'imminente adunata di Hobbiton. Per il secondo anno consecutivo la Festa più attesa dei cultori della Terra di Mezzo avrà luogo a Bassano del Grappa, né poteva essere diversamente dopo il clamoroso successo di presenze registrato nell'edizione dello scorso anno. Come di consueto, ci premuriamo di illustrare qui i punti salienti del programma e le altre informazioni notevoli, per i cui dettagli rimandiamo al sito ufficiale dell'evento (http://www.tolkien.it/html/hobbiton/it/index.html).
Il programma culturale non è sicuramente da meno di quello dell'anno passato. La presenza di ospiti internazionali Ë quanto mai nutrita: dall'olandese René van Rossenberg al francese Mathias Daval, dallo spagnolo Carlos Francisco Màrquez Linares al greco Iakovos Vlioras - tutti emeriti esponenti delle rispettive Società Tolkieniane nazionali, oltre che accademici di spicco, per un ventaglio di interventi di sicuro effetto.
Per quanto riguarda gli ospiti nostrani, peraltro, l'offerta non è meno ricca. Riproposto, e non poteva essere diversamente, il professor Carlo Maria Bajetta, accogliamo con un plauso la presenza di Dario Giansanti di Bifröst, celeberrimo sito divulgativo di cultura nordica. l'istrionico professor Murray non mancherà di deliziare i suoi tanti estimatori, cosÏ come a modo loro faranno Paolo Paron, Vito Fascina, Marco Barsacchi e i giornalisti Gabriele Marconi e Antonia Romagnoli.
In continuità con l'edizione passata, "tanta, tanta musica farà da colonna sonora ad Hobbiton, con artisti di vari generi musicali che si alterneranno per accompagnare le tre giornate della festa": i cinque gruppi musicali dell'anno scorso diventano addirittura sei, con il ritorno in grande stile dei Myrddin e la riconferma a furor di popolo degli scalcinati ma irresistibili AngBand. Non si possono tuttavia non menzionare gli Inis Fail, che certo non sfigureranno accanto agli ospiti di grido stranieri.
Confermatissimo il programma relativo a mostre artistiche, mercatini di libri e artigianato, laboratori artistici, di giochi di ruolo e di educazione ambientale per bambini e ragazzi (dei quali si potrà scaricare la documentazione dal sito STI), danze irlandesi, scene di combattimento in costume, dimostrazioni e lezioni di scherma storica, l'ormai tradizionale caccia al tesoro...
Siamo, noi di EldaliÎ, estremamente grati e compiaciuti che anche quest'anno le ormai consuete lezioni di lingua e scrittura elfica saranno tenute a cura dei nostri valenti linguisti e calligrafi, a conferma di un legame tra EldaliÎ e la Società Tolkieniana Italiana più cordiale e sentito che mai. Rinnoviamo il nostro sincero ed ammirato ringraziamento alla STI per il coinvolgimento nella gestione e nella cura di attività così gratificanti ed apprezzate, che ci sforzeremo di mantenere sempre all'altezza delle aspettative di un appuntamento di rango come la Hobbiton.
E, come sempre, i commenti finali ed i contributi più colorati li lasciamo a voi, nelle sezioni che seguono e che abbiamo predisposto appositamente perché ognuno possa testimoniare ai lettori i momenti più intensi delle tante Hobbiton che ciascuno di noi vivrà.

