Il Tuo Nome In Quenya
a cura di Mauro "Mornon" Ghibaudo, Marco "Vega" Trucillo, Laura "Frasiabella" Vignati

A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  X  Y  W  Z  

Nome Significato Quenya
Gabriele
Maschile di Gabriele, può essere reso come Ataneruo, Nereruo, Neruo.Deriva dall’antico Aramaico, e significa “eroe di Dio”; Erucallo.
Ataneruo, Nereruo, Neruo, Erucallo
Gabriella
Femminile di Gabriele "Uomo di Dio" dall`Ebraico gavhri`el. Gabriele è uno dei sette Arcangeli della tradizioni ebraica (anche cristiana). Appare due volte nel Vecchio e due volte nel Nuovo Testamento per annunciare la nascita di Giovanni e Gesú rispettivamente a Zaccaria e alla Madonna. Secondo la tradizione islamica dettò il Corano a Maometto. Ma torniamo a noi... In Quenya uomo è ner, e Dio è Eru quindi Nereruë o in forma contratta Neruë. In realtà ner indica maschio senziente... se in "Uomo di Dio" "uomo" è inteso come essere umano allora la parola da usare è Atan quindi Ataneruë.
Oppure, col significato di "Eroe di Dio", si ha Erucallë.
Ataneruë, Nereruë, Neruë, Erucallë
Gaetano
Il nome deriva dal latino Caitànus e significa "nativo di Gaeta", la cittadina campana che secondo il poeta latino Virgilio prenderebbe il nome dalla nutrice di Enea, Caieta, che morì e fu sepolta in quel luogo. Gaetanon da Gateta + Nóna "nascere". Gaetatan da Gaeta + Atan "uomo" , uomo di Gaeta, che può essere reso con Gaetan assimilando i due ta. Tra l`altro gaetanon più risultare anche da Gaeta + Atan + on (terminale maschile) Gaetatanon > Gaetanon assimilando i due ta.
Gaetatan, Gaetanon
Gaia
Dal Greco "Gaia" Terra. Quindi Kemen.
Kemen
Gaja
Significa "felice" in Esperanto; si potrebbe tradurre con Valinë, sebbene non sia esattamente il termine equivalente a "gaja" (che è tradotto glad, Valinë deriva da happy).
Valinë
Ganni
E` una forma abbreviata di Giovanni.
Gaspare
Significa "tesoriere" in Persiano; tale parola non esiste in Quenya, ma si potrebbe usare harma, "tesoro", con una desinenza agentale, da cui si avrebbe Harmar.
Harmar
Gaudenzio
Nome di origine latina, da gaudere, "essere felici". Corrisponde al Quenya Alasson.
Alasson
Gemma
significa gioiello, da míre "gioello" abbiamo Mírie o anche Míriel come la madre di Feanor.
Mírie, Míriel
Gennaro
Nome che deriva dal latino ianuarius, "dedicato a Giano", significato analogo a quello di "Gennaio". In Quenya si può tradurre Narvinyo.
Narvinyo
Gerardo
Vedi Gherardo.
Gessica
Variante del nome Jessica. Il nome ha origine ebraica e significa "Dio guarda". Erucena / Erucenë / Erucenië da Eru "Dio" e Cen- "vedere".
Erucena, Erucenë, Erucenië
Gherardo
Dal tedesco ger "lancia" e hard "coraggioso, forte", significa "forte nel lanciare il dardo"; traducendolo nel significato letterale "lancia coraggiosa", abbiamo il Quenya Veryaihteon.
Veryaiehteon
Giacomo
Deriva dall` aramaico e significa "seguace di Dio". Quindi o Erundur o Erundil cioe "servo di dio" o "amico di dio".
Erundur, Erundil
Giada
Dallo spagnolo jada che indica "fianco", la giada, minerale di vari colori dalla lucentezza cerea, supponendo che avesse virtù protettive delle reni era chiamata "pietra del fianco" Quindi da ondo "pietra" e mi manca la parola per fianco.
Giada può anche essere tradotto come "colei che viene da Oriente" Quind Rómenis o Rómenwen da Rómen "oriente" e nis/wen "donna/fanciulla".
Anche se non tramite il significato etimologico, il nome potrebbe essere tradotto come Laicasardë o Laiquasardë, "pietra verde".
Rómenis, Rómenwen, Laicasardë, Laiquasardë
Giancarlo
Composto formato dai nomi Gianni e Carlo, presenta gli stessi problemi di molti altri composti.
Gianluca
Formato da Giovanni e Luca. Essendo un nome composto è più problematico della norma, è anche più ipotetico, ma fondendo le traduzioni per "Giovanni" (da cui "Gianni") e "Luca" si può avere Eruancalon.
Eruancalon
Gianluigi
Composto di Gianni e Luigi, quindi Eruannonaráton.
Eruannonaráton
Gianna
Vedi Giovanna.
Gilberta
Femminile di "Gilberto", potrebbe tradursi come Vandacalimë.
Vandacalimë
Gilberto