(c) Eldalië, 2008


4. Concorsi: modifiche e aggiornamenti
Due dei concorsi artistici di Eldalië hanno subito una proroga nella scadenza:
Lairë Lórala (sesta edizione, scadenza rinviata a data da destinarsi)
Il Concorso prevede una Sezione Unica (Poesia Inedita): ognuno potrà partecipare massimo con due poesie, le quali non dovranno superare i 45 versi di lunghezza (righe vuote incluse). La partecipazione è gratuita. La partecipazione è aperta a tutti coloro che vogliano cimentarsi nella stesura di una poesia inedita a tema tolkieniano o mitologico.
Le Iscrizioni sono aperte fino a data da destinarsi. Tutti gli elaborati dovranno pervenire entro tale termine. L'invio oltre il termine stabilito sarà causa d'esclusione dal concorso.
Ogni concorrente può partecipare con opere originali e in lingua italiana, purché inedite.
Sezione Unica: gli elaborati dovranno essere inviati, per via email, in forma di allegato e con il titolo del file “Poesie Eldalië”, all'indirizzo eldalie@eldalie.com (l'allegato è preferito in formato .txt o .rtf).
• Il file non dovrà contenere alcun nome e cognome dell'autore.
• La email dovrà contenere unitamente all'elaborato anche un curriculum vitae dell'autore, sempre in forma di allegato, in cui saranno specificate le note anagrafiche ed eventualmente, se presenti, quelle artistiche. È obbligatorio inserire almeno nome, cognome, età, titolo delle poesie partecipanti e la relativa certificazione di originalità e di inedito nella forma “Dichiaro che l'opera [Titolo dell'elaborato] è di mia creazione e inedita”. La certificazione sarà replicata alla stessa maniera nel caso di una seconda poesia partecipante.
Non è ammesso partecipare con opere che abbiano già concorso in altri premi letterari o che siano state pubblicate in altre collettive antologiche o quotidiani o riviste on line.
Gli organizzatori declinano ogni responsabilità per eventuali disguidi durante l'invio delle opere. Sarà data conferma di ricezione e di corretta espletazione di quanto sopra riportato solo in caso di esplicita richiesta nell’e-mail con cui verranno mandate le opere.
Concorso di arti figurative Premio "Palantír di Tol Eressëa" (terza edizione, scadenza da definire)
L’Associazione culturale Eldalie è da anni impegnata nella divulgazione tramite le arti figurative dell’opera tolkieniana. Nel contempo ritiene importante la valorizzazione dell’espressione e della rielaborazione delle tematiche tolkieniane tramite le questo mezzo tanto caro a Tolkien, raffinato illustratore non professionista delle sue opere. Per questi motivi, Eldalië riprende ed amplia il progetto legato alle arti figurative indicendo il seguente concorso.
Le opere presentate devono avere come soggetto i mondi di J.R.R. Tolkien. Hanno valore anche le opere multimediali e scultoree. Le opere verranno valutate da una giuria competente in letteratura tolkieniana e in materia di arte contemporanea. Le opere verranno esposte ad insindacabile giudizio della giuria la quale nominerà un primo, un secondo ed un terzo classificato, tenendo in grande considerazione opere che abbiano caratteristiche d’avanguardia nella tecnica e nella resa espressiva. La giuria, inoltre, si riserva, a suo insindacabile giudizio, di istituire uno o più premi speciali per quegli artisti che mostreranno, al di là della tecnica usata e della resa espressiva, uno spiccato senso dell'opera tolkieniana.
Per ulteriori informazioni sul concorso è possibile richiedere informazioni all’indirizzo di posta elettronica arte@eldalie.com a disposizione di tutti gli interessati per chiarimenti, delucidazioni e supporti. Al medesimo indirizzo è possibile richiedere un modulo per le dichiarazioni di autenticità, per la messa in vendita e per il consenso al trattamento dei dati personali da compilare e firmare.
Per ulteriori informazioni sui bandi vedere alla pagina http://www.eldalie.com/Concorsi/Concorsi.htm