Derivante dal Germanico gisel, "pegno, ostaggio", e beraht, "scintillante, luminoso", si può avere il Quenya Vandacalimo.
Vandacalimo
Gilda
"Gilda" è la forma breve di "Ermenegilda", e ha origine germanica; deriva da ermen, "tutto, intero", e gild "sacrificio, cosa di valore". Significa quindi "sacrificio completo" o "completamente di valore". In Quenya si può tradurre come Valdë.
Valdë
Ginevra
Dal nome irlandese Gwenhwyfar, significa fair smooth o white smooth; si può avere il Quenya Lossepastë.
Lossepastë
Gino
È l`abbreviazione dei nomi terminanti in "-gino", quindi dovrebbe andar bene il rifarsi a quei nomi. In simili casi una traduzione univoca non è possibile, in quanto l`abbreviazione si rifà a molteplici altri nomi.
Gioacchino
Significa "Istituito da YAHWEH", "Confermato da YAHWEH" in Ebraico; può tradursi come Erutulco o Erutulcon.
Erutulco, Erutulcon
Gioietta
Non trovo l`etimologia; ipotizzando che derivi da gioia, si potrebbe tradurre come Alassellë.
Alassellë
Gionni
Forma italianizzata di "Jhonny" e simili, da "Giovanni".
Giordano
Il nome deriva da Yarden, il nome del fiume Giordano in Ebraico, derivante a sua volta dalla parola yarad, "discendere"; si potrebbe tradurlo con il termine "scorrere", da cui si avrebbe Sirmo.
Sirmo
Giorgia
vedi Giorgio.
Kememmótarë, Kemmótarë
Giorgio
vuol dire "agricoltore" e deriva dal greco. In particolare dagli elementi ge "terra" ed ergon "lavoro". quindi "lavoratore della terra". La parola quenya per terra è Kemen. Per lavoratore usiamo mótar "(colui) che lavora" dal quenya móta "lavoro" e il suffisso agentale -r mettondoli insieme abbiamo Kememmótar (con l`assimilazione di nm in mm come in Elemmakil da Elen + makil).
Kememmótar, Kemmótar
Giosuè
Dal nome ebraico Yehoshua, significa "YAHWEH è salvezza"; traducendo "YAHWEH salva", si può avere il Quenya Erurúno.
Erurúno
Giovanna
Vedi Giovanni.
Eruanna, Eruannië, Eruannë
Giovanni
Il nome ha origine ebraica e significa "dono del Signore". Quindi Eruannon o Eruanno, da Eru "Signore" e anna "dono".
Eruanno, Eruannon
Giselda
Vedi Gisella.
Gisella
Il nome significa "ostaggio" o "pegno", dal Tedesco gisel. Oppure, sempre dal Tedesco, potrebbe significare "eroina, campionessa". Traducendo "pegno" come "promessa", abbiamo Arátië, Callië, Vandië.
Arátië, Callië, Vandië
Giuditta
Potrebbe derivare dal nome ebraico Yehudit, che significa "donna della Giudea", oppure essere il femminile di Giuda, che significa "lodato, glorificato"; con questo secondo significato può rendersi Laitainë.
Laitainë
Giulia
Femminile di Giulio, può essere reso in Quenya come Toië, Toë, Tóvë, Tóvië.
Toië, Toë, Tóvë, Tóvië
Giuliano
Vedi Giulio.
Giulio
Di origine greca, significa “lanuginoso”; non trovando una parola per “lanuginoso”, lo traduco con “lanoso”, di simile base etimologica. Quenya Tón, Tóvon.
Tón, Tóvon
Giuseppe
Vuol dire Dio Aggiunga (figli). Quindi Eruantano; Eruntano.
Potrebbe significare anche `accresciuto da Dio`.
Eruantano; Eruntano
Giuseppina, Giusy
Vedi Giuseppe.
Eruanië, Eruantanië
Gloria
Dal latino "gloria"; in Quenya Alcarë.
Alcarë
Grazia
Deriva dal latino Gratia e significa "leggiadra, piacevole". Il nome è tradotto da Tolkien con Eruanna.
Eruanna
Graziano
Il nome deriva dal latino e significa "gradito, caro". Dal Quenya melin abbiamo Melilon.
Melilon
Greta
Equivalente al nome italiano Ghita, è un diminutivo di Margherita (vedi).
Gualtiero
Vedi Walter.
Guendalina
Vedi Gwendolyn.
Guerino
Derivante dal nome Germanico Warin, ha in sé l`elemento war, "guardare", "vigilare". Si potrebbe rendere come Tirno, "Vigilante".
Tirno
Guido
Dalla forma breve di un nome Tedesco che comincia con l`elemento "bosco" o "profondo"; si potrebbe usare il Quenya Landon, anche se la forma risulta dubbia.
Landon
Gwendolyn
Significa "anello bianco", dal Gaelico gwen, "bianco, benedetto", e dolen, "anello. Quenya Ninquecormië, Fánacormië.
Ninquecormië, Fánacormië
           
Home    |    Progetto Tolkien    |    Chi Siamo     |    Copyright    |    Aiuto   |   Scrivici
© 1999- 2004 Eldalie.it Spazio Offerto da Gilda Anacronisti