(c) Eldalië, 2008


5. Letteratura: la questione del canone
Recentemente è salita alla ribalta una questione, tanto interessante quanto delicata, che meriterebbe un personale approfondimento da parte di ogni lettore minimamente interessato ad approfondire il contesto delle narrazioni della Terra di Mezzo (stesso argomento in fondo dell'ormai nota discussione forum: http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=7143): si tratta della cosiddetta questione del canone tolkieniano.
La ribalta, dicevamo, è stata conquistata nientemeno che grazie ad una voce di Wikipedia, http://it.wikipedia.org/wiki/Canone_della_Terra_di_Mezzo. Citando da quella pagina, apprendiamo che "i primi tentativi di creare un "canone" per la Terra di Mezzo risalgono a Tolkien stesso, che dichiarò che spesso si sentiva vincolato a quello che era già stato fissato. Anche quando modificò Lo Hobbit per allineare la vicenda del ritrovamento dell'Anello con gli ultimi sviluppi, Tolkien mantenne la versione originale come quella raccontata da Bilbo stesso nel tentativo di giustificare pienamente il possesso dell'Anello. Similmente, nel preparare Il Silmarillion per la pubblicazione, Christopher Tolkien fece dei cambiamenti editoriali per rimuovere molte possibili incoerenze con Il Signore degli Anelli. Da allora Christopher Tolkien ha più volte identificato dei punti in cui pensa di "aver sbagliato", e ha fornito dati per argomentare che una versione o l'altra rifletteva l'"intenzione" di suo padre. Tutto questo va nella direzione di creare una "storia" coerente per la Terra di Mezzo.
Inizialmente Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli furono semplicemente trattati come un qualunque altro canone narrativo, in modo automatico e piuttosto inconscio. C'erano dei dibattiti su come interpretare i testi stessi, ma nessun dubbio reale alla loro validità o coerenza. Piccoli problemi di "canonicità" iniziarono con la pubblicazione de Il Silmarillion insieme a dubbi su come risolvere ulteriori contraddizioni fra questo e gli altri testi. Quando le idee alternative di Tolkien furono pubblicate nei Racconti incompiuti e nella serie The History of Middle-earth, la "canonicità" del materiale contenuto ne Il Silmarillion fu rimessa in discussione.
Parlando chiaramente, attualmente c'è chi crede che il concetto di canone è sia necessario che possibile, e chi crede che non è né l'uno né l'altro (vedi sotto). L'importanza di questo dibattito diventa palese quando si ricorre a fonti di riferimento per le informazioni della Terra di Mezzo. Da ogni parte c'è un bisogno di coerenza nel modo in cui il materiale di riferimento ha a che fare con i fatti e dettagli della Terra di Mezzo, sia da parte di chi applica (dietro le quinte) il filtro del canone (così che i suoi articoli riportano semplicemente "Gil-galad Ë il figlio di Orodreth"), che da parte di chi semplicemente riporta le discrepanze via via che appaiono".
Il dibattito è aperto, e a quanto pare tale resterà ancora per molto. Per chi volesse partecipare, oltre alla discussione forum citata in apertura del presente articolo (e illustrata nel numero di giugno del presente notiziario, http://www.eldalie.it/news/Nolemeldor/0806.htm#5) vi proponiamo un'altra discussione forum più incentrata sul tema del canone, vale a dire http://www.eldalie.it/forum/list_thread.php?iddiscussione=7162.
Buon dibattito a tutti!

(c) Eldalië, 2008


6. Articoli, collaborazioni e documenti
La collaborazione, libera o per invito, è aperta a tutti gli iscritti al Progetto Tolkien e si intende prestata gratuitamente. Lo staff di Eldalië esaminerà il materiale per l'eventuale pubblicazione integrale o parziale. Se non espressamente e diversamente indicato, i testi pubblicati rispecchiano l'opinione degli autori, la quale non coincide
necessariamente con quella della redazione. Il materiale inviato non si restituisce. Inviare eventuali contributi a: Progetto Tolkien, c/o progetto.tolkien@eldalie.com


7. Servizi per l'iscrizione
Per annullare, sospendere o riattivare l'iscrizione alla newsletter è disponibile l'apposito modulo, all'indirizzo http://www.eldalie.it/iscrizioni/iscrizione_pt.php

Le informazioni contenute in questa newsletter sono di proprietà di Eldalië e sono diffuse a supporto delle attività del Progetto Tolkien.
È vietata la riproduzione totale o parziale del contenuto della newsletter senza il preventivo consenso scritto dello staff di Eldalië.
È vietata la diffusione della newsletter con fine di lucro.
Il prossimo numero è previsto per il mese di agosto 2008.

 

 

           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti